Considerazioni sulle Gibson (prima di comprarne un'altra)

Le chitarre Gibson
Avatar utente
Lollo
Maestro
Maestro
Messaggi: 2467
Iscritto il: 20 mar 2007, 13:48

Re: Considerazioni sulle Gibson (prima di comprarne un'altra)

Messaggio da Lollo » 29 gen 2011, 17:41

Se la devi passare al figliuolo, lasciala così com'è :ciao: Poveretto, deve sopportare di invidiarti la Axis e la Custom, lasciagli una chitarra "vergine" xD Ad ogni modo non butteresti via i soldi per i pick up perchè sono pur sempre rivendibili. I p-94, for the records, sono semplicemente dei p-90 dalle dimensioni sufficienti per essere posizionati in uno scasso da humbucker
Gibson Les Paul Standard 2008 Honeyburst
Fender Telecaster American Standard (Black)
Takamine Santa Fè TAC11C
Cort Kx Custom
Marshall JCM 2000 TSL602
Fender Blues Junior III
Ibanez Tube Screamer TS808HW Hand Wired
Marshall MS-4 Microstack
Zoom g7.1ut Guitar Effects Console
Boss MD-2 Mega Distortion
Boss CS-3 Compression Sustainer
Line 6 Pod 2.0


Avatar utente
cmax1110
Esperto
Esperto
Messaggi: 325
Iscritto il: 07 nov 2010, 23:31

Re: Considerazioni sulle Gibson (prima di comprarne un'altra)

Messaggio da cmax1110 » 29 gen 2011, 18:45

Lollo ha scritto:Se la devi passare al figliuolo, lasciala così com'è :ciao:
Infatti l'idea era questa.
Lollo ha scritto:I p-94, for the records, sono semplicemente dei p-90 dalle dimensioni sufficienti per essere posizionati in uno scasso da humbucker
Ok, grazie, ora è più chiaro :cool: .
Lollo ha scritto:Poveretto, deve sopportare di invidiarti la Axis e la Custom, lasciagli una chitarra "vergine"
Ma no, nessuna invidia, 'ché in casa se vuole le può usare tutte e due...

Avatar utente
James_
Maestro
Maestro
Messaggi: 2636
Iscritto il: 16 set 2009, 16:12
Località: Bologna

Re: Considerazioni sulle Gibson (prima di comprarne un'altra)

Messaggio da James_ » 29 gen 2011, 19:06

cmax1110 ha scritto:[...] i 57 della LP Standard non mi sono dispiaciuti in prova, anche se sono più chiusi della serie 4xx montata sulla Custom, che poi è la stessa serie che ha la Studio)...
Occhio, le Standard (mod 2008 e 2002) montano i Burstbucker PRO!
I '57 sono sulle Traditional :ciao:
LA FUNZIONE "CERCA" E' TUA AMICA. |
POWERED BY: Immagine
Charvel | Gibson | Orange

Avatar utente
Varel
Maestro
Maestro
Messaggi: 8765
Iscritto il: 31 mar 2009, 19:31
Località: Bologna violenta

Re: Considerazioni sulle Gibson (prima di comprarne un'altra)

Messaggio da Varel » 29 gen 2011, 19:16

cmax1110 ha scritto:
Lollo ha scritto:Se la devi passare al figliuolo, lasciala così com'è :ciao:
Infatti l'idea era questa.
Lollo ha scritto:I p-94, for the records, sono semplicemente dei p-90 dalle dimensioni sufficienti per essere posizionati in uno scasso da humbucker
Ok, grazie, ora è più chiaro :cool: .
Lollo ha scritto:Poveretto, deve sopportare di invidiarti la Axis e la Custom, lasciagli una chitarra "vergine"
Ma no, nessuna invidia, 'ché in casa se vuole le può usare tutte e due...
E allora siamo noi a invidiare lui! :Very Happy: Mi adotti? Ho l'età giusta :lollol:

Avatar utente
cmax1110
Esperto
Esperto
Messaggi: 325
Iscritto il: 07 nov 2010, 23:31

Re: Considerazioni sulle Gibson (prima di comprarne un'altra)

Messaggio da cmax1110 » 29 gen 2011, 21:24

James_ ha scritto:
cmax1110 ha scritto:[...] i 57 della LP Standard non mi sono dispiaciuti in prova, anche se sono più chiusi della serie 4xx montata sulla Custom, che poi è la stessa serie che ha la Studio)...
Occhio, le Standard (mod 2008 e 2002) montano i Burstbucker PRO!
I '57 sono sulle Traditional :ciao:
Giusta osservazione, ho fatto confusione :senzasperanze: : e infatti quando ho comperato la Custom l'altro giorno, in saletta avevo provato la Traditional (appunto con i 57 e quella verniciatura bastarda), non la Standard, che quasi non so neppure come suona.
Ultima modifica di cmax1110 il 29 gen 2011, 21:28, modificato 1 volta in totale.


Avatar utente
cmax1110
Esperto
Esperto
Messaggi: 325
Iscritto il: 07 nov 2010, 23:31

Re: Considerazioni sulle Gibson (prima di comprarne un'altra)

Messaggio da cmax1110 » 29 gen 2011, 21:28

Varel ha scritto: :Very Happy: Mi adotti? Ho l'età giusta :lollol:
:lol: :lol: :lol: Mi bastano i miei due, credimi!!! :lol: :lol: :lol:
Comunque le mie chitarre si possono sempre provare senza ricorrere all'adozione!!!

(Ma sono il più "datato" del forum??? :surprised: )

Avatar utente
Varel
Maestro
Maestro
Messaggi: 8765
Iscritto il: 31 mar 2009, 19:31
Località: Bologna violenta

Re: Considerazioni sulle Gibson (prima di comprarne un'altra)

Messaggio da Varel » 29 gen 2011, 21:35

cmax1110 ha scritto:
Varel ha scritto: :Very Happy: Mi adotti? Ho l'età giusta :lollol:
:lol: :lol: :lol: Mi bastano i miei due, credimi!!! :lol: :lol: :lol:
Comunque le mie chitarre si possono sempre provare senza ricorrere all'adozione!!!

(Ma sono il più "datato" del forum??? :surprised: )
Questo non lo so, bisogna chiedere ai Censori, oppure al Censore Supremo (David) :Very Happy:

Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Re: Considerazioni sulle Gibson (prima di comprarne un'altra)

Messaggio da ma200360 » 30 gen 2011, 00:11

cmax1110 ha scritto:...
(Ma sono il più "datato" del forum??? :surprised: )
Sicuramente no. C' è Kalimero, alias "Nonno Bruno", che è in pensione e dotato di nipotanza, e cionondimeno continua a grattare corde con immutato vigore. Peccato che si faccia vivo abbastanza di rado.
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html

Avatar utente
cmax1110
Esperto
Esperto
Messaggi: 325
Iscritto il: 07 nov 2010, 23:31

Re: Considerazioni sulle Gibson (prima di comprarne un'altra)

Messaggio da cmax1110 » 30 gen 2011, 19:27

E a proposito di grattare corde, oggi ho dato alla Custom (nei miei limiti) una bella tiratina...
Beh, le differenze rispetto alla Studio sono proprio venute fuori, eccome!
La BB ha proprio il tipico suono Gibson con tutte le sfumature che ho sempre inseguito per tutto il mio percorso musicale (peraltro interrotto per troppi anni... :mad: ), con un po' di pazienza e lavoro tra regolazione dell'ampli e dei volumi e toni della chitarra esce proprio quel suono, quella musicalità che tanto ho ascoltato su vinile troppi anni fa (e che ascolto tuttora) e sulla quale sbavavo abbontantemente.
Poi la Custom urla, grida, si dibatte e si dimena come una cosa viva, la Studio no, la Custom trasuda musicalità e armoniche ricche e piene da tutto il solid body e dalla tastiera (camere tonali o meno...), e "tiene" in modo perfetto e inesorabilmente preciso sugli acuti senza diventare troppo tagliente o troppo morbida o impastata: il giusto, insomma, per solleticarti orecchie e soddisfare aspettative.
Ottimi anche i bassi, dove invece la Studio ho sempre pensato abbia il suo limite più evidente.
Che volere oltre a questo? Un Montenegro?
Ma no, due cose: sentirla suonare da uno davvero bravo per capire fino a dove si può arrivare per tirarle fuori sempre qualcosa di nuovo e impare, io, a suonare un po' meglio per poterla sfruttare via via di più... :cool:
Insomma, sono davvero soddisfatto del nuovo acquisto! :esatto:

Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Re: Considerazioni sulle Gibson (prima di comprarne un'altra)

Messaggio da ma200360 » 01 feb 2011, 09:04

Non condivido tutto, nel tuo post, in particolare la comparazione con la Studio. E non per il solito disorso della differenza di "classe", ma proprio perché si tratta di strumenti a mio parere profondamente diversi.

Io ho sempre detto che la mia Studio è forse la mia Les Paul preferita, e quello che me la fa amare è proprio il suo carattere "canterino", il suo suono aperto, chiaro e brilante dovuto certamente allo spessore ridotto del body. Ho sempre pensato che sia un po' una via di mezzo fra una Les Paul Standard e una SG, e ogni volta che la prendo in mano ne ho la conferma, con un pizzico di limpidezza in più rispetto alla SG. La Custom, oltre ad avere il difetto di pesare non poco più della Studio, ha evidentemente un carattere sonoro molto diverso, che certamente va molto bene in alcuni ambiti (non a caso la Custom è l' unica solid-body che perfino i chitarristi di jazz tradizionale apprezzano), ma che in altri spesso è "esagerata", devi stare molto attento, soprattutto sui distorti, a non ingolfare le basse (nente di difficile, basta tenere d' occhio l' EQ dell' amplificatore) e non è sempre facile farla uscire dal mix come viceversa merita, proiprio perché è uno strumento ricchissimo a livello timbrico. Insomma, è come un banchetto di nozze: c' è tanto da mangiare, è tutto buono e va benissimo, ma se si esagera il mal di pancia è più che possibile. :ciao:

Io amo moltissimo la Custom, intendiamoci, mi ci è voluta una vita per averla, è stato un sacrificio non da poco comprarla, e non la cambierei con un' altra chitarra, ma non nascondo che, per l' uso quotidiano, preferisco la maggior chiarezza e "leggerezza sonora" della Studio, che trovo anche più versatile.
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html

Avatar utente
cmax1110
Esperto
Esperto
Messaggi: 325
Iscritto il: 07 nov 2010, 23:31

Re: Considerazioni sulle Gibson (prima di comprarne un'altra)

Messaggio da cmax1110 » 01 feb 2011, 13:27

Ciao, grazie per il tuo intervento: se tu avessi condiviso tutto quello che ho scritto non ci avrei creduto :lol: , data l'esperienza totalmente diversa che abbiamo sulle spalle.

Anche io credo, anzi, sono convinto che le differenze tra i due strumenti ci siano, eccome (caspita, deve essere così!): e il problema è certamente solo mio, perché credo sia proprio io in questo caso a non avere ancora ancora sentito e colto tutte le diversità che ci possono essere, e soprattutto non averle ancora vissute tutte.

Io però, purtroppo, fino all'altro giorno la Custom l'ho sempre vista in mano ad altri, sentita prima su vinile e poi su cd, e inoltre non sono il tipo che passa dal negozio per provarla se non ha intenzione di acquistarla: voglio solo dire che da ciò ne deriva che questa è la mia prima chitarra di tale classe, suonata forse per 4-5 ore da quando l'ho portata a casa troppo recentemente sia per conoscerla, assolutamente, sia, ancora più importante, per apprezzarla a fondo. Ho voluto solo buttare giù le prime impressioni, da condividere con tutti voi, sostenedo sempre che a mio personale parere costa comunque troppo, anche se rappresenta un mito.

Sul fatto di mettere a confronto una chitarra da 1200 con una da 2500eu poi non ci piove, qualsiasi oggetto - come hai detto anche tu - non può essere paragonato con correttezza e serenità con altri di fascia differente: in questo caso credo la discussione abbia preso questa piega "anomala" :D perché ero già in possesso di una Les Paul -appunto, la Studio - che monta gli stessi pick-up, e una, o forse l'unica mia perplessità prima di fare il nuovo acquisto, fin dall'inizio, era che le due chitarre non si "sovrapponessero" in qualsiasi modo, anche e per esempio per la condivisione della coppia 490/498. Tanto è che al momento di decidere ho voluto anche esaminare un modello che offrisse pick-up diversi (la Traditional con i 57, un altro suono interessante, a mio avviso, anche se più cupo e impastato).

Per quanto riguarda la mia descrizione sulla differenza di comportamento dei due strumenti "al lavoro", però, posso dire che le prime sensazioni che mi sono rimaste addosso sono proprio quelle che ho descritto più sopra, e posso confermarle anche oggi (magari tra qualche settimana no...), fatto presente che, come già detto, non ho suonato molto con la nuova chitarra.

E devo dire che a me quella più aperta e cristallina, tra le due, sembra proprio la Custom piuttosto che la Studio (la mia impasta un po' troppo sulle basse), così come, per esempio, la mia sensazione è che la mia Studio sia più pesante della mia Custom (non le ho messe sulla bilancia, beninteso, forse queste sono le "camere tonali" che entrano in gioco e che magari la tua non ha). Resta il fatto, ritornando alla timbrica più o meno cristallina, che su due Custom provate "al buio", ho sempre scelto questa, che poi ho acquistato, e non escluderei quindi di avere privilegiato lo strumento che restituiva sì il suono vellutato e tipico Gibson, ma più "aperto" dell'altra. Poi, certamente, in queste valutazioni entrano in ballo molti altri fattori, non ultimo l'amplificatore che si possiede.

Faccio naturalmente tesoro di tutti i consigli che mi hai dispensato e che mi ci vorrà ovviamente tempo per comnprendere a fondo e applicare (io non ho ancora osservato, per esempio, la difficoltà di gestione dei bassi nella Custom, che mi sembravano finora ben bilanciati, vero è anche che ho suonato sempre in clean... quindi... tempo al tempo, l'esperienza è fatta anche di questo): in mezzo a tutto il resto, mi ha sinceramente divertito il paragone con il banchetto di nozze e condivido infine al 100% il fatto di affermare che per l'uso quotidiano la Studio è certamente più adatta.

Starò molto attento a non fare indigestione! :Very Happy: :esatto:

Avatar utente
Lollo
Maestro
Maestro
Messaggi: 2467
Iscritto il: 20 mar 2007, 13:48

Re: Considerazioni sulle Gibson (prima di comprarne un'altra)

Messaggio da Lollo » 01 feb 2011, 15:07

Il problema del bilanciamento dei bassi sorge soprattutto in un contesta di band: quei bassi che quando si suona da soli rendono tutto più piacevole ed equilibrato, posso rivelarsi fastidiosi in un collettivo, perchè la chitarra può non emergere (anche negli assoli) come dovrebbe, andando a sovrapporsi a certe frequenze che invece "spettano" al basso.... insomma il rischio è quello di creare un grosso pastone indistinto. Ma nulla che non si possa evitare con un'equalizzazione ed un soundcheck intelligenti
Gibson Les Paul Standard 2008 Honeyburst
Fender Telecaster American Standard (Black)
Takamine Santa Fè TAC11C
Cort Kx Custom
Marshall JCM 2000 TSL602
Fender Blues Junior III
Ibanez Tube Screamer TS808HW Hand Wired
Marshall MS-4 Microstack
Zoom g7.1ut Guitar Effects Console
Boss MD-2 Mega Distortion
Boss CS-3 Compression Sustainer
Line 6 Pod 2.0

Avatar utente
cmax1110
Esperto
Esperto
Messaggi: 325
Iscritto il: 07 nov 2010, 23:31

Re: Considerazioni sulle Gibson (prima di comprarne un'altra)

Messaggio da cmax1110 » 01 feb 2011, 15:24

Lollo ha scritto:Il problema del bilanciamento dei bassi sorge soprattutto in un contesta di band:
Infatti lo avevo subodorato leggendo l'intervento di ma, questa è la conferma.
Un contesto che, in tutta franchezza, io non credo avrò mai la fortuna e il piacere di vivere.

Avatar utente
Varel
Maestro
Maestro
Messaggi: 8765
Iscritto il: 31 mar 2009, 19:31
Località: Bologna violenta

Re: Considerazioni sulle Gibson (prima di comprarne un'altra)

Messaggio da Varel » 01 feb 2011, 16:16

Lollo ha scritto:Il problema del bilanciamento dei bassi sorge soprattutto in un contesta di band: quei bassi che quando si suona da soli rendono tutto più piacevole ed equilibrato, posso rivelarsi fastidiosi in un collettivo, perchè la chitarra può non emergere (anche negli assoli) come dovrebbe, andando a sovrapporsi a certe frequenze che invece "spettano" al basso.... insomma il rischio è quello di creare un grosso pastone indistinto. Ma nulla che non si possa evitare con un'equalizzazione ed un soundcheck intelligenti
Dipende tutto da come si sfrutta, e poi questo può essere un fattore tanto negativo quanto positivo, per gli stessi motivi.

Avatar utente
James_
Maestro
Maestro
Messaggi: 2636
Iscritto il: 16 set 2009, 16:12
Località: Bologna

Re: Considerazioni sulle Gibson (prima di comprarne un'altra)

Messaggio da James_ » 01 feb 2011, 17:05

Io suggerisco di agire sui poli del singolo pickup per equalizzare il suono, in extremis :ciauz:
LA FUNZIONE "CERCA" E' TUA AMICA. |
POWERED BY: Immagine
Charvel | Gibson | Orange


Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti