Taylor 514 ce?

Sezione dedicata a tutti tipi di chitarra.
Diablues
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 218
Iscritto il: 19 mag 2007, 22:24

Taylor 514 ce?

Messaggio da Diablues » 01 ago 2007, 21:26

L'avete mai suonata?


Avatar utente
paranoid
Maestro
Maestro
Messaggi: 2087
Iscritto il: 30 dic 2006, 01:24
Località: Milano

Messaggio da paranoid » 01 ago 2007, 21:41

si, una buona chitarra.

a quel prezzo c'è anche di meglio secondo me.

il suono impersonale delle taylor purtroppo è presente anche su quelle mooolto costose..

chissà, forse quelle in brasilian sono migliori, non le ho mai provate quelle.

ma anche lì, a quei prezzi sceglierei altro.... :ciauz:
Il fatto che non tutti scrivano canzoni non significa necessariamente che ognuno di noi non ne porti una dentro di se.

Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Messaggio da ma200360 » 01 ago 2007, 23:08

paranoid ha scritto: il suono impersonale delle taylor purtroppo è presente anche su quelle mooolto costose..
Ecco, è esattamente la stessa impressione che sempre avuto io con le Taylor. Belle chitarre, per l' amor del Cielo, suonano benissimo, ma quanto a personalità... oddio, io non sono certo un esperto di acustiche, ma trovo che Gibson, Guid e soprattutto Martin siano su pianeti completamente diversi.

E poi, non dimentichiamoci che Paranoid è il forunato possessore di una D-35; se non è una chitarra dalla personalità marcata quella... penso che te la invidierò sempre, caro Paranoid, anche se non la so suonare !
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html

Diablues
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 218
Iscritto il: 19 mag 2007, 22:24

Messaggio da Diablues » 01 ago 2007, 23:43

In effetti è un'impressione che da un pò a tutti..
Come mai ma dici di non saper suonare un'acustica??

Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Messaggio da ma200360 » 02 ago 2007, 00:02

Diablues ha scritto:In effetti è un'impressione che da un pò a tutti..
Come mai ma dici di non saper suonare un'acustica??
Perché, purtroppo, è così ! Non so niente di fingerpicking, flatpicking e cose del genere, non vado oltre uno strumming "balneare".
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html


Avatar utente
paranoid
Maestro
Maestro
Messaggi: 2087
Iscritto il: 30 dic 2006, 01:24
Località: Milano

Messaggio da paranoid » 03 ago 2007, 22:08

ma200360 ha scritto:
penso che te la invidierò sempre, caro Paranoid, anche se non la so suonare !

per la qualità e l' impegno messo nella costruzione stessa della chitarra (al fine di ricreare il tipico suono Martin), allora neanche io sono all' altezza di quella chitarra.....

è un discorso già fatto ma, e sò già che sei d'accordo con me:

la qualità di una chitarra così prestigiosa, il suo suono, la sua perfezione, le armoniche che ti circondano anche quando non sai ancora dare il nome a quelle risonanze, l' estetica, il valore liuteristico, la leggenda....

insomma, anche chi non è un chitarrista di alto livello come noi sà riconoscere un suono fantastico, una differenza TROPPO grande al paragone con altre chitarre.

e mi sembra giusto che queste sensazioni (visto che si provano anche senza essere eric clapton a tutti i costi...) possano soddisfare anche chi come me, è solo un dilettante e niente più. :rocken:

:ciauz:
Il fatto che non tutti scrivano canzoni non significa necessariamente che ognuno di noi non ne porti una dentro di se.

Diablues
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 218
Iscritto il: 19 mag 2007, 22:24

Messaggio da Diablues » 03 ago 2007, 22:31

paranoid ha scritto:

per la qualità e l' impegno messo nella costruzione stessa della chitarra (al fine di ricreare il tipico suono Martin), allora neanche io sono all' altezza di quella chitarra.....

è un discorso già fatto ma, e sò già che sei d'accordo con me:

la qualità di una chitarra così prestigiosa, il suo suono, la sua perfezione, le armoniche che ti circondano anche quando non sai ancora dare il nome a quelle risonanze, l' estetica, il valore liuteristico, la leggenda....

insomma, anche chi non è un chitarrista di alto livello come noi sà riconoscere un suono fantastico, una differenza TROPPO grande al paragone con altre chitarre.

e mi sembra giusto che queste sensazioni (visto che si provano anche senza essere eric clapton a tutti i costi...) possano soddisfare anche chi come me, è solo un dilettante e niente più. :rocken:

:ciauz:

Paranoid fammi venire l'acquolina in bocca parlando della tua chitarra, magari postando una bella foto.
C'è che dice che sia perfetta per fingerpicking e un pò meno per strumming, o interventi con plettro...fammi luce!

Avatar utente
paranoid
Maestro
Maestro
Messaggi: 2087
Iscritto il: 30 dic 2006, 01:24
Località: Milano

Messaggio da paranoid » 03 ago 2007, 23:02

Diablues ha scritto:

Paranoid fammi venire l'acquolina in bocca parlando della tua chitarra, magari postando una bella foto.
C'è che dice che sia perfetta per fingerpicking e un pò meno per strumming, o interventi con plettro...fammi luce!


qui ci sono le foto:



la-mia-adorata-d35-vt1533.html



qui ci sono 2 samples:



2-vt1533.html?postdays=0&postorder=asc&start=15



e qui una recensione:



http://www.neesk.com/articoli/article.php?article=79&=



direi che puoi sbizzarrirti! fammi sapere! :ciauz:


comunque in realtà è il contrario....... meno bene sul finger e molto meglio su strumming, ma se leggi la recensione capirai meglio. :ciauz:
Il fatto che non tutti scrivano canzoni non significa necessariamente che ognuno di noi non ne porti una dentro di se.

Diablues
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 218
Iscritto il: 19 mag 2007, 22:24

Messaggio da Diablues » 03 ago 2007, 23:53

Certo che leggere la tua recensione significa correre immediatamente a provare questo capolavoro in legno!
Seppur di media qualità audio, già l'mp3 la diceva lunga con l'aiuto del tuo tocco, regalando un piacere udibile anche ai non esperti.
Complimenti ancora, e poi, è sempre bello leggere recensioni di grandi strumenti fatte da chi se ne innamora veramente.

Avatar utente
paranoid
Maestro
Maestro
Messaggi: 2087
Iscritto il: 30 dic 2006, 01:24
Località: Milano

Messaggio da paranoid » 04 ago 2007, 00:45

Diablues ha scritto:Certo che leggere la tua recensione significa correre immediatamente a provare questo capolavoro in legno!
Seppur di media qualità audio, già l'mp3 la diceva lunga con l'aiuto del tuo tocco, regalando un piacere udibile anche ai non esperti.
Complimenti ancora, e poi, è sempre bello leggere recensioni di grandi strumenti fatte da chi se ne innamora veramente.
ti ringrazio. :ciao:

quanto all' innamoramento credo vada in automatico se ami le chitarre. una D35 Martin è molto vicina al massimo che una acustica può darti.

anche esteticamente, la sobrietà ''classica'' di top e tastiera in contrasto con l' originalità del fondo in 3 pezzi...... insomma, si, ne sono proprio innamorato :Very Happy: :Ok: :dance:

la cosa stupefacente è come i bassi rimangano intonati anche quando, sbagliando, tiri una botta potentissima col plettro!

se oso farlo con la mia takamine g330..... il mi basso, vibrando troppo forte, si trasforma in un rebemolle infernale :Confuso:

ecco, la cosa che mi ha impressionato di più di tutte è proprio questa! mi sono detto: '' ma allora a che volume posso suonare? ''

ho provato.........e ti assicuro che una chitarra di quel livello la senti a centinaia di metri!!! :paura: figurati le vibrazioni sulla pancia di chi la suona! :paura:

:ciauz:
Il fatto che non tutti scrivano canzoni non significa necessariamente che ognuno di noi non ne porti una dentro di se.

Diablues
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 218
Iscritto il: 19 mag 2007, 22:24

Messaggio da Diablues » 04 ago 2007, 01:05

Ben detto paranoid.
Quali erano le altre in lizza, quelle che hai provato, che magari eccellevano in qualcosa ma peccavano in un'altra?

Avatar utente
paranoid
Maestro
Maestro
Messaggi: 2087
Iscritto il: 30 dic 2006, 01:24
Località: Milano

Messaggio da paranoid » 05 ago 2007, 01:29

Diablues ha scritto:Ben detto paranoid.
Quali erano le altre in lizza, quelle che hai provato, che magari eccellevano in qualcosa ma peccavano in un'altra?

azzzzz è un discorso lungo e sono quasi le 2 di notte!!! domani ti racconto :ciauz:
Il fatto che non tutti scrivano canzoni non significa necessariamente che ognuno di noi non ne porti una dentro di se.

Avatar utente
paranoid
Maestro
Maestro
Messaggi: 2087
Iscritto il: 30 dic 2006, 01:24
Località: Milano

Messaggio da paranoid » 05 ago 2007, 14:30

Diablues ha scritto:Ben detto paranoid.
Quali erano le altre in lizza, quelle che hai provato, che magari eccellevano in qualcosa ma peccavano in un'altra?

ho provato le taylor:

pregi:

suono impressionante, volume incredibile, scorrevolezza allucinante, esteticamente molto belle, manici ultraveloci.

difetti:

il manico è in due pezzi, e col tempo la torsione rovina lo strumento. le tavole sono poco spesse, (ecco il perchè del volume pazzesco...) e col tempo si

torceranno anche quelle.

suono impersonale, poco carattere sulle basse.

prezzi proibitivi, con quei soldi prendo una gibson, martin, guild....


ho provato le lakewood:

pregi:

suono impressionante, ancora più volume delle taylor. bassi caldi. carattere nel suono, deciso sulle basse e medie.

estetica grezza (non su tutte) come piace a me.

difetti:

pochissimi, in effetti ho provato una lakewood da 900 euro e ancora non ho capito il perchè l' ho lasciata lì....... credo che se fossi stato in giro a cercare chitarre da più tempo avrei preso quella, invece era una delle prime chitarre che provai...... e a malincuore la lasciai li...... (poi ho trovato la d35 martin e la preferisco, ma se avessi avuto più soldi a disposizione..............)

tutto quel volume deve per forza derivare dal top leggero, non c'è altra spiegazione......purtroppo un top leggero ti dà il meglio di sè nel primo decennio e poi comincia a perdere colpi. io cercavo una chitarra per la vita.....


ho provato le martin:

pregi:

suono martin.

bassi unici, riconoscibilissimi.

estetica senza paragoni.

top massello spesso, invecchiando tende continuamente a migliorare, e per vecchiaia intendo che anche dopo 50-60 anni la chitarra presenta ancora le sue sonorità riconoscibili....

chitarra per la vita, la passerò ai miei figli.

incredibile commerciabilità: l' ho pagata 2000 e la rivendo a 2000 in tre giorni... (con altre marche questi movimenti sono da evitare....)


difetti:

top massello spesso: la chitarra non suona all' istante, devi smanettare un pò per far uscire tutto il suo suono. dopo 10-15 minuti che suoni senti una bella differenza....

escono dal negozio con le 0.13 bronzate, quando le provi c'è sempre una marea di sudore altrui su tutte le corde... sono sempre ossidate e il suono fà un pò schifo, come la maneggevolezza e la scorrevolezza....

insuonabile da nuova, è assolutamente consigliato un bel cambio corde (paga il cliente ovviamente).

ci vogliono almeno due anni perchè il top, così spesso, inizi a suonare bene.... questo significa comprare quasi a scatola chiusa.... e se poi non suona come piacerebbe a me? :dubbioso: quindi meglio andare sull' usato.

ultimamente stanno cambiando i materiali con roba più scadente...... ma il prezzo non scende, al contrario sale....

le martin di oggi non hanno più l' ebano nero (tastiera) e mogano (manico)

ma hanno il ''selected hardwood'' (che non si capisce che inpiastro sia) per il manico e lo ''striped ebony'' per la tastiera (un ebano più scarso).....

per avere i materiali con i quali sono sempre state costruite le martin bisogna superare la serie d35 e arrivare alla d40, da lì in poi le cose sono invariate. ma ci devi lasciare giù più di 3000 euro però!... :Confuso:

io l' ho presa usata.........

:Very Happy:
Il fatto che non tutti scrivano canzoni non significa necessariamente che ognuno di noi non ne porti una dentro di se.

Diablues
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 218
Iscritto il: 19 mag 2007, 22:24

Messaggio da Diablues » 05 ago 2007, 21:27

Grazie Paranoid, ottima panoramica.

Avatar utente
paranoid
Maestro
Maestro
Messaggi: 2087
Iscritto il: 30 dic 2006, 01:24
Località: Milano

Messaggio da paranoid » 06 ago 2007, 00:01

figurati, amo parlare di acustiche :ciauz:
Il fatto che non tutti scrivano canzoni non significa necessariamente che ognuno di noi non ne porti una dentro di se.


Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti