Corde per la mia chitarra

Tutto sulle riparazioni. Componenti meccanici ed elettrici della chitarra
Avatar utente
bluesman
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 175
Iscritto il: 01 nov 2012, 17:09

Re: Corde per la mia chitarra

Messaggio da bluesman » 04 nov 2012, 11:29

In negozio le più fini che avevano per le acustiche comunque erano le 0.011 e anzi lui voleva darmi le 0.012 ma gli ho spiegato appunto che è una chitarra inutilizzata da molto e piuttosto leggera...

Comunque mi sto trovando bene a suonare accordi per ora...poi magari col tempo cambierò idea ma non mi sembrano dure ora come ora...vabbè che ho fatto solo 3-4 ore di prove... :Very Happy:

Ma, perdonate nuovamente l'ignoranza, ma da cosa si "capisce" che la mia chitarra è acustica e non classica? Grazie mille.
Ho suonato per 5 anni al conservatorio...ma non mi hanno mai aperto.

Abbiam deciso di suonare senza pesare le persone, solo chi spara a una chitarra non ha diritto a una canzone.


Avatar utente
perrycoloso
Maestro
Maestro
Messaggi: 1556
Iscritto il: 25 ott 2009, 12:11
Località: rimini

Re: Corde per la mia chitarra

Messaggio da perrycoloso » 04 nov 2012, 11:45

rhapsody ha scritto:MI era sfuggita questa discussione ... l'ho notata solo ora ... ho visto che hai già comprato le corde.... :sad:

Secondo me, visto che sei principiante, forse era meglio montare corde ancora più sottili, anche 009. Le chitarre acustiche sono le più dure in assoluto e quindi anche le più ostiche per chi inizia a suonare. :paura:

gli avevano consigliato le 12, su una chitarra ferma da anni....
io iniziai con le 11, poi passai per 6-8 mesi alle 10 perchè mi ero rotto male il polso sinistro e non riuscivo fisicamente a suonare le 11 senza soffrire come un cane....
secondo me 09 è un po' leggerino, vuol suonare blues, E' GIUSTO CHE SOFFRA UN PO'!!!! (non perchè sono cattivo, ma è provato che se non soffri il blues vien male, devono averti lasciato un numero X di donne, (x compreso tra 6 e 35), devi aver fatto alemno una rissa in un bar, e aiuterebbe aver passato del tempo in galera ma non è indispensabile :Very Happy: :Very Happy: )

e comunque vai di istinto, senti anche come suona la chitarra con queste, poi la prossima muta le metti più leggere o più pesanti a seconda del suono che esce e dalla fatica che fai imparare a suonare è soprattutto sperimentazione, e l'ultima parola ce la devono avere le orecchie
Bimbe:
- Eko ranger 12 1965
-Fender telecaster classic 50
-Martin dc x1
-Martin 000 15
-epiphone sheraton 1988
-harmony alden stratotone h45 1961
-lap steel ignoti marca anno e modello
-Gibson J45
- Fender stratocaster classic '50 SURF GREEN
-Reani lap Steel
-FrankieLapo Guitar-DarkMojo p1

Avatar utente
bluesman
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 175
Iscritto il: 01 nov 2012, 17:09

Re: Corde per la mia chitarra

Messaggio da bluesman » 04 nov 2012, 11:51

Grazie mille...ben detto perrycoloso!
Ho suonato per 5 anni al conservatorio...ma non mi hanno mai aperto.

Abbiam deciso di suonare senza pesare le persone, solo chi spara a una chitarra non ha diritto a una canzone.

Avatar utente
perrycoloso
Maestro
Maestro
Messaggi: 1556
Iscritto il: 25 ott 2009, 12:11
Località: rimini

Re: Corde per la mia chitarra

Messaggio da perrycoloso » 04 nov 2012, 11:59

bluesman ha scritto:In negozio le più fini che avevano per le acustiche comunque erano le 0.011 e anzi lui voleva darmi le 0.012 ma gli ho spiegato appunto che è una chitarra inutilizzata da molto e piuttosto leggera...

Comunque mi sto trovando bene a suonare accordi per ora...poi magari col tempo cambierò idea ma non mi sembrano dure ora come ora...vabbè che ho fatto solo 3-4 ore di prove... :Very Happy:

Ma, perdonate nuovamente l'ignoranza, ma da cosa si "capisce" che la mia chitarra è acustica e non classica? Grazie mille.

allora la durezza delle corde dipende anche dalla chitarra, dall'action, dal manico e soprattutto dalla scala. la tua "dovrebbe" essere una scala piuttosto corta se il modello ricalca quelle di quel periodo, quindi le corde hanno minor tensione che se fossero montate che so, su una D28 o su una chitarra acustica diciamo "convenzionale"(partendo dal presupposto che le più usate hanno una scala più lunghetta)
questo influisce sulla suonabilità, sulla versatilità dello strumento e sulla resa sonora finale, ad esempio io sulle scale corte mi trovo bene in accordature tipo open G o open D (e se ti piace il blues presto imparerai l'open G :Very Happy: ) ma non altrettanto bene con accordature più estreme.

la tua chitarra è acustica e lo si capisce dai piroli delle meccaniche (dove si avvolge la corda) che sono in metallo, in genere sulle classiche sono in altri materiali. dalla larghezza del manico, dal fatto che il manico abbia il truss rod, dal 0 fret che sinceramente non ho mai visto in una classica (era parecchio che non vedevo una chitarra col tasto zero :Very Happy: (l'0 fret è il fret prima del primo tasto) e soprattutto dal ponte e dalla sella, la classica ha un ponte incollato in cui le corde vengono fatte passare per un foro e poi "legate" con un metodo che non sto a spiegare perchè a parole è difficile.
le acustiche solitamente hanno le corde che si infilano in dei buchi e vengono tenute ferme da piroli chiamati pins, per questo hanno alla fine quel bulloncino, oppure come la tua, e molto più raramente, hanno un sistema con sella appoggiata al top con le corde in linea che passano per un ponte attaccato al fondo.
questo sistema è praticamente una costante nella tipologia archtop (sempre acustiche) e anch'esso influisce sul suono finale della chitarra

probabilmente vedendo una cassa piccola e una slottedhead (slottedhead= è la paletta con le chiavette girate e i passanti stile "classica" per intenderci, contrapposta a quella che siamo abituati a vedere su un acustica) il commesso ha subito pensato ad una classica, ma in realtà le prime chitarre acustiche erano con cassa piccola e slotted head, vedi le parlor size di oggi che imitano le "vecchie"

sinceramente la tua chitarra, con l'0fret, quel ponte e quella cassa piccolina io ce la vedrei di brutto co 013 in open G con uno slide infilato nel mignolo... :Very Happy:

scusa ho cercato di essere chiaro e spiegare i termini più tecnici, questo mi ha fatto essere un po' lungo
Bimbe:
- Eko ranger 12 1965
-Fender telecaster classic 50
-Martin dc x1
-Martin 000 15
-epiphone sheraton 1988
-harmony alden stratotone h45 1961
-lap steel ignoti marca anno e modello
-Gibson J45
- Fender stratocaster classic '50 SURF GREEN
-Reani lap Steel
-FrankieLapo Guitar-DarkMojo p1

Avatar utente
rhapsody
Esperto
Esperto
Messaggi: 691
Iscritto il: 15 mag 2011, 21:37

Re: Corde per la mia chitarra

Messaggio da rhapsody » 04 nov 2012, 11:59

perrycoloso ha scritto: secondo me 09 è un po' leggerino, vuol suonare blues, E' GIUSTO CHE SOFFRA UN PO'!!!!
A quanto mi è sembrato di capire certi chitarristi blues non fanno neanche il barrè ma usano spesso il pollice della sinistra. Se però si vuole suonare anche con il barrè, se un principiante non cerca di ammorbidirsi un po' la tastiera, è facile che gli venga voglia di buttare via tutto. :lollol:
perrycoloso ha scritto: (non perchè sono cattivo, ma è provato che se non soffri il blues vien male, devono averti lasciato un numero X di donne, (x compreso tra 6 e 35), devi aver fatto alemno una rissa in un bar, e aiuterebbe aver passato del tempo in galera ma non è indispensabile :Very Happy: :Very Happy: )
E questo è niente rispetto alla sofferenza dei vari "Blind" dei tempi che furono :sad:


Avatar utente
perrycoloso
Maestro
Maestro
Messaggi: 1556
Iscritto il: 25 ott 2009, 12:11
Località: rimini

Re: Corde per la mia chitarra

Messaggio da perrycoloso » 04 nov 2012, 12:33

rhapsody ha scritto:
perrycoloso ha scritto: secondo me 09 è un po' leggerino, vuol suonare blues, E' GIUSTO CHE SOFFRA UN PO'!!!!
A quanto mi è sembrato di capire certi chitarristi blues non fanno neanche il barrè ma usano spesso il pollice della sinistra. Se però si vuole suonare anche con il barrè, se un principiante non cerca di ammorbidirsi un po' la tastiera, è facile che gli venga voglia di buttare via tutto. :lollol:

beh si in effetti anche questo è da considerare, però mi sembra che il nostro bluesman abbia detto che non gli sembrano dure quindi bene!

per la tecnica del pollice, beh a volte è una necessità, soprattutto in fingerstyle. io la trovo comoda in almeno due situazioni: quando ad esempio devo tenere il basso ostinato e intanto sto fraseggiando con indice e medio della destra, ad esempio se sono in tonalità di mi e sto suonando un blues, quando devo passare in si o sacrifico un dito della sinistra e soprattutto sacrifico la posizione oppure col pollice vado sul 7imo tasto per tenere il basso in si e sviso sulla pentatonica in quel box
altra situazione l'ho imparata quando studiavo don't think twice di dylan, li quando vai in fa e in re se non tieni il basso con il pollice non riesci a fare poi il passaggino "la-sol-la" sulla corda di sol lasciandola libera perchè hai il barrè...guarda è più facile farlo che spiegarlo
poi io non sono uno che studia, cerco sempre dei trucchi per suonare quello che ho in testa ed il pollice ho imparato a usarlo proprio perchè non mi venivano certe cose
Bimbe:
- Eko ranger 12 1965
-Fender telecaster classic 50
-Martin dc x1
-Martin 000 15
-epiphone sheraton 1988
-harmony alden stratotone h45 1961
-lap steel ignoti marca anno e modello
-Gibson J45
- Fender stratocaster classic '50 SURF GREEN
-Reani lap Steel
-FrankieLapo Guitar-DarkMojo p1

Avatar utente
rhapsody
Esperto
Esperto
Messaggi: 691
Iscritto il: 15 mag 2011, 21:37

Re: Corde per la mia chitarra

Messaggio da rhapsody » 04 nov 2012, 14:23

perrycoloso ha scritto: per la tecnica del pollice, beh a volte è una necessità, soprattutto in fingerstyle. io la trovo comoda
Quanto ti invidio :lollol:
:Very Happy:

Avatar utente
perrycoloso
Maestro
Maestro
Messaggi: 1556
Iscritto il: 25 ott 2009, 12:11
Località: rimini

Re: Corde per la mia chitarra

Messaggio da perrycoloso » 04 nov 2012, 14:25

rhapsody ha scritto:
perrycoloso ha scritto: per la tecnica del pollice, beh a volte è una necessità, soprattutto in fingerstyle. io la trovo comoda
Quanto ti invidio :lollol:
:Very Happy:

va che è facilissimo!
fai una cosa io ho cominciato partendo dal re e dal fa come accordi
ossia tu fai un re in posizione classica e col pollice acciacchi il fa# sulla corda di mi
uguale il fa fai un fa e con l'indice invece di fare il barre prendi do e fa rispetivamente sulla corda di si e mi e col pollice prendi il fa basso...poi dopo esattamente 20minuti dici "ue!ma è una cavolata!" e via
Bimbe:
- Eko ranger 12 1965
-Fender telecaster classic 50
-Martin dc x1
-Martin 000 15
-epiphone sheraton 1988
-harmony alden stratotone h45 1961
-lap steel ignoti marca anno e modello
-Gibson J45
- Fender stratocaster classic '50 SURF GREEN
-Reani lap Steel
-FrankieLapo Guitar-DarkMojo p1

Avatar utente
bluesman
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 175
Iscritto il: 01 nov 2012, 17:09

Re: Corde per la mia chitarra

Messaggio da bluesman » 04 nov 2012, 14:44

Grazie mille, siete stati davvero utili, chiari, ed esaurienti.

In effetti oggi ho "suonato" un'altra ora e non ho sentito dure le corde...cioè ho un po' di lentezza nei movimenti ma non faccio alcuna fatica a premerle sui tasti (si dice così?) e a suonarle...

Il discorso dell'open G è mooolto interessante. Ma poi dovrei mettermi a reimparare tutti gli accordi che imparerò man mano? :Very Happy: si troveranno sul web? :Very Happy: o farei prima a specializzarmi direttamente sull'open G e impararmi il manico con questa accordatura?
Ho suonato per 5 anni al conservatorio...ma non mi hanno mai aperto.

Abbiam deciso di suonare senza pesare le persone, solo chi spara a una chitarra non ha diritto a una canzone.

Avatar utente
perrycoloso
Maestro
Maestro
Messaggi: 1556
Iscritto il: 25 ott 2009, 12:11
Località: rimini

Re: Corde per la mia chitarra

Messaggio da perrycoloso » 04 nov 2012, 14:49

bluesman ha scritto:Grazie mille, siete stati davvero utili, chiari, ed esaurienti.

In effetti oggi ho "suonato" un'altra ora e non ho sentito dure le corde...cioè ho un po' di lentezza nei movimenti ma non faccio alcuna fatica a premerle sui tasti (si dice così?) e a suonarle...

Il discorso dell'open G è mooolto interessante. Ma poi dovrei mettermi a reimparare tutti gli accordi che imparerò man mano? :Very Happy: si troveranno sul web? :Very Happy: o farei prima a specializzarmi direttamente sull'open G e impararmi il manico con questa accordatura?

nono parti normale!
poi "reimparare" gli accordi è più facile che impararli per la prima volta....
a parte che io in open g 3accordi faccio, al massimo 4 se proprio mi sento in vena di virtuosismi,
la tecnica della accordatura aperta è indispensabilie per lo slide secondo me, ma poi non è versatile per nulla rispetto alla accordatura standard. impara così poi col tempo vedrai che ti viene tuttonaturale passo dopo passo
Bimbe:
- Eko ranger 12 1965
-Fender telecaster classic 50
-Martin dc x1
-Martin 000 15
-epiphone sheraton 1988
-harmony alden stratotone h45 1961
-lap steel ignoti marca anno e modello
-Gibson J45
- Fender stratocaster classic '50 SURF GREEN
-Reani lap Steel
-FrankieLapo Guitar-DarkMojo p1

Avatar utente
rhapsody
Esperto
Esperto
Messaggi: 691
Iscritto il: 15 mag 2011, 21:37

Re: Corde per la mia chitarra

Messaggio da rhapsody » 04 nov 2012, 17:44

perrycoloso ha scritto:
rhapsody ha scritto:
perrycoloso ha scritto: per la tecnica del pollice, beh a volte è una necessità, soprattutto in fingerstyle. io la trovo comoda
Quanto ti invidio :lollol:
:Very Happy:
va che è facilissimo!
fai una cosa io ho cominciato partendo dal re e dal fa come accordi
ossia tu fai un re in posizione classica e col pollice acciacchi il fa# sulla corda di mi
uguale il fa fai un fa e con l'indice invece di fare il barre prendi do e fa rispetivamente sulla corda di si e mi e col pollice prendi il fa basso...poi dopo esattamente 20minuti dici "ue!ma è una cavolata!" e via
Il problema è che io ho un impostazione della mano sinistra molto diversa da quella del vero bluesman. Io infatti dietro il manico faccio forza con la punta del pollice mentre il bluesman fa forza con la parte del palmo che sta sotto il pollice. Con questa posizione è molto più difficile fare i barrè però si ha il pollice libero per premere le corde più grosse. Oggi come oggi cambiare impostazione mi costerebbe un po'. :paura:
bluesman ha scritto:Il discorso dell'open G è mooolto interessante. Ma poi dovrei mettermi a reimparare tutti gli accordi che imparerò man mano? :Very Happy: si troveranno sul web? :Very Happy: o farei prima a specializzarmi direttamente sull'open G e impararmi il manico con questa accordatura?
Tieni conto che di solito un accordatura aperta è composta solo da note di un accordo maggiore quindi, per ottenere gli altri accordi maggiori, basta che ti sposti sulla tastiera premendo le corde tutte nello stesso tasto (come se facessi un barrè).
Quindi, come diceva Perrycoloso, le accordature aperte sono fondamentali per lo slide (che non so usare) perché con lo slide premi le corde tutte nello stesso tasto e con un accordatura aperta, se premi più corde contemporaneamente, fai sempre un accordo maggiore.

Avatar utente
perrycoloso
Maestro
Maestro
Messaggi: 1556
Iscritto il: 25 ott 2009, 12:11
Località: rimini

Re: Corde per la mia chitarra

Messaggio da perrycoloso » 04 nov 2012, 17:59

rhapsody ha scritto:
Quindi, come diceva Perrycoloso, le accordature aperte sono fondamentali per lo slide (che non so usare) perché con lo slide premi le corde tutte nello stesso tasto e con un accordatura aperta, se premi più corde contemporaneamente, fai sempre un accordo maggiore.

secondo me se non pensi ti viene, basta fare un po' di pratica.

con lo slide puoi fare anche di più...ad esempio, tu sei in open G con lo slide vuoi fare un mi minore e dici oh cavolo e ora?e ora niente slide al nono tasto con l'anulare libero spingere la V corda al'ottavo tasto (terza minore del mi) cosa succede? succede che lo slide se è tenuto correttamente non toccherà quella corda che è abbassata e tocca il tasto DIETRO lo slide e suonandola suona dando la terza minore dell'accordo di mi, e manca la terza maggiore...ergo: Mi minore!
altri trucchetti alla prossima puntata! :Very Happy:
però è e rimane una tecnica limitata su un accordatura ancor più limitante
Bimbe:
- Eko ranger 12 1965
-Fender telecaster classic 50
-Martin dc x1
-Martin 000 15
-epiphone sheraton 1988
-harmony alden stratotone h45 1961
-lap steel ignoti marca anno e modello
-Gibson J45
- Fender stratocaster classic '50 SURF GREEN
-Reani lap Steel
-FrankieLapo Guitar-DarkMojo p1

Avatar utente
bluesman
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 175
Iscritto il: 01 nov 2012, 17:09

Re: Corde per la mia chitarra

Messaggio da bluesman » 05 nov 2012, 18:35

rhapsody ha scritto:Il problema è che io ho un impostazione della mano sinistra molto diversa da quella del vero bluesman. Io infatti dietro il manico faccio forza con la punta del pollice mentre il bluesman fa forza con la parte del palmo che sta sotto il pollice. Con questa posizione è molto più difficile fare i barrè però si ha il pollice libero per premere le corde più grosse. Oggi come oggi cambiare impostazione mi costerebbe un po'. :paura:
Ecco, vorrei chiedere una cosa su questo visto che sto prendendo qualche piccola lezione gratuita da un amico chitarrista: lui mi spinge a fare forza dietro al manico con la punta del pollice come dice rhapsody...a me viene però più comodo per premere con le altre dita sulle corde che mi avete consigliato e anche per la conformazione della chitarra che dietro ha un manico "bombato" non dico proprio a semicerchio ma quasi, fare forza con la parte di palmo appena sotto il pollice. Lui cerca di correggermi dicendo che è sbagliato tenere la chitarra in questo modo.

Del resto alcuni accordi che sto imparando mi viene da farli in modo molto diverso da come mi insegna lui. Ad esempio il Do maggiore 332010 che lui mi ha insegnato con indice, medio, anulare e mignolo, a me viene più intuitivo il 33 col pollice e le altre due corde con indice e medio e lui dice che è una posizione del tutto sbagliata...

Sono tutte impostazioni sbagliate, con queste corde e questa chitarra, oppure va a gusti personali?
Ho suonato per 5 anni al conservatorio...ma non mi hanno mai aperto.

Abbiam deciso di suonare senza pesare le persone, solo chi spara a una chitarra non ha diritto a una canzone.

Avatar utente
perrycoloso
Maestro
Maestro
Messaggi: 1556
Iscritto il: 25 ott 2009, 12:11
Località: rimini

Re: Corde per la mia chitarra

Messaggio da perrycoloso » 05 nov 2012, 18:59

bluesman ha scritto:
rhapsody ha scritto:Il problema è che io ho un impostazione della mano sinistra molto diversa da quella del vero bluesman. Io infatti dietro il manico faccio forza con la punta del pollice mentre il bluesman fa forza con la parte del palmo che sta sotto il pollice. Con questa posizione è molto più difficile fare i barrè però si ha il pollice libero per premere le corde più grosse. Oggi come oggi cambiare impostazione mi costerebbe un po'. :paura:
Ecco, vorrei chiedere una cosa su questo visto che sto prendendo qualche piccola lezione gratuita da un amico chitarrista: lui mi spinge a fare forza dietro al manico con la punta del pollice come dice rhapsody...a me viene però più comodo per premere con le altre dita sulle corde che mi avete consigliato e anche per la conformazione della chitarra che dietro ha un manico "bombato" non dico proprio a semicerchio ma quasi, fare forza con la parte di palmo appena sotto il pollice. Lui cerca di correggermi dicendo che è sbagliato tenere la chitarra in questo modo.

Del resto alcuni accordi che sto imparando mi viene da farli in modo molto diverso da come mi insegna lui. Ad esempio il Do maggiore 332010 che lui mi ha insegnato con indice, medio, anulare e mignolo, a me viene più intuitivo il 33 col pollice e le altre due corde con indice e medio e lui dice che è una posizione del tutto sbagliata...

Sono tutte impostazioni sbagliate, con queste corde e questa chitarra, oppure va a gusti personali?
l'impostazione prescinde la corda e la chitarra
c'è un'impostazione didatticamente "corretta" e perchè corretta? mi chiederai tu. corretta perchè studiata per suonare nella maniera più facile e comoda e, perchè no, per non affaticare troppo muscoli o sollecitare troppo tendini o legamenti, o facilitare certi passaggi ecc...pensa che insegnano chitarra classica in quel modo da decenni e decenni, un motivo ci sarà.
poi se uno vuol suonare steve vai, segovia o wes montgomery ovvio che le cose cambiano!

sicuramente un do come lo descrivi tu IO non o farei, più che altro perchè dopo non riesci ad aggiungerci settime o altre cose con le dita e poi sei più lento nel cambiare accordo

io ho un impostazione scorretta perchè non ho mai avuto insegnanti quindi...quello che consiglio però è questo: se hai una persona che ti segue di cui ti fidi fai come dice, vedendo come suoni, parlando con te, sentendo quel che fai di sicuro può spiegarti meglio di me che ti do consigli da un computer. :Very Happy:
Bimbe:
- Eko ranger 12 1965
-Fender telecaster classic 50
-Martin dc x1
-Martin 000 15
-epiphone sheraton 1988
-harmony alden stratotone h45 1961
-lap steel ignoti marca anno e modello
-Gibson J45
- Fender stratocaster classic '50 SURF GREEN
-Reani lap Steel
-FrankieLapo Guitar-DarkMojo p1


Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti