Customizzazione di un Washburn B-10 (Foto)

Sezione dedicata ai Bassi
Rispondi
Avatar utente
Ulver
Esperto
Esperto
Messaggi: 902
Iscritto il: 30 nov 2010, 18:07
Contatta:

Customizzazione di un Washburn B-10 (Foto)

Messaggio da Ulver » 10 mag 2012, 19:59

'Giobbini, eccomi con uno dei miei pseudo-liuterismi! Questo basso ha visto due metamorfosi nel giro di tre mesi circa, a voi come al solito la carrellata di foto da Facebook con descrizione dei punti salienti!

Immagine
Ok, è ora di svelare il nuovo colpo di G.A.S.: Brutto e improbabile, si, ma ho grandi progetti per questo Washburn Force ABT, databile intorno all'87-89.
E' stata la paletta à la Jackson a scatenare l'amore nel mio inconscio Metal/Ottantiano, amore cieco e clemente verso vari difetti tra cui quel selettore al posto di un potenziometro che è un pugno in un occhio, e il nut ipoteticamente da sostituire.
E' pure attivo, ma abbiate fede: come diceva Seneca è nelle avversità che si mettono alla prova i veri "liutai", tempo al tempo e diventerà un cigno (o quantomeno scopabile, dai).
Immagine
Solita pulizia iniziale.

Considerando il prezzo irrisorio a cui m'è stato venduto non m'aspettavo certo lucentezza e perfezione e va bene così, peccato per bottarelle qua e là che credo e spero di non dover risolvere con lo solito sbattone di verniciatura anche perchè il colore mi piace così e mi prendono per malato a fare l'ennesimo strumento color cremaglia. Pulire il manico è stato allucinante: tastiera lercissima dopo numerosi passaggi di sgrassatore, c'era l'Africa intera dentro.
Immagine
Livellatura del capotasto.

Il venditore diceva che era da sostituire il capotasto (da lui messo) per via dell'azione molto alta che provocava, ma in questi casi basta agire consistentemente con una lima apposita per ottenere risultati impensabili. Col tempo ho capito che spesso agire su questo banale pezzo di plastica/osso/grafite influenza molto di più del Truss Rod.
E' leggermente più stretto dell'originale, tant'è che ai bordi rimangono 1-2 millimetri da entrambe le parti, ma sinceramente preferisco così.
Ora il basso ha un' azione bassa e molto più piacevole al tatto, tutto ciò che mi serve per andare avanti con le altre modifiche.
Lieta scoperta: le meccaniche sono Grover!
Immagine
Disegno del battipenna.

Bozza iniziale del battipenna progettato, che non ho potuto fissare bene per via dei potenziometri e quindi alla foto risulta un po' incurvato.
Dove si vede quel rettangolo ci sarà una cavità, da cui si leggerà la scritta del modello. Per quanto riguarda invece i comandi, come si intravede disegnato a penna, saranno impostati in maniera molto chitarristica: Volume, Tono e il selettore a tre vie che ho sempre desiderato in un basso.
Il materiale usato sarà alluminio satinato, così mi evito le classiche ditate su materiale lucido.
Ok, per oggi direi che ho dato!
Immagine
Risolto il vano batteria mancante.

Già che c'ero mi son fatto fare un copri-batteria, che mancava, dello stesso materiale del battipenna. Non sarà pratico come probabilmente era quello a incastro apribile senza viti, ma se dovesse abbandonarmi la batteria in situazioni "importanti" beh, fortunatamente c'è il pomello push-pull che lo fa andare subito in passivo e te la risolvi aumentando giusto un po' il volume.
Immagine
Prima parte del battipenna.

Come accennato nelle precedenti immagini avevo progettato il battipenna sulla falsariga dell'Ibanez Jet King, ovvero suddiviso in due parti staccate tra loro con il vuoto tra i pickup. Questa è la prima parte, mentre per la parte dei comandi tanto vale che aspetto che arrivi lo switch che ho ordinato da Hong Kong ieri, quindi ci metterà almeno tre settimane...
Tamarrissimo questo acciaio modellato! Mi piace anche com'è venuto lo scasso per far leggere la scritta, bene.
Immagine
Completato!

Ecco una panoramica, con un flash poco collaborativo, del pseudo-liuterismo completato. Come si può vedere ho inoltre messo la placca copri-ponte, diventata nell'ultimo periodo un mio feticismo piuttosto gettonato.
E' stata una simpatica messa alla prova, sicuramente senza chissà quali pretese ma con inaspettate soddisfazioni sia di manico che di suono.
Negli '80s e in parte ancor ora c'era sto vizio di vari marchi di proporre bassi e chitarre dalle linee piuttosto anonime e minimali che però riservavano un'ottima fattura, con qualche accorgimento di design (il cui mio tentativo è solo una umile approssimazione) certi strumenti sarebbero assai più appetibili e invitanti!
Immagine
No minchia, cambiamogli colore.

Annoiato dell'estetica da Power Ranger misto Manowar che lo rendeva ben poco presentabile a livello live ho provato a tentare il tutto per tutto sverniciandolo, sperando di trovare un bel legno di fondo per ambire a un colorito natural. Anche perchè ha veramente un bel suono e un manico bello sottile, perchè non provare a conferirgli dignità e ruoli al di fuori di sala prove?
A quanto pare m'è andata piuttosto bene e con delle simpatiche venature! Obiettivo: un natural un poco più scuro, con battipenna singolo nero. Ne consegue il classico sbattone nello scartavetrare tutto, per il quale sono andato avanti mezza giornata in magazzino.
Immagine
La metamorfosi.

Ecco come si presenta il body totalmente scartavetrato e con la prima mano di vernice per legno, una vernice spessissima che richiede parecchio tempo per asciugarsi.
Il multistrato ha creato un effetto molto curioso ai lati come si può vedere, a suo modo peculiare! Seguiranno altre mani di vernice che tenderanno a scurire un po' il risultato finale.
Immagine
Restyling ultimato, vah che bel fiöl!

Si consacra come il più originale liuterismo riuscito nell'arco di due anni e circa 7 lavori, nulla da aggiungere ♥
Dai, un po' bravino lo sono no?


Avatar utente
Frank Flicker
Maestro
Maestro
Messaggi: 5930
Iscritto il: 10 mag 2007, 13:39
Località: bergamo/brescia

Re: Customizzazione di un Washburn B-10 (Foto)

Messaggio da Frank Flicker » 10 mag 2012, 20:22

complimenti! che lavorone! :applauso:
lo conosco quel basso lì perchè ho un xb-120, davvero un gran gran suono!

Avatar utente
Tritvr17
Maestro
Maestro
Messaggi: 5805
Iscritto il: 11 lug 2008, 11:00
Località: CT

Re: Customizzazione di un Washburn B-10 (Foto)

Messaggio da Tritvr17 » 10 mag 2012, 20:24

Bravino?! Fantastico!

Certo quel selettore a tre vie è non poco strano eh?! però l'ultima colorazione col battipenna bianco è fantastica!!
Quanti strati è il body? quella foto dove sono ben in vista fa impressione! Bella peculiarità!

P.s. Come suona? :Very Happy:
"Mi piace il brivido della Vittoria, ma senza l'agonia della sconfitta questa é sicuramente meno gratificante"- D.Negreanu
"Il Tocco è come il Vino"- V.Distefano

La funzione "Cerca" è tua amica!!

Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Re: Customizzazione di un Washburn B-10 (Foto)

Messaggio da ma200360 » 10 mag 2012, 21:05

Ma che strano legno, quello del body ! Un multistrato, no ? Certo che l' effetto sulla fascia è bellissimo !

I battipenna bianchi in stile Jet King mi piacciono moltissimo. Complimenti ! :applauso:
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html

Avatar utente
Ulver
Esperto
Esperto
Messaggi: 902
Iscritto il: 30 nov 2010, 18:07
Contatta:

Re: Customizzazione di un Washburn B-10 (Foto)

Messaggio da Ulver » 10 mag 2012, 21:14

Certo quel selettore a tre vie è non poco strano eh?!
Già: è una cosa che bramavo da qualche tempo di fare, anche perchè praticamente mai mi capita di fare miscele coi potenziometri del volume e allora ho pensato di mettere direttamente uno switch! Fosse per me beh, mi piacerebbe vederli più spesso nei bassi sia per funzionalità che per estetica.
P.s. Come suona? :Very Happy:
Pensavo che i pickup fossero da cambiare e invece mi hanno convinto particolarmente! Premesso che li uso quasi sempre in passivo e plettro sono piuttosto particolari, più sulle medio-alte che nelle basse, con un suono particolarmente cattivello e sferragliante in posizione middle-ponte e un suono più equilibrato da jazz al "manico". Probabile che fossero stati progettati più per essere suonati a dita, ma con la giusta equalizzazione viene fuori proprio un bel suono.
Il punto forte di questi bassi secondo me è il manico, sottilissimo e veloce.

Sicuramente le soluzioni di battipenna delle Jet King hanno ispirato il tutto, il multistrato s'è rivelato particolare ma m'è piaciuta abbastanza questa peculiarità!


Avatar utente
musicithebestlover
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 123
Iscritto il: 13 ago 2010, 19:26
Località: world!!! from Campania

Re: Customizzazione di un Washburn B-10 (Foto)

Messaggio da musicithebestlover » 11 mag 2012, 11:33

Rosso col battipenna era un pò tamarro ma così è uno strumento anche di gran classe! Sicuramente suona benissimo, anche se ci vorrebbero le prove per dirlo :Very Happy: (sample please)

Comunque sei veramente bravissimo!! altro che... Complimenti
"MUSIC'S THE BEST LOVER YOU'RE ASHAMED THIS IS THE BEST LOVER" cit. di E.Toffoli
I FOUND GRACE IN THE SOUND. GRACE IS ALL THAT I FOUND u2
Fender Sonoran sce Candy apple red (la mia acustica, adorata)
Fender JazzMaster Surf green japan
Squier Telecaster affinity con battipenna rosso personalizzato


Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite