Università e chitarra

Tutte le discussioni fuori contesto
Rispondi
metal-guitarist
Esperto
Esperto
Messaggi: 431
Iscritto il: 24 ago 2007, 14:34
Località: RC

Università e chitarra

Messaggio da metal-guitarist » 07 set 2010, 14:17

Quest'anno inizio il quinto anno di liceo e sto inizindo a farmi un'idea su quale facoltà scegliere all'università...
Io però voglio continuare a suonare e provare a fare strada con lo strumento...perché suonare é una passione vera e travolgente..
Che facoltà stimolanti ci sono per un giovane rocker? :)
"Mi sono deciso a ricominciare da capo. Verso la California con un dolore nel cuore." Led Zeppelin


Avatar utente
Varel
Maestro
Maestro
Messaggi: 8765
Iscritto il: 31 mar 2009, 19:31
Località: Bologna violenta

Re: Università e chitarra

Messaggio da Varel » 07 set 2010, 14:22

No, ma tu adesso devi spiegarmi cosa c'entra la chitarra con l'università? xD

Avatar utente
ChildsPlay
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 136
Iscritto il: 03 lug 2010, 15:25
Località: Milano

Re: Università e chitarra

Messaggio da ChildsPlay » 07 set 2010, 14:27

Penso che stia chiedendo informazione su una qualche scuola dopo il liceo che abbia a che fare con la musica e in particolare con la chitarra :Very Happy:

io personalmente dopo il liceo pensavo di fare una scuola seria di liuteria, ma non penso possa interessarti

metal-guitarist
Esperto
Esperto
Messaggi: 431
Iscritto il: 24 ago 2007, 14:34
Località: RC

Re: Università e chitarra

Messaggio da metal-guitarist » 07 set 2010, 14:31

Varel ha scritto:No, ma tu adesso devi spiegarmi cosa c'entra la chitarra con l'università? xD
Conciliare chitarra e università, facoltà dove si studia la storia del rock o altro, che abbiano a che vedere con la musica.
"Mi sono deciso a ricominciare da capo. Verso la California con un dolore nel cuore." Led Zeppelin

Avatar utente
Varel
Maestro
Maestro
Messaggi: 8765
Iscritto il: 31 mar 2009, 19:31
Località: Bologna violenta

Re: Università e chitarra

Messaggio da Varel » 07 set 2010, 15:14

Ah capito, boh non ne conosco.
Però se vuoi il consiglio di uno che ha fatto la scelta giusta, tieni chitarra e studio universitario separati: con la chitarra non si mangia, e se non si mangia non parliamo proprio di pagare strumentazioni. La musica è una passione costosa, che una laurea in musicologia non può alimentare.


Avatar utente
odos
Maestro
Maestro
Messaggi: 2733
Iscritto il: 21 gen 2008, 20:33

Re: Università e chitarra

Messaggio da odos » 07 set 2010, 15:26

Per mia esperienza ti dico di non credere a due cose: 1. porto avanti parallelamente università e studio della chitarra 2. con la musica non si mangia.

La prima è un'illusione: o ti dedichi allo studio universitario o a quello della musica, le persone che conosco e che hanno scelto la seconda fanno quello di lavoro, io invece non faccio nè quello per cui ho studiato nè il musicista.
La seconda è vera solo in Italia. All'estero esistono centinaia di scuole o univesristà che ti formano come musicista, il che non significa che diventi Micheal Jackson, ma che lavorerai con la musica.

Se poi lavorare come musicista non ti interessa, allora è un'altra storia, esistono tanti buoni istituti (privati) anche in Italia.
Le mie Jam su Neesk:

Podcast


"...in ognuno di noi dorme un genio. E sta sveglio un idiota"

Avatar utente
matte92or
Esperto
Esperto
Messaggi: 572
Iscritto il: 11 dic 2009, 21:30

Re: Università e chitarra

Messaggio da matte92or » 07 set 2010, 15:36

odos ha scritto:Per mia esperienza ti dico di non credere a due cose: 1. porto avanti parallelamente università e studio della chitarra 2. con la musica non si mangia.

La prima è un'illusione: o ti dedichi allo studio universitario o a quello della musica, le persone che conosco e che hanno scelto la seconda fanno quello di lavoro, io invece non faccio nè quello per cui ho studiato nè il musicista.
La seconda è vera solo in Italia. All'estero esistono centinaia di scuole o univesristà che ti formano come musicista, il che non significa che diventi Micheal Jackson, ma che lavorerai con la musica.

Se poi lavorare come musicista non ti interessa, allora è un'altra storia, esistono tanti buoni istituti (privati) anche in Italia.
io conosco solo la scuola di donato begotti che magari per voi che ne conoscete tante altre è la più brutta xD

http://www.rockguitaracademy.com/corsi.asp
Immagine
Immagine
Immagine

metal-guitarist
Esperto
Esperto
Messaggi: 431
Iscritto il: 24 ago 2007, 14:34
Località: RC

Re: Università e chitarra

Messaggio da metal-guitarist » 07 set 2010, 15:42

odos ha scritto:Per mia esperienza ti dico di non credere a due cose: 1. porto avanti parallelamente università e studio della chitarra 2. con la musica non si mangia.

La prima è un'illusione: o ti dedichi allo studio universitario o a quello della musica, le persone che conosco e che hanno scelto la seconda fanno quello di lavoro, io invece non faccio nè quello per cui ho studiato nè il musicista.
La seconda è vera solo in Italia. All'estero esistono centinaia di scuole o univesristà che ti formano come musicista, il che non significa che diventi Micheal Jackson, ma che lavorerai con la musica.

Se poi lavorare come musicista non ti interessa, allora è un'altra storia, esistono tanti buoni istituti (privati) anche in Italia.
Io non voglio formarmi come musicista completo e seguire noiosi corsi e finire per ritrovarmi a suonare quello che non mi attira... voglio suonare bene la musica che mi piace..e provare a dire la mia con quella.
Un mio amico é dentista e comunque fa le sue serate e si diverte..e suona davvero bene...se gli interessi principali sono due (studi universitari e dello strumento) si possa riuscire a portarli avanti..
"Mi sono deciso a ricominciare da capo. Verso la California con un dolore nel cuore." Led Zeppelin

metal-guitarist
Esperto
Esperto
Messaggi: 431
Iscritto il: 24 ago 2007, 14:34
Località: RC

Re: Università e chitarra

Messaggio da metal-guitarist » 07 set 2010, 15:49

Varel ha scritto:Ah capito, boh non ne conosco.
Però se vuoi il consiglio di uno che ha fatto la scelta giusta, tieni chitarra e studio universitario separati: con la chitarra non si mangia, e se non si mangia non parliamo proprio di pagare strumentazioni. La musica è una passione costosa, che una laurea in musicologia non può alimentare.
Che scelta giusta hai fatto?
"Mi sono deciso a ricominciare da capo. Verso la California con un dolore nel cuore." Led Zeppelin

Avatar utente
Varel
Maestro
Maestro
Messaggi: 8765
Iscritto il: 31 mar 2009, 19:31
Località: Bologna violenta

Re: Università e chitarra

Messaggio da Varel » 07 set 2010, 16:44

Ma io ci riesco perfettamente a studiare per l'università e, a parte, studiare in modo costante chitarra. Certo, ogni tanto bisogna tirare di caffè, semmai, ma quando si è visto lo studio facile?
Poi resta il fatto che fare carriera con la musica e rendersi indipendenti economicamente ora come ora è quasi impossibile, tanto in Italia, quanto in Francia, o in Spagna, o in Irlanda o in Inghilterra. Lavorare in quel campo senza ambizioni immense è un altro paio di maniche, ma come dicevo, la musica costa.
metal-guitarist ha scritto:
Varel ha scritto:Ah capito, boh non ne conosco.
Però se vuoi il consiglio di uno che ha fatto la scelta giusta, tieni chitarra e studio universitario separati: con la chitarra non si mangia, e se non si mangia non parliamo proprio di pagare strumentazioni. La musica è una passione costosa, che una laurea in musicologia non può alimentare.
Che scelta giusta hai fatto?
Ho scelto di studiare in modo da trovare un lavoro ben retribuito con relativa facilità, tenendo la musica al sicuro, ben chiusa nell'amena vallata delle passioni, lungo il sentiero fatato degli hobbies, continuando a studiarla in modo approfondito e con dedizione. Probabilmente la musica non sarà mai il mio mestiere, ma questo non mi impedirà certamente di essere un buon musicista.

Avatar utente
odos
Maestro
Maestro
Messaggi: 2733
Iscritto il: 21 gen 2008, 20:33

Re: Università e chitarra

Messaggio da odos » 07 set 2010, 17:56

metal-guitarist ha scritto: Io non voglio formarmi come musicista completo e seguire noiosi corsi e finire per ritrovarmi a suonare quello che non mi attira... voglio suonare bene la musica che mi piace..e provare a dire la mia con quella.
Un mio amico é dentista e comunque fa le sue serate e si diverte..e suona davvero bene...se gli interessi principali sono due (studi universitari e dello strumento) si possa riuscire a portarli avanti..
rimarrà un buon hobby...


Varel ha scritto: Poi resta il fatto che fare carriera con la musica e rendersi indipendenti economicamente ora come ora è quasi impossibile, tanto in Italia, quanto in Francia, o in Spagna, o in Irlanda o in Inghilterra. Lavorare in quel campo senza ambizioni immense è un altro paio di maniche, ma come dicevo, la musica costa.

.
ma guarda che è un dato di fatto che in quei paesi sia contemplata la scelta della carriera del musicista, quindi studiare musica e mantenerti con quello dopo. In Germania università di questo tipo sono addirittura pubbliche (Musikhochschule, con tasse che arrivano ad un massimo di 300 euro l'anno). Uno dei migliori chitarristi Jazz oggi in circolazione (Kurt Rosenwinkel, americano) insegna all'università pubblica di Berlino. Tutti quelli che conosco che sono usciti da quelle università si mantengono con la musica, ma non nel senso che si arrangiano qua e là, ma proprio nel senso che è il loro lavoro. Peccato per solo averlo scoperto in tarda età

se poi si sta parlando di hobby il discorso è diverso, ma allora che senso ha tirare in ballo l'università?

e comunque non ci credo proprio più che se uno prende qualche lezione, lavorando, studiando e chissà che altro, diventerà bravo e riuscirà ad esprimere chissacchè (dove e come dovrebbe accadere questo?)
Le mie Jam su Neesk:

Podcast


"...in ognuno di noi dorme un genio. E sta sveglio un idiota"

metal-guitarist
Esperto
Esperto
Messaggi: 431
Iscritto il: 24 ago 2007, 14:34
Località: RC

Re: Università e chitarra

Messaggio da metal-guitarist » 08 set 2010, 10:22

Varel ha scritto:Ma io ci riesco perfettamente a studiare per l'università e, a parte, studiare in modo costante chitarra. Certo, ogni tanto bisogna tirare di caffè, semmai, ma quando si è visto lo studio facile?
Poi resta il fatto che fare carriera con la musica e rendersi indipendenti economicamente ora come ora è quasi impossibile, tanto in Italia, quanto in Francia, o in Spagna, o in Irlanda o in Inghilterra. Lavorare in quel campo senza ambizioni immense è un altro paio di maniche, ma come dicevo, la musica costa.
metal-guitarist ha scritto:
Varel ha scritto:Ah capito, boh non ne conosco.
Però se vuoi il consiglio di uno che ha fatto la scelta giusta, tieni chitarra e studio universitario separati: con la chitarra non si mangia, e se non si mangia non parliamo proprio di pagare strumentazioni. La musica è una passione costosa, che una laurea in musicologia non può alimentare.
Che scelta giusta hai fatto?
Ho scelto di studiare in modo da trovare un lavoro ben retribuito con relativa facilità, tenendo la musica al sicuro, ben chiusa nell'amena vallata delle passioni, lungo il sentiero fatato degli hobbies, continuando a studiarla in modo approfondito e con dedizione. Probabilmente la musica non sarà mai il mio mestiere, ma questo non mi impedirà certamente di essere un buon musicista.
Sono d'accordo con te Varel, infatti ho pensato anche di scegliere medicina e proseguire sulla scia di mio padre. Lavoro ben retribuito, strutture mediche e alcuni clienti già pronti.
D'accordo anche nel fatto che è possibile diventare un buoni musicisti senza per forza farne una professione. Anzi, preferisco questo, non voglio diventare un turnista o un operaio della musica... voglio esprimermi con la massima libertà, suonare quello che sento e che mi piace, sono scettico nel concepire l'arte ANCHE come una professione...
Non voglio suonare anche la merda per evitare di ritrovarmi sotto un ponte.
e comunque non ci credo proprio più che se uno prende qualche lezione, lavorando, studiando e chissà che altro, diventerà bravo e riuscirà ad esprimere chissacchè (dove e come dovrebbe accadere questo?)
E perchè mai? Ogni musicista deve essere un jazzista iperpreparato per trasmettere emozioni? Molti grandi chitarristi non hanno molte basi di teoria oppure non sono abili nel destreggiarsi con tutti i generi della musica, eppure son grandi chitarristi, che rimarranno per sempre nella storia.
"Mi sono deciso a ricominciare da capo. Verso la California con un dolore nel cuore." Led Zeppelin

Avatar utente
TheSilentEnigma
Esperto
Esperto
Messaggi: 283
Iscritto il: 16 mag 2010, 13:03
Località: Napoli

Re: Università e chitarra

Messaggio da TheSilentEnigma » 08 set 2010, 11:42

metal-guitarist ha scritto:Sono d'accordo con te Varel, infatti ho pensato anche di scegliere medicina e proseguire sulla scia di mio padre. Lavoro ben retribuito, strutture mediche e alcuni clienti già pronti.
Ti invito a riflettere: essere medici significa avere delle vite nelle proprie mani, non dei soldi!
Una professione, anzi, una missione come quella del medico, richiede tempo e passione, soprattutto passione.
Trovo semplicemente assurdo ridurre tutto ciò ad una mera questione economica; inoltre, il medico è un qualcosa a cui dedicare tutto il tempo a propria disposizione, proprio in virtù del fatto che è una missione, uno stile di vita!
Ti dico ciò perchè questo è il mio sogno, e proprio ieri ho appreso di aver superato i test di ammissione a Medicina e Chirurgia; per raggiungere questo risultato ho studiato parallelamente al liceo per un anno (solare), facendo dei sacrifici non indifferenti.
Cosimino ha scritto:Devo ancora imparare a suonare, magari dopo imparerò a suonare senza guardare! :Very Happy:

Avatar utente
Varel
Maestro
Maestro
Messaggi: 8765
Iscritto il: 31 mar 2009, 19:31
Località: Bologna violenta

Re: Università e chitarra

Messaggio da Varel » 08 set 2010, 14:43

odos ha scritto:
metal-guitarist ha scritto: Io non voglio formarmi come musicista completo e seguire noiosi corsi e finire per ritrovarmi a suonare quello che non mi attira... voglio suonare bene la musica che mi piace..e provare a dire la mia con quella.
Un mio amico é dentista e comunque fa le sue serate e si diverte..e suona davvero bene...se gli interessi principali sono due (studi universitari e dello strumento) si possa riuscire a portarli avanti..
rimarrà un buon hobby...


Varel ha scritto: Poi resta il fatto che fare carriera con la musica e rendersi indipendenti economicamente ora come ora è quasi impossibile, tanto in Italia, quanto in Francia, o in Spagna, o in Irlanda o in Inghilterra. Lavorare in quel campo senza ambizioni immense è un altro paio di maniche, ma come dicevo, la musica costa.

.
ma guarda che è un dato di fatto che in quei paesi sia contemplata la scelta della carriera del musicista, quindi studiare musica e mantenerti con quello dopo. In Germania università di questo tipo sono addirittura pubbliche (Musikhochschule, con tasse che arrivano ad un massimo di 300 euro l'anno). Uno dei migliori chitarristi Jazz oggi in circolazione (Kurt Rosenwinkel, americano) insegna all'università pubblica di Berlino. Tutti quelli che conosco che sono usciti da quelle università si mantengono con la musica, ma non nel senso che si arrangiano qua e là, ma proprio nel senso che è il loro lavoro. Peccato per solo averlo scoperto in tarda età

se poi si sta parlando di hobby il discorso è diverso, ma allora che senso ha tirare in ballo l'università?

e comunque non ci credo proprio più che se uno prende qualche lezione, lavorando, studiando e chissà che altro, diventerà bravo e riuscirà ad esprimere chissacchè (dove e come dovrebbe accadere questo?)
Ma guarda che anche se fai il conservatorio in italia, poi ti mantieni con la musica eh. Anche se frequenti una delle tantissime e bellissime università musicali, dopo vivi con la musica. Ma se hai aspirazioni elevate, la musica non va bene, semplicemente perché è difficile eccellere al punto da emergere davvero, in tutti i suoi campi.

Avatar utente
Frusciante
Maestro
Maestro
Messaggi: 9053
Iscritto il: 19 nov 2007, 16:28

Re: Università e chitarra

Messaggio da Frusciante » 08 set 2010, 17:27

Varel ha scritto:Ma guarda che anche se fai il conservatorio in italia, poi ti mantieni con la musica eh.
Però devi suonare solo musica classica.


Odos tu cosa consiglieresti a chi aspira vivere di musica? Provare all'estero?
un amico ha scritto:V. prima di uscire, deve chiedere il permesso alla chitarra.
un altro amico ha scritto:wa ma stai ancora suonando? sì e fierr! Pigliatell' na pausa.
http://24.media.tumblr.com/tumblr_lkl20 ... o1_400.gif :fumato:


Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti