Hofner 182

Sezione dedicata ai Bassi
Rispondi
Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Hofner 182

Messaggio da ma200360 » 26 set 2011, 10:49

Un altro basso che ho avuto occasione di provare al CBE è stato questo Hofner 182
182.png
Un' altra sorpresa, devo dire la verità. Anche questo databile intorno agli anni '60 o lì per lì, era in perfetto stato dal punto di vista della suonabilità, con manico bello dritto e action molto bassa, nonché un peso decisamente più che sopportabile. Provato sul Barcus Berry di cui parlavo nel topic del Meazzi, anche questo ha tirato fuori un bel suonone vintage, un po' più "secco" rispetto al Meazzi, ma comunque bello pieno pieno. Dico la verità, comincio a capire chi mi parla bene di 'sti bassi, almeno dal punto di vista del suono e anche, a pensarci, da quello della resistenza pura: oh, è roba che ha 50 anni o quasi !

Quel che proprio non andava erano le meccaniche: piccole piccole, davano l' idea di essere inadeguate anche se, a dir la verità, problemi di accordatura per la mezz' oretta in cui ci ho avuto a che fare non ne ha avuti, eh ?

Molto strani (non per Hofner, naturalmente) i controlli: due volumi, uno per pick-up, niente tono, due slide switches on/off per i pick-ups e un terzo strano switch denominato "solo", che aggiungeva un po' di "spinta", tipo booster. Davano l' idea di cosi un po' precari, ma evidentemente così non è, visto che funzionavano perfettamente, e vista l' età del basso...

Anche questo, come dicevo, si è rivelato uno strumento sorprendente. A vedersi sembra un giocattolo d' altri tempi, ma quando lo suoni tira fuori il suo bel caratterino, eccome. Un suono meno pompato sulle basse, rispetto al Meazzi (ovviamente, il Meazzi è un semiacustico), ma comunque bello corposo, merito probabilmente della scala corta. E il bello è che riultava "pieno" anche utilizzando il solo p.u. al ponte, cosa che non è esattamente comunissima, sui bassi odierni, e considerata la posizione arretratissima di quel pick-up lì.

Ne volevano 250 euro; mi è parso un po' caruccio, a dir la verità, ma tutto sommato, se uno va alla ricerca di quel genere di suoni lì, li potrebbe anche valere. Che poi, me ne rendo sempre più conto, se ci togliamo i generi e le tecniche più moderni, tipo il funk slappatisimo o una certa fusion, quelli di quel genere di strumenti lì sono suoni veramente universali, adattabilissimi a qualunque conesto. Non ho provato a usarlo col plettro, ma sono quasi sicuro che, se uno volesse togliersi lo sfizio di provarci, potrebbe perfino tirar fuori uno o più suoni adatti al metal, magari usando corde in acciaio.

D' altra parte, se ancor oggi il Precision è uno strumento usatissimo in tutti i generi, un motivo ci sarà. Questo Hofner sarà un vecchio giocattolo, ma ci si può giocare ancor oggi senza alcun problema, e divertendocisi parecchio !
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html


Avatar utente
Frank Flicker
Maestro
Maestro
Messaggi: 5930
Iscritto il: 10 mag 2007, 13:39
Località: bergamo/brescia

Re: Hofner 182

Messaggio da Frank Flicker » 26 set 2011, 12:08

si direbbe uno strumento interessante, ma toglimi una curiosità... perchè 250 euro sono tanti per uno strumento di marca che ha 50 anni? non ha neanche un valore collezionistico?

Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Re: Hofner 182

Messaggio da ma200360 » 26 set 2011, 16:31

Frank Flicker ha scritto:si direbbe uno strumento interessante, ma toglimi una curiosità... perchè 250 euro sono tanti per uno strumento di marca che ha 50 anni? non ha neanche un valore collezionistico?
No, l' unico Hofner che ha un valore collezionistico è il modello a violino nelle sue varie edizioni. Un po' di valore, ma molto minore, ce l' ha il modello a singola spalla mancante, che ebbe una certa diffusione (e tuttora ce l' ha), ma per il resto Hofner non è che abbia mai avuto grandi valutazioni.

Però non suonava male, credimi, tutt' altro !

'Sta storia della vintagemania assume ai miei occhi i contorni di una monumentale ca**ata ogni giorno di più: in questo caso abbiamo uno strumento che suona bene ed è vecchio, ok ? Però cos' ha che non va ? Non è il modello Tal dei Tali. E allora, belìn ? Sarà vecchio ? Non è quello che vogliono i vintagisti ? Bah, che st***ata...
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html

Avatar utente
sugopaciugo
Maestro
Maestro
Messaggi: 3553
Iscritto il: 23 ago 2009, 16:42
Località: Monte Guglielmo

Re: Hofner 182

Messaggio da sugopaciugo » 26 set 2011, 16:41

Frank Flicker ha scritto:si direbbe uno strumento interessante, ma toglimi una curiosità... perchè 250 euro sono tanti per uno strumento di marca che ha 50 anni? non ha neanche un valore collezionistico?
Ti giuro, mentre leggevo la recensione mi son deciso a porre la stessa domanda. Poi scorro giù, e vedo la tua! :Very Happy:

Diamine, io non me ne intendo, me quel PU li al ponte è quasi SOTTO al ponte! :paura:
Se devi tirare un bullone, non penso che andrai ad usare un cacciavite. Idem con una vite, mica serve una chiave inglese, no?

Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Re: Hofner 182

Messaggio da ma200360 » 26 set 2011, 16:57

sugopaciugo ha scritto:
Frank Flicker ha scritto:si direbbe uno strumento interessante, ma toglimi una curiosità... perchè 250 euro sono tanti per uno strumento di marca che ha 50 anni? non ha neanche un valore collezionistico?
Ti giuro, mentre leggevo la recensione mi son deciso a porre la stessa domanda. Poi scorro giù, e vedo la tua! :Very Happy:
:ciao:
sugopaciugo ha scritto: Diamine, io non me ne intendo, me quel PU li al ponte è quasi SOTTO al ponte! :paura:
Effettivamente... Eppure, come ti ripeto, non suona eccessivamente "secco", è sempre e comunque bello "pieno", riempie comunque bene. Sarà il tipo di pick-up, che ti posso dire...
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html


Avatar utente
pauluccio73
Esperto
Esperto
Messaggi: 933
Iscritto il: 05 giu 2010, 17:26
Località: Bari

Re: Hofner 182

Messaggio da pauluccio73 » 26 set 2011, 19:42

è risaputo che gli hofner erano degli strumenti molto economici e scadentissimi prima che fossero utilizzati da Paul McCartney.
Infatti subito dopo i modelli da lui usati divennero ricercatissimi.

E pensare che il primo bassista dei Beatless , Stuart Sutcliffe , ne utilizzava uno ma non è stato quasi mai menzionato !
il basso in questione era un hofner president bass ora lo vendono a poco più di 600 euro nuovo !

http://www.vintagehofner.co.uk/gallery/ ... gal80.html

Paolo
La funzione "Cerca" è tua amica!!
Immagine--Immagine
Immagine--Immagine

Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Re: Hofner 182

Messaggio da ma200360 » 27 set 2011, 07:57

Ecco, bravo Pauluccio, era quello il single-cut cui mi riferivo.

E comunque, ti inviterei a provarlo, uno di quei vecchi bassi lì. Ne rimarresti estremamente sorpreso, ne sono certo: è vero che non sono strumenti "moderni", devi collocarli nel modo giusto, dal punto di vista dei suoni, ma il suono c' è, te lo assicuro, e si fa sentire forte e chiaro.

Come ripeto, sono certo che chi apprezza l' Epiphone Jack Casady impazzirebbe per uno di quei bassi lì !
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html

Avatar utente
pauluccio73
Esperto
Esperto
Messaggi: 933
Iscritto il: 05 giu 2010, 17:26
Località: Bari

Re: Hofner 182

Messaggio da pauluccio73 » 27 set 2011, 20:18

Caro Maurizio ne sono certo.
Dopo alcuni anni mi sono reso conto anche io che non è il basso che fa il suono ma il bassista.
Poi dopo aver acquistato un miserabilissimo danelectro longhorn usato e RIEDIZIONE CINESE e aver sbaragliato molti colleghi bassisti che mi sfidavano con strumenti molto blasonati ne ho avuto conferma.

un salutone

Paolo
La funzione "Cerca" è tua amica!!
Immagine--Immagine
Immagine--Immagine

Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Re: Hofner 182

Messaggio da ma200360 » 27 set 2011, 21:47

pauluccio73 ha scritto:Caro Maurizio ne sono certo.
Dopo alcuni anni mi sono reso conto anche io che non è il basso che fa il suono ma il bassista.
E devo dire che sto "venendo sempre più nel tuo carrugio", come si dice dalle mie parti. :ciao:
pauluccio73 ha scritto: Poi dopo aver acquistato un miserabilissimo danelectro longhorn usato e RIEDIZIONE CINESE e aver sbaragliato molti colleghi bassisti che mi sfidavano con strumenti molto blasonati ne ho avuto conferma.
...
Eh, quel basso lì è una specie di portento. Anch' io ho il cinese, e so come suona: formidabile !
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html


Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite