Teoria sulle pentatoniche

Di tutto di più sul suonare la chitarra
Rispondi
10gabry
Nuovo nel Forum
Nuovo nel Forum
Messaggi: 1
Iscritto il: 10 mag 2015, 22:05

Teoria sulle pentatoniche

Messaggio da 10gabry » 10 mag 2015, 22:17

Buongiorno a tutti,
sono nuovo della community e spero di non aver infranto nessun regolamento aprendo un nuovo topic in questa sezione, nel caso contrario chiedo venia.
In realtà ho un quesito molto semplice da porvi ma che mi crea molti dubbi.

Sto studiando le pentatoniche e ho capito che sono formate dalle 5 note della scala maggiore di ogni nota togliendo il 4° e il 7° grado e fin qui tutto ok.

Poi ho capito per esempio che per la scala di DO (ma in generale per tutte le scale) esistono 5 posizioni per le pentatoniche ovvero una per nota.

Quindi nel caso della scala di DO ci sarà la pentatonica in:

- prima posizione che parte dal primo grado quindi da un DO (8° tasto)
- seconda posizione che parte dal secondo grado quindi un re
- terza posizione che parte dal mi
- quarta che parte dal sol
- e quinta che parte dal la.

La mia domanda è: queste pentatoniche cioè tutte le 5 posizioni possono venire suonate in qualsiasi pezzo in tonalità di DO maggiore?
e quindi di conseguenza per esempio in un pezzo di LA maggiore posso suonare tutte e 5 le posizioni (opportunamente traslate e riconteggiate in base alle 5 note LA SI D# E F#)

Oppure ci sono delle limitazioni sull'utilizzo??

Mi rendo conto della bananilità ma questo dubbio mi affligge :D

Grazie a tutti per l'aiuto!


Avatar utente
Domenic
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 172
Iscritto il: 07 mag 2013, 18:38
Località: Napoli

Re: Teoria sulle pentatoniche

Messaggio da Domenic » 14 mag 2015, 19:31

Innanzitutto bisogna mettere a posto dei concetti importanti..
Per prima posizione,seconda,terza e così via, si intende la posizione della mano sinistra sul manico.Più precisamente se diciamo che stiamo suonando in seconda posizione vuol dire che si suona partendo dal secondo tasto. Riguardo alle pentatoniche invece si parla di box. Una scala pentatonica come ben sai ne ha 5 di box,dove ognuno ha dei "centri tonali",note cosiddette toniche della scala penta.
Ogni brano è di una certa tonalità, e noi dobbiamo usare solo quel tipo di scala inerente alla tonalità. puoi anche usare la sua relativa minore,ad esempio se il pezzo è in DO tu come scala puoi usare anche la sua relativa,quella di LAm. Ci sono poi delle eccezioni per dare una sonorità soul al brano, suonando su una scala pentatonica che si trova una terza minore alla tonalità del brano, che però si può applicare solo su pezzi blues
"La tecnica deve essere invisibile.Tutto può fare musica, ma senza tecnica non puoi fare la vera musica" by Tommy Emmanuel

HOTCLUBBOLOGNA
Principiante
Principiante
Messaggi: 5
Iscritto il: 21 set 2015, 21:58

Re: Teoria sulle pentatoniche

Messaggio da HOTCLUBBOLOGNA » 24 set 2015, 14:13

La risposta in generale è SI, puoi usare tutte i 5 box della pentatonica di DO in un brano in DO+.

Però occhio agli accordi perchè se c'è ad es. una battura di FA+ e tu parti con la pentatonica di DO ok ma dalla nota RE basso, non ci sta molto bene.

Quando improvvisi anche se usi solo la pentatonica devi sempre avere un occhio di riguardo per il giro armonico, e sapere esattamente le note che compongono ogni accordo, ad es. nel caso della pentatonica di DO+ se ho una battura di MI- potrei 'sostare' sulla nota MI o SOL che sono anche nell'accordo e le altre eseguirle solo di passaggio!
in una battuta di FA+ (4. grado della scala armonizzata di DO+) sosterei sulla nota DO oppure LA , dato che il fa non ce l ho nella pentatonica.

solo considerando anche gli accordi, capirai più avanti I MODI

ciao
simo

www.facebook.com/hotclubdibologna
www.youtube.com/hotclubdibologna


Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite