Il bassista non ha importanza

Sezione dedicata ai Bassi
Avatar utente
Ulver
Esperto
Esperto
Messaggi: 902
Iscritto il: 30 nov 2010, 18:07
Contatta:

Re: Il bassista non ha importanza

Messaggio da Ulver » 22 set 2012, 11:33

Io non lo trovo sciocchino, il basso nasce (a quanto so) come strumento ritmico, non trovo il senso di farlo diventare uno strumento solista al pari della chitarra snaturandolo di fatto della sua funzione e del suo suono. Poi chiaro che ognuno lo suona come vuole, ma se assisto a un live di una band con un bassista simile io alzo i tacchi e vado a bere una birra :Very Happy:
Ooooh, finalmente ! Assolutamente, totalmente e incondizionatamente d' accordo: il basso è uno strumento RITMICO, belìn, RITMICO ! Vogliamo fare una parentesi con un solo di basso ? Va bene, facciamola, a patto che non sia troppo lunga, ma poi il basso deve fare il suo lavoro. Purtroppo sono TROPPI i chitarristi che, passando al basso, continuano a non spogliarsi del loro abito mentale da chitarrista, e i risultati si sentono fin troppo spesso: parti di basso senza "tiro", che non riempiono, che non hanno un senso ritmico. In poche parole, NON sono parti di basso !
In risposta a entrambi i quote: avete mai pensato a quelle situazioni, e mi sento di citare trasversalmente gli Who, in cui è la chitarra a mantenere ritmicamente il muro sonoro lasciando maggiore libertà al basso di articolare? Senza per forza finire nei power chords eh, mi riferisco anche ad accordi armonicamente articolati ma senza particolari tessiture ritmiche. Beh, in quel caso non vedo cosa possa vincolare dal tirare fuori un muro sonoro assolutamente funzionale.
Il video linkato pochi post fa di Entwistle conferma quanto accennato in merito agli Who, e a dir la verità nella mia scena locale non è che mi capiti di vedere queste situazioni così snaturate e autocelebrative, anzi.
Comunque si, penso di rientrare per certi versi in quell'accezione che voi ritenete innaturale e inopportuna.
Meh, adesso non esageriamo. Capisco e condivido la vostra preferenza personale, ma nulla esclude che altri abbian fatto propri altri modi altrettanto legittimi di vedere lo strumento.
Non è che perché il basso sarebbe nato come strumento ritmico, allora qualsiasi altra cosa ci si faccia non va bene.
Peraltro, chissà quante altre volte in passato vari ascoltatori avranno storto il naso davanti a innovazioni sonore che col tempo, beffardamente, sono state emulate da numerosi musicisti.


Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Re: Il bassista non ha importanza

Messaggio da ma200360 » 22 set 2012, 11:52

Ulver ha scritto: In risposta a entrambi i quote: avete mai pensato a quelle situazioni, e mi sento di citare trasversalmente gli Who, in cui è la chitarra a mantenere ritmicamente il muro sonoro lasciando maggiore libertà al basso di articolare?
Sì, e infatti non ho mai amato gli Who anche per quella cosa lì. Mai piaciuto Entwistle proprio per il suo stile; personale, per carità, ma non fa proprio per me.
Ulver ha scritto: Senza per forza finire nei power chords eh, mi riferisco anche ad accordi armonicamente articolati ma senza particolari tessiture ritmiche. Beh, in quel caso non vedo cosa possa vincolare dal tirare fuori un muro sonoro assolutamente funzionale.
Il video linkato pochi post fa di Entwistle conferma quanto accennato in merito agli Who, e a dir la verità nella mia scena locale non è che mi capiti di vedere queste situazioni così snaturate e autocelebrative, anzi.
Comunque si, penso di rientrare per certi versi in quell'accezione che voi ritenete innaturale e inopportuna.
"Inopportuna" è una parola un po' grossa, via. Ognuno, in fin dei conti, è liberissimo di fare quel che ritiene meglio, per cui se a te piace suonare come suoni, fai benissimo a farlo, ci mancherebbe. Probabilmente a te risulterà povero di idee il mio modo di suonare, che è anzitutto ritmico, ma nonostante tutto io preferisco così, che ci vuoi fare ?

Guarda, ancora ieri ho provato una formidabile soddisfazione: mi è stato chiesto di registrare una parte di basso nel brano di un amico, con un gruppo messo su per le circostanza; alla batteria c' è un "ragazzo" (lo chiamo così, ma è un ultraquarantenne con prole) assolutamente bravissimo, con cui abbiamo lavorato a strettissimo contatto tutta la sera, coordinando le parti di basso e batteria con la maggior precisione possibile; il pezzo ha preso veramente un tiro micidiale, grazie proprio a questo lavoro, pur lavorando essenzialmente sulle toniche e su brevissimi passaggi, sempre di stampo eminentemente ritmico. Davvero, sentivo il brano che "pompava" che era una bellezza, e anche gli altri della band hanno apprezzato parecchio questa specie di pulsione che dava energia a un brano che rischiava di essere un po' il "solito pezzo di pop italiano". Ecco, QUESTO per me è il lavoro del basso, c' è poco da fare. Concordo assolutamente con Bill Wyman quando, all' indomani della sua fuoriuscita dagli Stones, gli chiesero quale fosse stato il suo contributo alla musica della band, e lui rispose "A kick in the ass !".
Peraltro, chissà quante altre volte in passato vari ascoltatori avranno storto il naso davanti a innovazioni sonore che col tempo, beffardamente, sono state emulate da numerosi musicisti.
Verissimo. E quante altre sono state abbandonate ? :ciao:
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html

Avatar utente
James_
Maestro
Maestro
Messaggi: 2636
Iscritto il: 16 set 2009, 16:12
Località: Bologna

Re: Il bassista non ha importanza

Messaggio da James_ » 22 set 2012, 19:35

Entwhistle mi sembra un po' a parte. Vero che molta ritmica la teneva Townshend, ma anche Keith Moon in fatto di andare per i cavoli suoi non scherzava! Le partiture di Ent. sono quasi solistiche ma comunque ritmiche (assoli ritmici si trovano tra i chitarristi..c'era un video di Gilbert che spiegava un po' sta cosa). Il video postato è un assolo in tutto e per tutto, niente cantato, solo un po' di batteria..come Anesthesia (Pulling Teeth) dei Metallica, Burton assoleggia e c'è giusto un po' di batteria (inutile) dietro. Son cose un po' diverse :ciao:
LA FUNZIONE "CERCA" E' TUA AMICA. |
POWERED BY: Immagine
Charvel | Gibson | Orange

Avatar utente
pauluccio73
Esperto
Esperto
Messaggi: 933
Iscritto il: 05 giu 2010, 17:26
Località: Bari

Re: Il bassista non ha importanza

Messaggio da pauluccio73 » 22 set 2012, 20:09

Questo è un bassista.

http://www.youtube.com/watch?v=AFcpBB4Yy_M

Quello che so fare lo ho principalmente imparato da questo signore.
e la mia ritmica è stata sempre apprezzata anche a favore di colleghi molto più bravi di me .

un salutone

Paolo
La funzione "Cerca" è tua amica!!
Immagine--Immagine
Immagine--Immagine

Avatar utente
johnyblues
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 71
Iscritto il: 22 ott 2011, 16:19

Re: Il bassista non ha importanza

Messaggio da johnyblues » 23 set 2012, 17:32

il basso è uno strumento ritmico nel gruppo, però mi sento anche di quotare Ulver:
mi sento di citare trasversalmente gli Who, in cui è la chitarra a mantenere ritmicamente il muro sonoro lasciando maggiore libertà al basso di articolare
infatti gran gruppo gli Who e grande bassman Entwistle! :D
voglio dire le variazioni sul tema non fanno mai male, e se così facendo il brano funziona e la musica ingrana, allora......perchè no? :wink:
"Le tastiere sono come i preservativi, vanno utilizzate solo quando strettamente necessario" John Cipollina


Avatar utente
sugopaciugo
Maestro
Maestro
Messaggi: 3553
Iscritto il: 23 ago 2009, 16:42
Località: Monte Guglielmo

Re: Il bassista non ha importanza

Messaggio da sugopaciugo » 23 set 2012, 17:42

Qualche anno fa ho visto i PGR dal vivo, ed in quel tour usavano due bassi contemporaneamente. Alternandosi tra parti "canonicamente" ritmiche e parti un pò più solistiche e/o chitarristiche. Uno di essi tra parentesi era Gianni Maroccolo, che pur non essendo forse un gran bassista è comunque una gran brava persona (ho avuto il piacere di farci un paio di chiaccherate) ed è stato uno che durante un certo periodo ha contribuito molto ad un certo sound italico, con varie band.

E comunque, con due bassi, tutti contenti no? :Very Happy: Forse...
Se devi tirare un bullone, non penso che andrai ad usare un cacciavite. Idem con una vite, mica serve una chiave inglese, no?

Avatar utente
johnyblues
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 71
Iscritto il: 22 ott 2011, 16:19

Re: Il bassista non ha importanza

Messaggio da johnyblues » 23 set 2012, 19:33

sugopaciugo ha scritto:
Qualche anno fa ho visto i PGR dal vivo, ed in quel tour usavano due bassi contemporaneamente. Alternandosi tra parti "canonicamente" ritmiche e parti un pò più solistiche e/o chitarristiche. Uno di essi tra parentesi era Gianni Maroccolo, che pur non essendo forse un gran bassista è comunque una gran brava persona (ho avuto il piacere di farci un paio di chiaccherate) ed è stato uno che durante un certo periodo ha contribuito molto ad un certo sound italico, con varie band.

E comunque, con due bassi, tutti contenti no? :Very Happy: Forse...
molto Forse direi .....le novità non vengono mai capite a prima botta, ci vuole tempo per digerirle, e questo succede in tutti i settori della vita :D
"Le tastiere sono come i preservativi, vanno utilizzate solo quando strettamente necessario" John Cipollina

Avatar utente
sugopaciugo
Maestro
Maestro
Messaggi: 3553
Iscritto il: 23 ago 2009, 16:42
Località: Monte Guglielmo

Re: Il bassista non ha importanza

Messaggio da sugopaciugo » 23 set 2012, 21:03

johnyblues ha scritto: .....le novità non vengono mai capite a prima botta, ci vuole tempo per digerirle, e questo succede in tutti i settori della vita :D
No beh, aspè: Non so se fosse una novità (adesso minimo salta fuori che c'è tutto un genere che usa due bassi da decenni :lol: ) però per il resto hai ragione. Mi sa che però in un certo senso è giusto ed ovvio che sia così, non credi?
Se devi tirare un bullone, non penso che andrai ad usare un cacciavite. Idem con una vite, mica serve una chiave inglese, no?

Avatar utente
johnyblues
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 71
Iscritto il: 22 ott 2011, 16:19

Re: Il bassista non ha importanza

Messaggio da johnyblues » 24 set 2012, 21:35

sugopaciugo ha scritto:
Mi sa che però in un certo senso è giusto ed ovvio che sia così, non credi?
appunto, ci vuole tempo....ma le cose valide alla fine centrano sempre il bersaglio! :D
"Le tastiere sono come i preservativi, vanno utilizzate solo quando strettamente necessario" John Cipollina

Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Re: Il bassista non ha importanza

Messaggio da ma200360 » 26 set 2012, 18:55

pauluccio73 ha scritto:Questo è un bassista.

http://www.youtube.com/watch?v=AFcpBB4Yy_M

Quello che so fare lo ho principalmente imparato da questo signore.
e la mia ritmica è stata sempre apprezzata anche a favore di colleghi molto più bravi di me .

un salutone

Paolo
Bravo bravissimo, niente da dire. Però se ogni tanto piazzasse UNA, dico UNA nota in battere, sarebbe più facile da seguire, eh ? :Very Happy:

Certo che il senso ritmico ce l' ha, eccome; ecco, a me piace una cosa così, un filo più moderata.
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html

Avatar utente
pauluccio73
Esperto
Esperto
Messaggi: 933
Iscritto il: 05 giu 2010, 17:26
Località: Bari

Re: Il bassista non ha importanza

Messaggio da pauluccio73 » 27 set 2012, 07:06

ma200360 ha scritto:
pauluccio73 ha scritto:Questo è un bassista.

http://www.youtube.com/watch?v=AFcpBB4Yy_M

Quello che so fare lo ho principalmente imparato da questo signore.
e la mia ritmica è stata sempre apprezzata anche a favore di colleghi molto più bravi di me .

un salutone

Paolo
Bravo bravissimo, niente da dire. Però se ogni tanto piazzasse UNA, dico UNA nota in battere, sarebbe più facile da seguire, eh ? :Very Happy:

Certo che il senso ritmico ce l' ha, eccome; ecco, a me piace una cosa così, un filo più moderata.
Era solo un esempio !
è chiaro che quella sezione ritmica diventa infernale da seguire !

questi due signori con Herbie Hancock hanno fatto un pezzo di storia introducendo un cambiamento sostanziale ,infatti, il batterrista tendeva ad usare la stabilità delle linee di basso di Paul Jackson come un'ancora, permettendo loro di suonare dentro e fuori i suoi motivi, creando tappeti ritmici complessi.
Non a caso Hancock a scelto P.Jackson come bassista lui infatti a dispetto di quel che sembra cioè suonare semplici liks ripetuti da una totale stabilità.

questo per me è essere un bassista

Paolo
La funzione "Cerca" è tua amica!!
Immagine--Immagine
Immagine--Immagine

Avatar utente
Valect46
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 123
Iscritto il: 13 ott 2010, 16:24
Località: Catania

Re: Il bassista non ha importanza

Messaggio da Valect46 » 28 set 2012, 00:16

Guarda un pò che discussione è uscita fuori da una notte di sex drugs e rock and roll :Very Happy:

Avatar utente
rhapsody
Esperto
Esperto
Messaggi: 691
Iscritto il: 15 mag 2011, 21:37

Re: Il bassista non ha importanza

Messaggio da rhapsody » 28 set 2012, 15:41

Quante storie per aver sbagliato membro

Avatar utente
mamasa
Maestro
Maestro
Messaggi: 3082
Iscritto il: 21 lug 2010, 16:08
Località: Melbourne, VIC, Australia

Re: Il bassista non ha importanza

Messaggio da mamasa » 28 set 2012, 15:50

rhapsody ha scritto:Quante storie per aver sbagliato membro
:lollol: :lollol: :lollol:
Tutti sanno dire "ti amo", ma pochi sanno dire "vuoi quei kiwi?".

Siccome Piove
Podcast Immagine

Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Re: Il bassista non ha importanza

Messaggio da ma200360 » 29 set 2012, 09:06

rhapsody ha scritto:Quante storie per aver sbagliato membro

:risatona: :risatona: :risatona:
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html


Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti