Musica - politica, politica - musica ???? CHE OLTRAGGIO

Tutte le discussioni fuori contesto
eruption93
Esperto
Esperto
Messaggi: 266
Iscritto il: 09 lug 2008, 13:40
Località: Ascoli Piceno
Contatta:

Musica - politica, politica - musica ???? CHE OLTRAGGIO

Messaggio da eruption93 » 15 ago 2008, 22:32

stavamo discutendo io ed un mio amico su msn di un gruppo che accenna ad idee politiche (non faccio il nome per non scatenare guerre tra di noi ! )...e poi ci siamo chiesti, MA PERCHE LA MUSICA, LA MASSIMA FORMA D'ARTE APPREZZATA DA BAMBINI ED ADULTI, VIENE ANKE USATA PER MOTIVI POLITICI ? propaganda ? semplice modo per farsi notare e farsi dei fan ?

insomma mi rivolgo a voi perche io di risposte non ne ho trovate !!!!

la mia opinione comunque è che la politica si deve fare IN POLITICA non in musica !
Come on you're laughter, you're stranger, you're legend, you're martyr and shine !


eruption93
Esperto
Esperto
Messaggi: 266
Iscritto il: 09 lug 2008, 13:40
Località: Ascoli Piceno
Contatta:

Re: Musica - politica, politica - musica ???? CHE OLTRAGGIO

Messaggio da eruption93 » 15 ago 2008, 23:04

eruption93 ha scritto:stavamo discutendo io ed un mio amico su msn di un gruppo che accenna ad idee politiche (non faccio il nome per non scatenare guerre tra di noi ! )...e poi ci siamo chiesti, MA PERCHE LA MUSICA, LA MASSIMA FORMA D'ARTE APPREZZATA DA BAMBINI ED ADULTI, VIENE ANKE USATA PER MOTIVI POLITICI ? propaganda ? semplice modo per farsi notare e farsi dei fan ?

insomma mi rivolgo a voi perche io di risposte non ne ho trovate !!!!

la mia opinione comunque è che la politica si deve fare IN POLITICA non in musica !

senza poi dimenticare che quest'anno per le elezioni da entrambi i poli dei partiti, dei politici ( niente nomi ) hanno rifatto anche delle canzoni modificando il testo e nel vero senso della parola oltraggiandole !
Come on you're laughter, you're stranger, you're legend, you're martyr and shine !

Avatar utente
Senio
Esperto
Esperto
Messaggi: 654
Iscritto il: 02 gen 2007, 11:07
Località: Siena
Contatta:

Re: Musica - politica, politica - musica ???? CHE OLTRAGGIO

Messaggio da Senio » 16 ago 2008, 01:13

eruption93 ha scritto:
eruption93 ha scritto:stavamo discutendo io ed un mio amico su msn di un gruppo che accenna ad idee politiche (non faccio il nome per non scatenare guerre tra di noi ! )...e poi ci siamo chiesti, MA PERCHE LA MUSICA, LA MASSIMA FORMA D'ARTE APPREZZATA DA BAMBINI ED ADULTI, VIENE ANKE USATA PER MOTIVI POLITICI ? propaganda ? semplice modo per farsi notare e farsi dei fan ?

insomma mi rivolgo a voi perche io di risposte non ne ho trovate !!!!

la mia opinione comunque è che la politica si deve fare IN POLITICA non in musica !

senza poi dimenticare che quest'anno per le elezioni da entrambi i poli dei partiti, dei politici ( niente nomi ) hanno rifatto anche delle canzoni modificando il testo e nel vero senso della parola oltraggiandole !


Brrr.. quest'anno si, con quelle canzonette improponibili hanno proprio toccato il fondo quei buffoni.. :spara:
Ultima modifica di Senio il 16 ago 2008, 01:34, modificato 1 volta in totale.
Confucio ha scritto:La musica produce un piacere di cui la natura umana non può fare a meno.

theflyerita

Re: Musica - politica, politica - musica ???? CHE OLTRAGGIO

Messaggio da theflyerita » 16 ago 2008, 01:32

ragazzi non so voi, ma quando ho sentito la versione editata di YMCA (dai non faccio nomi) la prima volta sono scoppiato a ridere, pensavo fosse uno di quei video di youtube in cui prendono in giro i gruppi doppiandoli e facendogli "cantare" canzonette stupide!

mentre quando ho sentito la versione di "Gente di Mare" (era quella?? non ricordo :dubbioso: ) mi sono cadute un po' le palle...

Avatar utente
invidia
Maestro
Maestro
Messaggi: 1310
Iscritto il: 26 gen 2007, 23:17
Località: Milano
Contatta:

Re: Musica - politica, politica - musica ???? CHE OLTRAGGIO

Messaggio da invidia » 16 ago 2008, 04:36

quando ascolti gruppi come gli area non si può non pensare al contesto politico ...

idem per bob dylan, crosby still nash & young, jimi hendrix, frank zappa e altri milioni

la politica è parte della vita, la musica è parte della vita, impossibile separare le due cose ... suonando lanci un messaggio e quindi fai politica ... lo puoi fare anche in modo indiretto del tipo la musica come arma di distrazione di massa ( oggi va molto di moda ) ...
in modo diretto come facevano gli area vedi il massacro del concerto di brandeburgo oppure la mela di odessa o l'internazionale o ancora arbeit macht frei, luglio agosto settembre nero ... insomma vedi la loro discografia è piena di politica anche molto esplicita ...

altri in italia, mi vengono in mente, de andre, gaber, guccini ... insomma che dire la politica e la musica si incrociano sempre è inevitabile !

musica è comunicazione e quindi è anche politica ...

just my 2 cent
:fumato:
shanti Maks.

save the planet,
kill yourself!


Avatar utente
Eric Johnson
Esperto
Esperto
Messaggi: 472
Iscritto il: 25 set 2006, 16:19
Località: Salerno

Re: Musica - politica, politica - musica ???? CHE OLTRAGGIO

Messaggio da Eric Johnson » 16 ago 2008, 09:15

eruption93 ha scritto:MA PERCHE LA MUSICA, LA MASSIMA FORMA D'ARTE APPREZZATA DA BAMBINI ED ADULTI, VIENE ANKE USATA PER MOTIVI POLITICI ? propaganda ? semplice modo per farsi notare e farsi dei fan ?

insomma mi rivolgo a voi perche io di risposte non ne ho trovate !!!!
Forse perchè a volte parlare in maniera totalmente demagogica di un argomento in cui è facile fare gli eroi della situazione a suon di ipocrisia è la strategia più conveniente e fruttifera:roba da furbi,probabilmente...
Di gruppi "politicizzati" noi ne abbiamo e ne abbiamo avuti parecchi:il già citato Guccini uno dei primissimi,i CSI(ex CCCP);gli straconosciuti Modena City e quanti altri più o meno gettati in quel minestrone chiamato "concerto del 1 maggio" che ogni anno ci propinano nella speranza di farci credere che domani sarà migliore,oppure semplicemente per lanciare l'ennesimo cantantuccolo che ha scritto la canzoncina dove manda a c....e il beneamato Silvio,visto che la moda demagogica vuole questo...
Personalmente dissento da frasi tipo "cantano canzoni politiche perchè è l'unico modo che hanno per farsi sentire":i politici già non si ascoltano tra di loro,nemmeno quelli che fanno parte dello stesso partito :Very Happy: ,figurarsi se siano intenzionati ad ascoltare una canzoncina che dovrebbe richiamare chissà quali attenzioni...

Insomma un pretesto bello e buono:l'unica cosa che ho sempre pensato,è che sono persone/artisti troppo intelligenti per credere che una loro canzone possa cambiare un intero mondo politico,specialmente se parliamo di un mondo politico con i suoi lati oscuri,e ci fermiamo qui per non parlare sempre delle solite cose..
In virtù di ciò,l'associare la politica con la musica la trovo una normalissima manovra per stare un gradino un pò più su rispetto ai vari cantantelli pop:si crede di perseguire una strada "alternativa,diversa,originale",quando invece non sanno di diventare pure più finti di quei cantanti pop ! ..

Ed a pensarci bene non è neanche una "moda":il descrivere le proprie impressioni politiche in lingua musicale lo si fa da anni e anni.Woodie Guthrie,ben prima di Dylan,è stato uno dei primissimi a trattare dei testi musicali in un contesto del genere(e con Guthrie ci troviamo negli anni 40 !).
Lo stesso Dylan con "The Freewheelin",diventa il simbolo del Pacifismo e della lotta alla guerra:intendiamoci,è un disco che definire divino è nulla,ma sono sicuro che anche il buon Bob ci abbia giocato un bel pò su,a suo tempo(altrimenti perchè "giocare" durante le interviste,ritrattando e ritrattando sulle sue presunte idee politiche senza lasciar nulla di definitivo ad intendere?!Ah diavolo d'un Bob ... :Ok: ).

Tutta questa pappardella per spiegare come,a mio modo di vedere,il proprio tornaconto c'è sempre,sia quando si compongono capolavori,sia quando si sfornano semplici canzonette che,stranamente,assomigliano sempre troppo a "Bella Ciao" ....
:ciauz:
"La vita è più veloce di un battito di ciglia.
La vita è incontrarsi e dirsi addio fino alla prossima volta".


Immagine

eruption93
Esperto
Esperto
Messaggi: 266
Iscritto il: 09 lug 2008, 13:40
Località: Ascoli Piceno
Contatta:

Re: Musica - politica, politica - musica ???? CHE OLTRAGGIO

Messaggio da eruption93 » 16 ago 2008, 11:36

per poi non parlare di alcuni gruppi che sono nati in questi anni che dicono di "andare contro il sistema e il governo"

il brutto è che poi si condizionano i bambini, infatti mi ricordo l'anno scorso andava di moda l'inno fascista "faccetta nera", remixato da qualche cretino dj, e stava su tutti i cellulari dei ragazzini e poi siccome gli piacevano la canzone si credevano "fascisti"...
oppure per non parlare dell'era sex pistols, a partire da loro è nata una generazione di ragazzi sedicenti anarchici ! ...
Come on you're laughter, you're stranger, you're legend, you're martyr and shine !

Avatar utente
invidia
Maestro
Maestro
Messaggi: 1310
Iscritto il: 26 gen 2007, 23:17
Località: Milano
Contatta:

Re: Musica - politica, politica - musica ???? CHE OLTRAGGIO

Messaggio da invidia » 16 ago 2008, 13:47

Eric Johnson ha scritto:
Personalmente dissento da frasi tipo "cantano canzoni politiche perchè è l'unico modo che hanno per farsi sentire":i politici già non si ascoltano tra di loro,nemmeno quelli che fanno parte dello stesso partito ,figurarsi se siano intenzionati ad ascoltare una canzoncina che dovrebbe richiamare chissà quali attenzioni...
ma in genere il farsi sentire è riferito alla gente, al popolo non di certo al politico ... il politico teme di riflesso la musica perchè è incontrollabile e rischia di far pensare la genete ...
shanti Maks.

save the planet,
kill yourself!

eruption93
Esperto
Esperto
Messaggi: 266
Iscritto il: 09 lug 2008, 13:40
Località: Ascoli Piceno
Contatta:

Re: Musica - politica, politica - musica ???? CHE OLTRAGGIO

Messaggio da eruption93 » 16 ago 2008, 14:07

invidia ha scritto: ... il politico teme di riflesso la musica perchè è incontrollabile e rischia di far pensare la genete ...
bella questa frase, anche se puo essere intesa in vari modi
Come on you're laughter, you're stranger, you're legend, you're martyr and shine !

Avatar utente
Eric Johnson
Esperto
Esperto
Messaggi: 472
Iscritto il: 25 set 2006, 16:19
Località: Salerno

Re: Musica - politica, politica - musica ???? CHE OLTRAGGIO

Messaggio da Eric Johnson » 16 ago 2008, 14:11

invidia ha scritto:ma in genere il farsi sentire è riferito alla gente, al popolo non di certo al politico ... il politico teme di riflesso la musica perchè è incontrollabile e rischia di far pensare la genete ...
Beh converrai con me che qualunque cantante (ben furbo) che scrive canzoni politiche,in qualche maniera,tende sempre a rivestire il ruolo di "eroe",di Salvatore/Giustiziere di un popolo vuoi represso,vuoi stanco delle prevaricazioni e quant'altra miseria retorica che dia una motivazione a quel cantante "politico" di trovarsi lì in quel momento... :Ok: Quindi,facendo da portavoce diciamo,è come se con lui si "facesse sentire" proprio il "popolo" in prima persona ...
Nella citazione intedevo dire precisamente questo.E' il cantante,che in quel momento si erge a "capo/eroe del popolo" a farsi sentire per redimersi e far valere i propri diritti oppressi e prevaricati,diciamo cosi..
Quando il cantante va a canticchiare il suo bel minestrone retorico/ipocrita,è come se in realtà fosse il popolo ad insorgere,facendo valere finalmente le proprie ragioni:quindi,parlare del popolo o del cantante "politico",in tal senso,è parlare della stessa cosa..
Ovviamente dipende dal "popolo":può darsi che non tutti i popoli siano cosi deficienti da mettere le proprie speranze di redenzione nelle mani del primo cantante che passa e che mette quattro str.....e in rima sventolando una bandana rossa al collo e urlando "hasta la vista siempre" ogni due secondi ! ... :fumato:
"La vita è più veloce di un battito di ciglia.
La vita è incontrarsi e dirsi addio fino alla prossima volta".


Immagine

Avatar utente
invidia
Maestro
Maestro
Messaggi: 1310
Iscritto il: 26 gen 2007, 23:17
Località: Milano
Contatta:

Re: Musica - politica, politica - musica ???? CHE OLTRAGGIO

Messaggio da invidia » 16 ago 2008, 14:46

Eric Johnson ha scritto:
invidia ha scritto:ma in genere il farsi sentire è riferito alla gente, al popolo non di certo al politico ... il politico teme di riflesso la musica perchè è incontrollabile e rischia di far pensare la genete ...
Beh converrai con me che qualunque cantante (ben furbo) che scrive canzoni politiche,in qualche maniera,tende sempre a rivestire il ruolo di "eroe",di Salvatore/Giustiziere di un popolo vuoi represso,vuoi stanco delle prevaricazioni e quant'altra miseria retorica che dia una motivazione a quel cantante "politico" di trovarsi lì in quel momento... :Ok: Quindi,facendo da portavoce diciamo,è come se con lui si "facesse sentire" proprio il "popolo" in prima persona ...
bhe, ma i cantanti 'ben furbi' più che canzoni politiche scrivono stronzante e rientrano nel concetto di arma di distrazione di massa ...
anche se credo che non si possa svegliare qualcuno così all'improvviso va fatto per gradi ... quindi avolte la scelta di fare la canzoncina alla moda con un contenuto politico soft sia propedeutico a quelli un po' meno furbi che scrivono cose del tipo 'teach your children' ... o 'il massacro del concerto di brandeburgo'
shanti Maks.

save the planet,
kill yourself!

Avatar utente
Dark Angel
Maestro
Maestro
Messaggi: 2724
Iscritto il: 09 ago 2007, 22:52

Re: Musica - politica, politica - musica ???? CHE OLTRAGGIO

Messaggio da Dark Angel » 16 ago 2008, 14:47

Non ci vedo niente di oltraggioso nello scrivere di politica nel contesto Musica.
La musica può esprimere idee, emozioni, con la musica si può raccontare ciò che si vuole: non vedo perchè non si possano esprimere idee politiche.
Parlando di cantautori poi è molto facile trovare canzoni con argomenti politici; penso subito ai nostri De Andrè (parlando di politica è fantastica "Coda di Lupo") e Guccini, e Gaber, e tanti altri..

A parte ciò, anche a me farebbe schifo un artista che parla solo di politica, e in modo troppo diretto.
Tired of lying in the sunshine staying home to watch the rain
You are young and life is long and there is time to kill today
And then the one day you find ten years have got behind you
No one told you when to run, you missed the starting gun

And you run and you run to catch up with the sun, but it's sinking
And racing around to come up behind you again
The sun is the same in the relative way, but you're older
And shorter of breath and one day closer to death

eruption93
Esperto
Esperto
Messaggi: 266
Iscritto il: 09 lug 2008, 13:40
Località: Ascoli Piceno
Contatta:

Re: Musica - politica, politica - musica ???? CHE OLTRAGGIO

Messaggio da eruption93 » 16 ago 2008, 15:01

Dark Angel ha scritto:Non ci vedo niente di oltraggioso nello scrivere di politica nel contesto Musica.
La musica può esprimere idee, emozioni, con la musica si può raccontare ciò che si vuole: non vedo perchè non si possano esprimere idee politiche.
Parlando di cantautori poi è molto facile trovare canzoni con argomenti politici; penso subito ai nostri De Andrè (parlando di politica è fantastica "Coda di Lupo") e Guccini, e Gaber, e tanti altri..

A parte ciò, anche a me farebbe schifo un artista che parla solo di politica, e in modo troppo diretto.
bah...io penso che nella musica , politica e forme di religiosita non devono nemmeno metterci piede per non rovinarla...comunque si io parlo piu di quei gruppi che fanno politica in modo diretto come i modena, i rage....
Come on you're laughter, you're stranger, you're legend, you're martyr and shine !

Avatar utente
Dark Angel
Maestro
Maestro
Messaggi: 2724
Iscritto il: 09 ago 2007, 22:52

Re: Musica - politica, politica - musica ???? CHE OLTRAGGIO

Messaggio da Dark Angel » 16 ago 2008, 15:35

Ma se fai una canzone a tema politico o religioso non è che rovini LA MUSICA. Al massimo sarà una brutta canzone.

E poi non mi sembra che album come "La Buona Novella", "Tutti Morimmo a Stento", "Storia di un Impiegato" di De Andrè, oppure brani come My God dei Jethro Tull, Suzanne di Cohen rovinino la musica.Anzi.

Mi pare anche che la musica sia anche cresciuta grazie alla religione.
Ad esempio queste sono componimenti di musica sacra di Mozart. E qui non si può dire che la religione rovini la musica.

Masses
* Mass No. 1 ("Missa brevis") in G major, K. 49
* Mass No. 2 ("Missa brevis") in D minor, K. 65
* Mass No. 3 in C major (Dominicusmesse), K. 66
* Mass No. 4 ("Missa solemnis") in C minor, K. 139
* Mass No. 5 ("Missa brevis") in G major, K. 140
* Mass No. 6 ("Missa brevis") in F major, K. 192
* Mass No. 7 in C major (Missa in honorem Sanctissimae Trinitatis), K. 167
* Mass No. 8 ("Missa brevis") in D major, K. 194
* Mass No. 9 ("Missa brevis") in C major (Spatzenmesse), K. 220
* Mass No. 10 ("Missa brevis") in C major ("Credo" Mass), K. 257
* Mass No. 11 in C major (Spaurmesse or Piccolomissa), K. 258
* Mass No. 12 ("Missa brevis") in C major ("Organ Solo"), K. 259
* Mass No. 13 ("Missa longa") in C major, K. 262
* Mass No. 14 ("Missa brevis") in B flat major, K. 275
* Mass No. 15 in C major ("Coronation"), K. 317
* Mass No. 16 ("Missa solemnis") in C major (Missa aulica), K. 337
* Mass No. 17 in C minor ("Great"), K. 427
* Requiem Mass in D minor, K. 626 (completed by Franz Xaver Süssmayr after Mozart's death)
Other sacred music
* Regina Coeli for soprano, chorus and orchestra, K. 108
* Regina Coeli for soprano, chorus and orchestra, K. 127
* Te Deum, K. 141
* Exsultate, jubilate, K. 165
* Regina Coeli for soloists, chorus and orchestra, K. 276
* Vesperae de Dominica in C, K. 321
* Vesperae solennes de confessore, K. 339 (1780)
* Kyrie in D minor, K. 341
* Ave verum corpus, K. 618
Tired of lying in the sunshine staying home to watch the rain
You are young and life is long and there is time to kill today
And then the one day you find ten years have got behind you
No one told you when to run, you missed the starting gun

And you run and you run to catch up with the sun, but it's sinking
And racing around to come up behind you again
The sun is the same in the relative way, but you're older
And shorter of breath and one day closer to death

eruption93
Esperto
Esperto
Messaggi: 266
Iscritto il: 09 lug 2008, 13:40
Località: Ascoli Piceno
Contatta:

Re: Musica - politica, politica - musica ???? CHE OLTRAGGIO

Messaggio da eruption93 » 16 ago 2008, 16:50

Dark Angel ha scritto:Ma se fai una canzone a tema politico o religioso non è che rovini LA MUSICA. Al massimo sarà una brutta canzone.


Mi pare anche che la musica sia anche cresciuta grazie alla religione.
bè ma adesso non ci sono piu mozart o beetoven in giro...comunque il concetto di religione era diverso 1000 anni fa ....i papi pretendevano che la musica veniva scritta a scopo religioso ed eliminavano ogni tipo di musica profana...ad esempio vedi i canti gregoriani, una raccolta di musica scritta per poi esser raccolta in un libro da papa gregorio ( nn mi ricordo che numero era :Very Happy: )...insomma se non c'era la chiesa che imponeva tutto questo, di certo l'evoluzione della musica avveniva lo stesso...ad esempio in grecia non tutta la musica veniva fatta per le divinità, anche per rallegrare le giornate in città...comunque bisogna anche dire che le prime forsme di musica sono nate con scopo religioso migliaaaaaaia di anni fa...percio ottima intuizione :tilt: ...

ritornando al discorso politico... si magari alcune canzoni non hanno fatto male alla musica anche se parlavano di idee politiche...ma di certo avrebbero fatto una migliore impressione se non esprimevano queste idee...non credi ? pero alla fine ognuno parla di quello che vuole nelel canzoni
Come on you're laughter, you're stranger, you're legend, you're martyr and shine !


Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti