Assolo "a tavolino"

Di tutto di più sul suonare la chitarra
Rispondi
Avatar utente
Dark Angel
Maestro
Maestro
Messaggi: 2724
Iscritto il: 09 ago 2007, 22:52

Assolo "a tavolino"

Messaggio da Dark Angel » 29 gen 2009, 19:08

Vi è mai capitato di dover scrivere un assolo?
Non parlo di improvvisazioni o modifiche ad assoli già esistenti, parlo proprio di creare un assolo relativamente lungo (nel mio caso massimo 2 minuti) a partire da una base di accordi.

Scrivere avendo sotto mano gli accordi è una bella comodità, così usando le note giuste ad ogni cambio di accordo, si ottiene un effetto molto più musicale e armonico, però magari si perde un po' in spontaneità: mi sono accorto che improvvisando ad orecchio mi escono certe cose che non riuscirei a fare mettendomici con l'intelligenza.
Penso che farò qualche prova in improvvisazione, e poi cercherò di scrivere la tab dell'assolo con le idee che mi piacciono delle improvvisazioni.

Voi come procedete?
Tired of lying in the sunshine staying home to watch the rain
You are young and life is long and there is time to kill today
And then the one day you find ten years have got behind you
No one told you when to run, you missed the starting gun

And you run and you run to catch up with the sun, but it's sinking
And racing around to come up behind you again
The sun is the same in the relative way, but you're older
And shorter of breath and one day closer to death


Avatar utente
silente
Maestro
Maestro
Messaggi: 5493
Iscritto il: 23 apr 2007, 09:53

Re: Assolo "a tavolino"

Messaggio da silente » 29 gen 2009, 19:37

Tutte le volte che li ho scritti prima, mi sono venuti troppo difficili e non riuscivo a suonarli... :Very Happy:
ImmagineIl Cantagallo Podcast

lespaul
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 5648
Iscritto il: 06 gen 2008, 20:37
Località: Purgatorio

Re: Assolo "a tavolino"

Messaggio da lespaul » 29 gen 2009, 19:38

Dark Angel ha scritto:Vi è mai capitato di dover scrivere un assolo?
Non parlo di improvvisazioni o modifiche ad assoli già esistenti, parlo proprio di creare un assolo relativamente lungo (nel mio caso massimo 2 minuti) a partire da una base di accordi.

Scrivere avendo sotto mano gli accordi è una bella comodità, così usando le note giuste ad ogni cambio di accordo, si ottiene un effetto molto più musicale e armonico, però magari si perde un po' in spontaneità: mi sono accorto che improvvisando ad orecchio mi escono certe cose che non riuscirei a fare mettendomici con l'intelligenza.
Penso che farò qualche prova in improvvisazione, e poi cercherò di scrivere la tab dell'assolo con le idee che mi piacciono delle improvvisazioni.

Voi come procedete?
Beh io non mi ci sono mai cimentato nel creare un assolo ma so di per certo che
la passione rende tutto più affascinante..
Perciò ti auguro di trovar premio nelle tue creatività..

Avatar utente
zortec
Esperto
Esperto
Messaggi: 590
Iscritto il: 25 ott 2008, 23:19

Re: Assolo "a tavolino"

Messaggio da zortec » 29 gen 2009, 19:55

Ciao!!! Io di solito nei miei pezzi vado un po' a tentativi improvviso un po' fino a che non arriva un passaggio che mi piace, a volte uso un metodo poco ortodosso, anzi molto naif direi, me lo canto nella testa per poi riportarlo sulla chitarra in bella copia.
Se no, puoi prendere spunto da assoli che consci già. Ad esempio il mio primo assolo in un mio pezzo l' ho fatto così, e non è venuto affatto male, le note e lick sono più o meno le stesse dell' originale(ripeto più o meno) considrando che le durate e l' armonia del pezzo in generale sono completamente differenti, il risultato è quello di un assolo nuovissimo.
Ciao!!! :rocken:

Avatar utente
Dark Angel
Maestro
Maestro
Messaggi: 2724
Iscritto il: 09 ago 2007, 22:52

Re: Assolo "a tavolino"

Messaggio da Dark Angel » 29 gen 2009, 20:00

zortec ha scritto:me lo canto nella testa per poi riportarlo sulla chitarra in bella copia.
Beh, come credi che facciano i compositori che devono scrivere le partiture per un' orchestra?
La musica la devono avere in testa, mica possono suonare tutti gli strumenti.
Tired of lying in the sunshine staying home to watch the rain
You are young and life is long and there is time to kill today
And then the one day you find ten years have got behind you
No one told you when to run, you missed the starting gun

And you run and you run to catch up with the sun, but it's sinking
And racing around to come up behind you again
The sun is the same in the relative way, but you're older
And shorter of breath and one day closer to death


Avatar utente
Gimpy
Esperto
Esperto
Messaggi: 534
Iscritto il: 12 dic 2008, 15:21

Re: Assolo "a tavolino"

Messaggio da Gimpy » 29 gen 2009, 20:12

io ti consiglio di registrarti mentre improvvisi e in seguito razionalizzare il tutto mettendoci passaggi studiati
"Blues is easy to play, but not to feel" Jimi Hendrix
Lay Down Your Soul To The Gods Rock 'n' Roll !

Avatar utente
zortec
Esperto
Esperto
Messaggi: 590
Iscritto il: 25 ott 2008, 23:19

Re: Assolo "a tavolino"

Messaggio da zortec » 29 gen 2009, 20:28

Dark Angel ha scritto:
zortec ha scritto:me lo canto nella testa per poi riportarlo sulla chitarra in bella copia.
Beh, come credi che facciano i compositori che devono scrivere le partiture per un' orchestra?
La musica la devono avere in testa, mica possono suonare tutti gli strumenti.

Lo so, ma io non ho mica le conoscenze di un compositore :sviolinata: . Nel fare questo procedimento i compositori seguono dei criteri, delle regole. Io vado un po' a naso... :band:
Un' altra cosa, anche se mi ha già anticipato gimpy, registrati (anche con un cellulare, con il pc, con un lettore mp3) quando ti viene un bel passaggio, lo trovo più efficace di scrivere la tab del pezzo.
Ciao!!!

Avatar utente
Dark Angel
Maestro
Maestro
Messaggi: 2724
Iscritto il: 09 ago 2007, 22:52

Re: Assolo "a tavolino"

Messaggio da Dark Angel » 29 gen 2009, 21:02

il fatto è che quando ti trovi alcuni passaggi, poi li devi assemblare in musica, ed è più comodo averli scritti che ricordarseli solo con la memoria uditiva.
Tired of lying in the sunshine staying home to watch the rain
You are young and life is long and there is time to kill today
And then the one day you find ten years have got behind you
No one told you when to run, you missed the starting gun

And you run and you run to catch up with the sun, but it's sinking
And racing around to come up behind you again
The sun is the same in the relative way, but you're older
And shorter of breath and one day closer to death

Avatar utente
zortec
Esperto
Esperto
Messaggi: 590
Iscritto il: 25 ott 2008, 23:19

Re: Assolo "a tavolino"

Messaggio da zortec » 29 gen 2009, 21:19

Si, Si!!! se ti è più utile, fai così
Io ad esempio non so scrivere la musica quindi prefererisco registrarmi, non scrivo le tabs perchè dopo nemmeno due giorni mi dimenticherei le durate delle note :senzasperanze:
Ciao!!! e buon assolo :yourock:

Avatar utente
Taranis
Maestro
Maestro
Messaggi: 1824
Iscritto il: 09 set 2008, 17:56
Contatta:

Re: Assolo "a tavolino"

Messaggio da Taranis » 30 gen 2009, 02:29

la maggior parte delle volte l'assolo mi gira per la testa o all'incirca la sonorita' e il carattere che deve avere....la cosa difficile poi e' sempre portarlo sulla chitarra tale e quale a quello immaginato :D
se possibile preferisco arrivare a farlo i nsala con il gruppo altrimenti ci si registra o si va di spartito :)
Dispensatore di G.A.S.

Avatar utente
darkfender
Maestro
Maestro
Messaggi: 3818
Iscritto il: 05 apr 2007, 10:36

Re: Assolo "a tavolino"

Messaggio da darkfender » 30 gen 2009, 09:52

Soluzione ibrida :)
Scriviti gli accordi su un foglio e mentre improvvisi leggiteli in modo da cadere in maniera studiata nei cambi ma improvvisando il resto....
Se improvvisando trovi qualcosa che ti piace di più nei cambi, sostituisci.

P.S. io personalmente uso un altro metodo...mi penso l'assolo senza chitarra e poi lo suono, magari lo modifico in un terzo momento con qualche rifinitura.

Avatar utente
Metal Mike
Esperto
Esperto
Messaggi: 499
Iscritto il: 08 feb 2008, 18:33

Re: Assolo "a tavolino"

Messaggio da Metal Mike » 11 feb 2009, 01:21

Scrivo la base in Guitar Pro e la faccio andare improvvisandoci su.


Quando suono qualcosa che mi pare buono, la prendo e la trascrivo (in un file separato).
Alla fine, vedo di collegare i vari pezzi in un modo logico e di ottenere un solo omogeneo, cercando di conservare spontaneità


E' la (mia) soluzione migliore, anche se odio profondamente guitar pro, dato che alle volte, mi vengono delle strutture ritmiche che non stanno né in cielo né in terra...ma questo perché son brocco io :Very Happy:

rat
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 157
Iscritto il: 30 nov 2008, 12:44

Re: Assolo "a tavolino"

Messaggio da rat » 11 feb 2009, 15:39

Come Metal Mike mando in loop una serie di accordi e suono, le parti interessanti le butto giu'.
GP secondo me è uno strumento utilissimo se usato coscienzosamente .. :ciauz:


Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite