Artificial Harmonics!

Di tutto di più sul suonare la chitarra
Avatar utente
guitar_adept
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 150
Iscritto il: 25 apr 2007, 20:13

Artificial Harmonics!

Messaggio da guitar_adept » 02 mag 2007, 14:52

Ciao ragazzi, ho un problema con gli armonici artificiali...riesco a farli "uscire" ma sono lento nel farli...nel senso che mentre suono se devo fare un armonico perdo tempo nel prendere il plettro in punta...
Forse sbaglio il metodo con cui li faccio uscire...io faccio cosi: prendo il plettro piu avanti verso la punta di modo ke la punta esce poco dalle dita, dopodiche suono la nota (col plettro) e sfioro la corda con il pollice allontanandolo subito.
Avete qualche consiglio da darmi su come velocizzare questa tecnica?
Grazie


Avatar utente
selva_oscura
Esperto
Esperto
Messaggi: 992
Iscritto il: 04 gen 2007, 15:32
Località: Taviano (LE)

Messaggio da selva_oscura » 02 mag 2007, 15:02

se ho ben capito, li esegui correttamente...
l'unica cosa da fare e farli costantemente,..ank'io le prime volte m dannavo in alcune cover di satriani...xrò man man acquisti sicurezza e quindi velocità :wink:
"Exorcizamus tee, omnis emmundes spiritus, omnis e satanica podestas, omnis incursio infernalis at versari, in nomine domine nostri"

Avatar utente
selva_oscura
Esperto
Esperto
Messaggi: 992
Iscritto il: 04 gen 2007, 15:32
Località: Taviano (LE)

Messaggio da selva_oscura » 02 mag 2007, 15:05

esiste anche un altro metodo x eseguirli anche se nn è molto "scenico"..

Immagine

ecco il link:

http://www.jazzitalia.net/lezioni/david ... zione2.asp

:dance: :Very Happy: :ciauz:




e cco se io lo eseguo cosi' mi viene ancora piu' lento
"Exorcizamus tee, omnis emmundes spiritus, omnis e satanica podestas, omnis incursio infernalis at versari, in nomine domine nostri"

Avatar utente
darkfender
Maestro
Maestro
Messaggi: 3818
Iscritto il: 05 apr 2007, 10:36

Messaggio da darkfender » 02 mag 2007, 15:12

a parte quello che dici ricrea armoniche naturali e non artificiali, per quelle artificiali devi tenere sempre il pettro in punta poi quando devi fare le armoniche ruoti un po' il polso :) in modo da avere un movimento minimo..

Avatar utente
guitar_adept
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 150
Iscritto il: 25 apr 2007, 20:13

Messaggio da guitar_adept » 02 mag 2007, 15:27

Grazie selva è utile quel link...
ci ho provato e mi è cascato il plettro solo 8 volte su 7 :D
penso comunque che il problema è solo quando impugno il plettro piu verso la punta, li sono lento e molte volte o esagero e copro il plettro (nella fretta) o non sfioro col pollice la corda.
che dire, con la pratica verrà forse è solo una questione di abitudine..boh!

grazie dell'aiuto! :yourock:


Avatar utente
darkfender
Maestro
Maestro
Messaggi: 3818
Iscritto il: 05 apr 2007, 10:36

Messaggio da darkfender » 02 mag 2007, 15:33

ma non devi cambiare impugnatura, devi ruotare il polso ._.
praticamente colpire la corda prima col plettro e poi con il lato del pollice.

Avatar utente
guitar_adept
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 150
Iscritto il: 25 apr 2007, 20:13

Messaggio da guitar_adept » 02 mag 2007, 15:39

Ahhhh! ho capito grazie!
Devo riuscire pero a farli uscire senza sentire la nota prima...perche col metodo che mi hai detto tu ora mi vengono ma dopo che sento la nota...invece devono uscire subito!

Ora provo!

Avatar utente
darkfender
Maestro
Maestro
Messaggi: 3818
Iscritto il: 05 apr 2007, 10:36

Messaggio da darkfender » 02 mag 2007, 16:00

beh in teoria la punta del plettro e il lato del pollice sono a un millimetro di distanza, se anzichè una plettrata dritta ne dai una ruotando leggermente il polso dovresti in unico movimento avere un artificial harmonic subito.

Avatar utente
selva_oscura
Esperto
Esperto
Messaggi: 992
Iscritto il: 04 gen 2007, 15:32
Località: Taviano (LE)

Messaggio da selva_oscura » 02 mag 2007, 16:26

darkfender ha scritto:a parte quello che dici ricrea armoniche naturali e non artificiali, per quelle artificiali devi tenere sempre il pettro in punta poi quando devi fare le armoniche ruoti un po' il polso :) in modo da avere un movimento minimo..
mè spiace ma tè stai a sbajà...! :Very Happy:
a parte che ,

1) io riesco a fare gli stessi armonici artificiali sia col metodo normale (come dicevamo sopra, nonchè usato da satriani tanto x capirci) che col metodo sopra citato con allegata l'immagine infatti la differenza sonora è quasi minima, se nn fosse x la comodità che si ha nel 1° caso di prendere con la mano sx la leva del vibrato.

2) mentre gli "armonici naturali" si ricavano suonando la corda a vuoto e sfiorando (con un dito della mano sinistra, se non si è mancini) in corrispondenza dei tasti 5°, 12°, 17° e 24° (ottave).

questo è il link..rinfrescatevi un pò
http://it.wikibooks.org/wiki/Corso_di_chitarra/Armonici
"Exorcizamus tee, omnis emmundes spiritus, omnis e satanica podestas, omnis incursio infernalis at versari, in nomine domine nostri"

Avatar utente
darkfender
Maestro
Maestro
Messaggi: 3818
Iscritto il: 05 apr 2007, 10:36

Messaggio da darkfender » 02 mag 2007, 16:47

a occhio dall'immagine quella tenica corrisponde a quella usata da castellano...
ovvero il dito va messo in corrispondenza del tasto suonato+12 o +5 per esempio in modo da ottenere un armonica naturale....

cosa molto bella per creare arpeggi armonizzati (ovvero spostare le armoniche naturali).

ad es se suono il fa sulla corda di MI al primo tasto, se suonassi l'armonica naturale a vuoto dovrei sfiorare la corda in prossimità del tasto 12, invece con la tecnica della foto posso anche suonare il fa come detto prima e sfiorare il tasto 13 (12+1)..... oppure il tasto 6 (5+1) oppure l'8 (7+1) etc

se suonassi invece un sol (terzo tasto) potrei sfiorare il 15 (12+3) l'8 (5+3) l'11 (8+3) etc etc....

tralaltro è parecchio difficile da realizzare... ma se ti ci sei abituato ti invidio :diavolo: perchè io faccio ancora una fatica del diavolo....

Avatar utente
selva_oscura
Esperto
Esperto
Messaggi: 992
Iscritto il: 04 gen 2007, 15:32
Località: Taviano (LE)

Messaggio da selva_oscura » 02 mag 2007, 18:22

be anch'io ci ho messo una vita eh...
x quanto riguarda sempre la tecnica della foto me l'hanno insegnata 2 miei amici mentre per fare gli armonici art. in maniera + comune ho dovyto faticare solo..specialmente ad abituarmi a farli mentrer l'altra mano sta sulla leva del vibrato.
"Exorcizamus tee, omnis emmundes spiritus, omnis e satanica podestas, omnis incursio infernalis at versari, in nomine domine nostri"

Avatar utente
David
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 5952
Iscritto il: 07 apr 2006, 22:11
Località: Villafrati (Pa)

Messaggio da David » 03 mag 2007, 16:26

Ciao,
come in tutte le tecniche l'arma migliore è l'esercizio fino alla nausea :ciauz:

Avatar utente
Enriquez
Maestro
Maestro
Messaggi: 2290
Iscritto il: 28 giu 2006, 03:05
Località: L'Aquila

Messaggio da Enriquez » 03 mag 2007, 16:32

David ha scritto:Ciao,
come in tutte le tecniche l'arma migliore è l'esercizio fino alla nausea :ciauz:
già. :ciauz:

Avatar utente
selva_oscura
Esperto
Esperto
Messaggi: 992
Iscritto il: 04 gen 2007, 15:32
Località: Taviano (LE)

Messaggio da selva_oscura » 03 mag 2007, 20:47

e d'avvero fino alla nausea :pianto:
"Exorcizamus tee, omnis emmundes spiritus, omnis e satanica podestas, omnis incursio infernalis at versari, in nomine domine nostri"

Y. Malmsteen
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 135
Iscritto il: 05 set 2006, 16:35

Messaggio da Y. Malmsteen » 03 mag 2007, 21:50

Mentre suoni cerca sempre e comunque di tenere il plettro in modo che fuoriesca poco dalla mano, in questo modo sarai sempre pronto a fare gli armonici artificiali :ciao:
Inoltre ti consiglio sempre di avere un bel gain, una bella distorsione, mentre fai cosa del genere tipo fischi ecc.
E poi l'allenamento è sempre consigliato, come per tutti i tipi di tecniche sulla chitarra
:rocken:


Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti