improvvisazione 2

Di tutto di più sul suonare la chitarra
Rispondi
zazà75
Principiante
Principiante
Messaggi: 23
Iscritto il: 23 dic 2007, 07:13

improvvisazione 2

Messaggio da zazà75 » 31 gen 2008, 17:57

ciao a tutti,avevo già postato a riguardo,ma continuo a non trovare una soluzione efficace per un fluida improvvisazione...premetto che utilizzo e conosco a memorio 9 posizioni di scale(5 maggiori(e ovviamente relative naturali),2 soltanto finora per le minori armoniche e melodiche,più ovviamente le pentatoniche che mi ricavo all'interno di esse) il mio problema continua ad essere che non riesco a collegarle bene nell 'improvvisazione,nel senso che ho difficolta a spostarmi in orizzontale e capire bene come stare sempre sui vari pattern ed essere efficace,ho guardato il metodo di roberto villari,ma non mi aiuta granchè,nel senso che vorrei dei veri e propri esercizi per abituarsi ad improvvisare bene su tutto il manico,nonchè consigli vari su come muoversi.Qualcuno sa consigliarmi qualcos'altro di gratuito ed efficace,o se proprio non c'è gratis anche che si paghi purchè mi sblocchi pian piano sta benedetta improvvisazione!!ricordo che faccio un genere che va dl prog all power,ecc. ho come riferimento i vari petrucci,kiko loureiro(angra) ,steve vai,satriani e compagnia bella...grazie mi fareste proprio un favore che sto impazzendo...:)


Avatar utente
Dark Angel
Maestro
Maestro
Messaggi: 2724
Iscritto il: 09 ago 2007, 22:52

Re: improvvisazione 2

Messaggio da Dark Angel » 31 gen 2008, 21:54

Impararsi a muoversi in orrizzontale non è difficile, ti dico un po' di es che ho fatto anche io:

PENTATONICHE:

Box 1 dalla nota più grave alla più acuta, seguito dal box 2 risalendo (dalla più acuta alla più grave). Poi fai lo stesso in altri ordini:
-2;3
-3;4 ecc

-1;3
-2;4 ecc..


Insomma hai capito com'è la storia. Sono esercizi stupidi ma ti aiutano a collegare due pentatoniche. Quando ti riescono abbastanza bene cambia box all'improvviso, su una corda qualsiasi. Poi li puoi fare con le scale naturali, mixando pentatoniche minori e naturali maggiori.
Insomma sbizzarrisciti.

Con questo non diventi un grande improvvisatore, ma almeno sai muoverti sul manico e non restare inchiodato su un box. Poi per improvvisare per bene c'è ben altro da fare....senso ritmico, melodico...tecnica....feeling :Very Happy:
Tired of lying in the sunshine staying home to watch the rain
You are young and life is long and there is time to kill today
And then the one day you find ten years have got behind you
No one told you when to run, you missed the starting gun

And you run and you run to catch up with the sun, but it's sinking
And racing around to come up behind you again
The sun is the same in the relative way, but you're older
And shorter of breath and one day closer to death

Avatar utente
brainstormer
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 152
Iscritto il: 22 nov 2007, 10:56
Località: Roma

Re: improvvisazione 2

Messaggio da brainstormer » 01 feb 2008, 10:53

Mi associo alla risposta di Dark, metti su una base sulla quale puoi suonare la pentatonica minore di A, parti dal box sul tasto 5 e cominci ad andare prima verso i tasti alti e poi risali il manico sino la capotasto, se conosci già le altre scale poi, non hai problemi di memorizzare le posizioni, devi solo sciogliere la mano nei movimenti orizzontali. Io è un annetto che lo faccio e posso dire di riuscire ad improvvisare praticamente su tutto, certo la varietà non è proprio la mia caratteristica, però oramai mi muovo tra i box ad occhi chiusi.
Per darti un esempio pratico , la base di While My Guitar Gently Weeps ha anche un cambio di tonalità durante la melodia, cosa molto simpatica, perchè le due tonalità sono collegabili, inoltre la scala base di Am puoi suonarla completa, ossia con tutte le note del VI modo, questo è ancora più utile ai fini dell'esercizio perchè ti fornisce ancora più note in comune tra le due tonalità.

Poi per il resto è come ha detto Dark.....senso melodico, ritmico ecc. ecc.

Avatar utente
davi25
Esperto
Esperto
Messaggi: 333
Iscritto il: 21 dic 2006, 14:58

Re: improvvisazione 2

Messaggio da davi25 » 01 feb 2008, 16:48

sul sito di ultimate guitar stanno un po di cose sulle scale, ci sono anche delle progressioni in formato .gp4.

Leggitele e usale come pattern. :ciauz:

Avatar utente
Mirko
Maestro
Maestro
Messaggi: 1242
Iscritto il: 08 nov 2006, 22:35

Re: improvvisazione 2

Messaggio da Mirko » 02 feb 2008, 01:06

zazà75 ha scritto:ciao a tutti,avevo già postato a riguardo,ma continuo a non trovare una soluzione efficace per un fluida improvvisazione...premetto che utilizzo e conosco a memorio 9 posizioni di scale(5 maggiori(e ovviamente relative naturali),2 soltanto finora per le minori armoniche e melodiche,più ovviamente le pentatoniche che mi ricavo all'interno di esse) il mio problema continua ad essere che non riesco a collegarle bene nell 'improvvisazione,nel senso che ho difficolta a spostarmi in orizzontale e capire bene come stare sempre sui vari pattern ed essere efficace,ho guardato il metodo di roberto villari,ma non mi aiuta granchè,nel senso che vorrei dei veri e propri esercizi per abituarsi ad improvvisare bene su tutto il manico,nonchè consigli vari su come muoversi.Qualcuno sa consigliarmi qualcos'altro di gratuito ed efficace,o se proprio non c'è gratis anche che si paghi purchè mi sblocchi pian piano sta benedetta improvvisazione!!ricordo che faccio un genere che va dl prog all power,ecc. ho come riferimento i vari petrucci,kiko loureiro(angra) ,steve vai,satriani e compagnia bella...grazie mi fareste proprio un favore che sto impazzendo...:)

non saprei cosa cosigliarti se non uscire piano piano dai pattern: mischiali e fai una scala muoventoti un pochino in orizzontale, iniziala da un pattern e finiscila in quello dopo, visualizza gli intervalli sulla tastiera e e prova a pescare le note in posizioni diverse, passa da un pattern all'altro con degli slide verso il ponte e poi arrampicati di nuovo fino alle prime posizioni.

se uno ha ben chiaro il modo in cui i pattern si intersecano l'un l'altro è facile.....suonandone uno sei già per metà in un'altro...il passaggio è semplice insomma.....le note alla fine sono pochissime e sono sempre tutte li vicino a dove ti trovi sul manico :D
Immagine
Sabry Immagine


Avatar utente
jack_trinidad
Maestro
Maestro
Messaggi: 3982
Iscritto il: 10 ago 2007, 23:47

Re: improvvisazione 2

Messaggio da jack_trinidad » 02 feb 2008, 16:27

Mirko ha scritto:
non saprei cosa cosigliarti se non uscire piano piano dai pattern: mischiali e fai una scala muoventoti un pochino in orizzontale, iniziala da un pattern e finiscila in quello dopo, visualizza gli intervalli sulla tastiera e e prova a pescare le note in posizioni diverse, passa da un pattern all'altro con degli slide verso il ponte e poi arrampicati di nuovo fino alle prime posizioni.

se uno ha ben chiaro il modo in cui i pattern si intersecano l'un l'altro è facile.....suonandone uno sei già per metà in un'altro...il passaggio è semplice insomma.....le note alla fine sono pochissime e sono sempre tutte li vicino a dove ti trovi sul manico :D

Verissimo...
Non ho trovato parole per dire quello che pensavo, ma ci sono riuscito con sole 5 note...
ma200360 ha scritto:E ricordati che la velocità non è tutto, anzi !
ma200360 ha scritto:Il blues è un tizio che va in un locale, prende una birra e scarica la macchina, monta l' amplificatore,
controlla la chitarra, svolge i jack, sistema l' asta del microfono, saluta il batterista che è appena
arrivato e gli chiede se ha bisogno di una mano, prova la pedaliera per vedere se funziona tutto, si
mette d' accordo col cantante per la scaletta, intanto arriva il bassista che è appena stato mollato dalla
tipa e lui va a vedere come va, nel frattempo il batterista ha montato tutto, e il cantante ha appena
finito di cambiare il fusibile di una cassa che si era bruciato. A quel punto lì, "One, two, three, four" e
parte Kansas City.


Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti