Voce all'indignazione

Sezione dedicata a tutti tipi di chitarra.
Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Re: Voce all'indignazione

Messaggio da ma200360 » 18 set 2007, 22:19

BlueDora4 ha scritto:...non ho capito.. nel senso dici che avrebbero continuato a produrle?
No. Se le Fender sono cambiate in peggio, durante il periodo CBS, è stato perché la CBS pensava di poter produrre strumenti di livello risparmiando sui costi. La cosa, naturalmente, non ha funzionato, e i chitarristi se ne sono accorti, e hanno cominciato a cercare (e a pagare di conseguenza) le chitarre pre-CBS. Nel frattempo la Fender, con la sua politica, ha cominciato a registrare un calo di vendite pauroso, e la CBS ha pensato bene di disfarsi dell' investimento. Naturalmente gli acquirenti, resisi conto del declino del marchio, hanno rivoluzionato la politica costruttiva, riportando la Fender ai livelli di eccellenza che le competono.
BlueDora4 ha scritto: Allora... facciamo una '62 color candyapple red, con manico lucido e tastiera in palissandro...
E col battipenna come ho detto io..
Una '62 originale come dici tu ? Dipende dal tuo conto in banca, o dal tuo cognome. Se ti chiami Agnelli, forse, una riesci a farla saltar fuori...
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html


BlueDora4
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 140
Iscritto il: 18 feb 2007, 18:30
Località: San Pier d'Isonzo
Contatta:

Re: Voce all'indignazione

Messaggio da BlueDora4 » 18 set 2007, 22:21

Beh no...
Pensavo a una replica customizzata...
Forse ci arrivo :D
...resistiamo alla tentazione di profetizzare, e lasciamo l'ultima parola a Shönberg: "I contemporanei non sono i giudici definitivi, ma in genere sono annullati e contraddetti dalla storia"

http://www.myspace.com/aberdeenrailstation

Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Re: Voce all'indignazione

Messaggio da ma200360 » 18 set 2007, 22:23

BlueDora4 ha scritto:Beh no...
Pensavo a una replica customizzata...
Forse ci arrivo :D
Ecco, quella mi sembra molto più a portata di mano ! E, se trovi la replica buona, corri il rischio di ritrovarti tra le mani una gran bella chitarra !
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html

BlueDora4
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 140
Iscritto il: 18 feb 2007, 18:30
Località: San Pier d'Isonzo
Contatta:

Re: Voce all'indignazione

Messaggio da BlueDora4 » 18 set 2007, 22:36

Non so che chitarra usi scott henderson...
Ma quello è il suono che mi piacerebbe!

Non so se con uno strumento così "vintage" ci si arriva facilmente...
Boh.

Comunque in questo topic dovremmo parlare di questa
Immagine
...resistiamo alla tentazione di profetizzare, e lasciamo l'ultima parola a Shönberg: "I contemporanei non sono i giudici definitivi, ma in genere sono annullati e contraddetti dalla storia"

http://www.myspace.com/aberdeenrailstation

Avatar utente
alessio
Esperto
Esperto
Messaggi: 586
Iscritto il: 09 giu 2006, 12:32
Località: Lonate Pozzolo (VA)

Re: Voce all'indignazione

Messaggio da alessio » 19 set 2007, 00:28

BlueDora4 ha scritto:Non so che chitarra usi scott henderson...
Ma quello è il suono che mi piacerebbe!

Non so se con uno strumento così "vintage" ci si arriva facilmente...
Boh.

Comunque in questo topic dovremmo parlare di questa
Immagine
quantomeno la cosa più irritante che abbia mai visto, se la buttassi nel camino me la risputerebbe fuori! tolto il battipenna\copri p.u.\logo-commerciale-fastidioso la salverei (come forma!!!)
ma200360 ha scritto:Però ! Sinceramente, non mi passerebbe neanche per l' anticamera del cervello di comprarla, anche se è un oggetto dal design particolare. Trovo che 1900 euro siano spesi meglio in altre cose.

Oltretutto, essendo in fibra di carbonio, non vedo cosa possa giustificare un prezzo del genere: fatto lo stampo, il corpo e il manico di quella chitarra lì si realizzano in qualche secondo, con le macchine adatte, e praticamente non richiede manodopera. Un po' come per le Ovation o, ancor di più, le vecchie Steinberger, con la differenza che quelle costavano care, ma suonavano eccome !
se dovessi diventare un collezionista (speriamo) quella chitarra non potrebbe mancare, ma in questo momento 1900€ li spendere solo x un mesa express 5:50 con annessa 2x12. non ho idea di quanto possa costare la fibra di carbonio, ma è qualcosa di molto elevato, se poi si conta che per il momento la produzione è di 100 esemplari...
Alessio


Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Re: Voce all'indignazione

Messaggio da ma200360 » 19 set 2007, 08:17

alessio ha scritto: se dovessi diventare un collezionista (speriamo) quella chitarra non potrebbe mancare, ma in questo momento 1900€ li spendere solo x un mesa express 5:50 con annessa 2x12. non ho idea di quanto possa costare la fibra di carbonio, ma è qualcosa di molto elevato, se poi si conta che per il momento la produzione è di 100 esemplari...
La fibra di carbonio costa cara ? Scherzi ? Costa pochissimo ! E lavorarla ancora meno !

Se la produzione è di 100 esemplari, capisco il prezzo. Ciò non toglie che lascerei volentieri ad altri il privilegio di avere in casa un oggetto così esclusivo ... :Very Happy:
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html

Avatar utente
paranoid
Maestro
Maestro
Messaggi: 2087
Iscritto il: 30 dic 2006, 01:24
Località: Milano

Re: Voce all'indignazione

Messaggio da paranoid » 19 set 2007, 08:48

ma200360 ha scritto:
alessio ha scritto: se dovessi diventare un collezionista (speriamo) quella chitarra non potrebbe mancare, ma in questo momento 1900€ li spendere solo x un mesa express 5:50 con annessa 2x12. non ho idea di quanto possa costare la fibra di carbonio, ma è qualcosa di molto elevato, se poi si conta che per il momento la produzione è di 100 esemplari...
La fibra di carbonio costa cara ? Scherzi ? Costa pochissimo ! E lavorarla ancora meno !

Se la produzione è di 100 esemplari, capisco il prezzo. Ciò non toglie che lascerei volentieri ad altri il privilegio di avere in casa un oggetto così esclusivo ... :Very Happy:
Quoto!

la fibra di carbonio non è certo un lusso sfrenato, le canne da pesca (ah che idea! adesso apro un topic in :ot: sulla pesca!!!!!) sono in fibra di carbonio e per alcune viene utilizzato più prodotto di quello che viene utilizzato per quella ''chitarra'' lì... non sono economiche, ma 1900 euro è un furto, il produttore dovrebbe almeno avere il coraggio di presentarsi a risquotere il denaro con una calza da donna che gli copre per intero la testa! :dance:
Il fatto che non tutti scrivano canzoni non significa necessariamente che ognuno di noi non ne porti una dentro di se.

BlueDora4
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 140
Iscritto il: 18 feb 2007, 18:30
Località: San Pier d'Isonzo
Contatta:

Re: Voce all'indignazione

Messaggio da BlueDora4 » 19 set 2007, 09:22

paranoid ha scritto: la fibra di carbonio non è certo un lusso sfrenato, le canne da pesca (ah che idea! adesso apro un topic in :ot: sulla pesca!!!!!) sono in fibra di carbonio
:Ok: Mawahahah...pensa te, spendi 1900 euro e se devi fare un concerto mentre minaccia brutto tempo non puoi, altrimenti ti becca il primo fulmina che arriva :D

In merito al prezzo del carbonio ti faccio sto esempio;
Dove lavoravo facevamo pezzi perstrumenti ed anche le custodie per violoncello, ben più grandi di quella chitarra li, in carbonio. Veniva fatto uno stampo, veniva steso il carbonio...lasciata la resina ad essicare, il più era fatto.
Costo di tutto il lavoro (comunque poderoso...)...non so dire quanto, ma poco. Comprando la custodia direttamente dal produttore la si pagava 500 euro scarsi, che un milioncino per un pezzo di "plastica" non è poi così poco.
Le ditte, in genere tedesche, per le quali facevamo ste custodie (anche per la gewa se non dico boiate...) le caricavano di altri 500 per euro per dir poco. Totale 1000 euro per una custodia in carbonio che francamente lascia il tempo che trova.
Per me il prezzo in relazione agli esemplari è solo un pretesto.
...resistiamo alla tentazione di profetizzare, e lasciamo l'ultima parola a Shönberg: "I contemporanei non sono i giudici definitivi, ma in genere sono annullati e contraddetti dalla storia"

http://www.myspace.com/aberdeenrailstation


Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti