come fare per fare un assolo

Di tutto di più sul suonare la chitarra
Rizzi_Pelvis
Nuovo nel Forum
Nuovo nel Forum
Messaggi: 3
Iscritto il: 25 apr 2007, 14:44

come fare per fare un assolo

Messaggio da Rizzi_Pelvis » 25 apr 2007, 15:01

salve sono nuovo del forum però ogni tanto seguo il vostro sito(interessante e colmo di informazioni).
non mi intendo molto di come funziona il forum per cui se sono nella sezione sbagliata ditemi pure dove devo scrivere.
volevo chiedere una cosa.. nella creazione degli assoli ho capito che devo utilizzare le scale. Mi chiedevo, guardando canzoni in giro, se devo fare delle scale che partono dalla tonica e finisco con la propria ottava o potevo fare note della scala a caso ma sempre in tonalità con la canzone... se per esempio guardiam the trooper degli iron maiden utilizza la scala di mi minore però non segue la scala ( per quello che penso io) perchè non va dalla tonica alla sua ottava ma prendo note mi sembra a caso.... non essendo esperto vorrei sapere come funziona... spero di essere stato chiaro e attendo una risposta. grazieee


Avatar utente
Enriquez
Maestro
Maestro
Messaggi: 2290
Iscritto il: 28 giu 2006, 03:05
Località: L'Aquila

Messaggio da Enriquez » 25 apr 2007, 15:27

ciao e benvenuto su neesk.
non ho capito a pieno la tua domanda...
comunque molto semplicemente una scala è un successione di note che serve per creare una melodia. quelle che tu chiami note a caso, sono note appartenenti alla scala ma combinate in modo da creare appunto una melodia.
:ciauz:

Avatar utente
darkfender
Maestro
Maestro
Messaggi: 3818
Iscritto il: 05 apr 2007, 10:36

Messaggio da darkfender » 25 apr 2007, 18:19

studia i box delle scale e comincia a improvvisare con pezzi in una sola tonalità...

esistono anche cambi di tonalità e scale modali, ma quelli son concetti più avanzati...

Avatar utente
strummerx
Esperto
Esperto
Messaggi: 759
Iscritto il: 06 apr 2007, 11:20
Località: brescia
Contatta:

Messaggio da strummerx » 25 apr 2007, 19:03

per quel che mi riguarda puoi anche smanettare a caso sulla chitarra e trovarti da te la scala che sta bene...un po come faceva hendrix...alla fine comunque ricadi a orecchio sulla scala della tonalita della canzone....
comunque nei soli non iniziano dalla tonica fino all ottava si parte da dove ti pare basta che stai sulla scala giusta...

comunque :welcome: in neesk!
fenomeni si nasce,miti si diventa!!!
http://www.myspace.com/galvanica

Avatar utente
Riffeater
Maestro
Maestro
Messaggi: 2043
Iscritto il: 03 apr 2007, 18:21

Messaggio da Riffeater » 25 apr 2007, 19:49

:welcome:
Immagine
Immagine
Immagine


Avatar utente
ambaradam
Maestro
Maestro
Messaggi: 2301
Iscritto il: 12 apr 2007, 10:27
Località: Roma

Messaggio da ambaradam » 25 apr 2007, 21:05

:welcome: cmq penso che invece di dire "scala" che sarebbe la progressione di note in ordine (do re mi fa sol la si do scala maggiore di do), sarebbe + opportuno usare tonalità (un assolo che fà do re do fa sol si la re do mi fa = assolo in tonalità di do maggiore), poi io sono una pippaccia, ma da quello che mi spiega il maestro (di chitarra classica, per la chitarra eletrica imparerò da solo o mi da una mano sempre lo sresso insegnante), in questo caso mi verrebbe da dire tonalità...

correggetemi se sbaglio

ciao!

aggiornamento: forse invece di scala e tonalità sarebbe meglio usare "note di una scala" per esempio do re do fa sol si la re do mi fa = assolo in scala di do


ma perchè scrivo se non so gnente???

cmq non mi suona bene "scala", ecco tutto :Very Happy:
offro-vendo-f47/vendo-fender-strato-mex ... 12112.html Se volete una Fender mex mancina e/o un ampli Fender Frontman, a Roma

Avatar utente
mr.blig
Esperto
Esperto
Messaggi: 472
Iscritto il: 07 apr 2006, 23:16
Località: Verona
Contatta:

Messaggio da mr.blig » 25 apr 2007, 21:23

è giusto pensare prima di tutto alla tonalità:

tonalità del brano Do maggiore ---> scala di do maggiore
tonalità di Re minore ---> scala di re minore

poi ci sono molte varianti, la "scala" non è una sola, ma sono molteplici.

direi che per cominciare puoi guardare gli accordi che hai, e pensare alla scala in cui sei, partendo per ora dalle sole scale minori e maggiori
Daisy Chain: il gruppo acustico di rock cover di cui faccio parte ;)

Immagine

Avatar utente
David
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 5956
Iscritto il: 07 apr 2006, 22:11
Località: Villafrati (Pa)

Messaggio da David » 26 apr 2007, 12:53

Ciao e Benvenuto al Forum di Neesk :Very Happy:

In una certa tonalità non necessariamente bisogna partire dalla tonica per arrivare alla sua ottava :ciauz:

Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Messaggio da ma200360 » 26 apr 2007, 16:55

:welcome:
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html

Rizzi_Pelvis
Nuovo nel Forum
Nuovo nel Forum
Messaggi: 3
Iscritto il: 25 apr 2007, 14:44

Messaggio da Rizzi_Pelvis » 26 apr 2007, 19:01

salve di nuovo... grazie per aver risposto alla domanda... però una cosa non mi è chiara.. come dite voi.. dovrei prendere la scala in base alla tonalità della canzone e suonare le note della scala partendo dove voglio..... facendo così però stona parecchio perchè non viene dato un senso a quello che si suona, da l'idea di suonare le note a caso.... poi sarò io che sbaglio però volevo un chiarimento in più.
grazie

Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Messaggio da ma200360 » 26 apr 2007, 19:04

No, non devi suonare "a caso", devi mettere insieme una melodia sulla base della scala che stai usando.
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html

Avatar utente
Enriquez
Maestro
Maestro
Messaggi: 2290
Iscritto il: 28 giu 2006, 03:05
Località: L'Aquila

Messaggio da Enriquez » 26 apr 2007, 19:16

ma200360 ha scritto:No, non devi suonare "a caso", devi mettere insieme una melodia sulla base della scala che stai usando.

e degli accordi sottostanti. :ciauz:

Rizzi_Pelvis
Nuovo nel Forum
Nuovo nel Forum
Messaggi: 3
Iscritto il: 25 apr 2007, 14:44

Messaggio da Rizzi_Pelvis » 26 apr 2007, 19:40

ecco cosa intendi comporre una melodia con gli accordi sottostanti?

Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Messaggio da ma200360 » 26 apr 2007, 20:34

Ogni canzone, brano musicale o quel che sia, è composta da ritmo, armonia e melodia. E' chiaro questi elementi che non possono operare separatamente uno dall' altro. Quindi, se componi una melodia con lo strumento, dovrai tenere conto dell' armonia e del ritmo sui quali deve andare a incastrarsi.
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html

Avatar utente
strummerx
Esperto
Esperto
Messaggi: 759
Iscritto il: 06 apr 2007, 11:20
Località: brescia
Contatta:

Messaggio da strummerx » 26 apr 2007, 20:58

secondo me la domanda era riferita sul significato di accordi sottostanti e non di melodia...e sinceramente non ho capito neanch io cosa si intende con sottostanti... :Very Happy:
fenomeni si nasce,miti si diventa!!!
http://www.myspace.com/galvanica


Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti