Improvvisazione, migliorare la performance

Di tutto di più sul suonare la chitarra
Rispondi
MarvinivraM
Principiante
Principiante
Messaggi: 10
Iscritto il: 17 ott 2007, 10:23

Improvvisazione, migliorare la performance

Messaggio da MarvinivraM » 17 ott 2007, 10:31

Ciao a tutti sono nuovissimo in questo forum, e mi rivolgo a voi perchè ho bisogno di un consiglio:
Suono da qualche anno ed ho imparato vari generi, ma adesso mi trovo ad improvvisare su pezzi senza un minimo di energia...
Il punto è che dopo aver imparato bene le scale "normali" per suonare su accordi semplici, vorrei, senza ammazzarmi di teroria dell'armonia, spostarmi su un tipo di improvvisazione più acida, con fraseggi che provochino quella sensazione dissonante, come nella fusion, in particolare, ma anche nel jazz in generale...
volevo sapere se avete consigli o link a fonti che mi possano aiutare, dopo l'uso delle penta e delle principali scale per improvvisare in modo "normale", nell'improvvisazione..

Ho avuto spesso la sensazione che talvolta gli assoli non siano tanto legati al cambio di armonia, e me ne sono accorto soprattutto ascoltando chitarristi improvissare su basi standard ma in maniera fusion, quindi credo (SPERO) si possa arrivare ad adottare qualche "traslazione" di fraseggi o qualche altro metodo per ottenere quelle particolari sonorità...
Spero di esser stato esaustivo nella domanda...

ora sta a voi :Very Happy:


Avatar utente
darkfender
Maestro
Maestro
Messaggi: 3818
Iscritto il: 05 apr 2007, 10:36

Re: Improvvisazione, migliorare la performance

Messaggio da darkfender » 17 ott 2007, 11:12

ogni accordo potenzialmente dà accesso a più tonalità quindi tocca interpretare i movimenti e abusare gli arpeggi anzichè le scale.

Preparati perchè quello che cerchi è una delle cose più complesse nel mondo della chitarra sia dal punto di vista tecnico che teorico.

Avatar utente
Frank Flicker
Maestro
Maestro
Messaggi: 5930
Iscritto il: 10 mag 2007, 13:39
Località: bergamo/brescia

Re: Improvvisazione, migliorare la performance

Messaggio da Frank Flicker » 17 ott 2007, 12:53

:welcome:

MarvinivraM
Principiante
Principiante
Messaggi: 10
Iscritto il: 17 ott 2007, 10:23

Re: Improvvisazione, migliorare la performance

Messaggio da MarvinivraM » 17 ott 2007, 13:18

avevo intuito che le note suonate, se premeditati gli accordi e le loro variazioni, devono essere in tonalità, quindi far parte dell'accordo suonato in quello specifico momento, e il "disegno delle note suonabili" sulla chitarra cambia ad ogni cambio di armonia, però quando improvviso su un accordo fisso, ad esempio, minore, oltre alla penta minore derivante dal misolidio potrei usare tanti modi di suonare (anche se non ho ancora capito quali, e se mi spiegate a soldoni sarei felice :) ) , e magari esistono standard di fraseggi che suonano fusion, particolari cambi di armonia standard che solo la chitarra farebbe (poichè la base ipotizzo rimarrebbe sempre la stessa)...

non conoscete lezioni online o cose che aiutino a capire come si possa improvvisare in modo originale su semplici basi?
In ogni caso, il free jazz non è casualità totale di armonia del solista?

:cry:

MarvinivraM
Principiante
Principiante
Messaggi: 10
Iscritto il: 17 ott 2007, 10:23

Re: Improvvisazione, migliorare la performance

Messaggio da MarvinivraM » 17 ott 2007, 13:35

http://www.youtube.com/watch?v=TgzChwBD-R8&NR=1

esempio: ascoltate questo blues (parte finale del video) di gambale...la base è DAVVERO blues, non jazz, non ci sono cambi di armonia, ed infatti per la maggior parte del tempo si attiene all'armonia, ma qualche nota va fuori dando oltre al senso blues (cazzo come suona!!! :Very Happy: ) anche quel senso jazz...mi riferisco proprio a quella sonorità..

Vi prego, AIUUUUUUTO!
:)


Avatar utente
Enriquez
Maestro
Maestro
Messaggi: 2290
Iscritto il: 28 giu 2006, 03:05
Località: L'Aquila

Re: Improvvisazione, migliorare la performance

Messaggio da Enriquez » 17 ott 2007, 17:03

:welcome:
Evitiamo certi termini. :welcome:

MarvinivraM
Principiante
Principiante
Messaggi: 10
Iscritto il: 17 ott 2007, 10:23

Re: Improvvisazione, migliorare la performance

Messaggio da MarvinivraM » 17 ott 2007, 17:10

ops scusa!

Avatar utente
Enriquez
Maestro
Maestro
Messaggi: 2290
Iscritto il: 28 giu 2006, 03:05
Località: L'Aquila

Re: Improvvisazione, migliorare la performance

Messaggio da Enriquez » 17 ott 2007, 17:14

MarvinivraM ha scritto:ops scusa!
Di niente. :Very Happy: :ciauz:

Avatar utente
darkfender
Maestro
Maestro
Messaggi: 3818
Iscritto il: 05 apr 2007, 10:36

Re: Improvvisazione, migliorare la performance

Messaggio da darkfender » 18 ott 2007, 10:25

non rieso ad ascoltare ma il concetto semplice:

prendi l'armonizzazione delle scale:

Maj min min Maj Maj(7) min (semi)dim

se improvvisi su un accordo di Do maggiore per esempio secondo lo schema sopra, potrebbe essere un primo grado di una scala di DO ma anche un quarto di SOL o un quinto grado di FA.

dandoti accesso a 3 scale....(DO maggiore, lidio e misolidio) e chissà quanti arpeggi...

cero che a seconda del giro il "movimento" di accordi ti porta a preferire alcune tonalità ovviamente, per questo serve qualche studio di armonia per RIdurre i giri a giri standard o nelle situazioni più complsse porzioni di giri standard (es II-VI-V-I) purificandli dalle sostituzioni varie e magari spezzandoli a movimenti di 2 accordi in modo da dare più libertà.

c'è troppo da studiare per la fusion :(

Io questo lavoro per ora arrivai a farlo solo sulla carta quando studiavo armonia XD mai suonando.

Avatar utente
David
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 5952
Iscritto il: 07 apr 2006, 22:11
Località: Villafrati (Pa)

Re: Improvvisazione, migliorare la performance

Messaggio da David » 18 ott 2007, 14:58

MarvinivraM ha scritto:Ciao a tutti sono nuovissimo in questo forum, e mi rivolgo a voi perchè ho bisogno di un consiglio:
Suono da qualche anno ed ho imparato vari generi, ma adesso mi trovo ad improvvisare su pezzi senza un minimo di energia...
Il punto è che dopo aver imparato bene le scale "normali" per suonare su accordi semplici, vorrei, senza ammazzarmi di teroria dell'armonia, spostarmi su un tipo di improvvisazione più acida, con fraseggi che provochino quella sensazione dissonante, come nella fusion, in particolare, ma anche nel jazz in generale...
volevo sapere se avete consigli o link a fonti che mi possano aiutare, dopo l'uso delle penta e delle principali scale per improvvisare in modo "normale", nell'improvvisazione..

Ho avuto spesso la sensazione che talvolta gli assoli non siano tanto legati al cambio di armonia, e me ne sono accorto soprattutto ascoltando chitarristi improvissare su basi standard ma in maniera fusion, quindi credo (SPERO) si possa arrivare ad adottare qualche "traslazione" di fraseggi o qualche altro metodo per ottenere quelle particolari sonorità...
Spero di esser stato esaustivo nella domanda...

ora sta a voi :Very Happy:
Ciao e Benvenuto al Forum di Neesk :Very Happy:

MarvinivraM
Principiante
Principiante
Messaggi: 10
Iscritto il: 17 ott 2007, 10:23

Re: Improvvisazione, migliorare la performance

Messaggio da MarvinivraM » 18 ott 2007, 16:11

ciao a tutti e grazie per le risposte..il fatto per cui odio la teoria è proprio perchè non ti da schemi mentali accessibili immediveratamente per strimpellare con gusto..se le cose che suono avessi dovuto impararle solo tramite teoria (senza memorizzare il disegno dei modi sulla tastiera) non saprei neanche suonare "sweet child o mine" hahahah

Comunque in ogni caso vorrei aprire completamente una porta aperta a metà (mi esprimo troppo bene! :Very Happy: hahah) : no, volevo sapere se in Do maggiore come base, posso usare ogni MODO maggiore del DO...dove posso trovare le spiegazioni dei principali standard del jazz? il mio problema è che ho paura del pentagramma, e sono in una fase teorica ancora infantile, suono più a sentimento che a ragionamento, e questo deprezza molto assoli che suonati con più gusto risulterebbero niente male (con modestia, s'intende).

Spero di poter imparare almeno gli standard del jazz, almeno per divertirmi nelle improvvisazioni premeditate...

Sono davvero felice di essermi iscritto ad un forum dedicato alla chitarra, la suono da anni ed ora..............................non ci vedo più dalla fame!

Avatar utente
darkfender
Maestro
Maestro
Messaggi: 3818
Iscritto il: 05 apr 2007, 10:36

Re: Improvvisazione, migliorare la performance

Messaggio da darkfender » 19 ott 2007, 14:25

allora per quel che riguarda i modi: si se hai un accordo di do maggiore puoi suonarci tutti i modi MAGGIORI ma come ti ho già detto sono i movimenti a portare in determinate tonalità....

Si inizia così:
Dapprima prendi un solo accordo ripetuto e ci suoni sopra tutte le tonalità possibili per quell'accordo....
Poi cominci a improvvisare cambiando ogni 2 battute...

Poi passi a gruppi di più accordi scomponendoli in più tonalità e cambiando tonalità con note adiacenti.....

etc etc etc

Per a questione del "gusto" il trucco è sostituire molto il concetto di scale con il concetto di arpeggi:
scala:
I-II-III-IV-V-VI-VII grado
accordo:
I-III-V-VII-IX(=II)-XI(=IV)-XIII(=VI)

Le note son le stesse ma perdi il modo lineare di suonare le scale... e scoprirai che è il trucco di molti musicisti.

Per l'ultima domanda:
Immagine

Manuel67
Esperto
Esperto
Messaggi: 347
Iscritto il: 04 ott 2007, 10:35
Località: Milano

Re: Improvvisazione, migliorare la performance

Messaggio da Manuel67 » 19 ott 2007, 14:56

prova a tirarti giù da qualche sito le scale modali.Con le modali ti apri nuovi orizzonti sonori molto vicino alla fusion e jazz. Pat Metheny usa spesso le pentatoniche e modali assieme.

MarvinivraM
Principiante
Principiante
Messaggi: 10
Iscritto il: 17 ott 2007, 10:23

Re: Improvvisazione, migliorare la performance

Messaggio da MarvinivraM » 19 ott 2007, 17:17

Grazie ragazzi mi siete davvero di aiuto: l'unica cosa che non ho capito è il discorso dell'arpeggio...per quanto riguarda le modali, io le so tutte (i 7 modi) ma li ho sempre usati per suonare le stesse note su tutto il manico, quindi se sono in do maggiore so tutte le note che posso suonare sulla chitarra, oppure se voglio suonare il do in un certo modo so su tutta la chitarra le note per suonare quel modo..quindi diciamo che gli strumenti di base per iniziare a fare qualcosa di più serio li ho, ma devo ancora imparare qualcosa...ottimi i consigli su come iniziare...perchè consigli semplici, e quindi chiaramente comprensibili..vi voglio bene!!!

Mitica fiesta hahah!!

Se trovate qualcosa di interessante in giro online sapete dove trovarmi :)
cmq pensate sia necessario utilizzare il pentagramma o che si possa iniziare ad entrare in questo mondo, a passi ovviamente piccolissimi, anche senza?


Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti