Come, quanto e con chi esercitarsi

Di tutto di più sul suonare la chitarra
Rispondi
Andre
Principiante
Principiante
Messaggi: 20
Iscritto il: 08 lug 2012, 10:17

Come, quanto e con chi esercitarsi

Messaggio da Andre » 23 giu 2013, 12:12

Ciao a tutti, suono la chitarra da tre anni. Inizialmente un maestro mi ha seguito per due mesi, insegnandomi i primi cenni pratici, poi, dopo diverso tempo passato a suonare classiche canzoni italiane con i soliti accordi e fare diversi esercizi del tipo 1234 ho iniziato a prendere lezioni con un maestro. Una lezione a settimana a 15 euro (come vi sembra il prezzo?). Non ha frequentato il conservatorio, ma suona da molto e da lezioni praticamente per lavoro. Dopo quasi due anni sono arrivato al livello di suonare solamente assoli semplici (Whiskey in the Jar, Nothing Else Matters, il primo solo di Sultans of Swing, Sweet Child o Mine escluso il lick molto veloce in mezzo all'assolo). A questo punto vorrei chiedervi dei consigli sugli esercizi. Con questo maestro ho fatto, in questi anni, triadi, scale pentatoniche (fino a 4 bpm, qualcosa anche a 6 bpm), sia normali che collegando i vari pattern o facendo dei lick stile Jimmy Page. Inoltre esercizi per hammer on e pull of, diteggiature per lo stretching, palm-mute e tanto accompagnamento, quindi accordi e ritmica. Quello che mi chiedo è se con due anni di esercizi del genere si debba essere arrivati ad un livello maggiore. Voi cosa ne pensate? Quali esercizi fate? Come dovre esercitarmi, per quanto tempo al giorno?


Avatar utente
fender_1987
Esperto
Esperto
Messaggi: 318
Iscritto il: 16 ott 2007, 01:42
Località: Asti

Re: Come, quanto e con chi esercitarsi

Messaggio da fender_1987 » 24 giu 2013, 15:25

Ciao.. innanzitutto bisogna capire dove vuoi arrivare..

lasciamo perdere tutte le vie intermedie.. suoni la chitarra elettrica per cui diciamo:

- Chitarrista (musicista) compositore
- Turnista su palco / chitarrista di una band che fa cover
- Turnista in studio
- Suono per divertirmi
- Altro

Ogni una di queste "Specializzazioni" richiede una particolare attenzione a diversi aspetti della musica e dello strumento...

tu parli di assoli.. ma io mi chiedo.. conosci tutti gli accordi in tutte le posizioni

Scoprilo tu stesso.. cerca 5 posizioni diverse tra loro per fare il CMaj, Cmaj7, Am e Am7..

Riesci a vibrare una nota a tempo? (terzine, quartine, terzine di 8vi ecc..)

e facendola oscillare i 1/2 tono?
e facendola oscillare di 1 tono?

Sono questi e molti altri i metri per misurare un buon chitarrista.. perchè se ti chiedessero domani di suonare (per 50€ a sera, perchè no) in una cover band di Tiziano Zarro, in Acustico.....

COSA IMPORTA A CHE VELOCITA FAI LE SCALE???!?!

Andre
Principiante
Principiante
Messaggi: 20
Iscritto il: 08 lug 2012, 10:17

Re: Come, quanto e con chi esercitarsi

Messaggio da Andre » 24 giu 2013, 21:27

fender_1987 ha scritto:Ciao.. innanzitutto bisogna capire dove vuoi arrivare..

lasciamo perdere tutte le vie intermedie.. suoni la chitarra elettrica per cui diciamo:

- Chitarrista (musicista) compositore
- Turnista su palco / chitarrista di una band che fa cover
- Turnista in studio
- Suono per divertirmi
- Altro

Ogni una di queste "Specializzazioni" richiede una particolare attenzione a diversi aspetti della musica e dello strumento...

tu parli di assoli.. ma io mi chiedo.. conosci tutti gli accordi in tutte le posizioni

Scoprilo tu stesso.. cerca 5 posizioni diverse tra loro per fare il CMaj, Cmaj7, Am e Am7..

Riesci a vibrare una nota a tempo? (terzine, quartine, terzine di 8vi ecc..)

e facendola oscillare i 1/2 tono?
e facendola oscillare di 1 tono?

Sono questi e molti altri i metri per misurare un buon chitarrista.. perchè se ti chiedessero domani di suonare (per 50€ a sera, perchè no) in una cover band di Tiziano Zarro, in Acustico.....

COSA IMPORTA A CHE VELOCITA FAI LE SCALE???!?!
Partiamo dal presupposto che di teoria non so praticamente NULLA, comunque la mia aspirazione è diventare un buon musicista che scrive pezzi propri, che siano per un solista o per una band. Comunque, un maestro "migliore", anche se da pagare a prezzi piu cari (se non sbaglio in media una 25ina di euro) secondo te può aiutarmi a migliorare tecnica e teoria?

Avatar utente
fender_1987
Esperto
Esperto
Messaggi: 318
Iscritto il: 16 ott 2007, 01:42
Località: Asti

Re: Come, quanto e con chi esercitarsi

Messaggio da fender_1987 » 25 giu 2013, 09:17

Andre ha scritto: Partiamo dal presupposto che di teoria non so praticamente NULLA, comunque la mia aspirazione è diventare un buon musicista che scrive pezzi propri, che siano per un solista o per una band. Comunque, un maestro "migliore", anche se da pagare a prezzi piu cari (se non sbaglio in media una 25ina di euro) secondo te può aiutarmi a migliorare tecnica e teoria?
Mah a dire il vero dipende.. cioè: se il tuo maestro attuale suona bene ma è una scarpa di teoria allora dovresti cambiare.. se invece non avete ancora affrontato gli argomenti è un altro paio di maniche..

Io suono da 17 anni. (ne avevo 9 quando ho iniziato) ed il mio prof ad ogni lezione mi STUPISCE con qualche cosa di nuovo.. Un buon motivo per NON cambiarlo no?!

Io credo che se il tuo obiettivo è la composizione,

premettendo che non esiste nel 2013 che un chitarrista non arrivi almeno a dei livelli standard di tecnica..

credo che tu debba concentrarti su

- Ear Training, per lo sviluppo dell'orecchio.. da fare sullo strumento oppure ascoltando brani, o ancora con software..
- Teoria.. quindi si le tonalità, si le scale, si i modi.. ma soprattutto gli intervalli.. perchè noi poveri chitarristi pezzenti pensiamo ad intervalli.. e di conseguenza gli accordi e le alterazioni..
- Arrivare ad un livello di tecnica che ti permetta di suonare cio che pensi.. le tue mani non devono essere un limite per il tuo cervello.. la chitarra deve essere un aiuto, non di ostacolo..

E poi iniziare a comporre qualcosa.. farlo sentire a "gente spessa" per capire quali sono i tuoi punti deboli.. e lavorare su quelli...

Questo è piu un percorso che si fa da soli comunque.. il maestro è una guida ma non puo spiegarti a comporre..

nella musica moderna a differenza della classica se suona figo è corretto.. quindi esistono alcune regole.. ma il bello è che potresti creare un pezzo (l'intera discografia dei nirvana ad esempio??)
che viola tutte queste regole.. se è figo va bene! :-)

Andre
Principiante
Principiante
Messaggi: 20
Iscritto il: 08 lug 2012, 10:17

Re: Come, quanto e con chi esercitarsi

Messaggio da Andre » 25 giu 2013, 12:36

fender_1987 ha scritto:
Andre ha scritto: Partiamo dal presupposto che di teoria non so praticamente NULLA, comunque la mia aspirazione è diventare un buon musicista che scrive pezzi propri, che siano per un solista o per una band. Comunque, un maestro "migliore", anche se da pagare a prezzi piu cari (se non sbaglio in media una 25ina di euro) secondo te può aiutarmi a migliorare tecnica e teoria?
Mah a dire il vero dipende.. cioè: se il tuo maestro attuale suona bene ma è una scarpa di teoria allora dovresti cambiare.. se invece non avete ancora affrontato gli argomenti è un altro paio di maniche..

Io suono da 17 anni. (ne avevo 9 quando ho iniziato) ed il mio prof ad ogni lezione mi STUPISCE con qualche cosa di nuovo.. Un buon motivo per NON cambiarlo no?!

Io credo che se il tuo obiettivo è la composizione,

premettendo che non esiste nel 2013 che un chitarrista non arrivi almeno a dei livelli standard di tecnica..

credo che tu debba concentrarti su

- Ear Training, per lo sviluppo dell'orecchio.. da fare sullo strumento oppure ascoltando brani, o ancora con software..
- Teoria.. quindi si le tonalità, si le scale, si i modi.. ma soprattutto gli intervalli.. perchè noi poveri chitarristi pezzenti pensiamo ad intervalli.. e di conseguenza gli accordi e le alterazioni..
- Arrivare ad un livello di tecnica che ti permetta di suonare cio che pensi.. le tue mani non devono essere un limite per il tuo cervello.. la chitarra deve essere un aiuto, non di ostacolo..

E poi iniziare a comporre qualcosa.. farlo sentire a "gente spessa" per capire quali sono i tuoi punti deboli.. e lavorare su quelli...

Questo è piu un percorso che si fa da soli comunque.. il maestro è una guida ma non puo spiegarti a comporre..

nella musica moderna a differenza della classica se suona figo è corretto.. quindi esistono alcune regole.. ma il bello è che potresti creare un pezzo (l'intera discografia dei nirvana ad esempio??)
che viola tutte queste regole.. se è figo va bene! :-)
È che vorrei ugualmente arrivare ad un alto livello tecnico, poi credo che la composizione arriverà dopo, dopo essere arrivato ad un buon livello sia di tecnica, che di teoria, che di orecchio. Cioè io alla teoria mi fermo a tono-tono-semitono-tono-tono-tono-semitono più o meno! So giusto le nozioni principali, nulla più, quindi non so se mi potrebbe far bene cambiare maestro o continuare con quello attuale (con lui ad esempio non ho mai trattato il vibrato, lo sweep picking, appena appena il bending che ho dovuto perfezionare da solo così come molte altre cose). Comunque, visto che suoni da molto tempo, come mi consiglieresti di impostare l'esercizio quotidiano? Cosa fare, per quanto tempo..?


Avatar utente
mamasa
Maestro
Maestro
Messaggi: 3082
Iscritto il: 21 lug 2010, 16:08
Località: Melbourne, VIC, Australia

Re: Come, quanto e con chi esercitarsi

Messaggio da mamasa » 25 giu 2013, 13:36

Sono una delle persone più incostanti del mondo quindi, sul come impostare l'esercizio quotidiano, non posso dirti granché, a parte che è molto meglio fare 10 minuti ben concentrati che un'ora pensando ad altro.

Riguardo alla composizione invece ti consiglio di iniziare già da ora perché è una delle cose che a me è servita di più. Ogni volta che imparo qualcosa di nuovo (un accordo, una scala, una ritmica, un lick, eccetera) cerco di usarlo per costruirci sopra qualcosa. Tutto quello che negli anni ho provato a integrare nella composizione ce l'ho stampato nella mente e nelle mani, tutto il resto o l'ho perso per strada o devo rivedermelo regolarmente per non dimenticarlo. È anche molto divertente (almeno, per me lo è) quindi è un ottimo stimolo a studiare e migliorare sia nella tecnica che nel gusto. Inoltre, più componi più diventa facile comporre. Come si suol dire, la creatività non si può insegnare, però si può allenare e, visto che aspiri a scrivere pezzi tuoi, prima inizi e meglio è.

Riguardo al maestro, secondo me, la questione è: ti trovi bene con lui? Impari regolarmente qualcosa di nuovo oppure hai l'impressione di restare fermo o di andare troppo lento?
Tutti sanno dire "ti amo", ma pochi sanno dire "vuoi quei kiwi?".

Siccome Piove
Podcast Immagine

Andre
Principiante
Principiante
Messaggi: 20
Iscritto il: 08 lug 2012, 10:17

Re: Come, quanto e con chi esercitarsi

Messaggio da Andre » 25 giu 2013, 14:28

mamasa ha scritto:Sono una delle persone più incostanti del mondo quindi, sul come impostare l'esercizio quotidiano, non posso dirti granché, a parte che è molto meglio fare 10 minuti ben concentrati che un'ora pensando ad altro.

Riguardo alla composizione invece ti consiglio di iniziare già da ora perché è una delle cose che a me è servita di più. Ogni volta che imparo qualcosa di nuovo (un accordo, una scala, una ritmica, un lick, eccetera) cerco di usarlo per costruirci sopra qualcosa. Tutto quello che negli anni ho provato a integrare nella composizione ce l'ho stampato nella mente e nelle mani, tutto il resto o l'ho perso per strada o devo rivedermelo regolarmente per non dimenticarlo. È anche molto divertente (almeno, per me lo è) quindi è un ottimo stimolo a studiare e migliorare sia nella tecnica che nel gusto. Inoltre, più componi più diventa facile comporre. Come si suol dire, la creatività non si può insegnare, però si può allenare e, visto che aspiri a scrivere pezzi tuoi, prima inizi e meglio è.

Riguardo al maestro, secondo me, la questione è: ti trovi bene con lui? Impari regolarmente qualcosa di nuovo oppure hai l'impressione di restare fermo o di andare troppo lento?
Per quanto riguarda la composizione già provo a fare qualcosa, solo che la maggior parte delle volte che mi sembra di aver creato buoni riff, buoni fraseggi e cose varie scopro che il tutto è praticamente la brutta copia di qualcosa di gruppi famosi :lollol: Comunque qualcosa ho creato, anche perchè con i testi me la cavo più che bene, e spesso mi vengono idee carine (:

Per il maestro, imparare imparo, ma poi magari provo a imparare canzoni nuove e non riesco. Inoltre non so, ma forse dopo due anni di chitarra dovrei già essere ad un punto sia tecnico che teorico maggiore. Non so con chi confrontarmi, e non avendo mai conosciuto altri maestri non so nè come sia impostata una lezione con un bravo maestro, nè che metodo usino, nè null'altro.

Avatar utente
fender_1987
Esperto
Esperto
Messaggi: 318
Iscritto il: 16 ott 2007, 01:42
Località: Asti

Re: Come, quanto e con chi esercitarsi

Messaggio da fender_1987 » 25 giu 2013, 14:35

Andre ha scritto: È che vorrei ugualmente arrivare ad un alto livello tecnico, poi credo che la composizione arriverà dopo, dopo essere arrivato ad un buon livello sia di tecnica, che di teoria, che di orecchio. Cioè io alla teoria mi fermo a tono-tono-semitono-tono-tono-tono-semitono più o meno! So giusto le nozioni principali, nulla più, quindi non so se mi potrebbe far bene cambiare maestro o continuare con quello attuale (con lui ad esempio non ho mai trattato il vibrato, lo sweep picking, appena appena il bending che ho dovuto perfezionare da solo così come molte altre cose). Comunque, visto che suoni da molto tempo, come mi consiglieresti di impostare l'esercizio quotidiano? Cosa fare, per quanto tempo..?
Secondo me hai un po di confusione.. o per colpa tua o per colpa del tuo maestro.. o di entrambe!!!!!!! ahahahahahha

Scherzi a parte, mi diresti:

- come e quanto stai studiando
- come organizza la lezione il tuo maestro
- quali/quanti esercizi ti da da fare a casa...

Perchè è difficile rispondere a domande come:

devo cambiare maestro? Devo cambiare metodo di studio?

Io non ti conosco.. ho bisogno di piu info!

Andre
Principiante
Principiante
Messaggi: 20
Iscritto il: 08 lug 2012, 10:17

Re: Come, quanto e con chi esercitarsi

Messaggio da Andre » 26 giu 2013, 00:17

fender_1987 ha scritto:
Andre ha scritto: È che vorrei ugualmente arrivare ad un alto livello tecnico, poi credo che la composizione arriverà dopo, dopo essere arrivato ad un buon livello sia di tecnica, che di teoria, che di orecchio. Cioè io alla teoria mi fermo a tono-tono-semitono-tono-tono-tono-semitono più o meno! So giusto le nozioni principali, nulla più, quindi non so se mi potrebbe far bene cambiare maestro o continuare con quello attuale (con lui ad esempio non ho mai trattato il vibrato, lo sweep picking, appena appena il bending che ho dovuto perfezionare da solo così come molte altre cose). Comunque, visto che suoni da molto tempo, come mi consiglieresti di impostare l'esercizio quotidiano? Cosa fare, per quanto tempo..?
Secondo me hai un po di confusione.. o per colpa tua o per colpa del tuo maestro.. o di entrambe!!!!!!! ahahahahahha

Scherzi a parte, mi diresti:

- come e quanto stai studiando
- come organizza la lezione il tuo maestro
- quali/quanti esercizi ti da da fare a casa...

Perchè è difficile rispondere a domande come:

devo cambiare maestro? Devo cambiare metodo di studio?

Io non ti conosco.. ho bisogno di piu info!
Una lezione è divisa più o meno in tre parti, nella prima controlla gli esercizi che mi aveva dato, nella seconda mi assegna degli esercizi e me ne spiega/fa provare eventuali nuovi, e nella terza si dedica alle canzoni, quindi mi spiega qualcosa, poi suoniamo insieme. Per quanto riguarda gli esercizi, principalmente ho trattato piccole cose di tecnica come hamer on e pull of, stretching vario, qualcosina appena di bending e pennata alternata. Ho fatto abbastanza ritmica e accordi, e ora comincio ad aumentare la velocità collegando i vari pattern di pentatonica (arrivo qualcosina a 6bpm). Poi che altro, ho fatto triadi maggior minori e diminuite, questo tipo di esercizi, oltre ovviamente ad alcune canzoni. Il tempo dedicato agli esercizi? In media un'ora e mezza giornaliera, a volte più a volte meno. Altri chiarimenti? :Very Happy:

Avatar utente
fender_1987
Esperto
Esperto
Messaggi: 318
Iscritto il: 16 ott 2007, 01:42
Località: Asti

Re: Come, quanto e con chi esercitarsi

Messaggio da fender_1987 » 27 giu 2013, 10:17

Andre ha scritto: Una lezione è divisa più o meno in tre parti, nella prima controlla gli esercizi che mi aveva dato, nella seconda mi assegna degli esercizi e me ne spiega/fa provare eventuali nuovi, e nella terza si dedica alle canzoni, quindi mi spiega qualcosa, poi suoniamo insieme. Per quanto riguarda gli esercizi, principalmente ho trattato piccole cose di tecnica come hamer on e pull of, stretching vario, qualcosina appena di bending e pennata alternata. Ho fatto abbastanza ritmica e accordi, e ora comincio ad aumentare la velocità collegando i vari pattern di pentatonica (arrivo qualcosina a 6bpm). Poi che altro, ho fatto triadi maggior minori e diminuite, questo tipo di esercizi, oltre ovviamente ad alcune canzoni. Il tempo dedicato agli esercizi? In media un'ora e mezza giornaliera, a volte più a volte meno. Altri chiarimenti? :Very Happy:
Io sinceramente condivido il metodo del tuo insegnante.. poco tendente alla solistica.. molto più rivolto verso l'accompagnamento.. certo che magari non è cio che vuoi fare tu..

6 bpm? credo che tu ti stia confondendo.. 6 bpm sono... una nota ogni 10 secondi.. sei un bradipo? saranno perlomeno 60 bpm.. ma comunque reputo sia una velocità bassissima.. (magari sono quartine di sediciesimi a 60 bpm.. allora si inizia a ragionare..) è importante capire una cosa: ad una determinata velocità CI POSSONO ARRIVARE TUTTI! suonare a 120 bpm a terzine di 8vi.. piuttosto che a 100 bpm a quartine di 16mi è un traguardo che si raggiunge senza problemi! basta avere un buon metodo per studiare QUESTO tipo di tecnica..

se sei mooolto al di sotto di questi traguardi.. allora o non studi nel modo corretto.. oppure stai facendo gli esercizi sbagliati.. se vuoi posso passarti qualche esercizio.. anzi meglio ancora.. posso parrati il "metodo di studio" e poi gli esercizi te li inventi....


Tanto per chiacchierare.. che brani studi/hai studiato? Ritmica o lead? Cosa ti piace suonare?

Andre
Principiante
Principiante
Messaggi: 20
Iscritto il: 08 lug 2012, 10:17

Re: Come, quanto e con chi esercitarsi

Messaggio da Andre » 27 giu 2013, 14:14

fender_1987 ha scritto:
Andre ha scritto: Una lezione è divisa più o meno in tre parti, nella prima controlla gli esercizi che mi aveva dato, nella seconda mi assegna degli esercizi e me ne spiega/fa provare eventuali nuovi, e nella terza si dedica alle canzoni, quindi mi spiega qualcosa, poi suoniamo insieme. Per quanto riguarda gli esercizi, principalmente ho trattato piccole cose di tecnica come hamer on e pull of, stretching vario, qualcosina appena di bending e pennata alternata. Ho fatto abbastanza ritmica e accordi, e ora comincio ad aumentare la velocità collegando i vari pattern di pentatonica (arrivo qualcosina a 6bpm). Poi che altro, ho fatto triadi maggior minori e diminuite, questo tipo di esercizi, oltre ovviamente ad alcune canzoni. Il tempo dedicato agli esercizi? In media un'ora e mezza giornaliera, a volte più a volte meno. Altri chiarimenti? :Very Happy:
Io sinceramente condivido il metodo del tuo insegnante.. poco tendente alla solistica.. molto più rivolto verso l'accompagnamento.. certo che magari non è cio che vuoi fare tu..

6 bpm? credo che tu ti stia confondendo.. 6 bpm sono... una nota ogni 10 secondi.. sei un bradipo? saranno perlomeno 60 bpm.. ma comunque reputo sia una velocità bassissima.. (magari sono quartine di sediciesimi a 60 bpm.. allora si inizia a ragionare..) è importante capire una cosa: ad una determinata velocità CI POSSONO ARRIVARE TUTTI! suonare a 120 bpm a terzine di 8vi.. piuttosto che a 100 bpm a quartine di 16mi è un traguardo che si raggiunge senza problemi! basta avere un buon metodo per studiare QUESTO tipo di tecnica..

se sei mooolto al di sotto di questi traguardi.. allora o non studi nel modo corretto.. oppure stai facendo gli esercizi sbagliati.. se vuoi posso passarti qualche esercizio.. anzi meglio ancora.. posso parrati il "metodo di studio" e poi gli esercizi te li inventi....


Tanto per chiacchierare.. che brani studi/hai studiato? Ritmica o lead? Cosa ti piace suonare?
Scusa, non 6pbm, ma 60 bpm a 6 note per battito :Very Happy: Comunque, studio sia ritmica che lead, prima l'accompagnamento poi la solistica, per comprendere al meglio la canzone. Mi piace suonare rock, hard rock, anche qualcosa di metal. Vario dai Dire Straits ai Nirvana, ai Led Zeppelin ai Metallica, non ho èrpbelmi a sunoare generi differenti :ciao: Se mi dessi una mano, p4er esercizi canzoni etc. ti sarei infinitamente grato :esatto:

Avatar utente
fender_1987
Esperto
Esperto
Messaggi: 318
Iscritto il: 16 ott 2007, 01:42
Località: Asti

Re: Come, quanto e con chi esercitarsi

Messaggio da fender_1987 » 27 giu 2013, 15:42

Gli esercizi che ti propongo sono "Meccanismi" cioè quei movimenti ripetitivi, facili da portare in velocità..
per rendere l'esercizio musicale vengono proposti non a metronomo, ma con una base musicale (ad esempio si puo usare il sw band in a box) si crea un giro con basso batteria ecc e lo si velocizza sempre piu..

Quindi:

1- basta metronomo... suoni A TEMPO sulla batteria..
2- basta esercizi idioti 1 2 3 4 a capotasto.. sono noiosi ed anti-musicali!

quello che devi fare però è questo..

- Scegliere una tonlità.. Meglio se DO Maggiore..
- Memorizzare tutte le note della scala su tutte le corde fino a circa il 15esimo tasto..
- Memorizzarle sia in verticale a tre note per corda, in verticale all'interno dei Box CAGED e in orizzontale..

Infine.. Arriviamo all'esercizio che ti farà diventare una bestia:

Prendiamo in esame il MI cantino: la scala di DO si sviluppa a partire dalla nota FA (lascia perdere le corde a vuoto) quindi sui tasti: 1 3 5 7 8 10 12 13 15... durante l'esercizio premerai solo questi tasti...

l'esercizio partirà così: 135 135 135 135 | 357 357 357 357 | 578 578 578 578 | ecc... fino a 15 poi torni indietro..

L'esercizio così descritto lo chiamiamo UnDueTre.. perchè le dita si muovono suonando le TRE note dalla piu grave alla piu acuta..

Possiamo subito fare la variante TreDueUno che sarà: 531 531 531 531 | 753 753 753 753 | 875 875 875 875 | ecc

Così come DueUnoTre (315 315 315 ecc..) DueTreUno (351 351 351 351 ecc..)

Tutto cio, su tutte le corde

- In pulito ed in crunch (non distorto.. perchè è piu semplice fare uscire un buon suono)
- Sempre senza effetti! Nemmeno il Riverbero!!!


Sono certo che Avrai qualche dubbio.. anche perchè ho dato per scontate tante cose... preferisco non andare avanti a descrivere.. se hai dubbi chiedi....

Andre
Principiante
Principiante
Messaggi: 20
Iscritto il: 08 lug 2012, 10:17

Re: Come, quanto e con chi esercitarsi

Messaggio da Andre » 27 giu 2013, 16:02

fender_1987 ha scritto:Gli esercizi che ti propongo sono "Meccanismi" cioè quei movimenti ripetitivi, facili da portare in velocità..
per rendere l'esercizio musicale vengono proposti non a metronomo, ma con una base musicale (ad esempio si puo usare il sw band in a box) si crea un giro con basso batteria ecc e lo si velocizza sempre piu..

Quindi:

1- basta metronomo... suoni A TEMPO sulla batteria..
2- basta esercizi idioti 1 2 3 4 a capotasto.. sono noiosi ed anti-musicali!

quello che devi fare però è questo..

- Scegliere una tonlità.. Meglio se DO Maggiore..
- Memorizzare tutte le note della scala su tutte le corde fino a circa il 15esimo tasto..
- Memorizzarle sia in verticale a tre note per corda, in verticale all'interno dei Box CAGED e in orizzontale..

Infine.. Arriviamo all'esercizio che ti farà diventare una bestia:

Prendiamo in esame il MI cantino: la scala di DO si sviluppa a partire dalla nota FA (lascia perdere le corde a vuoto) quindi sui tasti: 1 3 5 7 8 10 12 13 15... durante l'esercizio premerai solo questi tasti...

l'esercizio partirà così: 135 135 135 135 | 357 357 357 357 | 578 578 578 578 | ecc... fino a 15 poi torni indietro..

L'esercizio così descritto lo chiamiamo UnDueTre.. perchè le dita si muovono suonando le TRE note dalla piu grave alla piu acuta..

Possiamo subito fare la variante TreDueUno che sarà: 531 531 531 531 | 753 753 753 753 | 875 875 875 875 | ecc

Così come DueUnoTre (315 315 315 ecc..) DueTreUno (351 351 351 351 ecc..)

Tutto cio, su tutte le corde

- In pulito ed in crunch (non distorto.. perchè è piu semplice fare uscire un buon suono)
- Sempre senza effetti! Nemmeno il Riverbero!!!


Sono certo che Avrai qualche dubbio.. anche perchè ho dato per scontate tante cose... preferisco non andare avanti a descrivere.. se hai dubbi chiedi....
Scusa ma non ho ben capito l'esercizio, comunque, gli esercizi 1234 ,li ho abbandonati da un pezzo, oltre 2 anni direi! Per quanto riguarda le note della scala maggiore di Do le ho gia memorizzate da un pezzo, ma non ho ben capito il meccanismo di esecuzione dell'esercizio. L'ideale sarebbe farmi vedere un video :Very Happy: Altrimenti prova rispiegarmelo, scusa di nuovo!!

Avatar utente
fender_1987
Esperto
Esperto
Messaggi: 318
Iscritto il: 16 ott 2007, 01:42
Località: Asti

Re: Come, quanto e con chi esercitarsi

Messaggio da fender_1987 » 27 giu 2013, 17:00

Allora proviamo a spiegarlo in maniera diversa.. semmai cmq ti farò un video..

Allora: ti dicevo.. 135 135 135 135 | 357 357 357 357 | 578 578 578 578 ecc

Tradotto in termini meno "Cinghialeschi" sarebbe:

fa sol la fa sol la fa sol la fa sol la | sol la si sol la si sol la si sol la si |la si do la si do la si do la si do ecc ..
1 2 3 1 2 3 1 2 3 1 2 3 1 2 3 1 2 3 1 2 3 1 2 3 1 2 3 1 2 3 1 2 3 1 2 3 ECC....

in grassetto hai le note in battere..

Il tutto sulla corda del Mi cantino....

la stessa operazione su tutte le corde...


Semmai ti farò un video...

Andre
Principiante
Principiante
Messaggi: 20
Iscritto il: 08 lug 2012, 10:17

Re: Come, quanto e con chi esercitarsi

Messaggio da Andre » 28 giu 2013, 00:56

fender_1987 ha scritto:Allora proviamo a spiegarlo in maniera diversa.. semmai cmq ti farò un video..

Allora: ti dicevo.. 135 135 135 135 | 357 357 357 357 | 578 578 578 578 ecc

Tradotto in termini meno "Cinghialeschi" sarebbe:

fa sol la fa sol la fa sol la fa sol la | sol la si sol la si sol la si sol la si |la si do la si do la si do la si do ecc ..
1 2 3 1 2 3 1 2 3 1 2 3 1 2 3 1 2 3 1 2 3 1 2 3 1 2 3 1 2 3 1 2 3 1 2 3 ECC....

in grassetto hai le note in battere..

Il tutto sulla corda del Mi cantino....

la stessa operazione su tutte le corde...


Semmai ti farò un video...
Capito tutto, e sinceramente a 60 bpm a quartine (quindi per intenderci 4 note ogni battito) me lo mangio, mentre a 6 note per battito trovo qualche difficoltà di precisione e costanza. Comunque, mi basta poco, a questo livello ci sono già arrivato, il punto è che sono un po' in una fase di mezzo e non so come sbloccarmi. Hai altri consigli? Magari mandami un messaggio, almeno non intasiamo il post!


Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti