Improvvisazione

Di tutto di più sul suonare la chitarra
Noteskisser
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 100
Iscritto il: 15 set 2008, 01:25

Improvvisazione

Messaggio da Noteskisser » 15 set 2008, 01:31

Ciao ai membri del forum, mi chiamo Giulio, ho 37 anni e mi sono appena iscritto. Suono da diversi anni anche se ho ancora molte lacune e perfezionamenti da fare come su bendings, vibrato ecc. Mi è sempre piaciuto improvvisare, penso sia alla base di ogni pratica chitarristica, ma mi chiedo e soprattutto Vi chiedo se è fondamentale fare l'improvvisazione consapevole, cioè saper cantare in tempo reale ciò che si suona oppure se si può essere dei buoni chitarristi anche se ci si basa in parte o totalmente sulle scale e sugli arpeggi, visto che ascoltato entrambre le scuole di pensiero...
Vi ringrazio per le risposte che mi darete.


Avatar utente
darkfender
Maestro
Maestro
Messaggi: 3818
Iscritto il: 05 apr 2007, 10:36

Re: Improvvisazione

Messaggio da darkfender » 15 set 2008, 08:07

beh considerato che col tempo qualunque soluzione tu usi, riuscirai a improvvisare consapevolmente direi è meglio.

Ci vuole tempo per tutti ma alla fine ci si arriva anche se non si vuole.

Rimanere legati a scale e arpeggi sicuramente ci rfende troppo scolastici ed è difficile suonare qualcosa che non sembri già sentito.

Ci sono semplici esercizi per imparare per esempio riprodurre qualche riff dopo averlo pensato, pian piano si diventa sempre più veloci

Noteskisser
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 100
Iscritto il: 15 set 2008, 01:25

Re: Improvvisazione

Messaggio da Noteskisser » 15 set 2008, 09:34

Intanto grazie per la risposta. Io suono da anni e improvviso da un paio però mi baso quasi esclusivamente su modi, arpeggi e tecnica(nel mio caso è una parola grossa). Se vado lento e mi concentro riesco a rifare una parte di ciò che penso ma faccio addormentare mentre se mi baso sulle diteggiature riesco a muovermi vcelocemente e con espressività.
darkfender ha scritto:beh considerato che col tempo qualunque soluzione tu usi, riuscirai a improvvisare consapevolmente direi è meglio.

Ci vuole tempo per tutti ma alla fine ci si arriva anche se non si vuole.

Rimanere legati a scale e arpeggi sicuramente ci rfende troppo scolastici ed è difficile suonare qualcosa che non sembri già sentito.

Ci sono semplici esercizi per imparare per esempio riprodurre qualche riff dopo averlo pensato, pian piano si diventa sempre più veloci

Avatar utente
darkfender
Maestro
Maestro
Messaggi: 3818
Iscritto il: 05 apr 2007, 10:36

Re: Improvvisazione

Messaggio da darkfender » 15 set 2008, 09:59

intanto hai 2 strade:

1 provare l'esercizio sopra che aiuta un sacco ovvero:
a) appoggi la chitarra
b) pensi un riff
c) prendi la chitarra lo suoni
cosa peraltro utilissima anche per scrivere pezzi.

2 puoi cominciare per gradi ad esempio cominci a pensare quale arpeggio e quale scala usare :)
anche perchè nei passaggi veloci è impossibile pensare nota per nota se non si esegue qualcosa su uno schema, il più è scegliere lo schema che suoni meglio.

Noteskisser
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 100
Iscritto il: 15 set 2008, 01:25

Re: Improvvisazione

Messaggio da Noteskisser » 15 set 2008, 18:46

Ciao caro Darkfender,
l'esercizio che mi proponi è molto valido, per divertimento e non consapevolmente per didattica, lo faccio da anni, penso a una melodia famosa e la riproduco e ci riesco velocemente, dicono che ho orecchio.
Ma quando improvviso riesco a suonare ciò che penso se vado abbastanza piano e comunque mi vengono frasi piuttosto ripetitive ma quella può essere mancanza di fantasia :) di solito, per sbagliare poco non mi muovo dallo spazio di 3-6 capotasti. Ritieni ineludibile per un buon chitarrista saperlo fare?
Riesci a riprodurre qualunque cosa tu pensi in tempo reale o ci sono dei "limiti"? Infine, in quanti anni di improvvisazione hai raggiunto questa capacità? Ti ringrazio ancora!!
p.s. E' una discussione a due, eppure è un argomento importante...
darkfender ha scritto:intanto hai 2 strade:

1 provare l'esercizio sopra che aiuta un sacco ovvero:
a) appoggi la chitarra
b) pensi un riff
c) prendi la chitarra lo suoni
cosa peraltro utilissima anche per scrivere pezzi.

2 puoi cominciare per gradi ad esempio cominci a pensare quale arpeggio e quale scala usare :)
anche perchè nei passaggi veloci è impossibile pensare nota per nota se non si esegue qualcosa su uno schema, il più è scegliere lo schema che suoni meglio.


Avatar utente
Eric Johnson
Esperto
Esperto
Messaggi: 472
Iscritto il: 25 set 2006, 16:19
Località: Salerno

Re: Improvvisazione

Messaggio da Eric Johnson » 15 set 2008, 19:36

Noteskisser ha scritto:Ciao ai membri del forum, mi chiamo Giulio, ho 37 anni e mi sono appena iscritto. Suono da diversi anni anche se ho ancora molte lacune e perfezionamenti da fare come su bendings, vibrato ecc. Mi è sempre piaciuto improvvisare, penso sia alla base di ogni pratica chitarristica, ma mi chiedo e soprattutto Vi chiedo se è fondamentale fare l'improvvisazione consapevole, cioè saper cantare in tempo reale ciò che si suona oppure se si può essere dei buoni chitarristi anche se ci si basa in parte o totalmente sulle scale e sugli arpeggi, visto che ascoltato entrambre le scuole di pensiero...
Vi ringrazio per le risposte che mi darete.
Credo non esista una buona ed efficace improvvisazione se ci si affida esclusivamente alle scale.
Quando improvvisi,in maniera molto generale,si pensa ad una frase oppure a delle progressioni particolari,e poi le si eseguono istantaneamente,no?!Ma ciò richiede,per l'appunto,quella consapevolezza di cui parlavi tu...
Consapevolezza,in tal caso,vuol dire conoscere prettamente i suoni di quegli accordi o di quelle scale che andrai a pensare.Sarebbe impossibile basarsi soltanto sulla teoria scritta ed astratta:potresti sapere anche tutta la teoria del mondo a mò di automa,ma se non metabolizzi i suoni di scale/progressioni/gradi e non sai riconoscere quali note differenziano gli uni dagli altri è tutto inutile.Bisogna per forza di cose "cantare" tutto quello che suoniamo.E' inevitabile,se vogliamo sapere nella maniera più consapevole quali sono i tratti somatici di quella determinata cosa,e se vogliamo,di conseguenza,riuscire a suonarla in maniera subitanea !
In un'improvvisazione,al 90% trarrai spunto per le tue idee dal tuo gusto musicale,quasi mettendo da parte,paradossalmente,tutta l'armonia sinora imparata.E il tuo gusto musicale si basa esclusivamente sulle possibilità che hai di saper dare un nome al suono che ti è appena venuto in testa ! :wink:
Io ora non so a quale specifico tipo di miglioramento improvvisativo tu aspiri,e nè il tuo livello teorico,ma,se ti trovassi nella situazione che ho descritto sopra(dettata dal trovare una soluzione al tuo "problema",di certo non avevo intenzione di marcare una tua "mancanza",nel caso.. :ciao: ),allora potrei consigliarti di studiarti per benino l'armonia(eh si,perchè come diceva il buon Charlie Parker "impara tutto sul tuo strumento,poi dimentica tutto e suona !),e contemporaneamente suonare su progressioni di quei determinati gradi della tonalità che stai suonando,sia suonando scale sia suonando accordi oppure perchè no anche mischiarli tra loro(Chord Melody).
Altra cosa fondamentale è quella di registrarti mentre suoni e di risentirti a gò gò,affinchè metabolizzi seriamente le "paste sonore" delle/degli scale/accordi,fino a saper distinguere ognuna di queste cose dall'altra.
Insomma,quando starai ascoltando qualcosa,o d'improvviso ti balzerà un certo suono simpatico in testa, e ti verrà del tutto istintivo riconoscerlo e sapere cos'è,stai sicuro che saprai anche riprodurlo sulla chitarra..ed in ogni parte del manico ! :wink:
:ciao:
"La vita è più veloce di un battito di ciglia.
La vita è incontrarsi e dirsi addio fino alla prossima volta".


Immagine

Noteskisser
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 100
Iscritto il: 15 set 2008, 01:25

Re: Improvvisazione

Messaggio da Noteskisser » 15 set 2008, 20:26

Ciao :-) dopo la tua risposta, molto interessante e esauriente penso che da stasera abbandonerò la chitarra, e non sto scherzando Perchè sono tanti anni che suono, non è il mio lavoro comunque, e se l'obiettivo base di un chitarrista è questo, non mi basterebbeero altri 10 anni per raggiungerlo e visto che ne ho già 37 mi viene la depressione a pensare che comincerò a esserlo a 50. Per congedarmi dal chitarrismo, vissuto e amato per quasi 20 anni, vi lascio il link dove potete vedere i miei video: http://www.youtube.com/user/Noteskisser
Vi ringrazio per la disponibilità e il tempo che mi avete dedicato, ciao :beer:
p.s. Si può essere validi chitarristi senza essere improvvisatori?

Avatar utente
Eric Johnson
Esperto
Esperto
Messaggi: 472
Iscritto il: 25 set 2006, 16:19
Località: Salerno

Re: Improvvisazione

Messaggio da Eric Johnson » 15 set 2008, 20:54

Noteskisser ha scritto:Ciao :-) dopo la tua risposta, molto interessante e esauriente penso che da stasera abbandonerò la chitarra, e non sto scherzando Perchè sono tanti anni che suono, non è il mio lavoro comunque, e se l'obiettivo base di un chitarrista è questo, non mi basterebbeero altri 10 anni per raggiungerlo e visto che ne ho già 37 mi viene la depressione a pensare che comincerò a esserlo a 50. Per congedarmi dal chitarrismo, vissuto e amato per quasi 20 anni, vi lascio il link dove potete vedere i miei video: http://www.youtube.com/user/Noteskisser
Vi ringrazio per la disponibilità e il tempo che mi avete dedicato, ciao :beer:
p.s. Si può essere validi chitarristi senza essere improvvisatori?
U signur,me lo potevi dire prima di essere un tipo cosi influenzabile! :Very Happy:
Ma no,man,non rendere complicato quello che non lo è:non c'è nessun problema esistenziale in quello che ti ho consigliato.Si tratta semplicemente di imparare le sonorità delle varie cose.
Ma poi,scusa,hai detto di avere un buon orecchio:e più di un aiuto del genere,cosa vorresti ancora..l'orecchio assoluto!? :Very Happy: Dai,vedrai che a furia di risentirti,di sperimentare quello che suoni,a forza di sentire e risentire le varie alterazioni,gradi etc.. se ti ci metti d'impegno non ti ci vorrà una vita.

E poi non posso permetterti di farmi sentire in colpa:ma chi me lo fa fà certe volte di rispondere!! :lollol:
Scherzi a parte,non c'è nulla di alieno in quello che nel mio piccolo ti ho invitato a fare.
Con un pizzico di pazienza,e con volontà di ascolto e riascolto,mentre e dopo aver suonato,l'orecchio metabolizzerà in maniera del tutto naturale le nuove sonorità che ora forse ti sono un pò sconosciute,ma non vedo onestamente dove sia il problema. :dubbioso:
I tuoi video li ho visti,e permettimi di dirti che suoni molto bene,tanto bene da poterti permettere di avere quel pizzico di orgoglio che ti fà vedere i tuoi video come valido motivo nell'andare avanti senza arrenderti,piuttosto che come motivo di resa o di congedo ! :wink:
Noteskisser ha scritto: Si può essere validi chitarristi senza essere improvvisatori?
Ahhh no:stavolta non mi freghi.Non ti risponderò mai !!!.... :Very Happy: :Very Happy:
:ciao:
"La vita è più veloce di un battito di ciglia.
La vita è incontrarsi e dirsi addio fino alla prossima volta".


Immagine

Avatar utente
Mirko
Maestro
Maestro
Messaggi: 1242
Iscritto il: 08 nov 2006, 22:35

Re: Improvvisazione

Messaggio da Mirko » 15 set 2008, 21:18

Io di orecchio, nel senso di riconoscere le note, non ne ho, ma per farmi smettere di suonare dovranno tagliarmi le mani....
Immagine
Sabry Immagine

Avatar utente
Eric Johnson
Esperto
Esperto
Messaggi: 472
Iscritto il: 25 set 2006, 16:19
Località: Salerno

Re: Improvvisazione

Messaggio da Eric Johnson » 15 set 2008, 21:25

Mirko ha scritto:Io di orecchio, nel senso di riconoscere le note, non ne ho, ma per farmi smettere di suonare dovranno tagliarmi le mani....
Ecco:quando si dice lo spirito giusto,sinonimo di vera passione innata per lo strumento ! :ciao:
"La vita è più veloce di un battito di ciglia.
La vita è incontrarsi e dirsi addio fino alla prossima volta".


Immagine

Fragile
Esperto
Esperto
Messaggi: 728
Iscritto il: 12 mar 2007, 13:54

Re: Improvvisazione

Messaggio da Fragile » 15 set 2008, 23:24

Condivido.


Comunque improvvisazione è anche cercare dentro di se una melodia e riprodurla, svilupparla e cambiarla totalmente, passo per passo, come una marea senza meta.


Non so se queste parole vi possano sembrare valide :D

Noteskisser
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 100
Iscritto il: 15 set 2008, 01:25

Re: Improvvisazione

Messaggio da Noteskisser » 16 set 2008, 00:16

Cari nuovi amici di Neesk, scusatemi il momento di sconforto ma ogni tanto mi succede. Voglio tranquillizzare Eric Johnson che non solo non deve sentirsi in colpa ma anzi lo ringrazio, come tutti coloro che mi rispondono con pazienza e cortesia, per il tempo che mi dedica. Non ho abbandonato la chitarra, ho appena suonato un'ora e dopo continuerò :wink:
In quest'ora mi sono concentrato per fare un'improvvisazione ragionata e devo dire che l'80% di ciò che pensavo lo realizzavo, ho utilizzato tre basi blues. I problemi sorgono quasi unicamente quando sto suonando sulle corde basse e penso a una frase che prende dall'alto, allora il livello di errore è maggiore. Non mi vengono frasi stratosferiche ma penso che, nella ragionata, sia impossibile seguire mentalmente salti pindarici o frasi velocissime, non so se me lo confermate. In tal caso mi tranqullizzerei sotto questo profilo perchè se suono in un ambito di manico non molto ampio, come dicevo 3-6 capotasti alla volta, riesco a riprodurre buona parte di ciò che penso. :campioni:
Eric, non sai che gioia e onore , nonchè spinta psicologica, mi hai dato dicendomi che suono bene, adesso ho in progetto di realizzare due video di assoli dei Megadeth che sono ormai a buon punto. A presto!!

Avatar utente
darkfender
Maestro
Maestro
Messaggi: 3818
Iscritto il: 05 apr 2007, 10:36

Re: Improvvisazione

Messaggio da darkfender » 16 set 2008, 08:39

per quanto dicevi sopra a questo punto riporto il metodo di un jazzista noto mi pare...solo che mi sfugge il nome @_@


Costui diceva:"per non essere ripetitivo nell'improvvisazione, mi pongo dei limiti.
Provo a suonare solo su una corda oppure su 2 (non per forza adiacenti) o me ne invento altri..."

più o meno tutti gli insegnanti che ho avuto mi hanno citato questa frase....suppongo sia valida.


P.S. il mio sogno (OT ._.) è di suonare bene tornado of souls....la verità è che ho paura a provarci, ma prima o poi mi ci metto.

Avatar utente
miniron
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 167
Iscritto il: 19 mag 2008, 13:25
Località: Agrigento

Re: Improvvisazione

Messaggio da miniron » 16 set 2008, 10:23

cavolo, penso che questo dell'improsvvisazione pensata/consapevole sia uno degli obiettivi principali di ogni chitarrista. E il fatto di suonare melodie che si pensano quasi istantaneamente ..... magaaaariiiii :pianto: voglio saperlo fare :pianto: :pianto: :pianto:

Avatar utente
darkfender
Maestro
Maestro
Messaggi: 3818
Iscritto il: 05 apr 2007, 10:36

Re: Improvvisazione

Messaggio da darkfender » 16 set 2008, 10:47

io preferirei saperle pensare BENE :D e suonarle anche dopo un'ora.

non mi capita di improvvisare da secoli ormai.


Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti