fino a quanti BPM?

Di tutto di più sul suonare la chitarra
MCK89
Principiante
Principiante
Messaggi: 37
Iscritto il: 21 mar 2011, 00:49

Re: fino a quanti BPM?

Messaggio da MCK89 » 13 mag 2011, 19:08

Varel ha scritto:
odos ha scritto:
MCK89 ha scritto:

Assolutamente, e direi non solo essere capace a farlo in modo pulito, ma anche con fiducia, sicurezza e padronanza: non è mica accettabile andare a 4000 e poi sbagliare due volte su tre. E neanche è bello suonare a un tempo che non si capisce, anche se è molto veloce. Anche tenendo conto del fatto che, almeno per quanto mi riguarda, trovo che più andiamo su coi bpm, più diventa difficile gestire con precisione chirurgica le durate più brevi. Non so se succede a tutti però :Very Happy:
perfettamente d'accordo :)


Avatar utente
Ji ji
Esperto
Esperto
Messaggi: 389
Iscritto il: 06 gen 2008, 09:41

Re: fino a quanti BPM?

Messaggio da Ji ji » 13 mag 2011, 23:54

Custom Legend ha scritto:Ma non e' la velocita che fa la bravura comunque bho direi un 140BMP in sedicesimi
Dipende anche dalle diteggiature. Un conto è fare la plettrata alternata nel modo più semplice: un po' di avanti-indietro su una corda, poi su quella adiacente, poi su quella adiacente ancora. Tutt'altra cosa è quando si cominciano a inserire numerosi cambi di corda. Poi le diteggiature anomale: indice-anulare-mignolo-anulare è una cosa, indice-mignolo-anulare-mignolo è già qualcosa che pochi sanno fare con la giusta pulizia, e la difficoltà aumenta se questi passaggi sono fatti su corde diverse. Poi ci sono i trilli plettrati; le doppie o triple sulla stessa nota; gli string-skipping. Inoltre un conto è suonare con distorsioni supercompresse, un altro è suonare puliti... eccetera.
La velocità metronomica in sé indica poco, soprattutto quando si sa andare veloci facendo sempre e solo gli stessi lick.

Avatar utente
Varel
Maestro
Maestro
Messaggi: 8765
Iscritto il: 31 mar 2009, 19:31
Località: Bologna violenta

Re: fino a quanti BPM?

Messaggio da Varel » 14 mag 2011, 00:02

Ji ji ha scritto:
Custom Legend ha scritto:Ma non e' la velocita che fa la bravura comunque bho direi un 140BMP in sedicesimi
Dipende anche dalle diteggiature. Un conto è fare la plettrata alternata nel modo più semplice: un po' di avanti-indietro su una corda, poi su quella adiacente, poi su quella adiacente ancora. Tutt'altra cosa è quando si cominciano a inserire numerosi cambi di corda. Poi le diteggiature anomale: indice-anulare-mignolo-anulare è una cosa, indice-mignolo-anulare-mignolo è già qualcosa che pochi sanno fare con la giusta pulizia, e la difficoltà aumenta se questi passaggi sono fatti su corde diverse. Poi ci sono i trilli plettrati; le doppie o triple sulla stessa nota; gli string-skipping. Inoltre un conto è suonare con distorsioni supercompresse, un altro è suonare puliti... eccetera.
La velocità metronomica in sé indica poco, soprattutto quando si sa andare veloci facendo sempre e solo gli stessi lick.
Quoto alla grande tutto il discorso. Non ci vuole niente ad andare alla velocità della luce con una semplice scala ascendente o discendente e affini.

MCK89
Principiante
Principiante
Messaggi: 37
Iscritto il: 21 mar 2011, 00:49

Re: fino a quanti BPM?

Messaggio da MCK89 » 14 mag 2011, 11:22

Varel ha scritto:
Ji ji ha scritto:
Custom Legend ha scritto:Ma non e' la velocita che fa la bravura comunque bho direi un 140BMP in sedicesimi
Dipende anche dalle diteggiature. Un conto è fare la plettrata alternata nel modo più semplice: un po' di avanti-indietro su una corda, poi su quella adiacente, poi su quella adiacente ancora. Tutt'altra cosa è quando si cominciano a inserire numerosi cambi di corda. Poi le diteggiature anomale: indice-anulare-mignolo-anulare è una cosa, indice-mignolo-anulare-mignolo è già qualcosa che pochi sanno fare con la giusta pulizia, e la difficoltà aumenta se questi passaggi sono fatti su corde diverse. Poi ci sono i trilli plettrati; le doppie o triple sulla stessa nota; gli string-skipping. Inoltre un conto è suonare con distorsioni supercompresse, un altro è suonare puliti... eccetera.
La velocità metronomica in sé indica poco, soprattutto quando si sa andare veloci facendo sempre e solo gli stessi lick.
Quoto alla grande tutto il discorso. Non ci vuole niente ad andare alla velocità della luce con una semplice scala ascendente o discendente e affini.
sicuramente, infatti facendo scale ascendenti e discendenti senza saltare corde diciamo che sto imparando abbastanza velocemente :D

Avatar utente
ManuelMarino
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 120
Iscritto il: 25 mag 2011, 21:33
Contatta:

Re: fino a quanti BPM?

Messaggio da ManuelMarino » 04 giu 2011, 07:28

Secondo me è meglio innanzitutto capire il "significato" di quello che si sta facendo, l'espressività e capire la musica è ancora più importante.

Lo dico ovviamente da compositore e non da performer, ma credo ci sia maggior gusto in questo che non semplicemente forzare troppo le proprie dita cercando di raggiungere un tempo impossibile.
Apri un Thread nel mio Music Forum,
pubblicizzerò gratis il tuo blog o la tua homepage per 1 settimana!!
I miei Music Demos: Vecchie e Nuove tracce dal 1999 sino ad oggi


Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti