curiosità

Di tutto di più sul suonare la chitarra
Avatar utente
Custom Legend
Esperto
Esperto
Messaggi: 618
Iscritto il: 21 set 2009, 17:10

Re: curiosità

Messaggio da Custom Legend » 22 mar 2010, 12:36

non ci sono limiti di velocità (almeno non sotto velocità folli)...c'è solo un'impostazione da migliorare...
Scusa Dark visto che anche io come te credo che tutto dipenda da una corretta impostazione, qual'e' second te l'impostazione piu' correta, in particolare della man sinistra (sempre restando il fatto che poi non ne esiste una per tutti).
Immagine
"Music expresses that which cannot be put into words and cannot remain silent"

La funzione cerca e' tua amica!!! The search function is your friend!!! La fonction de recherche est votre ami!!! La función de búsqueda es tu amigo!!! Die Suchfunktion ist dein Freund!!!
وظيفة البحث هو صديق функцията за търсене е вашият приятел 搜索功能是你的朋友


Avatar utente
darkfender
Maestro
Maestro
Messaggi: 3818
Iscritto il: 05 apr 2007, 10:36

Re: curiosità

Messaggio da darkfender » 23 mar 2010, 13:53

guarda tanti video...
soprattutto gilbert e co.
l'impostazione è prima di tutto qualcosa di non fisso.
La si cambia in base a quello che si suona, quando fai bending tieni una posizione, quando fai ritmiche, un'altra, quando fai scale un'altra ancora.

Per la velocità ti posso solo dire che è molto importante essere precisi e leggeri.
La mano parallela al manico il pollice appoggiato a metà manico dietro e parallelo all'indice, dita a martelletto movimenti delle dita microscopici (questa è la parte più difficile soprattutto per il mignolo che si tende ad allontanare molto dalla tastiera), rilassati e fluidi.

Si dovrebbe anche riuscire a togliere il pollice dietro senza problemi....

Su un forum è difficile da spiegare.

Posso solo dire una cosa, questa è l'impostazione più classica adottata dai migliori plettratori, e ogni passo che ho fatto in questa direzione mi ha sempre portato benefici enormi.
Ancora ho parecchi difetti però rispetto a questa impostazione, ma almeno so in che direzione andare.

Sembrano banalità, ma quelle minime microdifferenze sono quelle che fanno la differenza, sono cose con cui si scontra chi suona da moooolti anni e non cose da principianti come sembrano.
O meglio il punto è arrivare a un'impostazione perfetta.

è difficile da spiegare su un forum..
Insomma sono tutti quei luoghi comuni che i dicono sempre, ma tra "ascoltarli" e comprenderli veramente ce ne passa...ce ne si accorge solo quando ci si lavora sopra e li si comprende in base alla propria mano, analizzando la propria impostazione e cercando di capire SIA a livello logico he a livello FISICO cosa ci frena (ovvero sia capire che sentire fisicamente quali muscoli lavorano male).


Non che io sia uno shredder, ma proprio per questo mi sono interessato all'argomento molto più di chi va veloce di natura...insomma io ogni progresso che faccio me lo devo sudare....
A differenza dei bending che per esempio mi vengono naturali e non saprei quindi spiegarli per bene.


P.S: dimenticavo.....come dicono i grandi chitarristi...MAI sottovalutare una respirazione regolare.....è indispensabile.

Avatar utente
Gianluca
Esperto
Esperto
Messaggi: 305
Iscritto il: 01 mar 2010, 13:30

Re: curiosità

Messaggio da Gianluca » 23 mar 2010, 15:56

Darkfender, vorrei farti un paio di domande:
tu dici che il pollice và dietro l' indice, io invece essendo alle primissime armi con la chitarra,e non avendo mai allenato anulare e mignolo, ho scoperto che mettendo il pollice dietro al 3° dito, questo mi dà più forza e più controllo del mignolo e dell' anulare. Ad esempio, agli inizi facendo il do mi veniva naturale tenere il pollice in una posizione semi-orizzontale, però poi cambiando con il sol (che lo faccio con le dita 2-3-4) non riuscivo a suonarlo, così poi mi sono allenato per prendere l' abitudine di tenerlo dietro all' anulare.
La mia è un' impostazione sbagliata e devo allenarmi a tenere il pollice dietro l' indice o può andare?

e cosa vuol dire: mai sottovalutare una respirazione regolare? come influisce?
Grazie :Very Happy:

Avatar utente
darkfender
Maestro
Maestro
Messaggi: 3818
Iscritto il: 05 apr 2007, 10:36

Re: curiosità

Messaggio da darkfender » 23 mar 2010, 16:10

Sorryyyy ho sbagliato dito XD volevo dire medio :Very Happy:



Per le altre 2 questioni...
Il fatto di tenere il pollice dietro il medio contribuisce a far tenere il polso nella posizione corretta....poi sta circa dietro al medio ma può dipendere dalla mano.

La questione FORZA è importantissima...
Si può suonare con un attacco micidiale anche solo sfiorando le corde (soprattutto con la sinistra).
Non bisogna mettere forza bisogna essere precisi.
Un bravo shredder (vito io in molti casi) riesce a staccare il pollice dal manico e suonare uguale.
Il pollice deve essere un riferimento per spostare la mano non deve fare forza.
Anche perchè ci vuole pochissima forza per far si che la corda tocchi il ferretto, troppa forza oltre a stonare (prova a premere con forza poi delicatamente lo stesso tasto e vedi)


La respirazione...ne parlano da malmsteen a varini a gilbert.....addirittura un mio insegnante noto turnista, ha fatto un corso di yoga per controllarla meglio.

Semplicemente larespirazione influisce un mucchio su
-ossigenazione cerebrale
-contrazioni muscolari (si irrigidiscono i muscoli e lavorano male in casi estremi, rischio di tendiniti e risultati imprecisi e faticosi)
-battito cardiaco

ora il primo e il terzo vanno a farti perdere concentrazione e TIMING.
Come ho letto scritto da Varini è uno dei difetti di molti chitarristi che tendono ad andare in apnea nelle parti difficili.


Ora queste regole vanno adattate alla propria mano, ma provando e vedebdo cosa è meglio non cosa è più facile.

Avatar utente
Gianluca
Esperto
Esperto
Messaggi: 305
Iscritto il: 01 mar 2010, 13:30

Re: curiosità

Messaggio da Gianluca » 23 mar 2010, 18:07

Grazie delle risposte :Very Happy:
Ma tu ti riferisci all' elettrica? Perchè io sto facendo pratica con la classica e quando faccio l' esercizio 1-2-3-4 quando premo con l' anulare e il mignolo mi esce un suono orribile che vibra, e parlando in un' altro topic con Les Paul mi diceva di sopportare fino a quando non avessi sviluppato maggiore forza nelle dita.
Quindi ecco una cosa che non ho capito: il discorso sopra è un discorso unicamente per la classica e quando si passa all' elettrica meno forza usi meglio è? L' elettrica ha le corde più morbide? Perchè l' unica chitarra elettrica che abbia mai provato in vita mia è stata quella di uno che veniva alle medie con me, una volta soltanto. :Very Happy:
E sto facendo solo un po' di pratica con la chitarra classica fino a quando non imparo un paio di canzoni, poi passerò all' elettrica (difatti non la suono nemmeno nella posizione della chitarra classica).


Avatar utente
darkfender
Maestro
Maestro
Messaggi: 3818
Iscritto il: 05 apr 2007, 10:36

Re: curiosità

Messaggio da darkfender » 23 mar 2010, 23:13

si parlo dell'elettrica.

Ma il discorso è analogo...all'inizio la forza serve, ma anche nella classica meglio non esagerare.
Fai quella prova e vedrai che anche sulla classica stona è proprio una questione di come è fatta la chitarra.

Tant'è che su tale principio sono nate le chitarre scallop...e lì se non le sfiori appena altro che stonature XD

Avatar utente
Custom Legend
Esperto
Esperto
Messaggi: 618
Iscritto il: 21 set 2009, 17:10

Re: curiosità

Messaggio da Custom Legend » 24 mar 2010, 00:40

Molto interessate Dark, in particolare ia questione respirazione che tecnica sarebbe meglio adottare? e che esercizi si possono fare per migliorarla?
Grazie mille.
Immagine
"Music expresses that which cannot be put into words and cannot remain silent"

La funzione cerca e' tua amica!!! The search function is your friend!!! La fonction de recherche est votre ami!!! La función de búsqueda es tu amigo!!! Die Suchfunktion ist dein Freund!!!
وظيفة البحث هو صديق функцията за търсене е вашият приятел 搜索功能是你的朋友

Avatar utente
darkfender
Maestro
Maestro
Messaggi: 3818
Iscritto il: 05 apr 2007, 10:36

Re: curiosità

Messaggio da darkfender » 24 mar 2010, 08:08

basta respirare regolarmente...
Non è che serva una tecnica ma bisogna far caso a non andare in apnea nelle parti difficili (cosa frequentissima).

Esercizi a riguardo sono per esempio fare esercizi meccanici mentre si sta facendo altro come guardare la tv o parlando al tel con un amico etc

Avatar utente
Gianluca
Esperto
Esperto
Messaggi: 305
Iscritto il: 01 mar 2010, 13:30

Re: curiosità

Messaggio da Gianluca » 24 mar 2010, 16:52

Grazie mille Dark, sei stato gentilissimo :ciao:


Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti