Via una Srv, sotto con una Gibson....strana.

Sezione dedicata a tutti tipi di chitarra.

Moderatori: David, forons, avanzo, lespaul, ][AnDrE][

Rispondi
Avatar utente
paranoid
Maestro
Maestro
Messaggi: 2087
Iscritto il: 30 dic 2006, 01:24
Località: Milano

Via una Srv, sotto con una Gibson....strana.

Messaggio da paranoid » 22 feb 2009, 21:45

Ho dato dentro la srv che avevo comprato poco fa....mi sono reso conto di avere due strato identiche perchè la mia riedizione '62 monta i texas special dunque il suono è davvero molto simile.
mesi fa avevo notato e provato una gibson blueshawk, questa qua:

Immagine

:beer: :beer: :beer: :campioni:
con un piccolo conguaglio sono riuscito a dare dentro la srv e prendere questa chitarra più questo ampli:



Immagine

sono due elementi che mi costringeranno a studiarci un pò sopra.... qualcuno sa dirmi il funzionamento del selettore vicino all' altro selettore? quello dei pick-up?
mi pare agisca solo come tone, ma non sono molto sicuro.
il suono con i p90 è molto caldo, ma saprò dirvi di più dopo una prova in saletta.
il manico è fenomenale, comodissimo, settata perfettamente. vedremo ad alto volume come reagisce.

l' ampli è un 5 watt completamente valvolare, non lasciatevi ingannare dal wattaggio, arriva a volumi che superano il limite casalingo.
ci devo studiare un pò, perchè combina il suono valvolare ad effetti digitali e a 16 voicing amp differenti: per ogni voice puoi aggiungere 3 tipi di chorus, 3 reverberi, 3 delay, 3 vibratone, 3 tremoli e anche qualche mix di effetti...
ha pure una voice per usare l' acustrica! e quella sembra ottima!
le soluzioni sono tante, ma non sono ancora in grado di valutarlo bene.
qualcuno conosce la gibson blueshawk? cosa ne pensate? ciao. :ciauz:
Il fatto che non tutti scrivano canzoni non significa necessariamente che ognuno di noi non ne porti una dentro di se.


Avatar utente
Gimpy
Esperto
Esperto
Messaggi: 534
Iscritto il: 12 dic 2008, 15:21

Re: Via una Srv, sotto con una Gibson....strana.

Messaggio da Gimpy » 22 feb 2009, 21:50

non ne ho sentito parlare molto bene...
"Blues is easy to play, but not to feel" Jimi Hendrix
Lay Down Your Soul To The Gods Rock 'n' Roll !

Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Re: Via una Srv, sotto con una Gibson....strana.

Messaggio da ma200360 » 22 feb 2009, 22:48

Qui c è qualcosa

http://www.chitarra-online.com/it/chita ... shawk.aspx

Io avevo provato la night hawk, mi era piaciuta parecchio. Una chitarrina piccola e leggera, perfetta per blues e dintorni, con tutta la liuteria Gibson al suo posto. Ricordo che quella che avevo usato io aveva un' action incredibilmente bassa. Aveva una cassa piuttosto sottile e, se non ricordo male, l' "alloggiamento per la panza" in stile Stratocaster. Ma come si chiama in italiano quello scasso lì ?
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html

Avatar utente
paranoid
Maestro
Maestro
Messaggi: 2087
Iscritto il: 30 dic 2006, 01:24
Località: Milano

Re: Via una Srv, sotto con una Gibson....strana.

Messaggio da paranoid » 23 feb 2009, 21:59

ma200360 ha scritto:Qui c è qualcosa

http://www.chitarra-online.com/it/chita ... shawk.aspx

Io avevo provato la night hawk, mi era piaciuta parecchio. Una chitarrina piccola e leggera, perfetta per blues e dintorni, con tutta la liuteria Gibson al suo posto. Ricordo che quella che avevo usato io aveva un' action incredibilmente bassa. Aveva una cassa piuttosto sottile e, se non ricordo male, l' "alloggiamento per la panza" in stile Stratocaster. Ma come si chiama in italiano quello scasso lì ?
non ho idea di come si chiami in italiano.
la mia invece ha un' action medioalta e con 0.11 , ma mi trovo davvero bene (abituato alla scala lunga fender).
ha un manico favoloso.
giovedi sera la provo in sala e vi faccio sapere meglio.
Il fatto che non tutti scrivano canzoni non significa necessariamente che ognuno di noi non ne porti una dentro di se.

Avatar utente
paranoid
Maestro
Maestro
Messaggi: 2087
Iscritto il: 30 dic 2006, 01:24
Località: Milano

Re: Via una Srv, sotto con una Gibson....strana.

Messaggio da paranoid » 06 mar 2009, 18:58

RAGAZZI..................devo trovare le parole giuste per recensire questa chitarra incredibile!!!!!!!!!!!!
non me l' aspettavo davvero!!!!!!
spero di avere tempo stasera per raccontarvi,.............. ieri sera una prova fantastica, strabiliante chitarra.
Il fatto che non tutti scrivano canzoni non significa necessariamente che ognuno di noi non ne porti una dentro di se.


Avatar utente
paranoid
Maestro
Maestro
Messaggi: 2087
Iscritto il: 30 dic 2006, 01:24
Località: Milano

Re: Via una Srv, sotto con una Gibson....strana.

Messaggio da paranoid » 06 mar 2009, 22:18

allora.... inizierò dalle critiche negative, così poi sfogo liberamente la mia contentezza perchè sono davvero entusiasmato da questa chitarra.

1- il primo difetto è che è settorizzata al massimo, la chitarra più settorizzata che io abbia mai suonato! siccome la gibson l' ha prodotta apposta per essere una chitarra così non dovrebbe essere un difetto, però nei confronti di un musicante che si esprime liberamente, variando, inventando ecc... è una chitarra che ti trattiene entro certi margini

2- esteticamente non è il massimo, ma questo dipende dai gusti. il corpo è stretto, la cassa schiacciatissima, la manopola del varitone da l' impressione che ci sia qualcosa di aggiuntivo che male si accosta con il genere. le sellette sono del tipo fender american standard odierne, e cioè brutte a vedersi, poco vintage. potevano fare meglio.
l' impressione generale a vederla è che c'era una buona idea ma ne è uscita una caricatura..

3- il varitone cambia troppo il suono che costruisci con l' ampli, ti obbliga a preselezionarlo prima di iniziare il pezzo. se lo cambi mentre suoni si sente un' incredibilke cambio di frequenze. esagerato. anche il selettore p.u. è meglio non toccare se si suona piano, perchè il passaggio è accompagnato da un suono (non fastidioso ma si sente bene). a volumi alti è assolutamente inudibile.

4- il potenziometro del volume ha poca dinamica, inoltre abbassare troppo il volume significa perdere il suono costruito per passare a qualcosa di assolutamente indefinito.

5- azzardarsi ad uscire dal blues o al limite dal rock-blues, significa percorrere strade in salita, che non portano lontano.

e ora i pregiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii: :dance: :applauso: :campioni: :brindisi:

1- la chitarra è ultrasettorizzata per suonare blues all' ennesima potenzaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa :Very Happy:
la chitarra suona solo blues, non conosce compromessi se si suona questo genere, e non ha pecche. nemmeno una.
se ho sempre, in 20 anni di musicanteria, cercato un compromesso per ottenere un suono blues con strato, telecaster, les paul ecc...(riuscendoci, vabbè, ma sempre col compromesso), ieri sera era tutto già bello e confezionato, senza nessuna rinuncia, senza compromessi. i suoni blues che trovavo prima erano ''i miei'' suoni blues, ora ho i suoni similissimi a quelli che sento nei dischi.....e scusate se è poco...... :campioni:

2- i p90 modificati di questa chitarra sono crema pura, è come prendere il cucchiaio e girare intorno alla vaschetta del gelato quasi finito e sbatterselo giù lungo la gola, la corposità, la densità, la cupezza di questo suono blues si taglia a fette.
i p90 sono la nota estetica che danno il tocco antico e blues a questa chitarra, e suonano in maniera incredibile.
quello che si cercava da anni ora è qui sotto le dita.......fantastico. e senza il minimo compromesso.

3- il manico è una giostra, ci si diverte come pazzi se si è abituati alla scala lunga delle strato. le note più alte sono facilmente raggiungibili da un perfetto e funzionale cutaway. la liuteria raffinata si sente sotto le dita. un vero sballo.

4- la manopola tone regala molte sfumature, e quando si impara a mixarla bene con il varitone si inizia ad usarla a dismisura, sgranando gli occhi ad ogni cambio suono.

5- la chitarra è leggerissima, comodissima, quindi non stanca e permette di essere freschissimo anche dopo 3 ore di prove. questa cosa non è da sottovalutare..

insomma, credo di avere per le mani una chitarra incredibile, e inizio a pensare che forse non la venderò mai o al limite tra molto tempo.
suoni alla bb king o albert collins (nonostante sia un telecasterista) sono alla portata di tutti gli appassionati che si siano messi sotto a cercarli per anni...non conta più gibson o fender, qui cè il blues.
ovviamente è una chitarra alla quale ci si arriva, non si può certo partire con questa, e non perdona...... se sbagli paghi, non c'è nessuna dilatazione di nota accompagnata da distorsione tipica delle chitarre più blasonate, hai sbagliato nota? l'hai presa male? un bending ti scappa via? fatti tuoi! la chitarra rimane muta se non centri la nota bene, e se tenti di riparare peggiori la situazione...
uno strumento che già alla prima suonata ti soddisfa perchè ti stimola, ti mette alla prova, ti obbliga a fare bene, o a cercare di farlo.
ti smaschera, raccoglie l' essenza, ti toglie i veli.
e molto spesso è proprio sotto e dietro ai veli che si cela il blues.
Il fatto che non tutti scrivano canzoni non significa necessariamente che ognuno di noi non ne porti una dentro di se.

Avatar utente
Frank Flicker
Maestro
Maestro
Messaggi: 5930
Iscritto il: 10 mag 2007, 13:39
Località: bergamo/brescia

Re: Via una Srv, sotto con una Gibson....strana.

Messaggio da Frank Flicker » 07 mar 2009, 00:12

bene! ottima recensione e complimenti!
si vede che questo è amore vero, per la chitarra, per il blues, per la musica! :esatto:

Avatar utente
Frusciante
Maestro
Maestro
Messaggi: 9053
Iscritto il: 19 nov 2007, 16:28

Re: Via una Srv, sotto con una Gibson....strana.

Messaggio da Frusciante » 07 mar 2009, 09:34

Già! Bella recensione! Però, mò facce sentì qualcosa... :Very Happy:
un amico ha scritto:V. prima di uscire, deve chiedere il permesso alla chitarra.
un altro amico ha scritto:wa ma stai ancora suonando? sì e fierr! Pigliatell' na pausa.
http://24.media.tumblr.com/tumblr_lkl20 ... o1_400.gif :fumato:

Avatar utente
paranoid
Maestro
Maestro
Messaggi: 2087
Iscritto il: 30 dic 2006, 01:24
Località: Milano

Re: Via una Srv, sotto con una Gibson....strana.

Messaggio da paranoid » 07 mar 2009, 10:19

Frusciante ha scritto:Già! Bella recensione! Però, mò facce sentì qualcosa... :Very Happy:
lo sai che ho sempre lasciato samples e video, e mi piace anche farlo, ma questa chitarra va ripresa amplificata.
se ve la faccio sentire attaccata alla scheda audio tutto quello che ho descritto non lo sentirete.
in casa ho un ampli piccolo, non saprei come fare a farvi sentire il suono reale.
prima avevo il portatile e potevo registrare in sala, ora no.
se volete comunque sentirla posso comunque mettere un samples, ma non aspettatevi di sentire le cose che ho scritto, perchè tra scheda audio e twin + fulltone passa una bella differenza.
Il fatto che non tutti scrivano canzoni non significa necessariamente che ognuno di noi non ne porti una dentro di se.

Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Re: Via una Srv, sotto con una Gibson....strana.

Messaggio da ma200360 » 07 mar 2009, 10:57

Complimenti, Paranoid ! Il tuo è un atto d' amore autentico ! :applauso:
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html


Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti