Stratocaster American Standard: arrivata ma...

Le chitarre Fender
Corrystrat
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 131
Iscritto il: 17 dic 2010, 14:30

Stratocaster American Standard: arrivata ma...

Messaggio da Corrystrat » 05 apr 2012, 00:46

Ciao ragazzi, dopo mesi di risparmi e pure molti ripensamenti, oggi è arrivata a casa mia la Stratocaster American Standard 2011, destinata a fare compagnia alla Standard Mexico 2007. Con gioia ed euforia mi sono piombato sul pacco e ho iniziato a scartare, fino ad arrivare alla splendida custodia rettangolare e alla bella visione della Strato con ponte Vintage e manico lucidato.
Come avevo già immaginato in questi mesi, ho imbracciato la chitarra senza attaccarle subito il jack, per sentirla suonare da spenta. Il suono era buono, con il body bello vibrante come promesso dai tipi della Fender quando più volte ricordano che lo strato di vernice inferiore è stato assottigliato per una maggiore risonanza del legno. Ho allora voluto provare la chitarra nell'ampli... Gran bel suono, twang marcato e tanti armonici, ma qualcosa non mi quadrava del tutto... Mi sono accorto subito che il volume complessivo del suono lascia a desiderare, fino a costringermi a mettere l'ampli al massimo volume (un piccolo Ibanez da studio, che con la Mexico però fa il suo buon lavoro senza la necessità di mettere il volume quasi al limite).
Insomma, mi godevo il twang, gli armonici, il sustain eccellente, ma non mi sentivo soddisfatto... Ho posato l'americana, e ho subito preso la Mexico 2007: la suono da anni, ma passando all'altra chitarra avevo come uno strano lapsus... Vado per attaccarla all'ampli....... Una differenza SPAVENTOSA!! Non parlo di qualcosa di avvertibile solo da un orecchio allenato, come per alcuni video su YouTube in cui tra una Usa e una Mexico la differenza è di sfumature, qua la cosa è assurda e imbarazzante... Ho fatto ascoltare il confronto a mia madre, che di chitarre non sa nulla e infatti insisteva che non avrebbe saputo darmi un giudizio, ma quando ha sentito il confronto era shoccata pure lei!!
A questo punto, non capisco... Sono deluso e anche un po' disperato per i 929 euro spesi (c'era un'offerta in un sito famoso che non so se mi è permesso citare), e nel frattempo ho scoperto di avere davvero una Mexico fortissima...
Penso proprio che registrerò un sample per fare impressionare pure voi... Intanto, però, nella disperazione continuo a domandarmi: ma che avrà questa Usa per non avere volume? Guardando i pick up sembra che diversi poli siano troppo abbassati, per esempio il polo che sta sotto la terza corda è quasi rientrato, ma cos'altro potrebbe essere secondo voi?
Riguardo alla superiorità della Mexico, oltre al volume eccessivamente maggiore rispetto all'altra posso aggiungere che forse la batte perché il mio liutaio le ha fissato il ponte, assicurandomi che in questo modo la chitarra avrebbe guadagnato in twang.. Dite che è possibile che un ponte fissato possa fare questa differenza?

Giusto per concludere, vorrei ricapitolare i termini del confronto:

Stratocaster Mexico Standard 2007:
- Corde quasi marcescenti
- Ponte completamente fissato: usando la leva non è possibile ottenere alcun effetto
- Il body, che immagino sia realizzato in più di tre parti e che ha una verniciatura spessa, vibra con evidenza quando suono
- La suono mettendo il volume del piccolo ampli al 60% e va benissimo

Stratocaster American Standard 2011:
- Corde nuove (o di fabbrica, comunque)
- Ponte mobile (gioco con la leva a tirare ed abbassare ed è sensibilissimo)
- Il body vibra al massimo, più della Mexico
- Per un volume alto sono costretto a mettere il volume dell'ampli al 100% e non basta comunque

:pianto: :ciauz:


Avatar utente
mamasa
Maestro
Maestro
Messaggi: 3082
Iscritto il: 21 lug 2010, 16:08
Località: Melbourne, VIC, Australia

Re: Stratocaster American Standard: arrivata ma...

Messaggio da mamasa » 05 apr 2012, 11:12

Visto che da scollegata suona bene e vibra come si deve, mi viene da pensare che sia un discorso legato all'elettronica. Può darsi che siano i pickup troppo lontani dalle corde o che forse ci sia qualche problemino di circuiti e cablaggi. Però non saprei proprio, le mie sono solo supposizioni (probabilmente sbagliate) :senzasperanze:
Quello che puoi fare è portarla dal tuo liutatio e sentire che ne pensa, magari (te lo auguro) è una robetta che si sistema in un attimo. Cerca di fare il prima possibile in modo da essere ancora in tempo ad avvalerti del diritto di recesso nel caso fosse qualcosa di serio.
Tutti sanno dire "ti amo", ma pochi sanno dire "vuoi quei kiwi?".

Siccome Piove
Podcast Immagine

Avatar utente
Frank Flicker
Maestro
Maestro
Messaggi: 5930
Iscritto il: 10 mag 2007, 13:39
Località: bergamo/brescia

Re: Stratocaster American Standard: arrivata ma...

Messaggio da Frank Flicker » 05 apr 2012, 12:37

io prima sentirei il negozio, dovrebbe essere in garanzia.
poi mi viene in mente che potrebbe trattarsi della vicinanza dei pick up alle corde, prova a controllare che non siano troppo bassi

hai provato a usare un altro jack? non dovrebbe essere quello il problema, ma magari non fa bene contatto nella placchetta...

il ponte comunque ha solo le sellette vintage, perchè quello a due viti (una delle cose peggiori che potessero inventarsi alla fender) non è vintage, inoltre è decisamente troppo sensibile, proprio perchè non è quello vintage con sei viti...

Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Re: Stratocaster American Standard: arrivata ma...

Messaggio da ma200360 » 05 apr 2012, 13:13

Secondo me è una belinata, tipo una saldaturina da rifare o roba del genere. Non ci può essere una differenza di uscita così enorme fra le uscite dei due strumenti !

Prova a chiedere a Altro, vedrai che saprà certamente indicarti una soluzione.
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html

Avatar utente
Tritvr17
Maestro
Maestro
Messaggi: 5805
Iscritto il: 11 lug 2008, 11:00
Località: CT

Re: Stratocaster American Standard: arrivata ma...

Messaggio da Tritvr17 » 05 apr 2012, 13:35

Eh si, anch'io ho pensato a prima lettura a qualche saldaturina da rifare.. niente di grave (si spera). Comunque prova a chiedere ad Altro qui sul forum, e/o contatta qualche liutaio della tua zona anche solo per avere qualche parere.
"Mi piace il brivido della Vittoria, ma senza l'agonia della sconfitta questa é sicuramente meno gratificante"- D.Negreanu
"Il Tocco è come il Vino"- V.Distefano

La funzione "Cerca" è tua amica!!


Avatar utente
lux83
Maestro
Maestro
Messaggi: 3652
Iscritto il: 07 ott 2010, 20:26

Re: Stratocaster American Standard: arrivata ma...

Messaggio da lux83 » 05 apr 2012, 22:26

Io la porterei dal liutaio, sicuramente è una cosetta da nulla.
Non devi pensare di essere Townshend o Hendrix solo perché puoi fare wee wee wah wah o sfruttare altri trucchetti del mestiere. Prima devi conoscerla quella stronza. Devi portartela a letto. Devi dormire con lei, se non ci sono altre pulzelle in giro. Ha giusto la forma adatta. (Keith Richards)

Corrystrat
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 131
Iscritto il: 17 dic 2010, 14:30

Re: Stratocaster American Standard: arrivata ma...

Messaggio da Corrystrat » 06 apr 2012, 01:45

Ciao ragazzi, vi ringrazio per le risposte! Allora oggi sono andato subito dal liutaio. Ebbene, per fortuna si trattava della più semplice delle ipotesi da voi prospettate: i pick up erano regolati esageratamente bassi, per cui è bastata una piccola regolazione. Tra l'altro il liutaio non ha imprecato contro quelli della Fender (cosa che in rete leggiamo spesso per ogni setup di fabbrica "insolito"), anzi ha giustificato la scelta di una regolazione così bassa dei pick up dicendo che la casa madre ti imposta la chitarra in un certo modo che possa andare bene a chiunque, dopodiché ognuno sceglie il setup dello strumento che preferisce.
Adesso non c'è differenza di volume tra le mie due chitarre. Resta una differenza di timbro, per la quale però, come sottolineato dal liutaio stesso, entrano in ballo i gusti personali. Io resto innamorato del suono della mia prima chitarra, e purtroppo non riesco a godermi la nuova. Oggi ho suonato per un'ora e mezza, l'americana suona divinamente, ha pure più sustain dell'altra, ma i mie gusti mi spingono altrove. Per cui, potrà sembrarvi una pazzia, ma voglio venderla. Diversamente, resterebbe conservata da parte, perché suono soltanto l'altra. Pensate che ancora ha l'adesivo sul battipenna e le pellicole trasparenti perfettamente attaccate.... Ne approfitto per dirvi che la venderò, e a un buonissimo prezzo. Mi scuso se sto rischiando di fare spam, ma se qualcuno è interessato può contattarmi privatamente.

Avatar utente
Dinamite bla
Maestro
Maestro
Messaggi: 1158
Iscritto il: 15 lug 2007, 13:20

Re: Stratocaster American Standard: arrivata ma...

Messaggio da Dinamite bla » 06 apr 2012, 10:12

Ma scusa perchè non eserciti il diritto di recesso??? Dalla indietro al negozio e male che vada ti fai fare un buono..
Venderla come usato "ad un prezzo bassissimo" dopo un giorno di utilizzo, perdonami ma è da sciocchi... Butti nel c***o un sacco di soldi inutilmente!!!!
Contatta il negozio...digli che la ridai indietro.. E' legale, tranquillo.. :Very Happy:
Gibson CS Les Paul v.o.s. 1958
Fender CS Strat 1956 heavy relic

Dv Mark Bad Boy 120 + C4x12 Std
2x12 Vintage30
Orange Micro Terror

Strymon timeline
Brunetti Mercury Box
Suhr Riot
Suhr Shiba Drive
Carl Martin Plexitone
Boss CS-3
Nova Repeater
Nova Reverb
Vox V847 wah
Zoom MS70 cdr
Joyo vintage tremolo

Avatar utente
Frank Flicker
Maestro
Maestro
Messaggi: 5930
Iscritto il: 10 mag 2007, 13:39
Località: bergamo/brescia

Re: Stratocaster American Standard: arrivata ma...

Messaggio da Frank Flicker » 06 apr 2012, 10:27

Corrystrat ha scritto:Ebbene, per fortuna si trattava della più semplice delle ipotesi da voi prospettate: i pick up erano regolati esageratamente bassi, per cui è bastata una piccola regolazione.
centro! :campioni:
Corrystrat ha scritto:Adesso non c'è differenza di volume tra le mie due chitarre. Resta una differenza di timbro, per la quale però, come sottolineato dal liutaio stesso, entrano in ballo i gusti personali. Io resto innamorato del suono della mia prima chitarra, e purtroppo non riesco a godermi la nuova. Oggi ho suonato per un'ora e mezza, l'americana suona divinamente, ha pure più sustain dell'altra, ma i mie gusti mi spingono altrove. Per cui, potrà sembrarvi una pazzia, ma voglio venderla. Diversamente, resterebbe conservata da parte, perché suono soltanto l'altra.
non c'è niente di strano, le strato migliori sono ancora quelle con il ponte a sei viti e 21 tasti, insomma quelle "vintage". anche io sono passato da una mex a una usa deluxe e queste cose le ho provate direttamente. non ho mai capito perchè alla fender si ostinano a considerare le strato standard odierne come delle chitarre sulle quali apportare tutte le novità che vengono in mente... il risultato però non ho ancora capito a chi piace...

visto che ormai la spesa l'hai fatta, ti consiglio anche io di esercitare il diritto di recesso col negozio e se proprio vuoi una strato nuova provati una "american vintage", magari quella del '57 (non preoccuparti per il manico un po' più cicciotto, ti ci abitui subito), ma provala con le tue mani e scoprirai che è molto più simile alla tua mex, ma con un suono decisamente migliore.
te lo dico perchè alla fine comunque sulle mex i p.u. sono ceramici, diciamo che degradano molto il suono che la chitarra avrebbe con degli altri p.u.

a questo punto puoi anche considerare un semplice cambio di p.u. alla tua mex (anche in questo caso fidati della mia esperienza diretta)

Avatar utente
mamasa
Maestro
Maestro
Messaggi: 3082
Iscritto il: 21 lug 2010, 16:08
Località: Melbourne, VIC, Australia

Re: Stratocaster American Standard: arrivata ma...

Messaggio da mamasa » 06 apr 2012, 11:50

Corrystrat ha scritto:potrà sembrarvi una pazzia, ma voglio venderla.
:paura: Certo che è una pazzia! Dalla indietro col diritto di recesso! Quella è una chitarra ancora vendibilissima a prezzo pieno, se la vendi come usata ci rimetti un sacco di soldi!
Frank Flicker ha scritto:a questo punto puoi anche considerare un semplice cambio di p.u. alla tua mex (anche in questo caso fidati della mia esperienza diretta)
Quoto.
Tutti sanno dire "ti amo", ma pochi sanno dire "vuoi quei kiwi?".

Siccome Piove
Podcast Immagine

Avatar utente
James_
Maestro
Maestro
Messaggi: 2636
Iscritto il: 16 set 2009, 16:12
Località: Bologna

Re: Stratocaster American Standard: arrivata ma...

Messaggio da James_ » 06 apr 2012, 11:57

E non posti foto della nuova arrivata?
LA FUNZIONE "CERCA" E' TUA AMICA. |
POWERED BY: Immagine
Charvel | Gibson | Orange

Corrystrat
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 131
Iscritto il: 17 dic 2010, 14:30

Re: Stratocaster American Standard: arrivata ma...

Messaggio da Corrystrat » 06 apr 2012, 14:15

Il problema è che posso esercitare il diritto di recesso senza che la chitarra abbia difetti? Cioè è perfetta, per ridarla indietro non devo dimostrare che sia difettosa?

Un'altra cosa, mi si è presentato un problema che avevo sottovalutato: dei 4 cartoncini circa appesi al manico della chitarra quando l'ho estratta dall'imballo, me ne mancano due. Uno era rosso con scritto Fender e nient'altro, l'altro era piccolo quadrato con scritto "Fender, 1 year warranty" e basta. Dite che è un problema se non li ho più?

Avatar utente
Frank Flicker
Maestro
Maestro
Messaggi: 5930
Iscritto il: 10 mag 2007, 13:39
Località: bergamo/brescia

Re: Stratocaster American Standard: arrivata ma...

Messaggio da Frank Flicker » 06 apr 2012, 14:34

Corrystrat ha scritto:Il problema è che posso esercitare il diritto di recesso senza che la chitarra abbia difetti? Cioè è perfetta, per ridarla indietro non devo dimostrare che sia difettosa?
no
Corrystrat ha scritto: Un'altra cosa, mi si è presentato un problema che avevo sottovalutato: dei 4 cartoncini circa appesi al manico della chitarra quando l'ho estratta dall'imballo, me ne mancano due. Uno era rosso con scritto Fender e nient'altro, l'altro era piccolo quadrato con scritto "Fender, 1 year warranty" e basta. Dite che è un problema se non li ho più?
non credo, perchè i negozi poi rivendono l'articolo come "reso", a prezzo di ex-demo diciamo, quindi (se sono onesti) chi la comprerà spenderà qualche euro di meno, ma sarà consapevole che l'imballaggio originale (e quindi anche evntuali etichette e cartoncini) sarà stato "profanato".
comunque dipende molto dal negozio. non ti resta che chiedere!

Avatar utente
Dinamite bla
Maestro
Maestro
Messaggi: 1158
Iscritto il: 15 lug 2007, 13:20

Re: Stratocaster American Standard: arrivata ma...

Messaggio da Dinamite bla » 06 apr 2012, 17:28

Corrystrat ha scritto:Cioè è perfetta, per ridarla indietro non devo dimostrare che sia difettosa?
Assolutamente no.. non è un intervento di garanzia o sostituzione..è semplicemente un reso..
Frank Flicker ha scritto:non credo, perchè i negozi poi rivendono l'articolo come "reso", a prezzo di ex-demo diciamo, quindi (se sono onesti) chi la comprerà spenderà qualche euro di meno, ma sarà consapevole che l'imballaggio originale (e quindi anche evntuali etichette e cartoncini) sarà stato "profanato".
comunque dipende molto dal negozio. non ti resta che chiedere!
Mi ci gioco tutto che tanto la rivendono come nuova... :Very Happy: Ci sono delle chitarre in negozio lì da anni.. possono tranquillamente spacciarti un ex demo per una nuova che è "parcheggiata lì da un pò", quindi al prezzo del nuovo
Gibson CS Les Paul v.o.s. 1958
Fender CS Strat 1956 heavy relic

Dv Mark Bad Boy 120 + C4x12 Std
2x12 Vintage30
Orange Micro Terror

Strymon timeline
Brunetti Mercury Box
Suhr Riot
Suhr Shiba Drive
Carl Martin Plexitone
Boss CS-3
Nova Repeater
Nova Reverb
Vox V847 wah
Zoom MS70 cdr
Joyo vintage tremolo

Corrystrat
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 131
Iscritto il: 17 dic 2010, 14:30

Re: Stratocaster American Standard: arrivata ma...

Messaggio da Corrystrat » 07 apr 2012, 12:39

Grazie ancora ragazzi! Nell'ignoranza in materia di reso, vi chiedo un ultimo consiglio: se davvero dovessero farmi problemi per l'assenza dei due cartellini pubblicitari, potrei esigere il rimborso magari con un avvocato o non ci sarebbe niente da fare secondo voi?


Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite