Le mille e una stratocaster..

Sezione dedicata a tutti tipi di chitarra.
Avatar utente
jackass
Esperto
Esperto
Messaggi: 500
Iscritto il: 13 dic 2007, 21:55
Località: Tivoli (RM)

Le mille e una stratocaster..

Messaggio da jackass » 02 mar 2008, 01:23

Ragazzi l'altra mattina ho provato una Fender Stratocaster e che dire..il suono era veramente bello e mi ha affascinato! In vista di un acquisto abbastanza futuro (a questo punto si parla di agosto/settembre) mi date qualche chiarimento sui molti modelli stratocaster che Leo Fender ha prodotto? Perchè alcuni costano parecchio di più di altri (sempre rimanendo nell'ambito strato U.S.A.)? E poi, cosa cambia tra Mexico e U.S.A.? per favore non ditemi 800 euro e il luogo di fabbricazione..

p.s.: Della Squier cosa mi dite? si potrebbe riassumere nella proporzione epiphone sta a gibson come squier sta a fender? Sempre rimanendo dell'idea che se acquistassi una strato sarebbe Fender e non Squier mi piacerebbe sapere..perchè tempo fa provai una squier strato e che dire..non mi era piaciuta per niente,il suono era piatto, invece la fender con dieci minuti mi ha stregato!

:beer: alla vostra!
ogni volta che ti vedo tu mi parli ed io non sento, e mentre mi perdo dentro me penso al tempo che è passato e che non è mai morto, ho perso i miei vizi e ho perso te.

oggi sì che è il giorno giusto per smetter di fumare, oggi è un giorno perfetto per smettere di bere!


Avatar utente
Senio
Esperto
Esperto
Messaggi: 654
Iscritto il: 02 gen 2007, 11:07
Località: Siena
Contatta:

Re: Le mille e una stratocaster..

Messaggio da Senio » 02 mar 2008, 03:32

Ciao, vediamo un pò... la sostanziale differenza tra una messicana è che sono fatte con legni diversi, manici diversi (la messicana più "cicciotto"), meccaniche, ponte e pick up di qualità inferiore nella messicana. Una messicana viene sui 400/500 euro circa, una americana standard 900/1000. Io quello che consiglio sempre in questi casi è di prendere la Stratocaster Highway One, ne sono un felice possessore! Prodotta in America, stessi legni, corpo e meccaniche della standard... l'unica differenza sta nei pick up di qualità peggiore e nella verniciatura opaca! Ti posso dire che i pick up li puoi cambiare quando vuoi.. con 200 euro quando vorrai ci metti i Texas Special, i migliori pick up della Fender; per la verniciatura può piacere o no, a me non dispiace per niente anzi.. e poi dopo un pò di tempo l'opaco va via e diventa praticamente lucida, almeno nella mia la differenza non si vede praticamente più! Quindi il mio consiglio è: se puoi permetterti i 900 euro prenditi la standard, altrimenti se riesci prendi la Highway, che dovresti trovare intorno ai 600 euro (io l'ho presa a 620)! Secondo me ne vale la pena di spendere quei 200 euro in più rispetto alla messicana.. quest' ultima non te la consiglio.. il livello di qualità è sicuramente più basso a parte casi eccezionali.. con una USA vai sul sicuro! E mi raccomando, importantissimo: provale, provale, provale prima di comprare! :ciauz:
Confucio ha scritto:La musica produce un piacere di cui la natura umana non può fare a meno.

Avatar utente
jack_trinidad
Maestro
Maestro
Messaggi: 3982
Iscritto il: 10 ago 2007, 23:47

Re: Le mille e una stratocaster..

Messaggio da jack_trinidad » 02 mar 2008, 10:08

Senio ha scritto:Ciao, vediamo un pò... la sostanziale differenza tra una messicana è che sono fatte con legni diversi, manici diversi (la messicana più "cicciotto"), meccaniche, ponte e pick up di qualità inferiore nella messicana. Una messicana viene sui 400/500 euro circa, una americana standard 900/1000. Io quello che consiglio sempre in questi casi è di prendere la Stratocaster Highway One, ne sono un felice possessore! Prodotta in America, stessi legni, corpo e meccaniche della standard... l'unica differenza sta nei pick up di qualità peggiore e nella verniciatura opaca! Ti posso dire che i pick up li puoi cambiare quando vuoi.. con 200 euro quando vorrai ci metti i Texas Special, i migliori pick up della Fender; per la verniciatura può piacere o no, a me non dispiace per niente anzi.. e poi dopo un pò di tempo l'opaco va via e diventa praticamente lucida, almeno nella mia la differenza non si vede praticamente più! Quindi il mio consiglio è: se puoi permetterti i 900 euro prenditi la standard, altrimenti se riesci prendi la Highway, che dovresti trovare intorno ai 600 euro (io l'ho presa a 620)! Secondo me ne vale la pena di spendere quei 200 euro in più rispetto alla messicana.. quest' ultima non te la consiglio.. il livello di qualità è sicuramente più basso a parte casi eccezionali.. con una USA vai sul sicuro! E mi raccomando, importantissimo: provale, provale, provale prima di comprare! :ciauz:
Quoto tutto...
Per quanto riguarda la Squier ti posso dire che è molto più vicina ad una Fedner rispetto alle Epiphone con le Gibson...la qualità è migliore e quella che ho provato io aveva un ottimo suono per quanto costa, può essere che abbia solo beccato un modello buono... :Very Happy:
Non ho trovato parole per dire quello che pensavo, ma ci sono riuscito con sole 5 note...
ma200360 ha scritto:E ricordati che la velocità non è tutto, anzi !
ma200360 ha scritto:Il blues è un tizio che va in un locale, prende una birra e scarica la macchina, monta l' amplificatore,
controlla la chitarra, svolge i jack, sistema l' asta del microfono, saluta il batterista che è appena
arrivato e gli chiede se ha bisogno di una mano, prova la pedaliera per vedere se funziona tutto, si
mette d' accordo col cantante per la scaletta, intanto arriva il bassista che è appena stato mollato dalla
tipa e lui va a vedere come va, nel frattempo il batterista ha montato tutto, e il cantante ha appena
finito di cambiare il fusibile di una cassa che si era bruciato. A quel punto lì, "One, two, three, four" e
parte Kansas City.

Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Re: Le mille e una stratocaster..

Messaggio da ma200360 » 02 mar 2008, 11:59

jack_trinidad ha scritto:
Senio ha scritto:Ciao, vediamo un pò... la sostanziale differenza tra una messicana è che sono fatte con legni diversi, manici diversi (la messicana più "cicciotto"), meccaniche, ponte e pick up di qualità inferiore nella messicana. Una messicana viene sui 400/500 euro circa, una americana standard 900/1000. Io quello che consiglio sempre in questi casi è di prendere la Stratocaster Highway One, ne sono un felice possessore! Prodotta in America, stessi legni, corpo e meccaniche della standard... l'unica differenza sta nei pick up di qualità peggiore e nella verniciatura opaca! Ti posso dire che i pick up li puoi cambiare quando vuoi.. con 200 euro quando vorrai ci metti i Texas Special, i migliori pick up della Fender; per la verniciatura può piacere o no, a me non dispiace per niente anzi.. e poi dopo un pò di tempo l'opaco va via e diventa praticamente lucida, almeno nella mia la differenza non si vede praticamente più! Quindi il mio consiglio è: se puoi permetterti i 900 euro prenditi la standard, altrimenti se riesci prendi la Highway, che dovresti trovare intorno ai 600 euro (io l'ho presa a 620)! Secondo me ne vale la pena di spendere quei 200 euro in più rispetto alla messicana.. quest' ultima non te la consiglio.. il livello di qualità è sicuramente più basso a parte casi eccezionali.. con una USA vai sul sicuro! E mi raccomando, importantissimo: provale, provale, provale prima di comprare! :ciauz:
Quoto tutto...
Per quanto riguarda la Squier ti posso dire che è molto più vicina ad una Fedner rispetto alle Epiphone con le Gibson...la qualità è migliore e quella che ho provato io aveva un ottimo suono per quanto costa, può essere che abbia solo beccato un modello buono... :Very Happy:
Sono d' accordo anch' io, ma attenzione: esiste più di una serie anche di Squier, e non tutte sono uguali, anche nella sessa serie. Diciamo che le Squier vanno assolutamente provate una per una (come le Mex, d' altra parte), perché c' è una disparità qualitativa impressionante tra un lotto e un altro.

Direi che è giustissimo il discorso Fender/Squier-Gibson/Epiphone: la qualità delle Squier, in media, rispetto alla Fender, è più alta di quella delle Epiphone rispetto alle Gibson. Ma è vero anche che le Gibson, dal punto di vista della liuteria, sono strumenti realizzati con tale maestria che è difficile anche solo avvicinarcisi !
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html

Avatar utente
jack_trinidad
Maestro
Maestro
Messaggi: 3982
Iscritto il: 10 ago 2007, 23:47

Re: Le mille e una stratocaster..

Messaggio da jack_trinidad » 02 mar 2008, 18:59

ma200360 ha scritto:Ma è vero anche che le Gibson, dal punto di vista della liuteria, sono strumenti realizzati con tale maestria che è difficile anche solo avvicinarcisi !
Su questo hai ragionissima, anzi, la Fender non sa nemmeno cosa sia la liuteria...penso che chiunque se ne possa accorgere guardandole...inutile poi ripetere che non è una cosa estetica o una fissa mia o tua: la liuteria deve essere buona
Non ho trovato parole per dire quello che pensavo, ma ci sono riuscito con sole 5 note...
ma200360 ha scritto:E ricordati che la velocità non è tutto, anzi !
ma200360 ha scritto:Il blues è un tizio che va in un locale, prende una birra e scarica la macchina, monta l' amplificatore,
controlla la chitarra, svolge i jack, sistema l' asta del microfono, saluta il batterista che è appena
arrivato e gli chiede se ha bisogno di una mano, prova la pedaliera per vedere se funziona tutto, si
mette d' accordo col cantante per la scaletta, intanto arriva il bassista che è appena stato mollato dalla
tipa e lui va a vedere come va, nel frattempo il batterista ha montato tutto, e il cantante ha appena
finito di cambiare il fusibile di una cassa che si era bruciato. A quel punto lì, "One, two, three, four" e
parte Kansas City.


Avatar utente
avanzo
Maestro
Maestro
Messaggi: 3715
Iscritto il: 02 ago 2007, 18:16
Località: Roma

Re: Le mille e una stratocaster..

Messaggio da avanzo » 02 mar 2008, 19:54

jack_trinidad ha scritto:la Fender non sa nemmeno cosa sia la liuteria...
esagerato...

Avatar utente
jack_trinidad
Maestro
Maestro
Messaggi: 3982
Iscritto il: 10 ago 2007, 23:47

Re: Le mille e una stratocaster..

Messaggio da jack_trinidad » 02 mar 2008, 20:02

avanzo ha scritto:
jack_trinidad ha scritto:la Fender non sa nemmeno cosa sia la liuteria...
esagerato...
Ma guarda che è vero...con Gibson e PRS non c'è storia...
Non ho trovato parole per dire quello che pensavo, ma ci sono riuscito con sole 5 note...
ma200360 ha scritto:E ricordati che la velocità non è tutto, anzi !
ma200360 ha scritto:Il blues è un tizio che va in un locale, prende una birra e scarica la macchina, monta l' amplificatore,
controlla la chitarra, svolge i jack, sistema l' asta del microfono, saluta il batterista che è appena
arrivato e gli chiede se ha bisogno di una mano, prova la pedaliera per vedere se funziona tutto, si
mette d' accordo col cantante per la scaletta, intanto arriva il bassista che è appena stato mollato dalla
tipa e lui va a vedere come va, nel frattempo il batterista ha montato tutto, e il cantante ha appena
finito di cambiare il fusibile di una cassa che si era bruciato. A quel punto lì, "One, two, three, four" e
parte Kansas City.

Avatar utente
jackass
Esperto
Esperto
Messaggi: 500
Iscritto il: 13 dic 2007, 21:55
Località: Tivoli (RM)

Re: Le mille e una stratocaster..

Messaggio da jackass » 02 mar 2008, 20:28

esagerato jack.. se sono tra le chitarre più vendute/suonate di sempre un motivo ci dovrà pure essere..ad ogni modo probabilmente quella che ho provato io era proprio un highway, infatti era nera opaca e si intravedeva vagamente il legno sotto.. e mi dici che monta anche cattivi pick-up? cavolo a me sembrava suonasse alla grande! figuriamoci mettendoci buoni pick up!
ogni volta che ti vedo tu mi parli ed io non sento, e mentre mi perdo dentro me penso al tempo che è passato e che non è mai morto, ho perso i miei vizi e ho perso te.

oggi sì che è il giorno giusto per smetter di fumare, oggi è un giorno perfetto per smettere di bere!

Avatar utente
paranoid
Maestro
Maestro
Messaggi: 2087
Iscritto il: 30 dic 2006, 01:24
Località: Milano

Re: Le mille e una stratocaster..

Messaggio da paranoid » 02 mar 2008, 21:05

jack_trinidad ha scritto:
ma200360 ha scritto:Ma è vero anche che le Gibson, dal punto di vista della liuteria, sono strumenti realizzati con tale maestria che è difficile anche solo avvicinarcisi !
Su questo hai ragionissima, anzi, la Fender non sa nemmeno cosa sia la liuteria...penso che chiunque se ne possa accorgere guardandole...inutile poi ripetere che non è una cosa estetica o una fissa mia o tua: la liuteria deve essere buona
non diciamo cavolate.........

è con il risultato finale che si saggia la liuteria.

allora tutte le telecaster secondo te sono chitarre da buttare?

la liuteria è minima, ma io preferisco il suono di una bella tele che di una bella les paul.....questione di gusti no?

se per ottenere il suono fender bisognava escogitare un altro tipo di manico, body, scala, colle, legni e così via, la fender lo avrebbe fatto, e se avesse speso di più per la produzione si sarebbe rifatta sui clienti.

il suono fender è stupendo, e con una liuteria in stile gibson quel suono sparirebbe.

allora a cosa importa la liuteria?

la liuteria fender è indirizzata a quel tipo di suono, e direi che sui modelli più importanti non è così trascurata come la definisci tu, anzi..

puoi dirmi che non ti piace quel suono, ma dire che la fender non sa cosa sia la liuteria è una baggianata colossale, poco degna di neesk.

senza offesa eh. :ciao: :ciauz:
Il fatto che non tutti scrivano canzoni non significa necessariamente che ognuno di noi non ne porti una dentro di se.

Avatar utente
jack_trinidad
Maestro
Maestro
Messaggi: 3982
Iscritto il: 10 ago 2007, 23:47

Re: Le mille e una stratocaster..

Messaggio da jack_trinidad » 02 mar 2008, 21:16

paranoid ha scritto:
jack_trinidad ha scritto:
ma200360 ha scritto:Ma è vero anche che le Gibson, dal punto di vista della liuteria, sono strumenti realizzati con tale maestria che è difficile anche solo avvicinarcisi !
Su questo hai ragionissima, anzi, la Fender non sa nemmeno cosa sia la liuteria...penso che chiunque se ne possa accorgere guardandole...inutile poi ripetere che non è una cosa estetica o una fissa mia o tua: la liuteria deve essere buona
non diciamo cavolate.........

è con il risultato finale che si saggia la liuteria.

allora tutte le telecaster secondo te sono chitarre da buttare?

la liuteria è minima, ma io preferisco il suono di una bella tele che di una bella les paul.....questione di gusti no?

se per ottenere il suono fender bisognava escogitare un altro tipo di manico, body, scala, colle, legni e così via, la fender lo avrebbe fatto, e se avesse speso di più per la produzione si sarebbe rifatta sui clienti.

il suono fender è stupendo, e con una liuteria in stile gibson quel suono sparirebbe.

allora a cosa importa la liuteria?

la liuteria fender è indirizzata a quel tipo di suono, e direi che sui modelli più importanti non è così trascurata come la definisci tu, anzi..

puoi dirmi che non ti piace quel suono, ma dire che la fender non sa cosa sia la liuteria è una baggianata colossale, poco degna di neesk.

senza offesa eh. :ciao: :ciauz:

Dicendo che non sappia cosa sia la liuteria ho esagerato, ma non è sicuramente al livello delle Gibson, che poi magari è una scelta fatta per avere determinate sonorità è un'altra cosa...
Non ho trovato parole per dire quello che pensavo, ma ci sono riuscito con sole 5 note...
ma200360 ha scritto:E ricordati che la velocità non è tutto, anzi !
ma200360 ha scritto:Il blues è un tizio che va in un locale, prende una birra e scarica la macchina, monta l' amplificatore,
controlla la chitarra, svolge i jack, sistema l' asta del microfono, saluta il batterista che è appena
arrivato e gli chiede se ha bisogno di una mano, prova la pedaliera per vedere se funziona tutto, si
mette d' accordo col cantante per la scaletta, intanto arriva il bassista che è appena stato mollato dalla
tipa e lui va a vedere come va, nel frattempo il batterista ha montato tutto, e il cantante ha appena
finito di cambiare il fusibile di una cassa che si era bruciato. A quel punto lì, "One, two, three, four" e
parte Kansas City.

Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Re: Le mille e una stratocaster..

Messaggio da ma200360 » 02 mar 2008, 21:35

jackass ha scritto:esagerato jack.. se sono tra le chitarre più vendute/suonate di sempre un motivo ci dovrà pure essere..
Beh, quello può voler dire come no. Pensaci un attimo: quanti chitarristi comprano una Fender e controllano la liuteria ? Ben pochi, credimi; quasi tutti la provano, sentono il suono, è di loro gradimento e la comprano, punto e basta. Molti la comprano semplicemente perché la suona il loro chitarrista preferito. Pochissimi vanno e vedere se la chitarra è costruita bene oppure no: molti chitarristi che hanno una Fender, se chiedi loro che tipo di manico ha, o in che legno è realizzato il corpo, non te lo sanno dire !

E comunque, Jack esagera un po', secondo me, anche se è vero che la liuteria di Gibson e di PRS è su un altro pianeta, rispetto a Fender. In effetti, se vai a prendere una Fender di quelle "di lusso", la liuteria non che non sia buona, tutt' altro ! Certo, si tratta di uno strumento più costoso, rispetto ai modelli standard, ma è vero anche che Gibson e PRS sono strumenti più costosi, rispetto a Fender: un motivo ci sarà. E d' altra parte, Leo Fender aveva intuito molto chiaramente questo discorso: il mercato delle chitarre "di lusso" era appannaggio della Gibson, quindi lui doveva produrre chitarre più economiche, più spartane, di grande praticità. Perché gli venne in mente di utilizzare un manico avvitato ? Lui stesso disse che l' aveva fatto perché così, se si fosse rotto, non sarebbe stato un problema cambiarlo, e ovviamente questo tipo di assemblaggio costava meno rispetto all' incollaggio. Non fece mai considerazioni sul suono, il vecchio Leo, a lui interessava che la chitarra potesse trovare una sua posizione di mercato precisa, di cui diventare leader.

E questo è confermato dal fatto che, quando la Fender tentò qualche esperimento nel settore delle chitarre di maggior pregio, come fu per la Jazzmaster e la Jaguar, non ebbe esiti incoraggianti di vendita: le Fender erano e sono tuttora considerate il primo gradino nel mondo degli strumenti professionali, e chi era abituato a strumenti di più alto livello le trovò inadeguate agli standard cui era abituato, e le "schifò", in qualche modo; d' altra parte, erano strumenti troppo costosi rispetto alle tradizionali Telecaster e Stratocaster, non è che introducessero sonorità particolarmente nuove e/o interessanti, per cui il pubblico delle chitarre più economiche le evitò, e questo portò alla cessazione della produzione degli strumenti high-end da parte di Fender. Per compensare la mancata riuscita in quel settore, Fender cominciò a intensificare la sua attività nel settore diametralmente opposto, cioè quello delle chitarre economiche, e lì fu premiato da un buon successo nelle vendite. E' ovvio che tali strumenti, però, non erano certo dei capolavori, anche se oggi vengono pagati cifre assolutamente al di fuori del senso comune.
jackass ha scritto: ad ogni modo probabilmente quella che ho provato io era proprio un highway, infatti era nera opaca e si intravedeva vagamente il legno sotto.. e mi dici che monta anche cattivi pick-up? cavolo a me sembrava suonasse alla grande! figuriamoci mettendoci buoni pick up!
Se era nera opaca credo si tratti di una Highway One della nuova serie, quella upgraded, non mi pare che ci fosse un nero see-through nella prima produzione. Sicuramente, se monti dei bei pick-ups, ti salta fuori un bel chitarrone, ma all' inizio sono certo che vada benissimo anche così.
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html

Avatar utente
jack_trinidad
Maestro
Maestro
Messaggi: 3982
Iscritto il: 10 ago 2007, 23:47

Re: Le mille e una stratocaster..

Messaggio da jack_trinidad » 02 mar 2008, 21:57

ma200360 ha scritto:
jackass ha scritto:esagerato jack.. se sono tra le chitarre più vendute/suonate di sempre un motivo ci dovrà pure essere..
Beh, quello può voler dire come no. Pensaci un attimo: quanti chitarristi comprano una Fender e controllano la liuteria ? Ben pochi, credimi; quasi tutti la provano, sentono il suono, è di loro gradimento e la comprano, punto e basta. Molti la comprano semplicemente perché la suona il loro chitarrista preferito. Pochissimi vanno e vedere se la chitarra è costruita bene oppure no: molti chitarristi che hanno una Fender, se chiedi loro che tipo di manico ha, o in che legno è realizzato il corpo, non te lo sanno dire !

E comunque, Jack esagera un po', secondo me, anche se è vero che la liuteria di Gibson e di PRS è su un altro pianeta, rispetto a Fender. In effetti, se vai a prendere una Fender di quelle "di lusso", la liuteria non che non sia buona, tutt' altro ! Certo, si tratta di uno strumento più costoso, rispetto ai modelli standard, ma è vero anche che Gibson e PRS sono strumenti più costosi, rispetto a Fender: un motivo ci sarà. E d' altra parte, Leo Fender aveva intuito molto chiaramente questo discorso: il mercato delle chitarre "di lusso" era appannaggio della Gibson, quindi lui doveva produrre chitarre più economiche, più spartane, di grande praticità. Perché gli venne in mente di utilizzare un manico avvitato ? Lui stesso disse che l' aveva fatto perché così, se si fosse rotto, non sarebbe stato un problema cambiarlo, e ovviamente questo tipo di assemblaggio costava meno rispetto all' incollaggio. Non fece mai considerazioni sul suono, il vecchio Leo, a lui interessava che la chitarra potesse trovare una sua posizione di mercato precisa, di cui diventare leader.

E questo è confermato dal fatto che, quando la Fender tentò qualche esperimento nel settore delle chitarre di maggior pregio, come fu per la Jazzmaster e la Jaguar, non ebbe esiti incoraggianti di vendita: le Fender erano e sono tuttora considerate il primo gradino nel mondo degli strumenti professionali, e chi era abituato a strumenti di più alto livello le trovò inadeguate agli standard cui era abituato, e le "schifò", in qualche modo; d' altra parte, erano strumenti troppo costosi rispetto alle tradizionali Telecaster e Stratocaster, non è che introducessero sonorità particolarmente nuove e/o interessanti, per cui il pubblico delle chitarre più economiche le evitò, e questo portò alla cessazione della produzione degli strumenti high-end da parte di Fender. Per compensare la mancata riuscita in quel settore, Fender cominciò a intensificare la sua attività nel settore diametralmente opposto, cioè quello delle chitarre economiche, e lì fu premiato da un buon successo nelle vendite. E' ovvio che tali strumenti, però, non erano certo dei capolavori, anche se oggi vengono pagati cifre assolutamente al di fuori del senso comune.
jackass ha scritto: ad ogni modo probabilmente quella che ho provato io era proprio un highway, infatti era nera opaca e si intravedeva vagamente il legno sotto.. e mi dici che monta anche cattivi pick-up? cavolo a me sembrava suonasse alla grande! figuriamoci mettendoci buoni pick up!
Se era nera opaca credo si tratti di una Highway One della nuova serie, quella upgraded, non mi pare che ci fosse un nero see-through nella prima produzione. Sicuramente, se monti dei bei pick-ups, ti salta fuori un bel chitarrone, ma all' inizio sono certo che vada benissimo anche così.

Ecco...è stata fatta per essere venduta e per vendere bisogna produrre a prezzi bassi...ma su ragazzi, le avete mai viste una di fianco all'altra, una Fender e una Gibson??? Basta fare questa prova, e parlo solo dell'estetica...
Non ho trovato parole per dire quello che pensavo, ma ci sono riuscito con sole 5 note...
ma200360 ha scritto:E ricordati che la velocità non è tutto, anzi !
ma200360 ha scritto:Il blues è un tizio che va in un locale, prende una birra e scarica la macchina, monta l' amplificatore,
controlla la chitarra, svolge i jack, sistema l' asta del microfono, saluta il batterista che è appena
arrivato e gli chiede se ha bisogno di una mano, prova la pedaliera per vedere se funziona tutto, si
mette d' accordo col cantante per la scaletta, intanto arriva il bassista che è appena stato mollato dalla
tipa e lui va a vedere come va, nel frattempo il batterista ha montato tutto, e il cantante ha appena
finito di cambiare il fusibile di una cassa che si era bruciato. A quel punto lì, "One, two, three, four" e
parte Kansas City.

Avatar utente
avanzo
Maestro
Maestro
Messaggi: 3715
Iscritto il: 02 ago 2007, 18:16
Località: Roma

Re: Le mille e una stratocaster..

Messaggio da avanzo » 02 mar 2008, 22:09

ok d'accordissimo, ma un conto è dire che la liuteria Fender è inferiore a quella Gibson (qui penso che siano tutti d'accordo), un altro conto è dire che Fender non sa cosa voglia dire "liuteria"...comunque adesso ti sei spiegato meglio, ti eri solo espresso male... :esatto:

Avatar utente
jack_trinidad
Maestro
Maestro
Messaggi: 3982
Iscritto il: 10 ago 2007, 23:47

Re: Le mille e una stratocaster..

Messaggio da jack_trinidad » 02 mar 2008, 22:35

avanzo ha scritto:...comunque adesso ti sei spiegato meglio, ti eri solo espresso male... :esatto:

Ecco... :Very Happy:
Non ho trovato parole per dire quello che pensavo, ma ci sono riuscito con sole 5 note...
ma200360 ha scritto:E ricordati che la velocità non è tutto, anzi !
ma200360 ha scritto:Il blues è un tizio che va in un locale, prende una birra e scarica la macchina, monta l' amplificatore,
controlla la chitarra, svolge i jack, sistema l' asta del microfono, saluta il batterista che è appena
arrivato e gli chiede se ha bisogno di una mano, prova la pedaliera per vedere se funziona tutto, si
mette d' accordo col cantante per la scaletta, intanto arriva il bassista che è appena stato mollato dalla
tipa e lui va a vedere come va, nel frattempo il batterista ha montato tutto, e il cantante ha appena
finito di cambiare il fusibile di una cassa che si era bruciato. A quel punto lì, "One, two, three, four" e
parte Kansas City.

Avatar utente
jackass
Esperto
Esperto
Messaggi: 500
Iscritto il: 13 dic 2007, 21:55
Località: Tivoli (RM)

Re: Le mille e una stratocaster..

Messaggio da jackass » 02 mar 2008, 23:03

ma200360 ha scritto:
Se era nera opaca credo si tratti di una Highway One della nuova serie, quella upgraded, non mi pare che ci fosse un nero see-through nella prima produzione. Sicuramente, se monti dei bei pick-ups, ti salta fuori un bel chitarrone, ma all' inizio sono certo che vada benissimo anche così.

e allora probabilmente era questa.. http://www.yourmusiconline.it/scheda.as ... 0111162306
ma anche di questo colore è molto bella! http://www.yourmusiconline.it/scheda.as ... 0111162304
ogni volta che ti vedo tu mi parli ed io non sento, e mentre mi perdo dentro me penso al tempo che è passato e che non è mai morto, ho perso i miei vizi e ho perso te.

oggi sì che è il giorno giusto per smetter di fumare, oggi è un giorno perfetto per smettere di bere!


Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti