Valvole e microprocessori possono convivere?

La parte è dedicata agli effetti per chitarra: Pedali, multieffetti, rack, etc.
Rispondi
Avatar utente
Mtx64
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 91
Iscritto il: 17 mag 2007, 18:40
Località: Pordenone

Valvole e microprocessori possono convivere?

Messaggio da Mtx64 » 19 mag 2008, 23:05

Sto studiando il gear da realizzare con i soldi che metterò da parte in tre mesi di lavoro estivo...

Senza dubbio la maggior parte della pecunia racimolata servirà per prendere un buon ampli valvolare. Per quanto riguarda l'effettistica mi sta ventilando l'idea di inserire un DSP (Processore digitale di segnale) tra il pre e il finale. Il DSP promette di simulare ogni sorta di effetto a un prezzo relativamente modico. Oltretutto consente spesso rapidi cambi di impostazioni da una comoda pedaliera midi e un minor numero di cavi aggrovigliati.

Ma la domanda che mi sorge è questa: Posso inserire senza rimorsi questo "prodigio della tecnica" nell' fx-loop del mio ampli o rischio di sciupare tutto il suono delle valvole tra le conversioni analogico/digitale - digitale/analogico?
Un giorno anche la guerra si piegherà al suono di una chitarra... (Jim Morrison)


Avatar utente
Ji ji
Esperto
Esperto
Messaggi: 389
Iscritto il: 06 gen 2008, 09:41

Re: Valvole e microprocessori possono convivere?

Messaggio da Ji ji » 20 mag 2008, 00:01

Negli anni '90 dubito che sia stata registrata una sola chitarra senza un processore digitale, e non mi pare che tutti i dischi del periodo siano da buttare nel cesso no? Se il processore è buono vai tranquillo, che non rovini nulla. Poi se ti piace di più il suono di un chorus analogico ok, ma è questione di gusti. Io per esempio preferisco i delay digitali (anche se il delay non lo uso).

Avatar utente
Mtx64
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 91
Iscritto il: 17 mag 2007, 18:40
Località: Pordenone

Re: Valvole e microprocessori possono convivere?

Messaggio da Mtx64 » 20 mag 2008, 15:12

Ji ji ha scritto:Io per esempio preferisco i delay digitali (anche se il delay non lo uso).
Esistono anche i delay analogici? Io conosco solo i vecchissimi delay a nastro magnetico (era incorporato nel mixer dell'anteguerra che avevamo tempo fa in sala prove :risatona: ) ma penso che oggi non li usi più nessuno...
Un giorno anche la guerra si piegherà al suono di una chitarra... (Jim Morrison)

Avatar utente
Ji ji
Esperto
Esperto
Messaggi: 389
Iscritto il: 06 gen 2008, 09:41

Re: Valvole e microprocessori possono convivere?

Messaggio da Ji ji » 21 mag 2008, 00:27

Sì, i delay analogici esistono - ad esempio il moogerfooger - ma hanno alcune limitazioni. In primo luogo, la singola ripetizione difficilmente può essere ritardata di più di un secondo. Inoltre, ogni ripetizione perde leggermente qualità, soprattutto sulle frequenze alte, e più sono le ripetizioni, maggiore è il fenomeno di deterioramento. Può piacere, senza dubbio, soprattutto se si cerca il suono "vintage". Però è una tecnologia limitata. E' uno dei casi che dimostrano che non sempre analogico vuol dire migliore.

Avatar utente
Mtx64
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 91
Iscritto il: 17 mag 2007, 18:40
Località: Pordenone

Re: Valvole e microprocessori possono convivere?

Messaggio da Mtx64 » 21 mag 2008, 17:13

Ji ji ha scritto:Sì, i delay analogici esistono - ad esempio il moogerfooger - ma hanno alcune limitazioni. In primo luogo, la singola ripetizione difficilmente può essere ritardata di più di un secondo. Inoltre, ogni ripetizione perde leggermente qualità, soprattutto sulle frequenze alte, e più sono le ripetizioni, maggiore è il fenomeno di deterioramento. Può piacere, senza dubbio, soprattutto se si cerca il suono "vintage". Però è una tecnologia limitata. E' uno dei casi che dimostrano che non sempre analogico vuol dire migliore.
Mi avevi incuriosito! Ho visto qualche circuito in giro per il web. Guardando gli schemi però mi sembrano un tantino grezzi e dispendiosi...
Però sono anche molto interessanti!

Comunque per tornare al topic... Conoscete percaso qualche marca o modello di DSP di buona qualità? :dubbioso:
Io conosco bene i behringer e un po i rocktron, per il resto però sono un po ignorante i materia.
Un giorno anche la guerra si piegherà al suono di una chitarra... (Jim Morrison)


Avatar utente
Kemyslate
Esperto
Esperto
Messaggi: 265
Iscritto il: 28 nov 2006, 12:54
Località: Palermo
Contatta:

Re: Valvole e microprocessori possono convivere?

Messaggio da Kemyslate » 21 mag 2008, 20:26

Mtx64 ha scritto:Sto studiando il gear da realizzare con i soldi che metterò da parte in tre mesi di lavoro estivo...

Senza dubbio la maggior parte della pecunia racimolata servirà per prendere un buon ampli valvolare. Per quanto riguarda l'effettistica mi sta ventilando l'idea di inserire un DSP (Processore digitale di segnale) tra il pre e il finale. Il DSP promette di simulare ogni sorta di effetto a un prezzo relativamente modico. Oltretutto consente spesso rapidi cambi di impostazioni da una comoda pedaliera midi e un minor numero di cavi aggrovigliati.

Ma la domanda che mi sorge è questa: Posso inserire senza rimorsi questo "prodigio della tecnica" nell' fx-loop del mio ampli o rischio di sciupare tutto il suono delle valvole tra le conversioni analogico/digitale - digitale/analogico?
E' ovvio che il processore lavora in binario, quindi in digitale. Tutto dipende, diciamo, dalla capacità di campionamento dello stesso... non so se mi spiego! XD

Anche per me il vero delay è quello digitale, condivido!
La mia strumentazione: OLP MM4 JP, Marshall VS65R, Bad Monkey, Danelectro Cool Cat CM1, Death Metal, Korg AX1000G.

Avatar utente
Mtx64
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 91
Iscritto il: 17 mag 2007, 18:40
Località: Pordenone

Re: Valvole e microprocessori possono convivere?

Messaggio da Mtx64 » 21 mag 2008, 21:10

Kemyslate ha scritto:E' ovvio che il processore lavora in binario, quindi in digitale. Tutto dipende, diciamo, dalla capacità di campionamento dello stesso... non so se mi spiego! XD
Sisì lo so, faccio anche programmazione di microcontrollori a scuola... :dance:
Il problema è che ho sentito dire che è sconsigliabile collegare un dispositivo a microprocessore tra il pre e il finale di un amplificatore valvolare, perchè il suono delle valvole viene un po sciupato...
:dubbioso: In ogni caso nelle conversioni analogico/digitale - digitale/analogico il suono viene un po "approssimato" ma non penso che il problema sia quello. Perlomeno, se il tempo di campionamento è adeguato, le differenze non dovrebbero percepibili dal nostro "grossolano" apparato uditivo! :lingua: Non vorrei sbagliarmi però...
Mi sa che dovrei fare un po di esperimenti. XD :dubbioso:
Un giorno anche la guerra si piegherà al suono di una chitarra... (Jim Morrison)

Avatar utente
Ji ji
Esperto
Esperto
Messaggi: 389
Iscritto il: 06 gen 2008, 09:41

Re: Valvole e microprocessori possono convivere?

Messaggio da Ji ji » 22 mag 2008, 00:15

Scusa, io non so che specifiche di campionamento abbiano i processori di segnale. Però ci sono schede audio da poche centinaia di euro che campionano a 192 kH e 24 bit :paura: , non credo che un processore di buona qualità possa essere molto peggio.

Considera che tutto quello che senti sui dischi e sui palchi dei grandi musicisti ha delle conversioni AD/DA prima di arrivare al tuo orecchio, e non è che perda tutta 'sta qualità :ciao:

Erunamo
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 114
Iscritto il: 09 mag 2007, 07:02
Località: Terlizzi (BA)

Re: Valvole e microprocessori possono convivere?

Messaggio da Erunamo » 22 mag 2008, 07:37

Piccolo OT, per quanto riguarda i delay analogici, io ne possiedo felicemente uno, l'Ibanez AD9, ed è davvero portentoso! :D Personalmente lo trovo meglio di qualsiasi altro delay digitale ;)

Avatar utente
darkfender
Maestro
Maestro
Messaggi: 3818
Iscritto il: 05 apr 2007, 10:36

Re: Valvole e microprocessori possono convivere?

Messaggio da darkfender » 22 mag 2008, 10:06

l'ad9 non è affatto analogico.
Gli unici delay analogici son quelli a nastro magnetico e pesan più di una testata.
Non che sia un brutto pedale anzi... ma anche se si chiama analog delay lo è fino a un certo punto.

A dirla tutta anche i cd son digitali.

Detto questo i migliori multieffetto sono tutti digitali e hanno una qualità spesso superiore ai pedalini, forse qualche pedale boutique può giocarsela ma pochi.

detto velocemente gli effetti di ambiente come delay, flanger chorus etc sono normalmente meglio digitali.
Le compressioni idem

I boost, od e distorsioni son meglio analogiche.

I riverberi meritano discorso a parte in quanto sono diversi e suonano diverso e dipende da cosa si cerca (quelli analogici son meno invasivi ma sporcano di più).

quindi il consiglio è come sempre una bella unità multieffetto come un G-Major, un lexicon, un eventide (costa un occhio questo XD) o se vuoi risparmiare un digitech tsr24 usato che ha una qualità da paura a un costo ridicolo (ma va configurato con tagli di frequenze perchè p un multieffetto da studio con preset da studio, sennò sembra acido).

a livello qualità dovresti sentire un enorme differenza.

Daltra parte i pedalini sono molto più comodi e si configurano in 2 secondi mentre i processori di effetti sono spesso complessi.

Avatar utente
Kemyslate
Esperto
Esperto
Messaggi: 265
Iscritto il: 28 nov 2006, 12:54
Località: Palermo
Contatta:

Re: Valvole e microprocessori possono convivere?

Messaggio da Kemyslate » 22 mag 2008, 10:52

Mtx64 ha scritto:
Kemyslate ha scritto:E' ovvio che il processore lavora in binario, quindi in digitale. Tutto dipende, diciamo, dalla capacità di campionamento dello stesso... non so se mi spiego! XD
Sisì lo so, faccio anche programmazione di microcontrollori a scuola... :dance:
Il problema è che ho sentito dire che è sconsigliabile collegare un dispositivo a microprocessore tra il pre e il finale di un amplificatore valvolare, perchè il suono delle valvole viene un po sciupato...
:dubbioso: In ogni caso nelle conversioni analogico/digitale - digitale/analogico il suono viene un po "approssimato" ma non penso che il problema sia quello. Perlomeno, se il tempo di campionamento è adeguato, le differenze non dovrebbero percepibili dal nostro "grossolano" apparato uditivo! :lingua: Non vorrei sbagliarmi però...
Mi sa che dovrei fare un po di esperimenti. XD :dubbioso:
Esatto! E' come quando passiamo la musica da cd a mp3 ad esempio (anche se nn è la stessa cosa ma rende l'idea): in pratica si campiona il segnale portandolo da migliaia di Kbit/s a 128Kbit/s, bitrate molto comune perche è considerato come la qualità che al di sotto della quale il nostro orecchio incomincerebbe a percepire la perdita di qualità sonora dovuta dalla conversione.
Oddio forse nn si capisce nulla di quello che ho scritto XD cmq secondo me puoi stare tranquillo! :Ok:
La mia strumentazione: OLP MM4 JP, Marshall VS65R, Bad Monkey, Danelectro Cool Cat CM1, Death Metal, Korg AX1000G.

Avatar utente
darkfender
Maestro
Maestro
Messaggi: 3818
Iscritto il: 05 apr 2007, 10:36

Re: Valvole e microprocessori possono convivere?

Messaggio da darkfender » 22 mag 2008, 10:55

dipende dal convertitore.
Ce ne sono di ottimi, il G-Major da quel punto di vista è perfetto, in alternativa esistono mixer di linea appositi.

Avatar utente
Mtx64
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 91
Iscritto il: 17 mag 2007, 18:40
Località: Pordenone

Re: Valvole e microprocessori possono convivere?

Messaggio da Mtx64 » 22 mag 2008, 17:18

darkfender ha scritto:l'ad9 non è affatto analogico.
Gli unici delay analogici son quelli a nastro magnetico e pesan più di una testata.
Non che sia un brutto pedale anzi... ma anche se si chiama analog delay lo è fino a un certo punto.
No esistono anche i delay analogici come il moogerfooger. Non sapevo neanchio che esistessero, me l'ha fatto notare Ji ji in questo topic e da bravo elettrotecnico mi sono fatto una ricerchina... :P XD
Da quello che sono riuscito a capire dagli schemi che ho trovato su internet, c'è una lunga serie di condensatori che "immagazzinano" l'audio istante per istante (in maniera del tutto analogica) e lo riproducono dopo un certo intervallo di tempo.

Il condensatore immagazzina una quantità di carica. E funzione come da "memoria analogica". Ehm non è facilissimo da spiegare in parole povere... :dubbioso: :dubbioso:
Un giorno anche la guerra si piegherà al suono di una chitarra... (Jim Morrison)


Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 10 ospiti