Risolvere friggitura con corde Flatwound?

Sezione dedicata ai Bassi
Rispondi
Avatar utente
Ulver
Esperto
Esperto
Messaggi: 902
Iscritto il: 30 nov 2010, 18:07
Contatta:

Risolvere friggitura con corde Flatwound?

Messaggio da Ulver » 22 set 2011, 19:38

'Sera Neeskiani, vi scrivo in merito a un dilemma sul mio Precision assemblato.
Tale basso aveva un grosso problema all'attacco manico-body (troppo profondo) che risolsi con uno spessore di multistrato piuttosto compatto, riducendo in gran parte i gravi problemi di azione e friggitura che aveva.
E' rimasto però ancora qualche cenno di friggitura qua e là, e attualmente monta delle corde Roundwound di cui non so nemmeno il marchio poichè ancora quelle che mi diedero assieme al basso ancora da customizzare.

Volevo chiedere: le Flatwound riescono per via della loro conformazione a risolvere leggermente e ulteriormente eventuali friggiture?

Più in generale, rimanendo sulle Roundwound invece: è una scalatura più grossa o più fine che solitamente rischia di provocare, in situazioni al bilico, comparsa di friggiture?

Grazie :wink:


Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Re: Risolvere friggitura con corde Flatwound?

Messaggio da ma200360 » 22 set 2011, 21:31

Le fritture si verificano quando le corde sono troppo vicine al manico. Probabilmente hai bisogno di far fare un setup generale, e ti conviene farlo fare a un liutaio: a quel punto lì, puoi scegliere le corde che vuoi, e te le fai montare correttamente.

Lì c' è da prendere una muta di corde nuove e mettere tutto a posto, compresa la zeppa che hai messo sotto il manico (che non è esattamente una gran bella soluzione). Non è che cambiando le corde risolvi; o meglio, non diversamente da quel che potresti fare alzando l' action dal ponte.

Devi verificare che il manico sia dritto, e col giusto relief; dopodiché, con un calibro, misuri lo spessore delle corde che hai sotto e ti regoli sul fatto di metterle più robuste, uguali o più sottili. Le corde flatwound, in generale, tendono a "tirare" un po' di più. E' chiaro che corde più spesse "tirano" di più, ma allo stesso modo ti piegano il manico (magari non immediatamente, ma nel giro di poco tempo sì) e alzano l' action (e non di poco).

Vai da un liutaio, se vuoi un lavoro ben fatto e senza patemi d' animo. Ah, attenzione: NON TOCCARE IL TRUSS-ROD: più di una volta abbiamo letto di gente che versava lacrime amare per aver venato il manico !
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html

Avatar utente
Ulver
Esperto
Esperto
Messaggi: 902
Iscritto il: 30 nov 2010, 18:07
Contatta:

Re: Risolvere friggitura con corde Flatwound?

Messaggio da Ulver » 22 set 2011, 21:42

Asd, penso che il Truss Rod di quel precision abbia fatto due volte il giro d'Italia! Quindi escludo la questione setup da liutaio, perchè per tutti gli altri strumenti son riuscito a risolvermela senza problemi ma per questo Precision proprio non c'è verso di avere un azione particolarmente bassa (parlo di altezze sui 4 mm al dodicesimo tasto per poter estinguere in somma parte le fritture).
Comunque beh, si tratta allora di ricorrere a metodi più radicali...Perchè magari amplificato si sente ben poco, ma a sentirlo mentre lo suono unplugged in camera mi scazza troppo...

A questo punto due ulteriori opzioni:

- Cambiare il body, comprandone uno con uno scasso più alto e su misura del manico e mettere tutto su un nuovo body;
- Provare a pasticciare ulteriormente su quella tacca di spessore, magari provando a mettere verso la base un sottile spessore di cartone che inclini un pelino il manico a mo' di configurazioni Gibsoniane (ovviamente in modo appena percettibile) e da lì provare ancora disperatamente ad agire sul ponte.

Sono però sempre più convinto che la cosa migliore sia cambiare questo body maledetto, dite che è così? Proverei a vendere l'altro su Mercatino, specificando di questa improbabile questione di profondità che lo renderebbe quantomeno adatto a roba fretless.

Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Re: Risolvere friggitura con corde Flatwound?

Messaggio da ma200360 » 23 set 2011, 08:27

Ecco, se il truss-rod ha fatto due volte il giro d' Italia, assicurati che funzioni, prima di tutto !

E poi, guarda com' è messo il manico. Guarda bene che sia dritto: oltre al sistema della corda al primo e ultimo tasto, prova a imbracciare il basso un po' come se fosse un fucile, tenendo però il manico ad altezza occhi, e guardando il manico di sbieco. Oppure che non sia addirittura TROPPO dritto: se non hai il relief giusto avrai sempre il problema delle fritture. Che peraltro sul basso sono molto più tollerabili che sulla chitarra, almeno da amplificato (in unplugged no, è vero, ma insomma, quanto lo userai unplugged un basso elettrico ?).

Non dimenticare che potrebbe essere anche un problema di tastatura !
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html

Avatar utente
Ulver
Esperto
Esperto
Messaggi: 902
Iscritto il: 30 nov 2010, 18:07
Contatta:

Re: Risolvere friggitura con corde Flatwound?

Messaggio da Ulver » 23 set 2011, 10:39

Per quanto riguarda la tastatura sono piuttosto sicuro che sia abbastanza ottimale perchè non si sentono friggiture di quelle irregolari o proprio nette, tranne forse il nono tasto alla corda Sol che risolverò poi semmai con qualche colpetto di martello ma che rimane abbastanza discreto già ora.
Piuttosto ho notato una cosa, ma forse perchè sono abituato più a lavorare sui manici di chitarra: è piuttosto "Elastico" come manico, nel senso che una volta allentate ad esempio due corde al massimo molto facilmente l'azione scende drasticamente e magari le corde rimaste accordate toccano completamente la tastiera. E' dovuto alla diversa (maggiore?) tensione che riceve il manico da basso confronto alla chitarra o è magari il manico che per questioni di stagionatura o chissà cos'altro è troppo elastico?

Comunque si, è per lo più un problema d'unplugged che live non si sente. Qualcuno sa solo dirmi se può influire quel giochetto di inclinare il manico verso il basso con qualche mini spessore e da lì lavorare semmai di ponte? Altrimenti proverò come accennato a trovare in giro un body con un attacco del manico assolutamente convenzionale.


Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Re: Risolvere friggitura con corde Flatwound?

Messaggio da ma200360 » 24 set 2011, 11:41

Ulver ha scritto:Per quanto riguarda la tastatura sono piuttosto sicuro che sia abbastanza ottimale perchè non si sentono friggiture di quelle irregolari o proprio nette, tranne forse il nono tasto alla corda Sol che risolverò poi semmai con qualche colpetto di martello ma che rimane abbastanza discreto già ora.
Piuttosto ho notato una cosa, ma forse perchè sono abituato più a lavorare sui manici di chitarra: è piuttosto "Elastico" come manico, nel senso che una volta allentate ad esempio due corde al massimo molto facilmente l'azione scende drasticamente e magari le corde rimaste accordate toccano completamente la tastiera. E' dovuto alla diversa (maggiore?) tensione che riceve il manico da basso confronto alla chitarra o è magari il manico che per questioni di stagionatura o chissà cos'altro è troppo elastico?
Penso che sia più che altro un discorso legato alla lunghezza della scala dello strumento.
Ulver ha scritto: Comunque si, è per lo più un problema d'unplugged che live non si sente. Qualcuno sa solo dirmi se può influire quel giochetto di inclinare il manico verso il basso con qualche mini spessore e da lì lavorare semmai di ponte? Altrimenti proverò come accennato a trovare in giro un body con un attacco del manico assolutamente convenzionale.
Mah. Tieni presente che, inserendo degli spessori, limiti il contatto fra il tacco del manico e il corpo, quindi il suono non può che risentirne. Non è che non sia possible farlo, ma devi fare in modo da mantenere il massimo contatto fra le due parti, e quello te lo può fare solo una persona veramente capace. In pratica, il classico pezzo di plettro fra corpo e manico, come si faceva negli anni '70, non è certo la soluzione migliore.

Io porterei lo strumento da un liutaio: intanto non è detto che sia necessario spessorare (con un setup fatto bene vanno a posto più cose di quello che immagini) e comunque, se fosse necessario inserire degli spessori, hai un lavoro fatto bene. E ti costa probabilmente meno di un corpo nuovo.
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html


Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti