Trovate la note al volo sul manico?

Di tutto di più sul suonare la chitarra
Noteskisser
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 100
Iscritto il: 15 set 2008, 01:25

Trovate la note al volo sul manico?

Messaggio da Noteskisser » 16 apr 2009, 04:45

Ciao, vi chiedo; quando(se) improvvisate siete in grado di trovare al volo in ogni parte del manico la nota corrispondente al suono che avete in mente, oppure almeno qualche volta dovete fare dei tentativi e quindi cercate di restare in uno spazio di manico in cui siete più sicuri? Grazie!


Avatar utente
David
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 5952
Iscritto il: 07 apr 2006, 22:11
Località: Villafrati (Pa)

Re: Trovate la note al volo sul manico?

Messaggio da David » 16 apr 2009, 08:46

Sposto i Didattica :ciauz:

Avatar utente
darkfender
Maestro
Maestro
Messaggi: 3818
Iscritto il: 05 apr 2007, 10:36

Re: Trovate la note al volo sul manico?

Messaggio da darkfender » 16 apr 2009, 08:56

circa si.....il resto lo fanno gli intervalli.....

facendo ear training quando fai un riff impari a capire a che distanza sono le note e in questo modo avendo una nota di partenza, puoi suonare quello che hai in testa.

Avatar utente
odos
Maestro
Maestro
Messaggi: 2733
Iscritto il: 21 gen 2008, 20:33

Re: Trovate la note al volo sul manico?

Messaggio da odos » 16 apr 2009, 09:25

Noteskisser ha scritto:Ciao, vi chiedo; quando(se) improvvisate siete in grado di trovare al volo in ogni parte del manico la nota corrispondente al suono che avete in mente, oppure almeno qualche volta dovete fare dei tentativi e quindi cercate di restare in uno spazio di manico in cui siete più sicuri? Grazie!
io non farei dipendere la cosa dalla conoscenza di note o intervalli, quanto da quanto ci si è esercitati con una certa scala, arpeggio, fraseggio su tutto il manico. Posso dominare la scala maggiore su tutto il manico e per questo non avere zone scure, ma non è detto che lo sappia fare con una pentatonica maggiore, se non l'ho prima studiata separatamente, anche se non è altro che una maggiore con meno note.

Questa è la mia esperienza.

Per questo personalmente faccio girare ogni singola cosa che imparo sul ciclo delle quinte per sezioni di manico.
Le mie Jam su Neesk:

Podcast


"...in ognuno di noi dorme un genio. E sta sveglio un idiota"

Avatar utente
darkfender
Maestro
Maestro
Messaggi: 3818
Iscritto il: 05 apr 2007, 10:36

Re: Trovate la note al volo sul manico?

Messaggio da darkfender » 16 apr 2009, 09:29

odos ha scritto:
Noteskisser ha scritto:Ciao, vi chiedo; quando(se) improvvisate siete in grado di trovare al volo in ogni parte del manico la nota corrispondente al suono che avete in mente, oppure almeno qualche volta dovete fare dei tentativi e quindi cercate di restare in uno spazio di manico in cui siete più sicuri? Grazie!
io non farei dipendere la cosa dalla conoscenza di note o intervalli, quanto da quanto ci si è esercitati con una certa scala, arpeggio, fraseggio su tutto il manico. Posso dominare la scala maggiore su tutto il manico e per questo non avere zone scure, ma non è detto che lo sappia fare con una pentatonica maggiore, se non l'ho prima studiata separatamente, anche se non è altro che una maggiore con meno note.

Questa è la mia esperienza.

Per questo personalmente faccio girare ogni singola cosa che imparo sul ciclo delle quinte per sezioni di manico.

Ma così come fai a suonare quello che hai in testa?
anche io ho la diteggiatura di tutto il manico in testa, ma gli intervalli aiutano, in modo da poter fare cambi modali o suonare su accordi estesi magari alterati.

Chiaro si fa un passo alla volta:
1) conoscere le diteggiature (magari tutto il manico con la posizione delle toniche e almeno terze e quinte)
2) ear training

perchè non ti piace così?


Avatar utente
mottolone
Maestro
Maestro
Messaggi: 1045
Iscritto il: 05 giu 2008, 10:35
Località: Melito (NA)
Contatta:

Re: Trovate la note al volo sul manico?

Messaggio da mottolone » 16 apr 2009, 09:39

Io concordo con la teoria delgi internvalli.

Quando hai in mente un motivo parti sempre da una nota. Per capire poi qualisaranno le successive devi aver capito l'intervallo che c'è fra la prima e la seconda e cosi via. Si può procedere anche a tentativi ma lo studio degli intervalli, un buon allenamento dell'orecchio, un pò di esperienza( intesa come tecnica, feeling con lo strumento e conoscenze teoriche ) e un pò di culo sono sicuramente la cosa migliore per trovare subito le note sulla "Pastiera" :ciauz:
Il genio è 1% ispirazione e 99% traspirazione ! Sognando il Mark V
GEAR: Mesa Express 5:50 - Rectocab 2x12, Micro cube Rx, Ibanez Jem 7V - Rg 320 fa - MTM1 - EW20ASE acustica, Jackson RR5, LTD ec 1000 Deluxe, Yamaha acustica, Boss GT8 Vari pedali Boss, DS1 Keeley mod, Zoom MS 50, AMT WH-1, Mesa Throttle Box, TC Electronic Flashback.

Avatar utente
odos
Maestro
Maestro
Messaggi: 2733
Iscritto il: 21 gen 2008, 20:33

Re: Trovate la note al volo sul manico?

Messaggio da odos » 16 apr 2009, 10:05

darkfender ha scritto:
odos ha scritto:
Noteskisser ha scritto:Ciao, vi chiedo; quando(se) improvvisate siete in grado di trovare al volo in ogni parte del manico la nota corrispondente al suono che avete in mente, oppure almeno qualche volta dovete fare dei tentativi e quindi cercate di restare in uno spazio di manico in cui siete più sicuri? Grazie!
io non farei dipendere la cosa dalla conoscenza di note o intervalli, quanto da quanto ci si è esercitati con una certa scala, arpeggio, fraseggio su tutto il manico. Posso dominare la scala maggiore su tutto il manico e per questo non avere zone scure, ma non è detto che lo sappia fare con una pentatonica maggiore, se non l'ho prima studiata separatamente, anche se non è altro che una maggiore con meno note.

Questa è la mia esperienza.

Per questo personalmente faccio girare ogni singola cosa che imparo sul ciclo delle quinte per sezioni di manico.

Ma così come fai a suonare quello che hai in testa?
anche io ho la diteggiatura di tutto il manico in testa, ma gli intervalli aiutano, in modo da poter fare cambi modali o suonare su accordi estesi magari alterati.

Chiaro si fa un passo alla volta:
1) conoscere le diteggiature (magari tutto il manico con la posizione delle toniche e almeno terze e quinte)
2) ear training

perchè non ti piace così?

mmmhhhh.....allora ci devo pensare bene.

A dire la verità a me pare che l'improvvisazione sia solo in minima parte un "suonare quello che si ha in mente", se con ciò si intende "prefigurazione-azione". Questo avviene solo in certi tratti dell'improvvisazione, normalmente le più lente. Il resto secondo me è un allenamento di dita che vengono "supervisionate", dirette e guidate dall'orecchio. Non so come spiegarmi....ma è una lotta tra le dita (esercitate) che vanno per conto loro e noi che le domiamo in modo più o meno costrittivo. Per questo nell'atto dell'improvvisazione a me sembra molto più importante avere addestrato le nostre dita a diverse possibilità, e per questo la conoscenza degli intervalli secondo me è fondamentale in fase di studio, e secondaria durante l'improvvisazione.

Però ci devo pensare, ammetto di non aver compreso esattamente ciò che dici, ma ho solo esposto cosa credo avvenga quando si improvvisa
Le mie Jam su Neesk:

Podcast


"...in ognuno di noi dorme un genio. E sta sveglio un idiota"

Avatar utente
darkfender
Maestro
Maestro
Messaggi: 3818
Iscritto il: 05 apr 2007, 10:36

Re: Trovate la note al volo sul manico?

Messaggio da darkfender » 16 apr 2009, 10:36

eh a dire il vero io per quanto sia unpessimo improvvisatore, cerco sempre di suonare quello che penso....(anche quando scrivo pezzi, raramente ho la chitarra in mano).

Sono stato fortunato perchè ho seguito un percorso didattico di una scuola particolare(di cui non faccio il nome per antipatia XD).

Non so se vada bene o no (come dico sempre la musica non ha standard), però funziona è un po' faticoso e rihiede lavoro, ma è divertente.

Per dire che in parte si impara a ragionare in 3 modi:
1) melodia pura che viene in mente
2) scale veloci intese come movimenti (dopo un riff lento magari si pensa di usare uno degli schemi di scale veloci che si sono studiati pensando al suono del movimento non nota per nota)
3) arpeggi e intervalli (per esempio un bel riff a intervalli di sesta, si pensa al suono degli intervalli.....come Eric Johnson/Greg Howe insegnano)

poi quando la mano capita che vada più veloce della testa, ci si aiuta anche con le diteggiature :S ma di solito ci si appoggia su clichè vari quindi meglio evitare oppure prendere tempo scegliendo un clichè o una pausa adeguata :)

ecco io sono ancora molto scarso in questo anche perchè l'improvvisazione non è una delle mie priorità (ma la studio lo stesso quando mi avanza tempo) però funziona è almeno a me dà soddisfazione....(e per quei pochi risultati mi ci sn voluti anni :| sempre tenendo conto che non è il mio studio principale)

Come dici tu secondo me più si diventa bravi e meno volte si ricorre alle dita piuttosto che alla testa è tutto allenamento.

Ripeto che questo è UN metodo....ce ne sono altri.

Avevo beccato un video di Greg Howe bellissimo (ma molto complesso ._.) sull'improvvisazione, se lo ritrovo lo posto.

Noteskisser
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 100
Iscritto il: 15 set 2008, 01:25

Re: Trovate la note al volo sul manico?

Messaggio da Noteskisser » 16 apr 2009, 20:08

Io zero, suono da alcuni anni ma se voglio avere la probabilità di trovare le note che ho in mente devo lavorare su una scala verticale, mi scordo di saltare 5 capotasti e beccare la nota che mi serve al primo colpo, se accade è per caso; sarà perchè ho sempre studiato pezzi altrui e improvvisato poco o no so ma vedo che tutti riuscite a trovarle al volo anche saltando da una parte all'altra del manico...sarò negato :-)

Avatar utente
Cosimino
Maestro
Maestro
Messaggi: 6470
Iscritto il: 16 dic 2006, 12:35
Località: modena

Re: Trovate la note al volo sul manico?

Messaggio da Cosimino » 16 apr 2009, 20:24

Concordo con Odos, come si fa a suonare quello che si ha in mente in pezzi veloci??? io sinceramente i pezzi veloci faccio fatica anche a pensarli in un certo senso, ok nelle parti lente, li qualcosa si può tirar fuori a patto di avere un'ottima preparazione (sempre se parliamo di improvvisazione fatta al momento, e non di studio di un pezzo senza chitarra con quello che ci passa per la mente), ma nelle parti veloci entra in gioco l'esercizio con le parti pre-impostate che vengono direi "naturali"!
Mi spiego meglio se ascolto una base per la prima volta senza averla mai ascoltata io con la preparazione che ho non riuscirà mai e poi mai a suonare quello che penso! :dubbioso:
per farlo ho sempre pensato che ci voglia una preparazione di alto livello, poi magari mi sbaglio...

Avatar utente
odos
Maestro
Maestro
Messaggi: 2733
Iscritto il: 21 gen 2008, 20:33

Re: Trovate la note al volo sul manico?

Messaggio da odos » 16 apr 2009, 20:39

darkfender ha scritto:eh a dire il vero io per quanto sia unpessimo improvvisatore, cerco sempre di suonare quello che penso....(anche quando scrivo pezzi, raramente ho la chitarra in mano).

Sono stato fortunato perchè ho seguito un percorso didattico di una scuola particolare(di cui non faccio il nome per antipatia XD).

Non so se vada bene o no (come dico sempre la musica non ha standard), però funziona è un po' faticoso e rihiede lavoro, ma è divertente.

Per dire che in parte si impara a ragionare in 3 modi:
1) melodia pura che viene in mente
2) scale veloci intese come movimenti (dopo un riff lento magari si pensa di usare uno degli schemi di scale veloci che si sono studiati pensando al suono del movimento non nota per nota)
3) arpeggi e intervalli (per esempio un bel riff a intervalli di sesta, si pensa al suono degli intervalli.....come Eric Johnson/Greg Howe insegnano)

poi quando la mano capita che vada più veloce della testa, ci si aiuta anche con le diteggiature :S ma di solito ci si appoggia su clichè vari quindi meglio evitare oppure prendere tempo scegliendo un clichè o una pausa adeguata :)

ecco io sono ancora molto scarso in questo anche perchè l'improvvisazione non è una delle mie priorità (ma la studio lo stesso quando mi avanza tempo) però funziona è almeno a me dà soddisfazione....(e per quei pochi risultati mi ci sn voluti anni :| sempre tenendo conto che non è il mio studio principale)

Come dici tu secondo me più si diventa bravi e meno volte si ricorre alle dita piuttosto che alla testa è tutto allenamento.

Ripeto che questo è UN metodo....ce ne sono altri.

Avevo beccato un video di Greg Howe bellissimo (ma molto complesso ._.) sull'improvvisazione, se lo ritrovo lo posto.

non fa una piega. Come si chiama la scuola? :Very Happy:

se noteskisser non si offende, io posteri il video....sono proprio curioso





Noteskisser ha scritto:Io zero, suono da alcuni anni ma se voglio avere la probabilità di trovare le note che ho in mente devo lavorare su una scala verticale, mi scordo di saltare 5 capotasti e beccare la nota che mi serve al primo colpo, se accade è per caso; sarà perchè ho sempre studiato pezzi altrui e improvvisato poco o no so ma vedo che tutti riuscite a trovarle al volo anche saltando da una parte all'altra del manico...sarò negato :-)

Personalmente non l'ho mai intesa in questi termini. Tutto ciò che io posso pensare di voler suonare in un'altra parte del manico è comunque qualcosa di relativo ad un'area, quale una scala maggiore, di cui conosci le posizioni e che vagamente hai già suonato, anche se magari ne fai delle variazioni. Quindi quello che io mi immagino in testa è sempre più o meno legato a qualche posizione che ho già suonato o studiato. Non c'è l'"azzecca la nota" bendato. O se vuoi si può fare come indovinello, ma nell'improvvisazione la cosa non si presenta mai in forma così pura.

Non so, magari Darkfender può spiegartelo meglio....

Comunque credo che il problema sia legato al fatto che hai improvvisato poco, o meglio studiato poco in vista dell'improvvisazione. Con un po' più di allenamento scompaiono anche certe domande.
Le mie Jam su Neesk:

Podcast


"...in ognuno di noi dorme un genio. E sta sveglio un idiota"

Noteskisser
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 100
Iscritto il: 15 set 2008, 01:25

Re: Trovate la note al volo sul manico?

Messaggio da Noteskisser » 16 apr 2009, 20:43

Ciao, intendi dire che se stai improvvisando in un punto e vuoi continaure il pezzo su un'altra parte del manico ti sposti trovando subito la nota che ti serve?

Avatar utente
Cosimino
Maestro
Maestro
Messaggi: 6470
Iscritto il: 16 dic 2006, 12:35
Località: modena

Re: Trovate la note al volo sul manico?

Messaggio da Cosimino » 16 apr 2009, 20:52

Noteskisser ha scritto:Ciao, intendi dire che se stai improvvisando in un punto e vuoi continaure il pezzo su un'altra parte del manico ti sposti trovando subito la nota che ti serve?
no intende dire che nell'improvvisazione non si può parlare di una nota, ma di un gruppo di note delle quali si conoscono le posizioni e poi sene suona una a caso, va dove ti portano le dita direi! almeno credo :Very Happy:

Noteskisser
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 100
Iscritto il: 15 set 2008, 01:25

Re: Trovate la note al volo sul manico?

Messaggio da Noteskisser » 16 apr 2009, 21:03

Ok :wink: allora si, siamo d'accordo, conosco i modi a memoria quindi so muovermi sul manico restando in tonalità ma non so esattamente che suono mi darà la nota che prendo :beer:

Avatar utente
darkfender
Maestro
Maestro
Messaggi: 3818
Iscritto il: 05 apr 2007, 10:36

Re: Trovate la note al volo sul manico?

Messaggio da darkfender » 16 apr 2009, 23:48

essendo metallarto ho qualche vantaggio ogni tanto :)

oltre alle scale verticali conosco molte diteggiature diagonali...

se devo saltare 5 toni in orizzontale, mi aiuto con un esercizio importantissimo per l'improvvisazione di cui parlano un po' tutti da vai a satriani a gambale etc. (anche vari bluesmen)

l'improvvisazione su una sola corda o su 2......con quello si impara anche a trovare gli intervalli orizzontali al volo....

NB che la teoria cell'ho anche un pochino di pratica...però nell'improvvisazione sono una scarpa comunque XD soprattutto per i disegni ritmici però :Confuso:

P.S.
questa è una delle lezioni nei link si trovano le altre.


la scuola di cui parlavo è il MA2000 che usa la stessa doc del L.A.M.A., purtroppo in 1/5 del tempo di lezione....insegna bene la teoria ma praticamente 0 (e ripeto zero) tecnica.

cmq vi consiglio di fare esercizi di ear training sono fenomenali.....ci sono trucchettini che con pochissimo sforzo vi insegnano quale nota state per fare o a prenderla sul manico.
Stat tutto nello sviluppo dell'orecchio relativo.

P.S: notare la ESP :tilt:


Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti