"peso" delle note nelle scale

Di tutto di più sul suonare la chitarra
Rispondi
Avatar utente
theflyerita
Principiante
Principiante
Messaggi: 40
Iscritto il: 24 nov 2010, 16:27

"peso" delle note nelle scale

Messaggio da theflyerita » 28 nov 2010, 01:56

Premetto che negli assoli seguo spesso lick di gente famosa o suono a orecchio. Ora però voglio capire il concetto che sta alla base. ;)

Se in un assolo in Am suono la pentatonica minore, giro sulle seguenti note: A(I) - C(III) - D(IV) - E(V) - G(VII).

La mia domande è: sapreste dare un ordine di importanza a queste 5 note?
Quale ha più "peso" e quindi deve essere usata maggiormente (in una ideale classifica)?
Su quale fermarsi e quale invece è meglio usare solamente di passaggio? (oltre ad fare la nota dell'accordo successivo).

Spero si capisca la domanda...
E' una domanda generica, non solamente relativa alla pentatonica minore.
Guitars:
Gibson Les Paul Classic 1960
G&L Tribute S500

Ampli:
Fender FrontMan R212


Avatar utente
theflyerita
Principiante
Principiante
Messaggi: 40
Iscritto il: 24 nov 2010, 16:27

Re: "peso" delle note nelle scale

Messaggio da theflyerita » 29 nov 2010, 15:21

è una domanda così stupida da meritare 23 visite e 0 risposte? :pianto:
Guitars:
Gibson Les Paul Classic 1960
G&L Tribute S500

Ampli:
Fender FrontMan R212

Avatar utente
matte92or
Esperto
Esperto
Messaggi: 572
Iscritto il: 11 dic 2009, 21:30

Re: "peso" delle note nelle scale

Messaggio da matte92or » 29 nov 2010, 16:34

theflyerita ha scritto:è una domanda così stupida da meritare 23 visite e 0 risposte? :pianto:
al contrario, è una cosa forse troppo complessa per le 23 persone che hanno guardato xD
Immagine
Immagine
Immagine

Avatar utente
Cosimino
Maestro
Maestro
Messaggi: 6470
Iscritto il: 16 dic 2006, 12:35
Località: modena

Re: "peso" delle note nelle scale

Messaggio da Cosimino » 29 nov 2010, 16:41

matte92or ha scritto:
theflyerita ha scritto:è una domanda così stupida da meritare 23 visite e 0 risposte? :pianto:
al contrario, è una cosa forse troppo complessa per le 23 persone che hanno guardato xD
quoto... io posso dire che so che la tonica (non a caso si chiama anche nota fondamentale) di solito è la nota che chiude meglio in generale, però da qui a dare una spiegazione completa e sensata sull'argomento ce ne passa!

Avatar utente
matte92or
Esperto
Esperto
Messaggi: 572
Iscritto il: 11 dic 2009, 21:30

Re: "peso" delle note nelle scale

Messaggio da matte92or » 29 nov 2010, 21:24

è l'unica cosa che avrei saputo dire pure io; sulla tonica ci si può soffermare tranquillamente perchè è la nota più importante e statica della tonalità presa in considerazione..poi forse anche la quinta può essere statica, sicuramente di passaggio è la seconda..
Immagine
Immagine
Immagine


Avatar utente
MkMouss
Maestro
Maestro
Messaggi: 2196
Iscritto il: 12 set 2008, 11:19
Contatta:

Re: "peso" delle note nelle scale

Messaggio da MkMouss » 30 nov 2010, 08:27

Credo che per quanto riguarda la pentatonica, le note sono quasi equamente pesate, ovviamente con un occhio di riguardo per la triade fondamentale 1° 3° 5° grado.
La cosa si complica quando si vuole decidere che grado di che scala suonare per ottenere, su uno stesso accordo ,alcune espressioni piuttosto che altre.... Li io mi perdo incredibilmente! :pianto:
Gibson Les Paul standard '99 - Gibson ES335 Dot Ressue '95 - Blue Guitars Telecaster 2004
Lisa homeguitar tele style '09 --> WORK IN PROGRESS!!!!
FENDER BANDMASTER Silverface 68 - BLACKSTAR Artisan 15H
http://www.myspace.com/eyestonebrain
La funzione "Cerca" è tua amica !!

Avatar utente
sugopaciugo
Maestro
Maestro
Messaggi: 3553
Iscritto il: 23 ago 2009, 16:42
Località: Monte Guglielmo

Re: "peso" delle note nelle scale

Messaggio da sugopaciugo » 30 nov 2010, 12:36

@theflyerita: La nota che "pesa" di più, la più bella è.... quella che ti piace di più! :Very Happy:

Bravo! Bravo! Bis! :applauso: :applauso: :applauso:

(piccolo inutile intervento) :ciauz:
Se devi tirare un bullone, non penso che andrai ad usare un cacciavite. Idem con una vite, mica serve una chiave inglese, no?

Avatar utente
Cosimino
Maestro
Maestro
Messaggi: 6470
Iscritto il: 16 dic 2006, 12:35
Località: modena

Re: "peso" delle note nelle scale

Messaggio da Cosimino » 30 nov 2010, 13:34

sugopaciugo ha scritto:@theflyerita: La nota che "pesa" di più, la più bella è.... quella che ti piace di più! :Very Happy:

Bravo! Bravo! Bis! :applauso: :applauso: :applauso:

(piccolo inutile intervento) :ciauz:
neanche tanto inutile, il mio maestro mi diede da fare un esercizio di improvvisazione nel quale dovevo esaminare tutti i gradi e trovare quello che suonava meglio, a ogni tornata dovevo cambiare il grado su cui mi soffermavo di più, questo sia per imparare bene le posizioni che per capire come suonano e quali mi piacevano di più!

Avatar utente
Boma
Esperto
Esperto
Messaggi: 315
Iscritto il: 08 ott 2010, 21:48

Re: "peso" delle note nelle scale

Messaggio da Boma » 30 nov 2010, 14:03

MkMouss ha scritto:Credo che per quanto riguarda la pentatonica, le note sono quasi equamente pesate, ovviamente con un occhio di riguardo per la triade fondamentale 1° 3° 5° grado.
Già, hai spiegato in maniera semplice il discorso inerente alle scale pentatoniche. Queste scale nascono dall'omissione di note dalle scale maggiori e minori, note che creano una particolare tensione quando si va a risolvere sugli accordi. Detto terra terra le pentatoniche maggiori e minori sono le scale maggiori e minori - 2 note.
Quindi improvvisando con le pentatoniche non si ha il rischio di creare linee melodiche poco incisive o "strane", in quanto tutte le note che le compongono sono molto "forti" e "stabili" all'interno del giro armonico che utilizzi. Nella teoria poi, al cambio di accordo, per avere ancora una maggiore "forza" e "fedeltà" del tuo solo in relazione all'armonia, è utile risolvere sulle note dell'accordo di arrivo (chord tones, 1 3 5 grado dell'accordo di arrivo). Es l'accompagnamento in tonalità di Do maggiore passa da Do a Sol, Sol maggiore è composto da Sol (I) Si(III) Re (V), usando la pentatonica maggiore di Do, per risolvere sulle chord notes di Sol, dovresti suonare o Sol, o Si o Re.

questa è tutta teoria ma nella pratica, seguendo le chord tones e risolvendo sempre sulle note più "forti", il risultato è abbastanza scontato e un po' banale molte volte. Come qualcuno ha detto prima sta a te provare quelle scale e trovare le note che più si addicono alla direzione del tuo fraseggio. Per dire il 2 e 6 grado della scala minore non sono nella pentatonica minore perchè omesse per la faccenda della stabilità, ma a me piace parecchio utilizzarle perchè offrono un'alternativa al fraseggio classico e mi appartengono molto di più di altre note, anche risolvendo sugli accordi.
se non sono stato chiaro replica pure :Very Happy:
Immagine Immagine Immagine

Rock Solo
Podcast

Avatar utente
theflyerita
Principiante
Principiante
Messaggi: 40
Iscritto il: 24 nov 2010, 16:27

Re: "peso" delle note nelle scale

Messaggio da theflyerita » 30 nov 2010, 15:28

matte92or ha scritto:è l'unica cosa che avrei saputo dire pure io; sulla tonica ci si può soffermare tranquillamente perchè è la nota più importante e statica della tonalità presa in considerazione..poi forse anche la quinta può essere statica, sicuramente di passaggio è la seconda..
grazie ;)
MkMouss ha scritto:La cosa si complica quando si vuole decidere che grado di che scala suonare per ottenere, su uno stesso accordo ,alcune espressioni piuttosto che altre.... Li io mi perdo incredibilmente! :pianto:
non sono sicuro di aver capito cosa intendi per "che grado di che scala suonare": ti perdi sulle scale cercando di "forzare" sul terzo grado della scala pentatonica?
sugopaciugo ha scritto:@theflyerita: La nota che "pesa" di più, la più bella è.... quella che ti piace di più! :Very Happy:
infatti per ora improvviso ad orecchio, quindi faccio proprio quello che dici tu :D

volevo però capire se qualche concetto teorico può aiutare ;)
Cosimino ha scritto: neanche tanto inutile, il mio maestro mi diede da fare un esercizio di improvvisazione nel quale dovevo esaminare tutti i gradi e trovare quello che suonava meglio, a ogni tornata dovevo cambiare il grado su cui mi soffermavo di più, questo sia per imparare bene le posizioni che per capire come suonano e quali mi piacevano di più!
bello questo esercizio!! :) dovrò provarlo
Boma ha scritto:Già, hai spiegato in maniera semplice il discorso inerente alle scale pentatoniche. Queste scale nascono dall'omissione di note dalle scale maggiori e minori, note che creano una particolare tensione quando si va a risolvere sugli accordi. Detto terra terra le pentatoniche maggiori e minori sono le scale maggiori e minori - 2 note.
Quindi improvvisando con le pentatoniche non si ha il rischio di creare linee melodiche poco incisive o "strane", in quanto tutte le note che le compongono sono molto "forti" e "stabili" all'interno del giro armonico che utilizzi. Nella teoria poi, al cambio di accordo, per avere ancora una maggiore "forza" e "fedeltà" del tuo solo in relazione all'armonia, è utile risolvere sulle note dell'accordo di arrivo (chord tones, 1 3 5 grado dell'accordo di arrivo). Es l'accompagnamento in tonalità di Do maggiore passa da Do a Sol, Sol maggiore è composto da Sol (I) Si(III) Re (V), usando la pentatonica maggiore di Do, per risolvere sulle chord notes di Sol, dovresti suonare o Sol, o Si o Re.

questa è tutta teoria ma nella pratica, seguendo le chord tones e risolvendo sempre sulle note più "forti", il risultato è abbastanza scontato e un po' banale molte volte. Come qualcuno ha detto prima sta a te provare quelle scale e trovare le note che più si addicono alla direzione del tuo fraseggio. Per dire il 2 e 6 grado della scala minore non sono nella pentatonica minore perchè omesse per la faccenda della stabilità, ma a me piace parecchio utilizzarle perchè offrono un'alternativa al fraseggio classico e mi appartengono molto di più di altre note, anche risolvendo sugli accordi.
se non sono stato chiaro replica pure :Very Happy:
:capo: molto chiaro! Grazie per la spiegazione sulle 3 note dell'accordo successivo ;)
Guitars:
Gibson Les Paul Classic 1960
G&L Tribute S500

Ampli:
Fender FrontMan R212


Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti