Corde rivestite (elixir ecc.....)

Tutto sulle riparazioni. Componenti meccanici ed elettrici della chitarra
Avatar utente
paranoid
Maestro
Maestro
Messaggi: 2087
Iscritto il: 30 dic 2006, 01:24
Località: Milano

Corde rivestite (elixir ecc.....)

Messaggio da paranoid » 18 feb 2007, 13:46

l' ultima chitarra che ho acquistato montava 0.12 elixir. (chitarra acustica)
trattasi di corde rivestite che (dicono) , durano 5 volte tanto quelle normali..... :dubbioso:
sarà vero? chi le conosce?
comunque costano tre volte tanto se non sbaglio, e quindi vorrei sentire le vostre opinioni sulla effettiva durata e se vale la pena spendere tanti soldi per una muta di corde...certo, se costano tre volte di più ma durano 5 volte di più sembra un buon affare, ma mi chiedo:'' non è meglio cambiarle più spesso e dare, in questo modo, anche un pò di pulizia e sollievo alla tastiera? ''
:dubbioso:


Avatar utente
Kill Bill
Maestro
Maestro
Messaggi: 1337
Iscritto il: 16 giu 2006, 10:39
Località: Roma

Messaggio da Kill Bill » 18 feb 2007, 14:25

Ma secondo me molto dipende anche da quanto ci vai pesante con la chitarra...mi spiego meglio....se suoni con plettrarte vigorose, calcate con la destra e con la sinistra usi molte tecniche di bending, hammer e "slap" è logico che le corde rivestite sono molto utili.

Se invece suoni la chitarra utilizzando tecniche che danno meno stress alle corde, la differenza è poca..cioè le corde normali durano abbastanza ,anzi cambiandole spesso puoi mantenere sempre un timbro definito e squillante senza avere spese eccessive.
"il vero Io è quello che tu sei, non quello che hanno fatto di te"
Paulo Coelho

Avatar utente
M@rcoV
Esperto
Esperto
Messaggi: 730
Iscritto il: 23 nov 2006, 18:39

Messaggio da M@rcoV » 18 feb 2007, 15:20

le elixir andrebbero montate appena prima di un concerto per essere sicuri che non ti si rompa una corda nel bel mezzo di un assolo in mezzo al palco ;)
Immagine

dudu junior
Maestro
Maestro
Messaggi: 1184
Iscritto il: 29 dic 2006, 09:34
Località: Venezia

Messaggio da dudu junior » 18 feb 2007, 17:40

che sappia io sono corde veramente ok: logico oiu' la scalatura e' alta e meno tendersi a rompere attenz. potresti le prime volte trovarti male ma e solo abitudine ci fai il callo subito

Avatar utente
paranoid
Maestro
Maestro
Messaggi: 2087
Iscritto il: 30 dic 2006, 01:24
Località: Milano

Messaggio da paranoid » 18 feb 2007, 17:41

M@rcoV ha scritto:le elixir andrebbero montate appena prima di un concerto per essere sicuri che non ti si rompa una corda nel bel mezzo di un assolo in mezzo al palco ;)
in che senso??? :dubbioso:


Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Messaggio da ma200360 » 18 feb 2007, 18:47

Nel senso che non si trovano sciolte, quindi se ne rompi una devi cambiarle tutte !

Allora, io sto cambiando le corde a tutte le mie chitarre (man mano che quelle che ci sono rendono l'anima a Dio, è chiaro !), e sto montando le Elixir su tutte.

Sono corde care, è vero, ma durano una vera eternità. Su una le ho montate da un anno e mezzo, e suonano ancora in maniera accettabile. E' vero che non suono quella chitarra tutti i giorni, ma è vero anche che è quella che ho utilizzato di più in assoluto, negli ultimi 2 anni.

Il suono è bello, piuttosto squillante (incredibile, visto che sono rivestite !), e sono anche molto resistenti. In un anno e mezzo non ne ho mai rotto una.

Il motivo del cambio è proprio quello: la durata. Quando finalmente avrò finito questo "simpaticissimo" lavoro di sostituzione, sarò in grado di prendere in mano una qualsiasi delle mie chitarre e non dovermi preoccupare dello stato delle corde, almeno per i prossimi anni. E questo vale soprattutto per quelle col Floyd Rose e col Bigsby. Almeno, lo spero !

Io le ho comprate su Ebay, al prezzo di circa 13-14 euro a muta, spese di spedizione comprese. E' vero però che bisogna comprarne 3 mute insieme per risparmiare.

In ogni caso, secondo me vale la pena anche di comprarle nei normali negozi, proprio per la loro durata. L' importante è non romperle, se no son dolori !
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html

Avatar utente
paranoid
Maestro
Maestro
Messaggi: 2087
Iscritto il: 30 dic 2006, 01:24
Località: Milano

Messaggio da paranoid » 18 feb 2007, 19:08

ma200360 ha scritto:Nel senso che non si trovano sciolte, quindi se ne rompi una devi cambiarle tutte !

Allora, io sto cambiando le corde a tutte le mie chitarre (man mano che quelle che ci sono rendono l'anima a Dio, è chiaro !), e sto montando le Elixir su tutte.

Sono corde care, è vero, ma durano una vera eternità. Su una le ho montate da un anno e mezzo, e suonano ancora in maniera accettabile. E' vero che non suono quella chitarra tutti i giorni, ma è vero anche che è quella che ho utilizzato di più in assoluto, negli ultimi 2 anni.

Il suono è bello, piuttosto squillante (incredibile, visto che sono rivestite !), e sono anche molto resistenti. In un anno e mezzo non ne ho mai rotto una.

Il motivo del cambio è proprio quello: la durata. Quando finalmente avrò finito questo "simpaticissimo" lavoro di sostituzione, sarò in grado di prendere in mano una qualsiasi delle mie chitarre e non dovermi preoccupare dello stato delle corde, almeno per i prossimi anni. E questo vale soprattutto per quelle col Floyd Rose e col Bigsby. Almeno, lo spero !

Io le ho comprate su Ebay, al prezzo di circa 13-14 euro a muta, spese di spedizione comprese. E' vero però che bisogna comprarne 3 mute insieme per risparmiare.

In ogni caso, secondo me vale la pena anche di comprarle nei normali negozi, proprio per la loro durata. L' importante è non romperle, se no son dolori !


azzzzzz........... addirittura anni!!?!!?!!?! :paura: :paura: :paura: :paura: :paura:
io pensavo qualche mese, massimo 2-3 mesi....
forse perchè tu hai molte chitarre e quindi ti durano tantissimo.
io le cambio ogni tre settimane circa quelle normali, a meno che non faccio una serata (in quel caso dopo la serata sono da buttare).
ovviamente stò parlando di UNA SOLA chitarra, quindi è ovvio che l' usura sia esponenziale e di conseguenza anche il cambio corde.
ma secondo te, a me potrebbero convenire le elixir considerando che cambio corde ogni 3 settimane e che dopo una serata cambio le corde?
intendo sia a livello pratico che economico.
seconda domanda/curiosità: non pensi che non cambiando le corde per molto tempo, anche un anno, si trascuri un pò la tastiera o la chitarra in generale? intendo pulizia dei tasti al cambio corde, rimozione di residui di sudore, polvere ecc..? :ciauz:

Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Messaggio da ma200360 » 18 feb 2007, 19:49

Mah, certo che se cambi corde alla fine di ogni serata, diventa una tassa ! Potresti far rientrare la spesa delle corde nella cifra che chiedi per suonare !

Io proverei a montarle, una volta, e vedere che cosa succede. Se ti rendi conto che durano effettivamente di più, e che magari non hai bisogno di buttarle a fine serata, puoi valutare se conviene adottarle definitivamente o no; in caso contrario, resti su quelle che usi attualmente, vorrà dire che è stato un esperimento non riuscito.

Per quanto riguarda il discorso "pulizia della tastiera", devo premettere che non sono un gran sudatore, anzi, sono un tipo freddoloso, per cui, anche a Luglio, è difficile vedermi sudato, anche nelle mani.

Certamente pulire una tastiera con le corde montate è un po' una menata, ma basta, al limite, mollarle un po', e si riesce a fare. D' altra parte non è il massimo del consigliabile togliere le corde per cambiarle, per via dello stress che si causa al manico; se lo fai ogni tanto, niente di grave, ma se lo fai ogni 3 settimane, mi sembra un po' tanto !
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html

Avatar utente
mr.blig
Esperto
Esperto
Messaggi: 472
Iscritto il: 07 apr 2006, 23:16
Località: Verona
Contatta:

Messaggio da mr.blig » 18 feb 2007, 19:57

la elixir dice che le loro corde durano da 3 a 5 volte quelle normali...non è una bugia in effetti.

io ho appena provato per la prima volta le d'addario exp, simili alle elixir ma senza la copertura esterna (le exp hanno solo il trattamento antiruggine e antiossido, la elixir hanno in più una copertura che evita allo sporco di infilarsi tra gli avvolgimenti!).

come suono mi sembrano ottime, cristalline e buone sui bassi (muta da 011). devo ancora verificare la durata, le ho montate da poco. comunque il prezzo non è troppo alto. una muta normale di d'addario costa 8-9 euro, una di exp 13-14 (io le ho pagate tredici al negozio dove vado ;) ) e le elixir costano ancora di più, ma secondo me non è una spesa ingiustificata, è un buon acquisto (io sudo molto e le corde mi si ossidano in fretta!)
Daisy Chain: il gruppo acustico di rock cover di cui faccio parte ;)

Immagine

Avatar utente
paranoid
Maestro
Maestro
Messaggi: 2087
Iscritto il: 30 dic 2006, 01:24
Località: Milano

Messaggio da paranoid » 18 feb 2007, 20:35

ma200360 ha scritto:
Io proverei a montarle, una volta, e vedere che cosa succede. Se ti rendi conto che durano effettivamente di più, e che magari non hai bisogno di buttarle a fine serata, puoi valutare se conviene adottarle definitivamente o no; in caso contrario, resti su quelle che usi attualmente, vorrà dire che è stato un esperimento non riuscito.

!

in effetti siamo sempre sul discorso ''provare per credere''.
le proverò, se c'è qualche cosa degna di nota vi farò sapere. ma sento sempre commenti positivi, e dunque se durano davvero 5 volte tanto credo che saranno le mie prossime corde!
pensa che prima di prendere la nuova acustica non sapevo neanche che esistevano..... :paura:
per quanto riguarda il cambio corde, sento spesso dire che bisogna cambiare una corda alla volta per non stressare il manico, ma io le smonto sempre tutte e faccio una pulizia completa (non da maniaco, ci metto 3-4 minuti) della tastiera e tutte le parti che le corde coprono quando sono montate.
non ho mai notato nessuna torsione del manico ne altri problemi, niente in assoluto... :dubbioso:
ne sulle acustiche ne sulla elettrica che possiedo da 15 anni, che conserva un manico dritto e senza nessun problema di nessuna natura.
forse c'è qualche altro problema che potrei causare al manico con questa abitudine, ma sinceramente non sono molto informato su questa cosa :dubbioso:

Avatar utente
mr.blig
Esperto
Esperto
Messaggi: 472
Iscritto il: 07 apr 2006, 23:16
Località: Verona
Contatta:

Messaggio da mr.blig » 18 feb 2007, 21:26

in teoria il modo più giusto sarebbe cambiarle una alla volta, se però devi pulire il manico non c'è altro modo..a meno di non pulire la parte che rimane scoperta togliendo di volta in volta una corda sola...ma non mi sembra molto pratico.

certo, se le toglie tutte e poi le rimonti sarebbe meglio montarle tutte tirandole solo un po' e una volta messe tutte tenderle al giusto tutte insieme, per evitare torsioni. se infatti le togli tutte non ci sono grossi problemi, se però cominci a montarle per esempio partendo dal mi basso allora si genera una forte torsione, che potrebbe anche non avere particolari effetti se si montano anche le altre in breve tempo, ma forse sarebbe meglio evitare ;)
Daisy Chain: il gruppo acustico di rock cover di cui faccio parte ;)

Immagine

Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Messaggio da ma200360 » 18 feb 2007, 21:54

paranoid ha scritto:

per quanto riguarda il cambio corde, sento spesso dire che bisogna cambiare una corda alla volta per non stressare il manico, ma io le smonto sempre tutte e faccio una pulizia completa (non da maniaco, ci metto 3-4 minuti) della tastiera e tutte le parti che le corde coprono quando sono montate.
non ho mai notato nessuna torsione del manico ne altri problemi, niente in assoluto... :dubbioso:
ne sulle acustiche ne sulla elettrica che possiedo da 15 anni, che conserva un manico dritto e senza nessun problema di nessuna natura.
forse c'è qualche altro problema che potrei causare al manico con questa abitudine, ma sinceramente non sono molto informato su questa cosa :dubbioso:
Anch' io vado un po' per sentito dire, non so esserti più preciso con dei dati oggettivi alla mano. Diciamo che mi dà l' idea che un calo repentino a zero della tensione, seguito da un ritorno pittosto repentino alla tensione di prima, non possa far bene al manico, ma forse è una leggenda metropolitana, accettata un po' da tutti per l' amore sconfinato che abbiamo verso le nostre "bimbe"... Bisognerebbe parlarne con qualche liutaio, magari ci saprebbe dire qualcosa di più obiettivo.
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html

Avatar utente
mr.blig
Esperto
Esperto
Messaggi: 472
Iscritto il: 07 apr 2006, 23:16
Località: Verona
Contatta:

Messaggio da mr.blig » 18 feb 2007, 22:43

ma200360 ha scritto:
Anch' io vado un po' per sentito dire, non so esserti più preciso con dei dati oggettivi alla mano. Diciamo che mi dà l' idea che un calo repentino a zero della tensione, seguito da un ritorno pittosto repentino alla tensione di prima, non possa far bene al manico, ma forse è una leggenda metropolitana, accettata un po' da tutti per l' amore sconfinato che abbiamo verso le nostre "bimbe"... Bisognerebbe parlarne con qualche liutaio, magari ci saprebbe dire qualcosa di più obiettivo.
ho risposto anche sopra....non è la tensione in se che una volta tolta crea problemi, è il montare poi una corda alla volta che è dannoso (nei limiti).

se togli le corde alla fine avrai che l'effeto del truss-rod tenderà a fare curvare leggermente il manico, ma per la sola pulizia della tastiera (quindi per breve tempo) l'effetto non è dannoso.
ma se mettiamo ad esempio le prime due corde basse (mi e la) applicheremo un momento torcente al manico, questo si sarà molto dannoso, sarebbe come prendere il manico dalla paletta e torcerlo sul suo asse....ovviamente si parla di situazioni ripetute, magari a farlo una volta non ce ne accorgiamo nemmeno, ma sarebbe sempre meglio evitare ;)
Daisy Chain: il gruppo acustico di rock cover di cui faccio parte ;)

Immagine

Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Messaggio da ma200360 » 18 feb 2007, 22:55

Capito. Grazie, mr.Blig !
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html

Avatar utente
paranoid
Maestro
Maestro
Messaggi: 2087
Iscritto il: 30 dic 2006, 01:24
Località: Milano

Messaggio da paranoid » 18 feb 2007, 23:22

grazie mr.blig, ottima spiegazione.
io le smollo tutte e le levo. non una alla volta, ma cercando di smollarle insieme e poco per volta. poi in 3-4 minuti dò una pulitina. poi le rimonto partendo dal mi cantino senza stringere, solo tendendole appena. una volta montate tutte accordo e assesto.
non mi è mai successo niente, ma molti continuano a dirmi che è sbagliatissimo..... :dubbioso:
mah, finchè non me lo dice un liutaio credo che continuerò così :fumato:


Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti