Stratocaster american deluxe 50th anniversary

Le chitarre Fender
Avatar utente
Barbablues
Esperto
Esperto
Messaggi: 272
Iscritto il: 03 feb 2013, 20:56
Località: casemurate

Re: Stratocaster american deluxe 50th anniversary

Messaggio da Barbablues » 03 mag 2013, 17:31

non penserai mica di cavartela con due foto :diavolo:
:Very Happy:


Avatar utente
Dinamite bla
Maestro
Maestro
Messaggi: 1158
Iscritto il: 15 lug 2007, 13:20

Re: Stratocaster american deluxe 50th anniversary

Messaggio da Dinamite bla » 03 mag 2013, 19:30

Fino al prossimo concerto è il massimo che posso fare.. :Very Happy: :Very Happy:
Se vieni dalle mie parti, te la faccio provare personalmente con grande piacere!! :esatto:
Gibson CS Les Paul v.o.s. 1958
Fender CS Strat 1956 heavy relic

Dv Mark Bad Boy 120 + C4x12 Std
2x12 Vintage30
Orange Micro Terror

Strymon timeline
Brunetti Mercury Box
Suhr Riot
Suhr Shiba Drive
Carl Martin Plexitone
Boss CS-3
Nova Repeater
Nova Reverb
Vox V847 wah
Zoom MS70 cdr
Joyo vintage tremolo

Avatar utente
Barbablues
Esperto
Esperto
Messaggi: 272
Iscritto il: 03 feb 2013, 20:56
Località: casemurate

Re: Stratocaster american deluxe 50th anniversary

Messaggio da Barbablues » 03 mag 2013, 22:17

Dinamite bla ha scritto:Fino al prossimo concerto è il massimo che posso fare.. :Very Happy: :Very Happy:
Se vieni dalle mie parti, te la faccio provare personalmente con grande piacere!! :esatto:
Non dirlo due volte che ti prendo sul serio :Very Happy:

...però almeno dicci le tue impressioni e le differenze che hai notato rispetto all'altra
il manico è lo stesso? intendo il radius

Avatar utente
Dinamite bla
Maestro
Maestro
Messaggi: 1158
Iscritto il: 15 lug 2007, 13:20

Re: Stratocaster american deluxe 50th anniversary

Messaggio da Dinamite bla » 04 mag 2013, 17:23

Barbablues ha scritto:Non dirlo due volte che ti prendo sul serio :Very Happy:

...però almeno dicci le tue impressioni e le differenze che hai notato rispetto all'altra
il manico è lo stesso? intendo il radius
:Very Happy: :Very Happy: Oh quando vuoi sei il benvenuto, non scherzo mica ehh!!

Dunque, il radius è lo stesso (9,5) ma il manico e il feeling è completamente diverso... Prima di tutto questo è un c-modern, al contrario del V shape della BG.. La differenza? Questo è meno "sostanzioso" dell'altro, ma se dovessi descriverlo in una parola, direi BURRO.. :Very Happy:
I bending sono di una comodità spaventosa, e mentre con la BG ho iniziato a digerire quel manico dopo un 2-3 settimane intense, qui dopo 2 ore di prova dello strumento, mi sento già a casa... Sì insomma quello che mi ha fatto scegliere tra questa e la '62 è stata proprio la comodità del manico.. E' sicuramente più comoda di una delle due custom shop (la famosa masterbuilt) che ho provato dal mio amico negoziante. L'altra era una custom shop '60 relic, che rimane il mio sogno proibitissimo.. :Very Happy:
Il corpo mi sembra, a sensazione, un filo più piccolo e sottile della buddy, e pesa quasi la metà. Certamente meno bello il top (si sa che il frassino esteticamente è il massimo), però anche questa è molto molto bella da vedere, e le meccaniche dorate ci stanno a pennello.
Il ragazzo da cui l'ho presa non la teneva benissimo (l'ho smontata pezzo pezzo per pulirla a fondo ed è tornata nuova), ma in compenso, avendola tenuta spesso fuori dall'astuccio, le plastiche si sono ingiallite meravigliosamente, fino a raggiungere un leggero beige.. veramente bellissimo.. nulla a che vedere con il tamarrissimo battipenna madreperlato della buddy.. :Very Happy: :Very Happy:
Passando al suono.. non posso ancora esprimermi perchè non sono ancora stato in sala con il mio Mesa, ma l'ho provata solo a casa con l'ibanez schifoso che uso per studiare.. e già da qui è un'altra cosa.. Il punto debole della buddy erano quei maledettissimi lace sensor.. pick up che fino alla fine capisci come far più o meno suonare.. ma il cui timbro un pò plasticoso e "pompato" (sono attivi) non ho mai digerito troppo..
Qui siamo al vero suono strato, vintage al punto giusto, e con una miriade di possibilità date dallo switch s1. Qualche giorno fa c'era una discussione su accordo proprio su questo sistema, con pareri favorevoli e altri meno.. Io non posso ancora esprimermi coscienziosamente.. ma da quanto ho ascoltato mi sembrano tutti timbri assolutamente utilizzabili!!! I suoni di base sono sempre quelli della strato, un pò mischiati e rielaborati tra di loro, per dare magari più bassi in certe posizioni, o più potenza in altre... insomma credo sia una soluzione molto molto interessante, ma che mi riservo di approfondire nelle prossime settimane..
Per ora il giudizio è assolutamente positivo (al contrario della buddy che non mi aveva iniziamente convinto al 100%).
Certo non possiamo ancora parlare di colpo di fulmine, perchè non l'ho provata sul mesa.. :Very Happy:
Ma vi terrò aggiornati!!
Gibson CS Les Paul v.o.s. 1958
Fender CS Strat 1956 heavy relic

Dv Mark Bad Boy 120 + C4x12 Std
2x12 Vintage30
Orange Micro Terror

Strymon timeline
Brunetti Mercury Box
Suhr Riot
Suhr Shiba Drive
Carl Martin Plexitone
Boss CS-3
Nova Repeater
Nova Reverb
Vox V847 wah
Zoom MS70 cdr
Joyo vintage tremolo

Avatar utente
Frank Flicker
Maestro
Maestro
Messaggi: 5930
Iscritto il: 10 mag 2007, 13:39
Località: bergamo/brescia

Re: Stratocaster american deluxe 50th anniversary

Messaggio da Frank Flicker » 04 mag 2013, 19:44

Bene bene!
Ma come ti trovi con i SCN?


Avatar utente
Dinamite bla
Maestro
Maestro
Messaggi: 1158
Iscritto il: 15 lug 2007, 13:20

Re: Stratocaster american deluxe 50th anniversary

Messaggio da Dinamite bla » 04 mag 2013, 19:57

Frank Flicker ha scritto:Bene bene!
Ma come ti trovi con i SCN?
Prima di prenderla mi sono consultato con il mio ex maestro e amico fidato, che ha sempre una deluxe 50th ma con tastiera in palissandro (preso da un'altra deluxe perchè la 50th esiste solo con l'acero). Vabè lui è un professionista, bravissimo e inarrivabile chiaramente.. :Very Happy: :Very Happy:
Suona veramente di tutto, dal funky al blues al pop fino alla fusion (il suo genere principale, sul quale ha inciso un paio di dischi)..
Mi diceva che il punto di forza della deluxe di quegli anni sono proprio i pick up SCN, una perfetta metà strada tra vintage e moderno.. e infatti questa cosa un pò si sente.. a me sembrano veramente eccellenti.. assolutamente nulla a che vedere con i lace...!! come ho detto, devo sentire il tutto alla perfezione sul Mesa, ma da quanto ho avuto modo di provare, mi piacciono davvero tanto..!!
Mi hanno dato la stessa impressione dei fat50, cioè ottimo compromesso tra squillante e "fat"..
Gibson CS Les Paul v.o.s. 1958
Fender CS Strat 1956 heavy relic

Dv Mark Bad Boy 120 + C4x12 Std
2x12 Vintage30
Orange Micro Terror

Strymon timeline
Brunetti Mercury Box
Suhr Riot
Suhr Shiba Drive
Carl Martin Plexitone
Boss CS-3
Nova Repeater
Nova Reverb
Vox V847 wah
Zoom MS70 cdr
Joyo vintage tremolo

Avatar utente
Barbablues
Esperto
Esperto
Messaggi: 272
Iscritto il: 03 feb 2013, 20:56
Località: casemurate

Re: Stratocaster american deluxe 50th anniversary

Messaggio da Barbablues » 04 mag 2013, 20:40

Proprio bella complimentissimi, mi fai un invidia.... :Very Happy:

Avatar utente
Dinamite bla
Maestro
Maestro
Messaggi: 1158
Iscritto il: 15 lug 2007, 13:20

Re: Stratocaster american deluxe 50th anniversary

Messaggio da Dinamite bla » 04 mag 2013, 20:45

Barbablues ha scritto:Proprio bella complimentissimi, mi fai un invidia.... :Very Happy:
Bhe ti ringrazio...!! :Very Happy: :Very Happy:
Però qui sotto ci sono anni di risparmi, ehh..!! :beer:
Gibson CS Les Paul v.o.s. 1958
Fender CS Strat 1956 heavy relic

Dv Mark Bad Boy 120 + C4x12 Std
2x12 Vintage30
Orange Micro Terror

Strymon timeline
Brunetti Mercury Box
Suhr Riot
Suhr Shiba Drive
Carl Martin Plexitone
Boss CS-3
Nova Repeater
Nova Reverb
Vox V847 wah
Zoom MS70 cdr
Joyo vintage tremolo

Avatar utente
Barbablues
Esperto
Esperto
Messaggi: 272
Iscritto il: 03 feb 2013, 20:56
Località: casemurate

Re: Stratocaster american deluxe 50th anniversary

Messaggio da Barbablues » 05 mag 2013, 00:11

Dinamite bla ha scritto:
Barbablues ha scritto:Proprio bella complimentissimi, mi fai un invidia.... :Very Happy:
Bhe ti ringrazio...!! :Very Happy: :Very Happy:
Però qui sotto ci sono anni di risparmi, ehh..!! :beer:
Non ne dubito, purtroppo io ho anni di Equitalia :Very Happy:
Ormai la parola "risparmio" è diventata un miraggio, io faccio l'artigiano e negli ultimi due anni lo stato vuole più soldi di quello che guadagno....ma parliamo di chitarre che è meglio :pianto:

Avatar utente
Barbablues
Esperto
Esperto
Messaggi: 272
Iscritto il: 03 feb 2013, 20:56
Località: casemurate

Re: Stratocaster american deluxe 50th anniversary

Messaggio da Barbablues » 06 mag 2013, 23:34

Va beh sto GAS da Strato mi stava asfissiando peggio del fisco.......quindi ho permutato la MIA chitarra, un Ibanez Musician di grande valore, oltre che per la qualità dello strumeto, per il legame affettivo, visto che era con me da 31 anni e è stata la mia prima chitarra elettrica :pianto:

.....con una Standard con il sombrero e i Tex Mex

spero di non aver fatto un altra ca@@ata :senzasperanze: sicuramente non ho fatto un affare economico, ma almeno in due giorni ho fatto tutto e in attesa di tempi migliori e per una CS spero che con qualche ritocco possa darmi qualche soddisfazione.

Avatar utente
Varel
Maestro
Maestro
Messaggi: 8765
Iscritto il: 31 mar 2009, 19:31
Località: Bologna violenta

Re: Stratocaster american deluxe 50th anniversary

Messaggio da Varel » 07 mag 2013, 07:50

Permutare una qualsiasi chitarra per una stratocaster non può mai essere una scelta sbagliata :cool:

Scherzi a parte, non mi sembri molto entusiasta della cosa. Io fossi in te non starei a pensare a strumenti di "rango più elevato", una Stratocaster CS è uno strumento di lusso, e uno strumento di qualità superiore non è detto che sia solo per questo la scelta migliore.
Io ultimamente ogni volta che sbavo per qualche strumento nuovo do di piglio alla mia normalissima e del tutto imperfetta standard, e mi convinco immediatamente che non esiste chitarra elettrica con cui potrei trovarmi meglio.
Non sono neanche del tutto a favore di questa ricerca forsennata dello strumento perfetto. Penso che una parte importante la giochi non tanto il trovare lo strumento che fa per noi, quanto l'imparare ad amarlo e apprezzarlo con il tempo.

Avatar utente
Dinamite bla
Maestro
Maestro
Messaggi: 1158
Iscritto il: 15 lug 2007, 13:20

Re: Stratocaster american deluxe 50th anniversary

Messaggio da Dinamite bla » 07 mag 2013, 08:49

Varel ha scritto:Permutare una qualsiasi chitarra per una stratocaster non può mai essere una scelta sbagliata :cool:

Scherzi a parte, non mi sembri molto entusiasta della cosa. Io fossi in te non starei a pensare a strumenti di "rango più elevato", una Stratocaster CS è uno strumento di lusso, e uno strumento di qualità superiore non è detto che sia solo per questo la scelta migliore.
Io ultimamente ogni volta che sbavo per qualche strumento nuovo do di piglio alla mia normalissima e del tutto imperfetta standard, e mi convinco immediatamente che non esiste chitarra elettrica con cui potrei trovarmi meglio.
Non sono neanche del tutto a favore di questa ricerca forsennata dello strumento perfetto. Penso che una parte importante la giochi non tanto il trovare lo strumento che fa per noi, quanto l'imparare ad amarlo e apprezzarlo con il tempo.
E' giusto... però chiariamo qualcosa.. Non è che non sia entusiasta, anzi.!! dopo 3 o 4 giorni di utlizzo la deluxe mi piace sempre di puù, e ho già la consapevolezza che si tratti della migliore strato che abbia mai posseduto. La mia "fissazione" per la strato custom shop '60 deriva dal fatto che ho avuto occasione di provarla. Aveva un suono perfetto e bilanciato, con un feeling unico. Quello fu un vero colpo di fulmine..
Per quanto riguarda l'inutilità della ricerca dello strumento perfetto.. bhe... io se ho qualcosa che nel mio strumento non mi convince, non imparo affatto ad apprezzarlo.. anzi tendo a farmi suggestionare dal pensiero che qualcosa magari non va, amplificandolo a tal punto da costringermi a venderlo. Purtroppo ci sono cose (come il manico, la tastiera o il peso del body..fino naturalmente ai pick up e al suono in generale) che non puoi "farti piacere".. o ti ci trovi o no.. e te lo dice uno che generalmente riesce ad abituarsi a qualsiasi tipo di manico, pure quello della scopa.. :ciao: La BG purtroppo aveva dei pro e dei contro.. sicuramente era bellissima esteticamente, precisa, vintage al punto giusto. I contro erano i lace sensor (pessimi, dopo aver sentito i SCN), il peso indecente, una tastiera molto molto dura.
No comunque posso spezzare una lancia a favore della nuova arrivata.. E' bellissima e per ora ne sono davvero entusiasta.
Non mi lascia quei dubbi che invece faceva la buddy guy, e non credo sarà la chitarra "comprata e rivenduta dopo il famoso nanosecondo"
Gibson CS Les Paul v.o.s. 1958
Fender CS Strat 1956 heavy relic

Dv Mark Bad Boy 120 + C4x12 Std
2x12 Vintage30
Orange Micro Terror

Strymon timeline
Brunetti Mercury Box
Suhr Riot
Suhr Shiba Drive
Carl Martin Plexitone
Boss CS-3
Nova Repeater
Nova Reverb
Vox V847 wah
Zoom MS70 cdr
Joyo vintage tremolo

Avatar utente
Barbablues
Esperto
Esperto
Messaggi: 272
Iscritto il: 03 feb 2013, 20:56
Località: casemurate

Re: Stratocaster american deluxe 50th anniversary

Messaggio da Barbablues » 07 mag 2013, 10:08

Forse Varel si riferiva al mio intervento, colpa mia che ho sporcato il topic, appena mi arriva ne apro uno anche perchè avrò bisogno dei vostri consigli :Very Happy:

@Dinamite, direi che le tue Strato sono già di ottimo livello, non so quanto si possano notare le differenze tra una De luxe e una CS a livello pratico, certo che se parliamo di chitarre fatte con legni diversi, manici differenti e non ultimo PU diversi, allora immagino che le differenze si notino eccome, secondo me hai fatto benissimo a cambiarla :applauso:

@Varel, sono d'accordissimo su quello che dici, anzi penso che nelle versioni Standard o di serie, ci siano scelte meno estreme e che con più facilità accontentano un pò tutti....e poi anche le CS alla fine sono fatte in serie a meno che uno non se la faccia fare su misura, ma a parte il costo, non è mica facile sapere come, bisognerebbe averle provate un po tutte

Io penso che se di base la chitarra ha dei buoni legni e un manico che ci piace, una bel setup fatto bene con cura, qualche upgrade mirato e magari una vernciatura personalizzata per quelli come me a cui piacciono gli esemplari unici, e il risultato finale potrebbe essere già la chitarra "definitiva"....almeno spero, perchè io non sono certo uno che le cambia spesso :Very Happy:

Tornando in topic, la chitarra nuova di Dinamite a me fa impazzire, l'unica cosa che non mi piace sono le meccaniche e ponte dorate, ma so per esperienza personale (l'ho già fatto) che volendo tornano bianche, basta spazzolarle e la patina dorata sparisce, in pratica è il trattamento che si usa per lucidare a mano l'acciaio inox, poi ci sono anche acidi decappanti che vengono usati anche per i relic

Avatar utente
Varel
Maestro
Maestro
Messaggi: 8765
Iscritto il: 31 mar 2009, 19:31
Località: Bologna violenta

Re: Stratocaster american deluxe 50th anniversary

Messaggio da Varel » 07 mag 2013, 10:41

Ah sì, scusami Dinamite, mi riferivo al post del buon Barba, ormai non ci sto più dietro alle tue stratocaster :Very Happy:
Sia ben chiaro che son d'accordo con te eh, quello che volevo dire è che "il colpo di fulmine" spesso si esaurisce in breve tempo, e se è vero che essere subito convinti dello strumento è importante, non è assolutamente indispensabile: il vero amore si costruisce negli anni, anche parlando di chitarre.
Insomma, non penso che con la mia strato di base mi ci trovassi esattamente da dio, sapevo a stento da che parte si imbracciava ai tempi, ma ci son cresciuto insieme e tutto il mio modo di suonare la chitarra elettrica si è plasmato su quella chitarra.
Il che non vuol dire che bisogna adattarsi allo strumento, sia chiaro, solo che la ricerca dello strumento tecnicamente giusto è utile fino a un certo punto.
D'altra parte non si può pretendere di avere un'ottima relazione con una signora, fosse anche la donna migliore del mondo, se non la si impara a conoscere.

Avatar utente
Barbablues
Esperto
Esperto
Messaggi: 272
Iscritto il: 03 feb 2013, 20:56
Località: casemurate

Re: Stratocaster american deluxe 50th anniversary

Messaggio da Barbablues » 07 mag 2013, 10:55

Varel ha scritto:Ah sì, scusami Dinamite, mi riferivo al post del buon Barba, ormai non ci sto più dietro alle tue stratocaster :Very Happy:
Sia ben chiaro che son d'accordo con te eh, quello che volevo dire è che "il colpo di fulmine" spesso si esaurisce in breve tempo, e se è vero che essere subito convinti dello strumento è importante, non è assolutamente indispensabile: il vero amore si costruisce negli anni, anche parlando di chitarre.
Insomma, non penso che con la mia strato di base mi ci trovassi esattamente da dio, sapevo a stento da che parte si imbracciava ai tempi, ma ci son cresciuto insieme e tutto il mio modo di suonare la chitarra elettrica si è plasmato su quella chitarra.
Il che non vuol dire che bisogna adattarsi allo strumento, sia chiaro, solo che la ricerca dello strumento tecnicamente giusto è utile fino a un certo punto.
D'altra parte non si può pretendere di avere un'ottima relazione con una signora, fosse anche la donna migliore del mondo, se non la si impara a conoscere.
Parole sagge!
qui andiamo sul campo personale, c'è chi topo 3 mesi si stufa di qualsiasi donna e chi ne ha scelta una e è per la vita.....ma non saprà mai cosa si è perso :Very Happy:
Il paragone con le chitarre calza a pennello, infatti ero indciso se vendere la Cort nuova o L'ibanez vecchia, la prima ha un manico per me favoloso, con la seconda al contrario con il manico non mi ci sono mai trovato bene ma a livello sonoro un altro pianeta.....alla fine ho scelto il feeling con lo strumento, sul suono ci lavorerò e magari quando riuscirà a stagionare il legno sotto gli 8 cm di vernice, magari migliora da solo :Very Happy:


Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti