Gibson Les Paul

Le chitarre Gibson
Avatar utente
Enriquez
Maestro
Maestro
Messaggi: 2290
Iscritto il: 28 giu 2006, 03:05
Località: L'Aquila

Gibson Les Paul

Messaggio da Enriquez » 26 mar 2007, 16:26

Apro questo topic per discutere dei pregi e dei difetti (ne avrà??) di una chitarra simbolo del rock.
fatevi avanti con pareri e impressioni. :Very Happy:
propongo un primo argomento di dibattito: versatilità.
:ciauz:


Avatar utente
invidia
Maestro
Maestro
Messaggi: 1310
Iscritto il: 26 gen 2007, 23:17
Località: Milano
Contatta:

Re: Gibson Les Paul

Messaggio da invidia » 26 mar 2007, 17:25

Enriquez ha scritto:Apro questo topic per discutere dei pregi e dei difetti (ne avrà??) di una chitarra simbolo del rock.
fatevi avanti con pareri e impressioni. :Very Happy:
propongo un primo argomento di dibattito: versatilità.
:ciauz:
il più grande difetto è che manca della leva del vibrato ... quindi come versatilità non è il top ... anzi ... è piuttosto statica, non che sia brutta ma a versatilità è nulla ... ma cmq chi vuole la gibson non vuole una chitarra versatile, vuole lei ... stop.
shanti Maks.

save the planet,
kill yourself!

Avatar utente
Outlaw
Esperto
Esperto
Messaggi: 353
Iscritto il: 22 ott 2006, 15:11
Località: Cernusco s/n MI
Contatta:

Messaggio da Outlaw » 26 mar 2007, 17:36

il peso? per qualcuno puo essere un enorme problema...a me sinceramente nn mi dicono niente i puliti della les paul...poi vabeh sul distorto è difficile batterla...ma preferisco la mia gretsch che è stupenda nei puliti e bella cattiva nei distorti
la strato e la tele per i puliti e soprattutto i crunch

Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Messaggio da ma200360 » 26 mar 2007, 17:49

Ci si potrebbe scrivere un libro... ed è già stato fatto, molte volte !

Parliamo di versatilità: se la paragoniamo a una Stratocaster o a una Superstrat il confronto è impietoso.

I suoni sono sempre GROSSI, abbastanza poco adatti a ritmiche pop sottili o dance. Sul funk andiamo molto meglio, anche se di solito si tende a usare Fender. Il country non è esattamente il suo territorio, anche se è accettabile

In compenso, su tutto quello che necessita di suoni spessi, presenti, a volte perfino prepotenti, è imbattibile. Dal jazz col (pick-up al manico e i toni un po' chiusi), al rock "generalista", al blues, al metal (sì, anche quello !), al power-pop, finanche al rockabilly (con un po' di attenzione) si muove con disinvoltura, basta fare attenzione alle regolazioni dell' amplificatore.

Certo, il twang della Fender è lontanissimo, gli acuti della Tele sono tutta un' altra cosa, ma non si può avere tutto in un solo strumento. E poi, volete i suoni Fender ? E compratevi una Fender, se vi accontentate. Qui tutto è realizzato bene, con cura e attenzione, senza sbavature (almeno senza troppe sbavature), senza tremoli instabili e senza sol calante. Pesa, è vero, ma dove c'è peso non c'è inganno.

Scherzi a parte, se diamo 10 in versatilità a una Stratocaster, darei 7, massimo 7,5 a una Les Paul.

Ma la versatilità non è per forza una virtù...
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html

Avatar utente
Enriquez
Maestro
Maestro
Messaggi: 2290
Iscritto il: 28 giu 2006, 03:05
Località: L'Aquila

Messaggio da Enriquez » 26 mar 2007, 17:59

ma200360 ha scritto:Ci si potrebbe scrivere un libro... ed è già stato fatto, molte volte !

Parliamo di versatilità: se la paragoniamo a una Stratocaster o a una Superstrat il confronto è impietoso.

I suoni sono sempre GROSSI, abbastanza poco adatti a ritmiche pop sottili o dance. Sul funk andiamo molto meglio, anche se di solito si tende a usare Fender. Il country non è esattamente il suo territorio, anche se è accettabile

In compenso, su tutto quello che necessita di suoni spessi, presenti, a volte perfino prepotenti, è imbattibile. Dal jazz col (pick-up al manico e i toni un po' chiusi), al rock "generalista", al blues, al metal (sì, anche quello !), al power-pop, finanche al rockabilly (con un po' di attenzione) si muove con disinvoltura, basta fare attenzione alle regolazioni dell' amplificatore.

Certo, il twang della Fender è lontanissimo, gli acuti della Tele sono tutta un' altra cosa, ma non si può avere tutto in un solo strumento. E poi, volete i suoni Fender ? E compratevi una Fender, se vi accontentate. Qui tutto è realizzato bene, con cura e attenzione, senza sbavature (almeno senza troppe sbavature), senza tremoli instabili e senza sol calante. Pesa, è vero, ma dove c'è peso non c'è inganno.

Scherzi a parte, se diamo 10 in versatilità a una Stratocaster, darei 7, massimo 7,5 a una Les Paul.

Ma la versatilità non è per forza una virtù...
hai sottolineato che è adatta anche al metal. è adatta anche ad un certo tipo di shredding? a me viene in mente zakk wilde... tastiera e manico a tal proposito come si presentano?


Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Messaggio da ma200360 » 26 mar 2007, 18:20

Beh, la Les Paul Zakk Wylde è una chitarra ipervitaminizzata, con pick-ups ultrapotenti; quella, come versatilità, meriterebbe 1 al massimo !

Il manico della Les Paul... sono due:

- stile anni '50, praticamente un mattarello tagliato longitudinalmente, ciccio, lento, pesante e "sustaineggiante", ricorda i manici Ibanez... al contrario. Fantastico per i bluesmen come me.
- stile anni '60 (slim taper), più sottile e veloce, ma certo lo shred direi che è più agevole su altri tipi di manico. D' altra parte, non direi che Wylde è uno shredder !

Si può scegliere tra i due; a me piacciono entrambi, ma uno che voglia fare le corse sul manico difficilmente sceglierà quello più grosso.

I tasti possono variare a seconda dell' epoca della produzione; negli ultimi anni vengono montati tasti medio-grossi, almeno sulla Standard. La Custom era famosa per i suoi tasti molto sottili, che le erano valsi l' appellativo di "fretless wonder". In effetti, mi piacerebbe molto comprarmi una Custom, ma ha lo stesso difetto della Standard, e anzi in misura ancor maggiore. Indovinate un po' quale ?
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html

Avatar utente
Enriquez
Maestro
Maestro
Messaggi: 2290
Iscritto il: 28 giu 2006, 03:05
Località: L'Aquila

Messaggio da Enriquez » 26 mar 2007, 18:30

ma200360 ha scritto:Beh, la Les Paul Zakk Wylde è una chitarra ipervitaminizzata, con pick-ups ultrapotenti; quella, come versatilità, meriterebbe 1 al massimo !

Il manico della Les Paul... sono due:

- stile anni '50, praticamente un mattarello tagliato longitudinalmente, ciccio, lento, pesante e "sustaineggiante", ricorda i manici Ibanez... al contrario. Fantastico per i bluesmen come me.
- stile anni '60 (slim taper), più sottile e veloce, ma certo lo shred direi che è più agevole su altri tipi di manico. D' altra parte, non direi che Wylde è uno shredder !

Si può scegliere tra i due; a me piacciono entrambi, ma uno che voglia fare le corse sul manico difficilmente sceglierà quello più grosso.

I tasti possono variare a seconda dell' epoca della produzione; negli ultimi anni vengono montati tasti medio-grossi, almeno sulla Standard. La Custom era famosa per i suoi tasti molto sottili, che le erano valsi l' appellativo di "fretless wonder". In effetti, mi piacerebbe molto comprarmi una Custom, ma ha lo stesso difetto della Standard, e anzi in misura ancor maggiore. Indovinate un po' quale ?
il peso?

Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Messaggio da ma200360 » 26 mar 2007, 18:51

TANTO !!!
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html

Avatar utente
Enriquez
Maestro
Maestro
Messaggi: 2290
Iscritto il: 28 giu 2006, 03:05
Località: L'Aquila

Messaggio da Enriquez » 26 mar 2007, 18:57

ma200360 ha scritto:TANTO !!!
:Very Happy: :Very Happy:
ma per curiosità: ne possiedi una?
dell'action invece cosa mi dici?
:ciauz:

Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Messaggio da ma200360 » 26 mar 2007, 19:08

Due. La Les Paul è, per antonomasia, la chitarra sulla quale puoi tenere l' action più bassa in assoluto; o meglio, le è sempre stata, finché non è arrivato il "pericolo giallo", leggi le chitarre giapponesi prima, asiatiche in genere poi. In effetti, non c'è paragone a livello di possibilità di abbassare l' action, fra Gibson e Fender, proprio per la struttura stessa del manico, essendo la tastiera Gibson più piatta. E' evidente che le tastiere ultrapiatte di Ibanez, Jackson e compagnia bella permettono di avere un' action veramente "rasoterra". Ma non pensare che sia una cosa così positiva, eh ? Va bene sopattutto per gli shredders, che hanno bisogno solo di potenza di pick-ups e velocità sul manico, non di suono. Ma se vuoi un suono BELLO, con l' action ultrabassa te lo puoi scordare !
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html

Avatar utente
Enriquez
Maestro
Maestro
Messaggi: 2290
Iscritto il: 28 giu 2006, 03:05
Località: L'Aquila

Messaggio da Enriquez » 26 mar 2007, 19:11

ma200360 ha scritto:Due. La Les Paul è, per antonomasia, la chitarra sulla quale puoi tenere l' action più bassa in assoluto; o meglio, le è sempre stata, finché non è arrivato il "pericolo giallo", leggi le chitarre giapponesi prima, asiatiche in genere poi. In effetti, non c'è paragone a livello di possibilità di abbassare l' action, fra Gibson e Fender, proprio per la struttura stessa del manico, essendo la tastiera Gibson più piatta. E' evidente che le tastiere ultrapiatte di Ibanez, Jackson e compagnia bella permettono di avere un' action veramente "rasoterra". Ma non pensare che sia una cosa così positiva, eh ? Va bene sopattutto per gli shredders, che hanno bisogno solo di potenza di pick-ups e velocità sul manico, non di suono. Ma se vuoi un suono BELLO, con l' action ultrabassa te lo puoi scordare !

Due?? :paura: :paura:
beato te... non me ne regaleresti mica una? :Very Happy: :Very Happy:

andando su un modello in particolare, ovvero quella più conosciuta la standard, cosa ne pensi dei pick up che monta?

http://www.gibson.com/Products/GibsonEl ... /Standard/

ha sempre montato questi?
:ciauz:

Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Messaggio da ma200360 » 26 mar 2007, 20:10

No, non ha sempre montato questi. Le mie montano entrambe 490R e 498T, i Burstbucker li monta da relativamente poco tempo. Infatti, proprio per questo proverei a montare i '57 Classics su una, proprio per vedere come cambia il suono. Ma, come torno a dire, 130 euro l'uno, belìn...

Sorry, ma mi servono entrambe, e vorrei prendermi la terza (se un giorno ci arriverò coi $) ! Se vuoi, ti dò l' indirizzo del commesso del negozio che mi ha venduto la seconda: lui ne ha cinque !
Ultima modifica di ma200360 il 27 mar 2007, 07:57, modificato 1 volta in totale.
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html

Avatar utente
Enriquez
Maestro
Maestro
Messaggi: 2290
Iscritto il: 28 giu 2006, 03:05
Località: L'Aquila

Messaggio da Enriquez » 26 mar 2007, 20:17

ma200360 ha scritto:No, non ha sempre montato questi. Le mie montano entrambe 490T e 498T, i Burstbucker li monta da relativamente poco tempo. Infatti, proprio per questo proverei a montare i '57 Classics su una, proprio per vedere come cambia il suono. Ma, come torno a dire, 130 euro l'uno, belìn...

Sorry, ma mi servono entrambe, e vorrei prendermi la terza (se un giorno ci arriverò coi $) ! Se vuoi, ti dò l' indirizzo del commesso del negozio che mi ha venduto la seconda: lui ne ha cinque !
cinque... :paura: :paura: :paura: :paura: :paura:
no per adesso pur volendo non arriverei mai con i soldi. :pianto:
dei nuovi pick up che opinione hai?
:ciauz:

Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Messaggio da ma200360 » 26 mar 2007, 20:28

Vuoi dire i Burstbucker ? Non li ho mai provati; ho solo letto cosa ne dice la Gibson. Dovrebbero essere una specie di PAF (quindi una specie di '57 Classic), più o meno della stessa potenza (quindi non pazzesca), non a bagno di cera. Un po' più grezzotti dei PAF, insomma. Roba più da Aerosmith che da Genesis, per capirci. Oh, almeno questo è quel che ho potuto capire io, magari provandoli hanno tutta un' altra resa ! Bisognerebbe provare una Standard di oggi, ma per il momento non ne ho sottomano. Al prossimo giro da Merula o posti del genere, non mancherò.
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html

Avatar utente
Enriquez
Maestro
Maestro
Messaggi: 2290
Iscritto il: 28 giu 2006, 03:05
Località: L'Aquila

Messaggio da Enriquez » 26 mar 2007, 20:31

grazie sei sempre puntuale e preciso nelle risposte. :Very Happy:
perchè non posti qualche foto delle tue les paul?
:ciauz:


Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite