La prima canzone

Di tutto di più sul suonare la chitarra
jerk
Principiante
Principiante
Messaggi: 12
Iscritto il: 28 lug 2007, 18:41
Località: casa mia
Contatta:

Messaggio da jerk » 29 lug 2007, 18:43

la mia prima canzone? ... uhm...
credo che sia stata il gatto e la volpe o la canzone del sole(con arpeggio).. pero` nn son sicuro....
cmq
aaaaaoooooohhh ragazzi andateci piano con le parole... L'italia e` ed e` sempre stata una terra di artisti di grande talento...
cos'e` sta storia che l'italia che "l'italia e` messa male" certo che se siete fanatici fissati con solo il rock inglese e` ovvio che quando sentite una canzone italiana vi viene da dire che fa schifo.... io stesso pensavo che l'italia facesse musicalmente pena poi, prima di parlare, ho provaato a sentire qualche canzone, nn ascoltare, sentire.... sentire quello che l'autore voleva trasmettere con quella canzone...
Ragaaaa noi abbiamo avuto artisti come fabrizio de andre` e i pfm che nesun altro stato ha mai avuto: "c'e` che aspetta la pioggia per nn pianger da solo" questa e` arte....
parlando invece degli anni '80 abbiamo un grandissimo Edoardo Bennato, abbiamo Venditti autore di notte prima degli esami, vasco che anche se nn aprezzo tantissimo e` statp un grande artista...
parlando di adesso invece abbiamo ligabue che anche se pochi se ne sono accorti ripropone riff rock in tutte le sue canzoni....

quindi prima di parlare come una terra priva di artisti musicalmente dotati pensate a cosa state diceno.......
:rocken: :rocken: :rocken:
Un giorno anche la guerra si inchinera` al suono di una chitarra...


Capaneo
Principiante
Principiante
Messaggi: 37
Iscritto il: 20 gen 2007, 17:33

Messaggio da Capaneo » 29 lug 2007, 19:08

Io vi frego tutti: la prima progressione di accordi che riuscii a suonare era "L'italiano" di Toto Cutugno!! Lo giuro!

Avatar utente
tigustar
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 149
Iscritto il: 12 lug 2007, 01:14
Località: gandino(bg)

Messaggio da tigustar » 29 lug 2007, 19:09

penso che loro stavano parlando musicalmente come musica e non come testi, poi magari mi sbaglio
certo come testi abbiamo avuto ottimi artisti,
come musicisti si certo gente bravissima ma non il top come nei paesi esteri :ciauz:
meglio sultani all'inferno che schiavi in paradiso

Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Messaggio da ma200360 » 29 lug 2007, 19:29

tigustar ha scritto:penso che loro stavano parlando musicalmente come musica e non come testi, poi magari mi sbaglio
certo come testi abbiamo avuto ottimi artisti,
Per l' amor di Dio...
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html

Avatar utente
tigustar
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 149
Iscritto il: 12 lug 2007, 01:14
Località: gandino(bg)

Messaggio da tigustar » 29 lug 2007, 19:53

ma200360 ha scritto:
Per l' amor di Dio...

hai capito almeno cosa ho detto??
gente come vasco, ligabue,bennato,degregori,i nomadi,i pho, li butti nel cesso??
meglio sultani all'inferno che schiavi in paradiso


Avatar utente
Genki
Esperto
Esperto
Messaggi: 300
Iscritto il: 18 ott 2006, 20:55
Località: Verucchio

Messaggio da Genki » 29 lug 2007, 20:25

tigustar ha scritto:

hai capito almeno cosa ho detto??
gente come vasco, ligabue,bennato,degregori,i nomadi,i pho, li butti nel cesso??
I Pho sono i Pooh?
Preferisco evitare di parlare di musica su internet perchè si incappa sempre in equivoci e punti di vista differenti e ognuno difende fino allo stremo le proprie convinzioni, a me la muscia italiana non piace.
Senza offesa a nessuno :ciao:

La prima canzone che imparai è stata Jingle bells, su una chitarra giocattolo :Very Happy:

Avatar utente
tigustar
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 149
Iscritto il: 12 lug 2007, 01:14
Località: gandino(bg)

Messaggio da tigustar » 29 lug 2007, 20:30

Genki ha scritto:
I Pho sono i Pooh?
Preferisco evitare di parlare di musica su internet perchè si incappa sempre in equivoci e punti di vista differenti e ognuno difende fino allo stremo le proprie convinzioni, a me la muscia italiana non piace.
Senza offesa a nessuno :ciao:

La prima canzone che imparai è stata Jingle bells, su una chitarra giocattolo :Very Happy:

si scusa ho sbagliato a scrivere cmq si o pooh,
io non dico che mi piace la musica italiana ma come testi abbiamo avuto grandi artisti dico solo questo :ciauz:
meglio sultani all'inferno che schiavi in paradiso

Avatar utente
Genki
Esperto
Esperto
Messaggi: 300
Iscritto il: 18 ott 2006, 20:55
Località: Verucchio

Messaggio da Genki » 29 lug 2007, 20:41

Musicalmente l'Italia non ha raggiunto livelli simili alle scene inglesi o statunitensi, per quanto riguarda i testi artisti come Rossi (quello di anni fa) hanno scritto inni generazionali.
Ligabue mi è sembrato sempre molto forzato nell'esprimersi.
Gli altri li conosco pochissimo e poi di musica italiano non me ne intendo, sorry
:Very Happy:

Ah, continua la saga, prima canzone imparata su chitarra classica Come as You are dei Nirvana, primo riff su chit. elettrica Smoke on the Water ... wow... :Very Happy: :ciauz:

Capaneo
Principiante
Principiante
Messaggi: 37
Iscritto il: 20 gen 2007, 17:33

Messaggio da Capaneo » 29 lug 2007, 20:49

Io non vado pazzo per la musica italiana (troppo legata alle tradizioni napoletane, che non sono male per carità, ma vecchie di 200 anni!)... sembra che l'incredibile rivoluzione del blues, che ha forgiato la musica moderna per come oggi la conosciamo, sia stata nel nostro paese molto attenuata...

Ligabue, Vasco Rossi et similia, sinceramente, non mi dicono nulla (ma alcune canzoni mi piacciono).
A me piace parecchio Battisti (che, seppur sempre sotto una luce molto pop, ha internazionalizzato la nostra musica); mi piacciono i New Trolls ("Concerto Grosso" è favoloso!).

Come testi, secondo me, il migliore (ed il mio giudizio non si limita al contesto italiano) è Giorgio Gaber! Canzoni come "Il dilemma", "Far finta di essere sani", "Io se fossi Dio"(che è interessantissima anche dal punto di vista musicale), e tante altre, portano il testo musicale ad un livello letterario sconosciuto al musicista medio (e ci metto, ripeto, anche gli internazionali!) che, il più delle volte, si abbandona a luoghi comuni.

Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Messaggio da ma200360 » 29 lug 2007, 22:18

tigustar ha scritto:

hai capito almeno cosa ho detto??
gente come vasco, ligabue,bennato,degregori,i nomadi,i pho, li butti nel cesso??
Ho capito benissimo quel che hai detto. Ti prego di scusarmi per l' intervento cui tu ti riferivi, ma proprio mi è scappato.

D' altra parte, scusami ancora ma non intendo parlare di questo argomento per motivi esclusivamente personali, che sarebbe assolutamente fuori luogo spiegare su un forum, e che sono legati al mio personalissimo modo di intendere la musica, la poesia e l' arte in generale. La mia opinione riguardo il testo di una canzone è probabilmente poco condivisibile, e sarebbe destinata a suscitare un vespaio di polemiche, oltre che a essere di poco interesse per tutti, per cui preferisco chiudere il discorso. Mi dispiace mi sia scappato quel commento, scusatemi ancora.
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html

Avatar utente
tigustar
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 149
Iscritto il: 12 lug 2007, 01:14
Località: gandino(bg)

Messaggio da tigustar » 30 lug 2007, 00:44

nessun problema, :ciauz:
meglio sultani all'inferno che schiavi in paradiso

Avatar utente
tigustar
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 149
Iscritto il: 12 lug 2007, 01:14
Località: gandino(bg)

Messaggio da tigustar » 30 lug 2007, 00:46

scusate comunque mi sono dimenticato sopra, contunuiamo con la prima canzone e scusate dell'interrizione :ciauz:
meglio sultani all'inferno che schiavi in paradiso

etrusco53
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 58
Iscritto il: 19 lug 2007, 12:10
Località: Sansepolcro

Messaggio da etrusco53 » 30 lug 2007, 14:13

Dopo la polemica su testi e artisti italiani torno al tema del forum se no, come dice Tigustar, si va fuori tema...
Premesso che dai pezzi citati si capisce anche un po' l'età di chi scrive (a parte Battisti che è abbastanza trasversale alle varie generazioni) penso che, dopo le "arie su una corda sola" che tutti abbiamo provato non appena presa in mano la prima volta la chitarra, la mia prima canzone sia stata "Il mondo in Mi7" di Celentano: un accordo solo (il Mi7 appunto) con le dita messe in posizione anche con l'aiuto della mano destra, e poi vai, senza cambiare più fino alla fine.
Subito dopo l'immancabile Canzone del Sole e poi Battisti e De André...
Tutte canzoni che, oltre che semplici da essere suonate, erano anche conosciute da tutti e potevano essere cantate in compagnia in qualsiasi occasione.
Le straniere sono venute dopo...
Day after day alone on the hill,
The man with the foolish grin is keeping perfectly still...
(Beatles)

etrusco53
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 58
Iscritto il: 19 lug 2007, 12:10
Località: Sansepolcro

Messaggio da etrusco53 » 30 lug 2007, 14:23

Dopo la polemica su testi e artisti italiani torno al tema del forum se no, come dice Tigustar, si va fuori tema...
Premesso che dai pezzi citati si capisce anche un po' l'età di chi scrive (a parte Battisti che è abbastanza trasversale alle varie generazioni) penso che, dopo le "arie su una corda sola" che tutti abbiamo provato non appena presa in mano la prima volta la chitarra, la mia prima canzone sia stata "Il mondo in Mi7" di Celentano: un accordo solo (il Mi7 appunto) con le dita messe in posizione anche con l'aiuto della mano destra, e poi vai, senza cambiare più fino alla fine.
Subito dopo l'immancabile Canzone del Sole e poi Battisti e De André...
Tutte canzoni che, oltre che semplici da essere suonate, erano anche conosciute da tutti e potevano essere cantate in compagnia in qualsiasi occasione.
Le straniere sono venute dopo...
Day after day alone on the hill,
The man with the foolish grin is keeping perfectly still...
(Beatles)

Avatar utente
tigustar
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 149
Iscritto il: 12 lug 2007, 01:14
Località: gandino(bg)

Messaggio da tigustar » 30 lug 2007, 15:36

etrusco53 ha scritto:Dopo la polemica su testi e artisti italiani torno al tema del forum se no, come dice Tigustar, si va fuori tema...
Premesso che dai pezzi citati si capisce anche un po' l'età di chi scrive (a parte Battisti che è abbastanza trasversale alle varie generazioni) penso che, dopo le "arie su una corda sola" che tutti abbiamo provato non appena presa in mano la prima volta la chitarra, la mia prima canzone sia stata "Il mondo in Mi7" di Celentano: un accordo solo (il Mi7 appunto) con le dita messe in posizione anche con l'aiuto della mano destra, e poi vai, senza cambiare più fino alla fine.
Subito dopo l'immancabile Canzone del Sole e poi Battisti e De André...
Tutte canzoni che, oltre che semplici da essere suonate, erano anche conosciute da tutti e potevano essere cantate in compagnia in qualsiasi occasione.
Le straniere sono venute dopo...
giusto :ciauz:
meglio sultani all'inferno che schiavi in paradiso


Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti