Le corna della mia Signora

Sezione dedicata ai Bassi
Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Re: Le corna della mia Signora

Messaggio da ma200360 » 13 ott 2010, 21:23

Visto che razza di strumento ? Lo so, è uno strumento strano; già dal materiale: non avevo mai sentito parlare di masonite, prima di interessarmi alle Dano. E anche le chitarre sono abbastanza assurde, però suonano da matti !
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html


Avatar utente
pauluccio73
Esperto
Esperto
Messaggi: 933
Iscritto il: 05 giu 2010, 17:26
Località: Bari

Re: Le corna della mia Signora

Messaggio da pauluccio73 » 17 ott 2010, 13:14

Piccola recensione dopo l'acquisto del famigerato " Longhorn dead on 58' ":

Ieri sera mi sono dedicato al setup, devo dire che è strano il modo di regolare il ponte.
Come già detto questo modello a differenza delle altre riedizioni ha una selletta unica composta da un traversino di palissandro.
Quindi per regolare l'intonazione non è così facile come per le normali sellette uniche per corda.
Il traversino mi ha incasinato un po perchè es. fai per indietreggiarlo all'altezza della corda del mi e incasini involontaramente le altre e così via, comunque dopo una buona 1/2 ora sono riuscito a regolare non alla perfezione ma discretamente le ottave.
Ho regolato meglio l'altezza del ponte dal solo lato delle corde gravi in modo da poter suonare fino all'ultimo tasto il mi che batteva sul PU quando si raggiungeva le ultime posizioni ,quindi ho sollevato leggermete lo stesso.
Questo perchè come prima detto non avendo sellette uniche con possibilità di movimento nelle quattro direzioni (dietro e avanti per intonare-- alzare ed abbassare per l'action).
Avrei potuto abbassare leggermente il PU al manico ma ho preferito alzare un po il ponte perchè i PU sembrano ben bilanciati come volume.
I due volumi sono molto lineari a differenza dei due controlli di tono (uno per ogni PU) che risultano un po estremi come regolazioni ,ma non è il caso di farne un dramma visto che molti strumenti più blasonati hanno lo stesso campo di regolazione!!.
L'inclinazione del manico era gia buona anche se non ho capito come si regola,forse bisognerà smontare il manico per raggiungere la vite del truss rod.
Le chiavette sono molto minimali tipo quelle per chitarra e ho scoperto essere molto nervose e sensibili ,basta un piccolo tocco a cambiare accordatura.
Per quanto riguarda l'accordatura ho qualche dubbio FISICO :Very Happy:
Ho notato che a differenza degli altri miei bassi quando accordo l'accoratore oscilla nervosamente prima di fermarsi.
Come se non riconoscesse bene le frequenze..
Non so come spiegarmi ma ho la senzazione che la scalatura corta spiazzi un po il mio accordatore !!!.
Sarà una questione di minori armoniche ??
Booh.!
La verniciatura mi sembra il punto negativo dello strumento ,è satinata opaca e sul corpo sembra facile a scrostarsi l'ho notato sulla vite del ponte e come quano si toglie la laminatura da una mensola di trucciolato :dubbioso:
La suonabilità è molto buona anzi da non credere suona bene fino al 24' tasto che già in uno scala 34 è difficile.
Il suono come gia detto è molto versatile ed è molto cangiante solo spostando la posizione dove si pizzica.
L'elettronica è molto frizzante ma regolando i 4 potenziometri si ottengono molti suoni anche molto vintaggiosi.

La mia valutazione è molto buona ,calcolando che è uno strumento molto economico ,con qualche modifica si possono ottenere risultati ancora migliori.

Un salutone
Paolo
La funzione "Cerca" è tua amica!!
Immagine--Immagine
Immagine--Immagine

Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Re: Le corna della mia Signora

Messaggio da ma200360 » 17 ott 2010, 22:20

Secondo me la modifica più indicata sarebbe proprio la sostituzione del ponte, ma non vorrei che un ponte privo del "calmiere" del legno su cui poggiano le corde aumentasse ancora la "metallicità" di base del suono !

In ogni caso, mi è piaciuta la tua recensione ! :applauso: Per la vernice, io non ho notato problemi o tendenza allo scrostamento, ma è vero anche che non lo uso spessissimo; magari col tempo qualcosa potrebbe saltar fuori; speriamo di no, naturalmente.

Non so sul tuo esemplare come sia, ma sul mio la regolazione del truss-rod è alla paletta, sotto la solita campana copri truss-rod !
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html

Avatar utente
pauluccio73
Esperto
Esperto
Messaggi: 933
Iscritto il: 05 giu 2010, 17:26
Località: Bari

Re: Le corna della mia Signora

Messaggio da pauluccio73 » 17 ott 2010, 22:45

ma200360 ha scritto: Non so sul tuo esemplare come sia, ma sul mio la regolazione del truss-rod è alla paletta, sotto la solita campana copri truss-rod !
infatti mi sono reso conto solo dopo della regolazione alla paletta..
Senti, il ponte apparte per la regolazione un po scomoda non lo cambierei fa molto vintage
per il suono metallico bisogna sentirlo con le flat ,le round non sono inicate affatto al tipo di strumento.
Poi bisogna capire se i Pu usati sono gli stessi delle altre riedizioni ed è difficile capirlo visto che non hanno nessun segno di riconoscimento.
Ho pensato di montare avanti al traversino un pezzo di gomma nera, come quella che si monta sotto i PU insomma un po più dura della gomma piuma ,fatta a regola d'arte per stoppare un po le corde.
Veramente avevo pensato anche ad una strisciolina di camera d'aria da bicicletta tra le corde ed il traversino ma è tutto da vedere e se va bene bisognerà fare un bel lavoro che non sia na schifezza.
Questa prova potresti farla tu inquanto hai già montato le lische e potresti postare le tue sensazioni...

Comunque se decidessi di tenerlo definitivamente farei fare una laccatura al corpo, la vernice è pietosa te lo garantisco.

ci ri-aggiorniamo a presto

Paolo
La funzione "Cerca" è tua amica!!
Immagine--Immagine
Immagine--Immagine

Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Re: Le corna della mia Signora

Messaggio da ma200360 » 17 ott 2010, 23:05

pauluccio73 ha scritto:
ma200360 ha scritto: Non so sul tuo esemplare come sia, ma sul mio la regolazione del truss-rod è alla paletta, sotto la solita campana copri truss-rod !
infatti mi sono reso conto solo dopo della regolazione alla paletta..
Senti, il ponte apparte per la regolazione un po scomoda non lo cambierei fa molto vintage
per il suono metallico bisogna sentirlo con le flat ,le round non sono inicate affatto al tipo di strumento.
Se non ricordo male, avevo fatto un samplino con le flat.
pauluccio73 ha scritto: Poi bisogna capire se i Pu usati sono gli stessi delle altre riedizioni ed è difficile capirlo visto che non hanno nessun segno di riconoscimento.
Credo di no. ne ho provato un altro, made in Korea, e i p.u. avevano un suono del tutto diverso. D' altra parte, anche con le chitarre è così: i p.u. delle cinesi sono diversissimi da quelli delle coreane, hanno un' uscita molto più elevata e sono ancora più brillanti.

Li riconosci dal fatto che i p.u. coreani hanno il contenitore cromato, mentre quelli cinesi ce l' hanno satinato.
pauluccio73 ha scritto: Ho pensato di montare avanti al traversino un pezzo di gomma nera, come quella che si monta sotto i PU insomma un po più dura della gomma piuma ,fatta a regola d'arte per stoppare un po le corde.
Veramente avevo pensato anche ad una strisciolina di camera d'aria da bicicletta tra le corde ed il traversino ma è tutto da vedere e se va bene bisognerà fare un bel lavoro che non sia na schifezza.
Questa prova potresti farla tu inquanto hai già montato le lische e potresti postare le tue sensazioni...
...
Mah, per me è già abbastanza "vintaggioso", con le lisce. E poi io, con gli utensili di qualsiasi natura, sono un vero disastro: la mia manualità è molto inferiore allo zero. Certamente farei una porcheria. :ciao:
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html


Avatar utente
pauluccio73
Esperto
Esperto
Messaggi: 933
Iscritto il: 05 giu 2010, 17:26
Località: Bari

Re: Le corna della mia Signora

Messaggio da pauluccio73 » 28 mar 2011, 21:00

Oggi ho montato delle ernieball flatwound:

http://www.ernieball.com/products/categ ... -040---095

Lo so sono a scala lunga ma a scala corta non le riesco a trovare dalle mie parti.
Comunque viste le sezioni delle corde anche tagliate entrano bene nelle meccaniche e nel ponte solo che il MI mi spaventa un pochino !
Ha preso una brutta piega e speriamo che regga ho sentito da molti lamentare la rottura del Mi durante il montaggio anche usando un MI scala 30 !!!

Il suono è cambiato molto ed è logico .
Con le round il suono era molto frizzante e ho notato subito la differenza timbrica.
La cosa bella è che sento il MI molto profondo in confronto alle vecchie corde che dovevano essere delle daddario.

Speriamo bene

Paolo
La funzione "Cerca" è tua amica!!
Immagine--Immagine
Immagine--Immagine

Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Re: Le corna della mia Signora

Messaggio da ma200360 » 29 mar 2011, 09:21

Anche il mi sul mio Dano ha una brutta piega, ma ti dirò che l' ho montato un anno e mezzo fa e continua a reggere. Evidentemente non è poi così drammatica, la cosa !

Bella, però, quella cosa lì sulle corde lisce, eh ? Se non le suoni proprio 10 ore al giorno e hai l' accortezza di asciugarle dopo averle usate, durano un' eternità. "Spendi caro" (come si dice dalle mie parti) una volta, ma poi per un bel po' sei a posto.
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html

Avatar utente
pauluccio73
Esperto
Esperto
Messaggi: 933
Iscritto il: 05 giu 2010, 17:26
Località: Bari

Re: Le corna della mia Signora

Messaggio da pauluccio73 » 29 mar 2011, 18:22

Vorrei prima strapazzarle un po poi faccio un setup e magari mando un samples......
Comunque il suono è cambiato moltissimo.
Paolo
La funzione "Cerca" è tua amica!!
Immagine--Immagine
Immagine--Immagine

Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Re: Le corna della mia Signora

Messaggio da ma200360 » 29 mar 2011, 19:30

pauluccio73 ha scritto:...
Comunque il suono è cambiato moltissimo.
...
Uh, come dal giorno alla notte !
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html

Avatar utente
pauluccio73
Esperto
Esperto
Messaggi: 933
Iscritto il: 05 giu 2010, 17:26
Località: Bari

Re: Le corna della mia Signora

Messaggio da pauluccio73 » 14 mag 2011, 21:12

Ho fatto una registrazione al volo col Dano con corde flatwound del tipo descritto qualche post precedente a questo.

Scusate gli errori e con "So What" ho calcato un po la mano e non mi sono accorto che clippavo! sicuramente Miles Davis si sarà rivoltato nella tomba !!! :pianto:

comunque per farsi un'idea del suono ci può stare

un salutone
Paolo
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
La funzione "Cerca" è tua amica!!
Immagine--Immagine
Immagine--Immagine

Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Re: Le corna della mia Signora

Messaggio da ma200360 » 15 mag 2011, 01:50

Ma bravo ! Molto belli i tuoi suoni col Danelectro !
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html

Avatar utente
pauluccio73
Esperto
Esperto
Messaggi: 933
Iscritto il: 05 giu 2010, 17:26
Località: Bari

Re: Le corna della mia Signora

Messaggio da pauluccio73 » 15 mag 2011, 09:28

Dimenticavo di dire che è un bel po che monto un pezzo di gomma piuma molto morbida vicinissimo al ponte.
Questo per arginare un po l'esuberenza dei PU ed il lungo sustain dovuto al materiale usato per il body.

Paolo
La funzione "Cerca" è tua amica!!
Immagine--Immagine
Immagine--Immagine

Avatar utente
Frank Flicker
Maestro
Maestro
Messaggi: 5930
Iscritto il: 10 mag 2007, 13:39
Località: bergamo/brescia

Re: Le corna della mia Signora

Messaggio da Frank Flicker » 15 mag 2011, 18:58

pauluccio73 ha scritto:Dimenticavo di dire che è un bel po che monto un pezzo di gomma piuma molto morbida vicinissimo al ponte.
Questo per arginare un po l'esuberenza dei PU ed il lungo sustain dovuto al materiale usato per il body.

Paolo
interessante!
comunque ottimi suoni, molto contrabbassosi!


Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti