Mark Bass Super Booster

Sezione dedicata ai Bassi
Avatar utente
sugopaciugo
Maestro
Maestro
Messaggi: 3554
Iscritto il: 23 ago 2009, 16:42
Località: Monte Guglielmo

Re: Mark Bass Super Booster

Messaggio da sugopaciugo » 17 giu 2010, 23:46

ma200360 ha scritto:ARRIVATO !

Finora l' ho solo testato in casa in cuffia, domani lo porto fuori per la prima volta. Finora posso solo dire questo: è pazzesco. Dopodomani vi dico qualcosa di più, ok ?
Ahi ahi ahi... stanotte non si dorme, eh zio? :Very Happy:
Se devi tirare un bullone, non penso che andrai ad usare un cacciavite. Idem con una vite, mica serve una chiave inglese, no?


Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Re: Mark Bass Super Booster

Messaggio da ma200360 » 17 giu 2010, 23:54

sugopaciugo ha scritto:
ma200360 ha scritto:ARRIVATO !

Finora l' ho solo testato in casa in cuffia, domani lo porto fuori per la prima volta. Finora posso solo dire questo: è pazzesco. Dopodomani vi dico qualcosa di più, ok ?
Ahi ahi ahi... stanotte non si dorme, eh zio? :Very Happy:
Ma no, con la stanchezza che ho addosso in questi giorni, ci vuol ben altro per non farmi dormire... :ciao: Però curioso lo sono, anche se una mezza idea me la sono già fatta. E per la circostanza penso che porterò fuori un basso strano.
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html

Avatar utente
Colo
Maestro
Maestro
Messaggi: 2811
Iscritto il: 02 ott 2008, 17:19
Località: Sergnano-Crema(CR)
Contatta:

Re: Mark Bass Super Booster

Messaggio da Colo » 18 giu 2010, 04:20

ma200360 ha scritto:ARRIVATO !

Finora l' ho solo testato in casa in cuffia, domani lo porto fuori per la prima volta. Finora posso solo dire questo: è pazzesco. Dopodomani vi dico qualcosa di più, ok ?
Alleluja! :Very Happy:
Sul fatto che sia fantastico...beh, è Mark Bass! :Very Happy:
La miglior musica è il più total silenzio.

Avatar utente
pauluccio73
Esperto
Esperto
Messaggi: 933
Iscritto il: 05 giu 2010, 17:26
Località: Bari

Re: Mark Bass Super Booster

Messaggio da pauluccio73 » 18 giu 2010, 07:06

Leggo solo ora...
Da quel che vedo sono i comuni filtri che utilizza markbass su tutti i suoi ampli..
Anche sulla mia testa ci sono anche se li uso poco.
Uno non fa altro che chiudere le frequenze alte ed è molto utile per il suono vintage in effetti gli ampli moderni hanno il problema di montare il twetter.Negli anni passati le casse non avevano tweeter allora i suoni erano tutti un po cicciotti ,con quel filtro non fai altro che tagliare le acute che andresti a sentire dal tweeter.
L'altro è un filtro un po moderno enfatizza bassi e alti e come se sul precision montassi l'spb3 !!.....
praticamente hai una classica equalizzazione a V bassi potentissimi !!!
ciao
Paolo
La funzione "Cerca" è tua amica!!
Immagine--Immagine
Immagine--Immagine

Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Re: Mark Bass Super Booster

Messaggio da ma200360 » 20 giu 2010, 00:41

pauluccio73 ha scritto:Leggo solo ora...
Da quel che vedo sono i comuni filtri che utilizza markbass su tutti i suoi ampli..
Anche sulla mia testa ci sono anche se li uso poco.
Uno non fa altro che chiudere le frequenze alte ed è molto utile per il suono vintage in effetti gli ampli moderni hanno il problema di montare il twetter.Negli anni passati le casse non avevano tweeter allora i suoni erano tutti un po cicciotti ,con quel filtro non fai altro che tagliare le acute che andresti a sentire dal tweeter.
L'altro è un filtro un po moderno enfatizza bassi e alti e come se sul precision montassi l'spb3 !!.....
Non so cosa sia quel filtro lì, ma posso immaginarlo !
pauluccio73 ha scritto: praticamente hai una classica equalizzazione a V bassi potentissimi !!!
ciao
Paolo
Infatti. E il bello è giocarci, con quei due filtri lì, soprattutto se fai come ho fatto io, ieri sera, che alla serata mi sono portato dietro il basso a forma di violino degli anni '60. E cosa ti combina un pedale del genere su un basso del genere ?

BOOOOOM !

Una botta di basse pazzesca ! Al punto che ho dovuto stare calmo e moderare i bollenti spiriti, perché erano diventate davvero TROPPE, tutte quelle basse lì, e non sono comunque riuscito a far sì che le due corde più basse non suonassero "esagerate", rispetto a quelle più acute. Tieni presente che io non uso amplificatore, vado in diretta sul mixer dal pedale (che fa anche da D.I.). La cosa strana è che non avevo avuto quella percezione lì usandolo sul mixerino che ho in casa (in cuffia, ovviamente): domani sera, alle prove, bisognerà che cerchi di ovviare all' inconveniente, perché era davvero fastidioso cercare di ovviare al problema col tocco (non avrei potuto mettermi a smanettare dal vivo !).

Però devo dire che mi sembra davvero che il suo lavoro lo faccia egregiamente. Come ripeto, io non voglio più utilizzare l' amplificatore (sono vecchio e ho la schiena rotta), per cui voglio andare in diretta sul P.A. senza rompermi schiena e OO a portare a spasso amplificatori di sorta; suono il Blues, che mi frega dei suoni da funk o cose del genere ? Quelli me li faccio a casa con l' ampificatore, se voglio; per andare a guadagnare quattro spiccioli, pedale e impianto sono più che sufficienti. E il suono che ne viene fuori è più che degno, anche se devo naturalmente imparare ancora a dosarli, quel due filtri lì. Ci vorrà del tempo, perché sono di coccia un po' dura, ma ci arriverò prima o poi, no ? :ciao:

Ah, ovvimante questo problema è saltato fuori con QUEL BASSO lì; con gli altri le cose stanno molto diversamente. Tanto per cominciare, regolando con un po' d' attenzione le due manopoline, sono riuscito a togliere l' eccesso di nasalità dal fretless, che era una cosa che mi dava parecchio fastidio. Sono anche riuscito a recuperare un po' di brillantezza, che mi mancava, anche se non siamo ai livelli di un basso coi tasti, ovviamente.

In pratica, l' idea sarebbe di utilizzare quel pedale come preamplificatore (certamente non come booster, tant' è che ne ho regolato il volume in modo che sia pari a quello del basso "al naturale", in modo che non ci siano sbalzi di volume neanche se dovessi schiacciare il footswitch per errore), e credo che non sarà poi impossibile. Finora, per il poco di prove che ho fatto, direi che i risultati sono ottimi, ma purtroppo ho potuto sperimentare solo in cuffia, e mi sono dovuto rendere conto che la resa dal vivo è estremamente diversa dalla percezione che si può avere sparandosi il suono direttamente nelle orecchie. Domani provo a smanettare un po', poi vi dico. :ciao:
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html


Avatar utente
pauluccio73
Esperto
Esperto
Messaggi: 933
Iscritto il: 05 giu 2010, 17:26
Località: Bari

Re: Mark Bass Super Booster

Messaggio da pauluccio73 » 20 giu 2010, 10:00

Ciao Maurizio,
In cuffia non ci fai niente..
Quando sei in live cambia tutto. Io con quei due filtri la sono impazzito non poco !
Il VPF praticamente può rendersi utile per lo slapping in fingering non mi piace molto perchè all'aumentare del filtro il bassista sparisce :pianto:
Questo dovuto al fatto che attenua molto le medie e all'orecchio non giunge più bene la definizione delle note senti una botta enorme ma non si capisce na mazza.
è un filtro che va dosato poco ma bene e poi dipende dal genere che si suona.
Il VLE come dicevo nel post precedente è un emulatore di 'cassa vintage' il che significa che quando aumenti il filtro si attenuano le freq. acute questo per darti l'effetto che avrebbe dato una cassa vecchio stampo senza tweeter e magari chiusa senza reflex...
Io lo uso molto quando suono il G&L in attivo che avendo le corde in nikel ha un suono molto aperto è definito su tutte le freq. specie le acute e se devi suonare un blues non è che sia il massimo !!
Statti bene
Paolo
La funzione "Cerca" è tua amica!!
Immagine--Immagine
Immagine--Immagine

Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Re: Mark Bass Super Booster

Messaggio da ma200360 » 20 giu 2010, 12:57

pauluccio73 ha scritto:Ciao Maurizio,
In cuffia non ci fai niente..
Quando sei in live cambia tutto. Io con quei due filtri la sono impazzito non poco !
Eh, me ne sto rendendo conto, belìn !
pauluccio73 ha scritto: Il VPF praticamente può rendersi utile per lo slapping in fingering non mi piace molto perchè all'aumentare del filtro il bassista sparisce :pianto:
Il che, nel mio caso, non sarebbe necessariamente un male... :Very Happy:
pauluccio73 ha scritto: Questo dovuto al fatto che attenua molto le medie
E questo non mi dispiace: non amo le frequenze medie nemmeno sulla chitarra, e non mi piacciono i suoni nasali. In effetti, come ti dicevo, quel filtro lì mi è andato a scavare le medie proprio dove volevo che me le scavasse, quindi sul mio nasalissimo fretless, e mi ha tolto quel "mediume" esagerato, restituendo corpo sulle basse e dando anche un po' più di brillantezza alle acute.
pauluccio73 ha scritto: e all'orecchio non giunge più bene la definizione delle note senti una botta enorme ma non si capisce na mazza.
è un filtro che va dosato poco ma bene e poi dipende dal genere che si suona.
Ecco, infatti, che è proprio quello che voglio sperimentare oggi. Voglio proprio vedere di dosare quel filtro, come dici tu, ma dovrò frenarmi: io, da buon chitarrista, sono abituato a provare prima con le regolazioni a 0 o quasi e poi con le stesse regolazioni a 10 (un classico di noi chitarristi "ignoranti" !), e non mi sembra un buon sistema, considerato che mi pare che le possibilità sonore, dosando quei filtri in modo millimetrico, siano notevolissime.
pauluccio73 ha scritto: Il VLE come dicevo nel post precedente è un emulatore di 'cassa vintage' il che significa che quando aumenti il filtro si attenuano le freq. acute questo per darti l'effetto che avrebbe dato una cassa vecchio stampo senza tweeter e magari chiusa senza reflex...
Io lo uso molto quando suono il G&L in attivo che avendo le corde in nikel ha un suono molto aperto è definito su tutte le freq. specie le acute e se devi suonare un blues non è che sia il massimo !!
...
Anche il mio fretless è attivo, ma sto provando a non usare i toni attivi, con quel pedale lì. Prima di tutto vorrei capire come agisce, o meglio, come risulta il suono "pedalato" partendo dalla base neutra del suono del basso senza alterazioni; poi, eventualmente, c' è sempre tempo e modo di dare una raddrizzata al suono aumentando questo o limando quello coi toni attivi, a seconda anche della situazione in cui ti trovi a suonare.

Il VLE, in effetti, l' ho usato circa a ore 9, per cui non a livelli esagerati. Giusto un ammorbidimento delle acute, niente di più.

Vediamo oggi cosa succede; mi dispiace solo che poi, per una settimana, non potrò più provarlo perché il mio batterista nonché titolare della sala prove (e suo magazzino di articoli per il suo lavoro) andrà in vacanza e non potrò quindi dedicarmici. Vabbè, aspetterò che torni; intanto, vediamo se arrivo a un risultato accettabile.
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html


Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite