Contorsione mentale

Di tutto di più sul suonare la chitarra
Rispondi
rippox
Principiante
Principiante
Messaggi: 19
Iscritto il: 21 lug 2012, 11:03

Contorsione mentale

Messaggio da rippox » 12 set 2013, 11:44

Ciao a tutti

Ormai è più di un anno che sono entrato a far parte della grande famiglia degli amanti di questo bellissimo strumento che è la chitarra eletttrica.
Mi diverto a suonare improvvisando su basi musicali o scimmiottando brani dei Pink Floyd e, anche se ho scoperto che mia moglie ha acquistato dei tappi per le orecchie, penso di non essere inascoltabile.
Tralasciando la tecnica, che per ora non mi appartiene, il mio problema è che non riesco a capire come suona la mia chitarra.
Se il suono di una chitarra dipende da diversi fattori:

tipo di chitarra
qualità della stessa
dimensione delle corde
regolazione dell'action
tipologia e qualità dei pickup
regolazione dei pickup
tipo di amplificatore
qualità dell'ampli
ecc. ecc.
e per finire il chitarrista stesso

come posso dire se la mia chitarra suona bene oppure no? Se il setup che ho fatto va bene?

E' ovvio che il suono ottenuto viene valutato soggettivamente, io poi solitamente mi ascolto in cuffia, ma al dilà del fatto che quello che sento mi piaccia o meno, posso dare un giudizio in merito al suono che ottengo a prescindere dal fatto di non essere collegato ad un ampli a transistor piuttosto che ad un valvolare?

So che è un discorso contorto, ma ormai la cosa mi ha intrippato e rischio di non uscirne più.

Cosa ne pensate dall'alto della vostra esperienza? :paura:


blacky123
Maestro
Maestro
Messaggi: 1949
Iscritto il: 26 ago 2011, 18:33

Re: Contorsione mentale

Messaggio da blacky123 » 12 set 2013, 14:31

Dal mio basso :senzasperanze: , ti posso dire ciò che ho capito di me: la prima cosa è il chitarrista, soprattutto per quanto riguarda LA MANO DESTRA. Se non plettri come si deve, qualsiasi chitarra suonerà male. Poi c'è il legno della chitarra, ed in generale la sua qualità/tipologia costruttiva. Se nella tua mente hai un suono pieno e sostenuto, non lo tirerai fuori da una Stratocaster, per esempio. Poi ci sono i P.U. Se non sono di buona qualità ammazzano quanto di buono hai fatto nei due passaggi precedenti. E poi l'amplificatore, che colora il tutto e gli dà la personalità finale. Naturalmente è inutile un eccezionale amplificatore se il suono non viene già buono nei primi tre passaggi.
Il mio esempio: io credo di avere una (appena)sufficiente dimestichezza con lo strumento, per cui il suono si origina con una buona intenzione. Uso però una chitarra (una Charvel/Jackson dell'88) che è buona come fattura, ma ha dei P.U. che. a mio parere, non hanno un buon suono (soprattutto nei distorti). Questo è quello che poi penalizza i risultato finale, che può essere corretto solo caricando di effetti la catena.
NAturalmente IMHO.
Le altre cose che citi secondo me sono relativamente importanti. Ma io non faccio testo circa certe sottigliezze, sulle quali ti ragguaglierà qualcun'altro :Very Happy:

Avatar utente
Frusciante
Maestro
Maestro
Messaggi: 9053
Iscritto il: 19 nov 2007, 16:28

Re: Contorsione mentale

Messaggio da Frusciante » 12 set 2013, 15:54

blacky123 ha scritto:Dal mio basso :senzasperanze: , ti posso dire ciò che ho capito di me: la prima cosa è il chitarrista, soprattutto per quanto riguarda LA MANO DESTRA. Se non plettri come si deve, qualsiasi chitarra suonerà male. Poi c'è il legno della chitarra, ed in generale la sua qualità/tipologia costruttiva. Se nella tua mente hai un suono pieno e sostenuto, non lo tirerai fuori da una Stratocaster, per esempio. Poi ci sono i P.U. Se non sono di buona qualità ammazzano quanto di buono hai fatto nei due passaggi precedenti. E poi l'amplificatore, che colora il tutto e gli dà la personalità finale. Naturalmente è inutile un eccezionale amplificatore se il suono non viene già buono nei primi tre passaggi.
Il mio esempio: io credo di avere una (appena)sufficiente dimestichezza con lo strumento, per cui il suono si origina con una buona intenzione. Uso però una chitarra (una Charvel/Jackson dell'88) che è buona come fattura, ma ha dei P.U. che. a mio parere, non hanno un buon suono (soprattutto nei distorti). Questo è quello che poi penalizza i risultato finale, che può essere corretto solo caricando di effetti la catena.
NAturalmente IMHO.
Le altre cose che citi secondo me sono relativamente importanti. Ma io non faccio testo circa certe sottigliezze, sulle quali ti ragguaglierà qualcun'altro :Very Happy:
Per quanto riguarda l'ampli non ne sono convinto al 100%. Puoi avere un amplificatore buono che può farti suonare bene anche chitarre discrete, ma con un amplificatore mediocre suonerà male anche una Gibson L5, imho.
un amico ha scritto:V. prima di uscire, deve chiedere il permesso alla chitarra.
un altro amico ha scritto:wa ma stai ancora suonando? sì e fierr! Pigliatell' na pausa.
http://24.media.tumblr.com/tumblr_lkl20 ... o1_400.gif :fumato:

Avatar utente
AleNovantotto
Esperto
Esperto
Messaggi: 507
Iscritto il: 15 gen 2011, 13:15

Re: Contorsione mentale

Messaggio da AleNovantotto » 12 set 2013, 17:34

Non so se ho capito la domanda: vuoi sapere se e come puoi giudicare il tuo strumento senza avere l'occasione di collegarlo ad un amplificatore ma avendo come unico riferimento il sistema alternativo che usi per suonare in cuffia?

A mio modesto parere puoi certamente giudicare la suonabilità generale della chitarra, la comodità e la bontà del setup, anche così. O meglio, la cosa dipende a questo punto da te, dalle tue esperienze e conoscenze.
Arrivare ad un giudizio sul suono e sulle potenzialità in tal senso della chitarra può essere invece un po' più complicato, ma qui va capito se usi un POD, o schede e sw audio, o altre attrezzature ancora, magari professionali.
A me capita spesso di suonare senza amplificatore, con un Rock Bug della Carl Martin, e ritengo che comunque sia un contesto nel quale si possa stabilire eccome se una chitarra il suo suono ce l'ha oppure no.

Avatar utente
Keller
Esperto
Esperto
Messaggi: 524
Iscritto il: 10 apr 2008, 00:54
Località: Forlì
Contatta:

Re: Contorsione mentale

Messaggio da Keller » 13 set 2013, 02:37

potrebbe essere anche utile con tutto il proprio set up, farsi suonare l'ascia da un amico e far da pubblico al proprio strumento , spesso si sentono cose che col culo attaccato all'ampli o con la concentrazione spesa a suonare non si sentono :ciao:
Altro for president

Ho una missione da compiere...rimanere coerente..è uno sporco lavoro ma qualcuno deve pur farlo!


rippox
Principiante
Principiante
Messaggi: 19
Iscritto il: 21 lug 2012, 11:03

Re: Contorsione mentale

Messaggio da rippox » 13 set 2013, 15:34

Sono stato troppo contorto :Very Happy:
Semplificando:

Partendo dal presupposto che il risultato di quello che suono è quello che percepisco attraverso le mie orecchie, ciò è la somma di tutto ciò che si trova tra il plettro e la mia cuffia.
Non ho abbastanza esperienza per decidere se una chitarra di per sè suona bene o meno ma posso giudicare ciò che sento.
Se quello che sento non mi soddisfa perchè secondo me manca qualcosa, mi piacerebbe capire cos'è.
Diciamo che non credo dipenda dalla chitarra o dal suo setup o dai suoi pickup, pur essendo questi ultimi importantissimi per la definizione del suono della chitarra.
Voglio dire...mi piacerebbe sapere quanto del suono di una chitarra elettrica è legato all'amplificazione?
Se quello che percepisco in cuffia è troppo freddo e senz'anima non può dipendere dal fatto che manca proprio questo?
La cuffia è fatta per riprodurre tutto lo spettro di frequenze udibili, ma un combo valvolare farebbe lo stesso o darebbe al suono quel colore che manca?
Quando ero più giovane ed ero appassionato di hi-fi si diceva che era inutile avere un impianto esagerato e delle casse che non andavano bene. :senzasperanze:
Forza espertoni, dipanate la nebbia che mi circonda.

Per la cronaca non ho strumenti professionali:

Squier affinity strat hss a cui ho sostituito i pickup con dei Wilkinson
Fender American Special sss
Zoom g5

Avatar utente
rhapsody
Esperto
Esperto
Messaggi: 691
Iscritto il: 15 mag 2011, 21:37

Re: Contorsione mentale

Messaggio da rhapsody » 13 set 2013, 16:02

blacky123 ha scritto: la prima cosa è il chitarrista, soprattutto per quanto riguarda LA MANO DESTRA. Se non plettri come si deve, qualsiasi chitarra suonerà male.
Quoto :esatto:
Sigh :frown:
:Very Happy:

rippox
Principiante
Principiante
Messaggi: 19
Iscritto il: 21 lug 2012, 11:03

Re: Contorsione mentale

Messaggio da rippox » 13 set 2013, 18:21

Eheheh.... mi farò un ripassino sulla plettrata :rocken:

rippox
Principiante
Principiante
Messaggi: 19
Iscritto il: 21 lug 2012, 11:03

Re: Contorsione mentale

Messaggio da rippox » 19 set 2013, 16:20

Non so se ho capito la domanda: vuoi sapere se e come puoi giudicare il tuo strumento senza avere l'occasione di collegarlo ad un amplificatore ma avendo come unico riferimento il sistema alternativo che usi per suonare in cuffia?

A mio modesto parere puoi certamente giudicare la suonabilità generale della chitarra, la comodità e la bontà del setup, anche così. O meglio, la cosa dipende a questo punto da te, dalle tue esperienze e conoscenze.
Arrivare ad un giudizio sul suono e sulle potenzialità in tal senso della chitarra può essere invece un po' più complicato, ma qui va capito se usi un POD, o schede e sw audio, o altre attrezzature ancora, magari professionali.
A me capita spesso di suonare senza amplificatore, con un Rock Bug della Carl Martin, e ritengo che comunque sia un contesto nel quale si possa stabilire eccome se una chitarra il suo suono ce l'ha oppure no.
Diciamo che la fender american special strato mi pare suoni bene (meglio della squier sicuramente) almeno se non inserisco gli effetti distorsione nello zoom g5.
Con le distorsioni il risultato non mi piace proprio a meno che non ci piazzi in fondo un bel riverbero che rende il tutto meno asciutto.
Il rock bug mi sembra carino, l'ho sentito su youyube e mi pare funzioni bene. Ma allora per me non sarebbe meglio un bel combino? Che so...Bugera v22 o simili in quella fascia di prezzo?
Se potessi mi comprerei il mondo ma poi mia moglie chiederebbe il divorzio e le dovrei pagare gli alimenti quindi...
Comunque dalla mia poca esperienza credo che il digitale con la chitarra elettrica non vada molto d'accordo
Che mi dite?

blacky123
Maestro
Maestro
Messaggi: 1949
Iscritto il: 26 ago 2011, 18:33

Re: Contorsione mentale

Messaggio da blacky123 » 20 set 2013, 17:51

Io mi sono (nella mia scarsa esperienza) reso conto di una cosa, relativamente alle distorsioni: se la chitarra non suona bene da distorta (cioè se non tiri fuori il suono che ti piace e che hai in mente), la prima cosa da valutare dovrebbero essere i pick up (vedi l'esempio che ho fatto all'inizio). Un p.u. debole darà una distorsione fredda e insufficente, e per avere un suono migliore dovrai aggiungere altro (overdrive, equalizzatore, compressore ecc.) con suono al tempo stesso più completo e più scadente (fruscìo).

rippox
Principiante
Principiante
Messaggi: 19
Iscritto il: 21 lug 2012, 11:03

Re: Contorsione mentale

Messaggio da rippox » 21 set 2013, 09:05

Io mi sono (nella mia scarsa esperienza) reso conto di una cosa, relativamente alle distorsioni: se la chitarra non suona bene da distorta (cioè se non tiri fuori il suono che ti piace e che hai in mente), la prima cosa da valutare dovrebbero essere i pick up (vedi l'esempio che ho fatto all'inizio). Un p.u. debole darà una distorsione fredda e insufficente, e per avere un suono migliore dovrai aggiungere altro (overdrive, equalizzatore, compressore ecc.) con suono al tempo stesso più completo e più scadente (fruscìo).
Concordo con te sulle distorsioni. L'uscita bassa del pu influisce indubbiamente sulla qualità della distorsione.
Quando mi sono deciso a farmi un'ascia :-) ero molto ignorante in materia (ancora lo sono). Pensavo che più o meno le chitarre suonassero tutte allo stesso modo. Niente di più sbagliato. Non solo cambia il suono da chitarra a chitarra ma anche due chitarre uguali suonano diversamente. Se a questo aggiungiamo il resto : corde, pu, setup, manico, rifinitura, effetti, ampli, allora siamo a posto.
Ieri ho visto e soprattutto ascoltato un video su youtube di una demo dello Zoom g5
ecco il link: https://www.youtube.com/watch?v=NUZuhf2q7kY
Vi posso garantire che lo schifo che sento in cuffia quando provo a suonare non corrisponde nemmeno lontanamente a quello che si sente nel video. Perchè, maledizione, perchè?
La mia catena è: chitarra->zoom->pc->cuffia o chitarra->zoom->cuffia (il suono non cambia)
L'autore del video? forse chitarra->zoom->ampli>mic?
Devo buttare la mia Fender stratocaster american special? Mi sta venedo l'esaurimento nervoso :spara: .
Ho seriamente bisogno di consigli su come migliorare la situazione. :fumato:


Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti