Epiphone Lucille

Sezione dedicata a tutti tipi di chitarra.
Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Epiphone Lucille

Messaggio da ma200360 » 28 apr 2008, 22:10

Ebbene sì, nonostante tutto è possibile essere mio amico, anche se si possiede una Epiphone ! E questo amico, chitarrista sanamente blues come il sottoscritto, un giorno mi chiede "Mi dai un' occhiata alla chitarra ?"; ottimo, è la volta buona che ho la possibilità di testare una Epiphone di fascia alta !

Immagine

La chitarra è proprio un chitarrone tutto nero, senza buche a "F", con uno sportello sulla parte poteriore del corpo per accedere al' elettronica. Il corpo è percorso da un blocco di mogano molto grosso, ben più abbondante di quel che mi aspettassi. E, in effetti, appena presa in mano, la prima sensazione che colpisce di questa chitarra è il peso: 4,3 kg, ed è una semiacustica !

Il manico è anche lui di dimensioni generose, diciamo che assomiglia al manico della mia LP Custom, che è dotata del manico stile "anni '50", anche se questo non è così "trugno".

La chitarra è un po' da mettere in cantiere, per cui cominciamo con una bella pulizia della tastiera, dopodiché una passata di straccio sui molti schizzi di birra (voglio sperare che non sia altro, insomma...), e lo strumento comincia a assumere un aspetto accettabile. Bisogna riconoscerlo, esteticamente è davvero molto riuscita, a parte la paletta esageratamente lunga, per i miei gusti, ma che comunque non deroga alla tradizione Epiphone.

Monto una muta di 0.11/0.49, come mi pare giusto per una chitarra di questo tipo, e comincio a regolare manico e action. Il truss-rod risponde, come immaginavo, a scatti, come succede di solito sulle chitarre orientali; è da notare che c' è una bella differenza fra questo e l' originale Gibson: questo termina con una brugola, contrariamente a quello Gibson che termina con un bullone. L' azione del truss-rod è tutt' altro che morbida, ma arrivo comunque a un buon compromesso: l' action non è "rasoterra", complice qualche tasto non troppo ben posato, ma rimane accettabilissima; le ottave si regolano senza problema: il ponte è montato bene. L' attaccacorde è un bel Gibson TP-6 coi fine tuners.

Guardando la chitarra, ovviamente, avevo notato subito la doppia uscita per il jack:

Immagine

lo strumento è infatti stereo, ed è possibile collegare ogni pick-up a un amplificatore diverso. Questa soluzione, che avrebbe dovuto rappresentare una rivoluzione, nelle intenzioni della Gibson, si rivelò fin da subito una cosa totalmente inutile: ben pochi chitarristi hanno mai fatto ricorso a tale possibilità. D' altra parte, vedo anche che una delle due prese reca la scritta "Both pick-ups", e piazzo lì un normale jack mono. Selettore in mezzo, comincio a provarla sull' Hot Rod De Luxe: qualcosa non va. Dov' è il suono tipico di B.B.King ? Provo a spostare il selettore dei pick-ups, e scopro che ne funziona solo uno. Mi viene da pensare "Addio, c' è un p.u.che non va". Provo a collegare il jack all' altra presa... l' altro pick-up funziona regolarmente, ma il primo no. A 'sto punto, prendo due jack, li collego entrambi e li butto sulle due entrate dell' ampli: il risultato è che, a seconda di come sposto il selettore, si produce un rumoraccio che sembra di massa. prendo un cavo a Y, con due jack mono e uno stereo, e anche lì rumoracci a go-go. Dopodichè prendo un adattatore col maschio stereo e due femmine mono, ci piazzo dentro i due jack in uscita dalla chitarra e lo schiaffo nell' ampli: miracolo ! Funziona tutto. Come belìn è cablata, 'sta chitarra, per me è un mistero, ma almeno sono riuscito a farla funzionare !

Provo velocemente il Varitone, il selettore a 6 posizioni,

Immagine

altra rivoluzione della Gibson che non è mai andata da nessuna parte, e decido di lasciarlo come se non ci fosse, cioè in posizione neutra, per sentire il suono dei pick-ups. E devo riconoscere che questi pick-ups non suonano per niente male: la somiglianza coi Gibson c' è, il suono è grosso e presente, con un attacco deciso. Al tester, il p.u. al manico misura 7,87 Kohm, quello al ponte anche. Incuriosto dal suono "familiare", vado a controllare: esattamente la stessa DC resistance dei '57 Classic che ho montato sulla mia Flying V. Insomma, se non sono dei '57 Classic, quei pick-ups lì, ne sono la copia conforme, e la cosa mi stupisce non poco, dico la verità, avrei pensato di trovarmi di fronte a p.u. ben più scadenti.

Il manico si lascia suonare bene, anche se la sua rifinitura non è al top: come dicevo prima, per fare un bel lavoro bisognerebbe dare una bella spianata a tutta la tastiera, perché qualche tasto risulta un po' alto. In più, compare qualche traccia di colla vicino a qualche tasto, nonché una stuccatura veramente brutta che, pur non compromettendo la suonabilità del tasto, non è certo gradevole al tatto. In compenso, almeno i bordi dei tasti sono rifiniti bene e non tagliano le dita, anche se non sono ricoperti dal binding, come succede sulle tastiere delle Gibson.

La chitarra, a livello di suono, va davvero bene, un po' in tutte le situazioni, anche se il meglio di sé lo dà quando provo qualcosa sul "B.B.Kingeggiante": bisogna ammetterlo, il suono è quello, con tutti i pregi del suono delle semiacustiche Gibson, e con tutti i relativi difetti. Noto che non ha nessuna tendenza al feedback, non so se per via del massiccio blocco di legno che la attraversa o per l' assenza delle buche.

Insomma, non si può oggettivamente dare un cattivo giudizio di questa chitarra; qualche difetto c' è, ma ho visto di ben peggio. Mi si dirà: "Ma questo è uno dei modelli top della Epiphone, sia come qualità che come prezzo". Ecco, il prezzo, vogliamo parlarne ?

Dò un' occhiata su Ebay, non ne trovo nemmeno una. Su MM va meglio, e trovo

530 euro nuova da Acustica di Napoli, uno dei negozi meno cari d' Italia

530 euro nuova anche da Centro Chitarre di Napoli

529 euro nuova da Dal Maso di Cagliari, forse il negozio meno caro d' Italia, in questo momento

550 euro usata da Moreno Meroni di Milano: evidentemente fuori prezzo

Dando un' occhiata con Google, ho visto che ne è stata venduta una tempo fa usata a 500 euro.

Per paragonare i prezzi, dò un' occhiata su MM, prezzi del nuovo, e scopro che intorno ai 500 euro c' è una certa scelta: Yamaha, Ibanez, Washburn (bellissima, a vedersi !), Hagstrom, nonché un' altra Epiphone, la Casino; conosco quest' ultima, l' ho sempre reputata la mgliore Epiphone che mi sia mai passata tra le mani, e devo dire che questa Lucille non le è inferiore, soprattutto a livello di pick-ups. Purtroppo non ho mai provato la Hagstrom Viking: se è come la sua sorella Swede, sarei pronto a giurare che vale molto di più della Epiphone, ma non conoscendola mi astengo dal giudizio.

Che dire... 'sta Lucille non è priva di difetti: i più grossi sono a livello di manico (tastiera poco precisa) e di elettronica (inutile e addirittura controproducente la faccenda dello stereo), ma la chitarra non è brutta, soprattutto suona bene, e questa è una cosa importante. La liuteria... mah, c' è di meglio, ma anche di peggio: diciamo che ha poco in comune con la Gibson, ma anche che il prezzo è molto diverso dalla corrispondente americana. Mettiamola così: è una chitarra orientale, ma forse non ci se ne rende conde conto più di tanto, non perché sia realizzata in maniera impeccabile, ma perché suona di gran lunga meglio di quanto ci si potrebbe aspettare. Il prezzo non è basso: io ho una Crafter molto simile, realizzata con una liuteria migliore e, per contro, pick-ups meno performanti, che ho pagato all' incirca gli stessi soldi, nuova, pagandola forse un po' troppo. Ma la cosa che mi lascia perplesso è questa: esistono sul mercato molte semiacustiche migliori di a questa a livello di liuteria (Ibanez e Yamaha, ad esempio, tra quelle che conosco io), ma certamente inferiori a livello di pick-ups. E' vero che i pick-ups si possono cambiare, ma è vero anche che qualunque liutaio ci ripiana per benino una tastiera dall' andamento un po' impreciso.

In conclusione: se qualcuno avesse voglia di una chitarra di questo tipo, e mi chiedesse se deve prenderla o no, gli risponderei che la chitarra non va male, di vedere se la trova usata sui 400 euro: non dovrebbe essere impossibile, con un po' di pazienza. Ma se dovesse prenderla nuova, gli consiglierei di andarsi a vedere anche qualche altra marca, in particolare Hagstrom, che mi ha fatto un' ottima impressione con la Swede, per cui non vedo perché la Viking dovrebbe essere da meno.
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html


doomdrain
Principiante
Principiante
Messaggi: 15
Iscritto il: 23 apr 2008, 19:29

Re: Epiphone Lucille

Messaggio da doomdrain » 28 apr 2008, 22:50

Che dire... semplicemente bellissima!!!!!!!!! :Very Happy: Complimenti ma200360!!!! Gran bella chitarra :applauso: !!!!!! Mi risulta comunque strana la faccenda del feedback sull'hot rod.... non avevo mai sentito parlare di questo problema.... l'importante comunque è funzioni al meglio!! You Rock :rocken:

Avatar utente
Frank Flicker
Maestro
Maestro
Messaggi: 5930
Iscritto il: 10 mag 2007, 13:39
Località: bergamo/brescia

Re: Epiphone Lucille

Messaggio da Frank Flicker » 28 apr 2008, 23:40

complimenti, sia per la recensione che per la chitarra! discussioni di questo tipo sono molto utili, soprattutto per chi non ha la possibilità di trovare queste chitarre in qualche negozio, senza farsi mezza Italia, o chi semplicemente compra da internet! devo dire che la lucille è sicuramente la semiacustica che preferisco, anche se non ho mai avuto occasione di provarla e questo tuo commento sicuramente ha diradato un po' di interrogativi che mi ero posto al riguardo.

bene! complimenti ancora!

p.s. alla fine sei riuscito ad aprirlo questo topic...

Avatar utente
Canepazzo
Esperto
Esperto
Messaggi: 825
Iscritto il: 05 lug 2006, 14:07
Località: Savona

Re: Epiphone Lucille

Messaggio da Canepazzo » 29 apr 2008, 00:25

Gran bel lavoro Mauri, questi topic sono davvero utilissimi e ricchi di informazioni dettagliate! bravo! :applauso:
"Quando suono la telecaster mi sento come un idraulico con il suo migliore strumento tra le mani!"

Keith Richards

Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Re: Epiphone Lucille

Messaggio da ma200360 » 29 apr 2008, 07:55

doomdrain ha scritto:Che dire... semplicemente bellissima!!!!!!!!! :Very Happy: Complimenti ma200360!!!! Gran bella chitarra :applauso: !!!!!! Mi risulta comunque strana la faccenda del feedback sull'hot rod.... non avevo mai sentito parlare di questo problema.... l'importante comunque è funzioni al meglio!! You Rock :rocken:
Non è un discorso di feedback sull' Hot Rod De Luxe: trattandosi di una semiacustica, sarebbe lecito aspettarsi una certa trendenza al feedback (su qualsiasi amplificatore), cosa che non ha questo strumento.
Frank Flicker ha scritto:complimenti, sia per la recensione che per la chitarra! discussioni di
questo tipo sono molto utili, soprattutto per chi non ha la possibilità
di trovare queste chitarre in qualche negozio, senza farsi mezza
Italia, o chi semplicemente compra da internet! devo dire che la
lucille è sicuramente la semiacustica che preferisco, anche se non ho
mai avuto occasione di provarla e questo tuo commento sicuramente ha
diradato un po' di interrogativi che mi ero posto al riguardo.

bene! complimenti ancora!

p.s. alla fine sei riuscito ad aprirlo questo topic...
Grazie, ma la chitarra non è mia, una volta tanto ! E non ho intenzione di comprarla: per un po' dovrò starmene buono e bravo, altro che...
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html


Avatar utente
jackass
Esperto
Esperto
Messaggi: 500
Iscritto il: 13 dic 2007, 21:55
Località: Tivoli (RM)

Re: Epiphone Lucille

Messaggio da jackass » 29 apr 2008, 11:11

come ha già detto Canepazzo, bravo Ma! Questi topic sono veramente utili!

Ma a cosa dovrebbe servire un selettore con tutte quelle posizioni? cioè, tra che posizioni passa? bene o male tra due pick-up ne prendi uno, l'altro o tutti e due..e il resto?

p.s. voto 10 ai cuscini zebrati!
ogni volta che ti vedo tu mi parli ed io non sento, e mentre mi perdo dentro me penso al tempo che è passato e che non è mai morto, ho perso i miei vizi e ho perso te.

oggi sì che è il giorno giusto per smetter di fumare, oggi è un giorno perfetto per smettere di bere!

Avatar utente
silente
Maestro
Maestro
Messaggi: 5493
Iscritto il: 23 apr 2007, 09:53

Re: Epiphone Lucille

Messaggio da silente » 29 apr 2008, 11:23

Pensavo che fossero dei cuscini Zakk Wylde.... :Very Happy:
Comunque negli USA costa circa 700$.
ImmagineIl Cantagallo Podcast

Avatar utente
Cosimino
Maestro
Maestro
Messaggi: 6470
Iscritto il: 16 dic 2006, 12:35
Località: modena

Re: Epiphone Lucille

Messaggio da Cosimino » 29 apr 2008, 12:11

:applauso: bella recensione!

Avatar utente
jackass
Esperto
Esperto
Messaggi: 500
Iscritto il: 13 dic 2007, 21:55
Località: Tivoli (RM)

Re: Epiphone Lucille

Messaggio da jackass » 29 apr 2008, 14:55

silente ha scritto:Pensavo che fossero dei cuscini Zakk Wylde.... :Very Happy:
hai vinto!! :campioni:
ogni volta che ti vedo tu mi parli ed io non sento, e mentre mi perdo dentro me penso al tempo che è passato e che non è mai morto, ho perso i miei vizi e ho perso te.

oggi sì che è il giorno giusto per smetter di fumare, oggi è un giorno perfetto per smettere di bere!

Avatar utente
ambaradam
Maestro
Maestro
Messaggi: 2301
Iscritto il: 12 apr 2007, 10:27
Località: Roma

Re: Epiphone Lucille

Messaggio da ambaradam » 29 apr 2008, 19:33

silente ha scritto:
Comunque negli USA costa circa 700$.
Il cuscino Zakk Wylde??? Mio :Ok: .
offro-vendo-f47/vendo-fender-strato-mex ... 12112.html Se volete una Fender mex mancina e/o un ampli Fender Frontman, a Roma

Avatar utente
Matt
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 174
Iscritto il: 13 ago 2007, 10:42
Località: Pescara

Re: Epiphone Lucille

Messaggio da Matt » 29 apr 2008, 21:54

Lol, il cuscino Zack Wylde :Very Happy: :Ok:

Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Re: Epiphone Lucille

Messaggio da ma200360 » 30 apr 2008, 08:53

Matt ha scritto:Lol, il cuscino Zack Wylde :Very Happy: :Ok:
Li ha scelti la mia Signora, a suo tempo. Le dirò che hanno riscosso un notevole successo ! :Very Happy:
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html

ItalianBlues
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 132
Iscritto il: 28 gen 2007, 12:36
Località: Avellino

Re: Epiphone Lucille

Messaggio da ItalianBlues » 05 mag 2008, 13:41

Io ho la stessa chitarra, ho letto la recensione con attenzione, è davvero ben fatta.
Come suono è buona, a me piace davvero tanto.
I problemi di feedback per lo stereo io non ne ho riscontrati.
Per quanto riguarda la liuteria del manico in particolare non sono abbastanza esperto per esprimermi ma a me non dà problemi e poi la portai dal liutaio qualche mese fa e disse che era a posto così, ma in fin dei conti devo dire che ho suonato con tante chitarre di tanti amici più o meno economiche (certo non di livello assoluto) ma solo sulla mia epiphone lucille è come se mi sentissi a casa mia e sulla mia poltrona... forse è suggestione ma è questa la sensazione che ho quando la suono.
BluesRules

Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Re: Epiphone Lucille

Messaggio da ma200360 » 05 mag 2008, 16:07

ItalianBlues ha scritto:Io ho la stessa chitarra, ho letto la recensione con attenzione, è davvero ben fatta.
Come suono è buona, a me piace davvero tanto.
I problemi di feedback per lo stereo io non ne ho riscontrati.
No, cosa c' entrano lo stereo e il feedback ? Io dicevo che l' effetto stereo è un po' una belinata, non lo usa nessuno, e che non c' è praticamente nessuna tendenza al feedback, cosa che viceversa capita spesso in questo tipo di chitarre.
ItalianBlues ha scritto: Per quanto riguarda la liuteria del manico in particolare non sono abbastanza esperto per esprimermi ma a me non dà problemi e poi la portai dal liutaio qualche mese fa e disse che era a posto così, ma in fin dei conti devo dire che ho suonato con tante chitarre di tanti amici più o meno economiche (certo non di livello assoluto) ma solo sulla mia epiphone lucille è come se mi sentissi a casa mia e sulla mia poltrona... forse è suggestione ma è questa la sensazione che ho quando la suono.
E perché dovrebbe essere suggestione ? D' altra parte, è la TUA chitarra, ci studi, ci passi delle ore, è normalissimo che ti ci trovi bene, anzi, guai se così non fosse ! Anch' io, d' altra parte, mi ci sono trovato bene, molto meglio che sulle molte altre Epiphone che ho provato. Ma è vero che io sono abitutato un po' a tutti i tipi di chitarra, per cui...
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html

ItalianBlues
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 132
Iscritto il: 28 gen 2007, 12:36
Località: Avellino

Re: Epiphone Lucille

Messaggio da ItalianBlues » 05 mag 2008, 16:26

scusa per il fatto dello stereo ho sbagliato a scrivere.... :pianto: stavo facendo tre cose contemporanemente ed ho sbagliato comunque si il doppio attacco è poco usato...
è vero che ormai ci suono da molto ma lo trovo sempre più comodo come manico... sono arci felice di tenere in mano quella chitarra quando suono sulle altre mi sembra di dover aumentare il coefficiente di difficoltà di quello che faccio, come se le cose diventassero più difficili :Very Happy:
BluesRules


Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti