Le mille e una stratocaster..

Sezione dedicata a tutti tipi di chitarra.

Moderatori: David, forons, avanzo, lespaul, ][AnDrE][

Avatar utente
Frank 91
Maestro
Maestro
Messaggi: 1134
Iscritto il: 16 lug 2007, 20:32

Re: Le mille e una stratocaster..

Messaggio da Frank 91 » 04 mar 2008, 17:47

ma200360 ha scritto:
jack_trinidad ha scritto:
jackass ha scritto:secondo me si riferiva alla highway! però almeno ci dicesse perchè la sconsiglia..

La sconsiglia perchè la sua si è sverniciata e la tastiera si è consumata prestissimo...in più non è che suoni granchè bene...
Mah, io non trovo che la verniciatura delicata delle Highway One sia un gran difetto. Oddio, è vero che si consuma con velocità, ma a chi non piace una chitarra "vissuta" ? E poi, conosco molti che dicono che la verniciatura inibisce il suono: non so quanto ci sia di vero, su un' elettrica a corpo solido almeno, ma di sicuro quel problema lì sulle Highway One non c' è. E' vero, d' altra parte, che un cambio di pick-ups può essere consigliabile, ma non è poi così essenziale: almeno sulle prime è possibilissimo suonare con buoni risultati anche coi pick-ups stock, se l' amplificatore non è pessimo.
Ritorno ora,
non sono stato molto presente.
Comunque,
il problema della vernice è l'ultimo diffetto che ha, quello che più mi ha deluso della chitarra che ho è che non vale quello che costa, sarei stato molto più contento di aspettare di raccogliermi altri 250€ e di prendermi una vera Usa, eppure di prendermi una Cort G290, che costa di meno e vale molto di più!
Spendere intorno i 750/800€,
per avere una chitarra che ha dei pu deboli, vabbè non cerco potenza, ma il peggio che sono gracchianti,
poi le meccaniche sono improponibili ben peggio delle imitazioni cinesi, scordano che è una bellezza :Confuso: (cosa che mi ha riconfermato anche il liutaio), il ponte vabbè un ponte tremolo vintage della Fender (salvabile)....

Per il resto sono rimasto deluso dei fret che si sono consumati in circa 1 anno e mezzo...

Che dire, dopo questo aquisto, sarò il primo a sconsigliare questa chitarra a tutti, non prendetela come uno che sta a devalorizzare l'highway, ma non vorrei che la gente si trovaste nelle mia stessa situazione!

P.s.:Io ho la prima edizione quella con la palletta normale, non dovrebbe cambiare molto dalle seconda.

Ciaooo


Avatar utente
jack_trinidad
Maestro
Maestro
Messaggi: 3982
Iscritto il: 10 ago 2007, 23:47

Re: Le mille e una stratocaster..

Messaggio da jack_trinidad » 04 mar 2008, 18:02

Frank 91 ha scritto: Ritorno ora,
non sono stato molto presente.
Comunque,
il problema della vernice è l'ultimo diffetto che ha, quello che più mi ha deluso della chitarra che ho è che non vale quello che costa, sarei stato molto più contento di aspettare di raccogliermi altri 250€ e di prendermi una vera Usa, eppure di prendermi una Cort G290, che costa di meno e vale molto di più!
Spendere intorno i 750/800€,
per avere una chitarra che ha dei pu deboli, vabbè non cerco potenza, ma il peggio che sono gracchianti,
poi le meccaniche sono improponibili ben peggio delle imitazioni cinesi, scordano che è una bellezza :Confuso: (cosa che mi ha riconfermato anche il liutaio), il ponte vabbè un ponte tremolo vintage della Fender (salvabile)....

Per il resto sono rimasto deluso dei fret che si sono consumati in circa 1 anno e mezzo...

Che dire, dopo questo aquisto, sarò il primo a sconsigliare questa chitarra a tutti, non prendetela come uno che sta a devalorizzare l'highway, ma non vorrei che la gente si trovaste nelle mia stessa situazione!

P.s.:Io ho la prima edizione quella con la palletta normale, non dovrebbe cambiare molto dalle seconda.

Ciaooo

Buono a sapersi...hai avuto esperienze con la Tele Highway???
Non ho trovato parole per dire quello che pensavo, ma ci sono riuscito con sole 5 note...
ma200360 ha scritto:E ricordati che la velocità non è tutto, anzi !
ma200360 ha scritto:Il blues è un tizio che va in un locale, prende una birra e scarica la macchina, monta l' amplificatore,
controlla la chitarra, svolge i jack, sistema l' asta del microfono, saluta il batterista che è appena
arrivato e gli chiede se ha bisogno di una mano, prova la pedaliera per vedere se funziona tutto, si
mette d' accordo col cantante per la scaletta, intanto arriva il bassista che è appena stato mollato dalla
tipa e lui va a vedere come va, nel frattempo il batterista ha montato tutto, e il cantante ha appena
finito di cambiare il fusibile di una cassa che si era bruciato. A quel punto lì, "One, two, three, four" e
parte Kansas City.

Avatar utente
Frank 91
Maestro
Maestro
Messaggi: 1134
Iscritto il: 16 lug 2007, 20:32

Re: Le mille e una stratocaster..

Messaggio da Frank 91 » 04 mar 2008, 18:05

jack_trinidad ha scritto:
Buono a sapersi...hai avuto esperienze con la Tele Highway???
No.

Ciaooo

Avatar utente
paranoid
Maestro
Maestro
Messaggi: 2087
Iscritto il: 30 dic 2006, 01:24
Località: Milano

Re: Le mille e una stratocaster..

Messaggio da paranoid » 05 mar 2008, 00:23

jack_trinidad ha scritto:

che poi magari è una scelta fatta per avere determinate sonorità è un'altra cosa...[/quote]

non è un' altra cosa, è LA cosa...
Il fatto che non tutti scrivano canzoni non significa necessariamente che ognuno di noi non ne porti una dentro di se.

Avatar utente
paranoid
Maestro
Maestro
Messaggi: 2087
Iscritto il: 30 dic 2006, 01:24
Località: Milano

Re: Le mille e una stratocaster..

Messaggio da paranoid » 05 mar 2008, 00:40

jack_trinidad ha scritto:
Ecco...è stata fatta per essere venduta e per vendere bisogna produrre a prezzi bassi...ma su ragazzi, le avete mai viste una di fianco all'altra, una Fender e una Gibson??? Basta fare questa prova, e parlo solo dell'estetica...
ma scherzi?!?!?!!?!?

io preferisco la Fender anche esteticamente, non vorrai mica imporre i tuoi gusti?! :Very Happy:

non sto scherzando.

ho già scritto altre volte che le american standard non sono grandi chitarre, ma tra una les paul a tua scelta e una riedizione fender io scelgo fender.
il primo e il più importante motivo è il suono, in secondo luogo c'è anche l' estetica, si, e scelgo comunque fender.

una cosa che spesso si evita di dire è che le fender hanno la scala lunga e le gibson la scala corta.
quando confronti le due chitarre, la gibson ti sembra talmente più comoda che la sua liuteria, effettivamente già molto più alta di fender, è valutata oltremisura dal confronto con una scala più lunga che rende i bending, il solista e gli accordi, molto più scomodi.
molti pensano che questa scomodità sia dovuta ad una liuteria inferiore, ma così non è.
la verità la dice clapton: ''se vuoi suonare su fender devi farti il mazzo''......
Il fatto che non tutti scrivano canzoni non significa necessariamente che ognuno di noi non ne porti una dentro di se.


Avatar utente
avanzo
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 3715
Iscritto il: 02 ago 2007, 18:16
Località: Roma

Re: Le mille e una stratocaster..

Messaggio da avanzo » 05 mar 2008, 01:04

paranoid ha scritto: una cosa che spesso si evita di dire è che le fender hanno la scala lunga e le gibson la scala corta.
quando confronti le due chitarre, la gibson ti sembra talmente più comoda che la sua liuteria, effettivamente già molto più alta di fender, è valutata oltremisura dal confronto con una scala più lunga che rende i bending, il solista e gli accordi, molto più scomodi.
molti pensano che questa scomodità sia dovuta ad una liuteria inferiore, ma così non è.
la verità la dice clapton: ''se vuoi suonare su fender devi farti il mazzo''......
già, confermo (adesso che ho confermato potete anche credere a questo signor Clapton... :Very Happy: )...quando sono passato a una scala corta dopo aver sempre suonato su una simil-strato la differenza l'ho sentita subito...soprattutto se non hai proprio le braccia da cestista, la senti...

Avatar utente
fender_1987
Esperto
Esperto
Messaggi: 318
Iscritto il: 16 ott 2007, 01:42
Località: Asti

Re: Le mille e una stratocaster..

Messaggio da fender_1987 » 05 mar 2008, 01:58

non so se valga qualcosa la mia opinione... avete gia detto tutto.... :Very Happy:

vorrei soltanto difendere un minimo le messicane.... a mio avviso alcuni esemplari sono dei gioiellini.... io sono un felicissimo possessore di una di queste chitarre... e devo dirvi che non mi ha mai dato lcun problema.. i pick-up sono discreti e la liuteria seppure fender non ha niente da invidiare alle USA... per quanto riguarda i legni è questione di fortuna.... i legni in media sono di qualità inferiore... ma l'eccezione si trova eccome... per aiutre un po la fortuna basta provarne una tonnellata (come io stesso ho fatto tra l'altro...)

le meccaniche anche se non sono splendide anche dopo anni tengono l'accordatura e non prendono gioco.. il ponte e lo stesso delle USA (esclusi i modelli economicissimi (400€) che hanno la parte inferiore del ponte quella che attraversa il body in Zama una lega sinterizzata che dopo un tot di anni tende a creparsi ed e da sostituire... e oltretutto influisce parzialmente sul suono) e i tasti non si consumano facilmente ne si svernicia!!!! i potenziometri sono americani.. non japan mentre il capotasto e in plastica... ma con 2 euro se ne puo acquistare uno in osso...

---con questo non dico che le mex sono uguali alle USA ma che alcune mex possono suonare meglio anche di alcune standard sfortunate---

vorrei ancora aprire una parentesi sul dibattito gibson vs fender... io personalmente adoro tutte e 2 le chitarre... ma non è proprio possibile fare un paragone tra queste... sono 2 concezioni totalmente diverse... la liuteria è piu curata sulle gibson... vero... ma ci sono molti elementi che giocano a favore della gibson... in primis la tavola del top che se fiammata o marezzata innalza esponenzialmente la bellezza della chitarra.... e la vernice.... che sulle gibson e in media molto piu spessa che sulle strato.. questa permette una sfumatura piu graduale... (per i sunbrust) ma blocca le risonanze del legno.... l'unico motivo per cui la les paul ha tutto quel sustain e che sono 5 kg di legno... se una strato in tiglio avesse su tutta quella vernice la corda non inizierebbe nemmeno a vibrare... (causa anche il manico avvitato ovvio)

quindi la scelta e da fare in base al suono che si cerca.. e non alla bellezza o alla cura nella liuteria.... se si vuole un suono fender non si puo comprare una gibson perche la fender è brutta o viceversa...

basta pensare a Ed V.H. la sua strato ha sempre fatto schifo ma suonava da dio.. la liuteria non esisteva.. lui stesso aveva praticato lo scasso per un pickup gibson paf a scalpellate... e con la stessa tecnica aveva praticato anni dopo lo scasso per il floyd.... la chitarra risulta essere orribile.. ma come suona?? come vuole lui!!! e tutt'ora la usa.. anche se quella chitarra sta ormai inpiedi per miracolo...

un ultima cosa... occhio se si cerca una strato con manico in acero: la tastiera riportata... tende a smorzare il twang tipico della casa.... e che mondo sarebbe senza twang?

p.s. la strato messicana a cui mi riferisco e un modello costatomi 750 euro modello 70's provatela se vi capita....

Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Re: Le mille e una stratocaster..

Messaggio da ma200360 » 05 mar 2008, 10:55

jack_trinidad ha scritto:
Buono a sapersi...hai avuto esperienze con la Tele Highway???
Io ce l' ho, e trovo che sia una buona chitarra, con uno dei migliori manici Fender in circolazione. I pick-ups sono dei VERI p.u. da Tele, e suona benissimo (anzi, suonava, visto che l' ho moddata :Confuso: ).

A proposito di verniciatura delle Highway e della Standard, proprio oggi leggevo le novità della nuova edizione delle American Stadard, e tra queste ce n' è una che riguarda proprio la verniciatura. Traduco dalla rivista francese:

"Di solito, quando viene terminato il taglio di un corpo di chitarra, vi si applica uno strato inferiore di vernice, che serve da supporto alle mani di vernice esterne, senza parlare della vernice al poliuretano finale. Quest' ultima può frenare la sonorità delle tavole delle chitarre acustiche, se applicata in strati spessi. Si assiste allo stesso fenomeno, ma in miura inferiore, sulle chitarre elettriche, poiché il suono non è prodotto unicamente dai pick-ups, visto che i legni e le risonanze influiscono anch' essi sul suono. Ora, su questa Strat, i liutai hanno ridotto lo strato inferiore di vernice, per garantire una migliore risonanza ai legni."

Io mi fido poco, di solito, di queste "scoperte": mi sembra un altro dei sistemi che le aziende ecogitano per risparmiare, e che ci vogliono dare a bere per essere dei "miglioramenti a livello qualitativo". Però, che le chitarre la cui vernice è stata consumata dall' uso di anni suonino in generale meglio, è una constatazione che ho fatto anch' io molte volte.

Sulla stessa rivista, il recensore (si chiama Dr.Boost, un tipo molto conosciuto, in Francia, nel' editoria musicale) risponde a una domanda di un lettore riguardo la Stratocaster Highway One, e ne dice

"La tua scelta... di conservare il p.u. centrale originale mi sembra giusta, poiché questi pick-ups suonano molto bene: sulle Highway One l' economia è stata realizzata sulla finitura (il numero di mani di colore e di vernice), e soprattutto non sul' elettronica".

Questo, tanto per dire quanto i pareri possono essere difformi su uno stesso strumento...
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html

Avatar utente
jackass
Esperto
Esperto
Messaggi: 500
Iscritto il: 13 dic 2007, 21:55
Località: Tivoli (RM)

Re: Le mille e una stratocaster..

Messaggio da jackass » 05 mar 2008, 15:40

però a questo punto mi è venuto un dubbio enorme..che non è possibile verificare con una prova di venti minuti in negozio..si rovina veramente così velocemente la serie HighWay One o dobbiamo considerare quella del nostro Frank un caso isolato?Conoscete altre persone che la possiedono e che mi possano aiutare?
ogni volta che ti vedo tu mi parli ed io non sento, e mentre mi perdo dentro me penso al tempo che è passato e che non è mai morto, ho perso i miei vizi e ho perso te.

oggi sì che è il giorno giusto per smetter di fumare, oggi è un giorno perfetto per smettere di bere!

Avatar utente
Frank 91
Maestro
Maestro
Messaggi: 1134
Iscritto il: 16 lug 2007, 20:32

Re: Le mille e una stratocaster..

Messaggio da Frank 91 » 05 mar 2008, 16:09

jackass ha scritto:però a questo punto mi è venuto un dubbio enorme..che non è possibile verificare con una prova di venti minuti in negozio..si rovina veramente così velocemente la serie HighWay One o dobbiamo considerare quella del nostro Frank un caso isolato?Conoscete altre persone che la possiedono e che mi possano aiutare?
Non è che si rovina con una prova di 20M,
ma se tu durante questa prova o qualcos'altro la fai toccare vicino a qualcosa, anche non forte, si toglie il colore, tutto qui!

P.s.:C'è l'ha anche Canepazzo.
Ciaooo

Avatar utente
jackass
Esperto
Esperto
Messaggi: 500
Iscritto il: 13 dic 2007, 21:55
Località: Tivoli (RM)

Re: Le mille e una stratocaster..

Messaggio da jackass » 05 mar 2008, 20:43

no la mia domanda era proprio quella! La qualità della vernbice non la posso capire dalla prova in negozio, quindi mi piacerebbe sapere di più da chi la possiede su questa caratteristica!
ogni volta che ti vedo tu mi parli ed io non sento, e mentre mi perdo dentro me penso al tempo che è passato e che non è mai morto, ho perso i miei vizi e ho perso te.

oggi sì che è il giorno giusto per smetter di fumare, oggi è un giorno perfetto per smettere di bere!

Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Re: Le mille e una stratocaster..

Messaggio da ma200360 » 05 mar 2008, 20:58

jackass ha scritto:no la mia domanda era proprio quella! La qualità della vernbice non la posso capire dalla prova in negozio, quindi mi piacerebbe sapere di più da chi la possiede su questa caratteristica!
E' una vernice delicata, se la usi, che so, 3 ore al giorno, nel giro di qualche mese comincerai a vedere le prime sverniciature sugli spigoli del corpo più soggetti allo sfregamento. Ma davvero la trovate una cosa così brutta ?
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html

Avatar utente
jack_trinidad
Maestro
Maestro
Messaggi: 3982
Iscritto il: 10 ago 2007, 23:47

Re: Le mille e una stratocaster..

Messaggio da jack_trinidad » 05 mar 2008, 21:28

paranoid ha scritto:
jack_trinidad ha scritto:
Ecco...è stata fatta per essere venduta e per vendere bisogna produrre a prezzi bassi...ma su ragazzi, le avete mai viste una di fianco all'altra, una Fender e una Gibson??? Basta fare questa prova, e parlo solo dell'estetica...
ma scherzi?!?!?!!?!?

io preferisco la Fender anche esteticamente, non vorrai mica imporre i tuoi gusti?! :Very Happy:

non sto scherzando.

ho già scritto altre volte che le american standard non sono grandi chitarre, ma tra una les paul a tua scelta e una riedizione fender io scelgo fender.
il primo e il più importante motivo è il suono, in secondo luogo c'è anche l' estetica, si, e scelgo comunque fender.

una cosa che spesso si evita di dire è che le fender hanno la scala lunga e le gibson la scala corta.
quando confronti le due chitarre, la gibson ti sembra talmente più comoda che la sua liuteria, effettivamente già molto più alta di fender, è valutata oltremisura dal confronto con una scala più lunga che rende i bending, il solista e gli accordi, molto più scomodi.
molti pensano che questa scomodità sia dovuta ad una liuteria inferiore, ma così non è.
la verità la dice clapton: ''se vuoi suonare su fender devi farti il mazzo''......

Nono...calma...io non vogliop imporre niente a nessuno, è normale che ci siano dei gusti...
Per quanto riguarda la comodità io la penso proprio diversamente rispetto al buon Eric, e bada, sto suonando una Strato quasi tutti i giorni...
Trovo che la Strato sia molto più comoda (benchè non riesca a suonarci bene, ma non è per la comodità, è che semplicemente non fa per me...) e facile da suonare, rispetto alla LP...e lo confermano anche i miei amici, soprattutto il possessore della Strato...quando prende in mano la mia LP mi dice sempre:"Ma come fai a suonare??? La tasitera è più corta e più piccola, io non ci riesco proprio ed in più è stancante..."
Quindi come vedi, proprio l'opposto di ciò che dici tu...ma non vorrai mica imporre la tua opinione spero... :Very Happy:
Non ho trovato parole per dire quello che pensavo, ma ci sono riuscito con sole 5 note...
ma200360 ha scritto:E ricordati che la velocità non è tutto, anzi !
ma200360 ha scritto:Il blues è un tizio che va in un locale, prende una birra e scarica la macchina, monta l' amplificatore,
controlla la chitarra, svolge i jack, sistema l' asta del microfono, saluta il batterista che è appena
arrivato e gli chiede se ha bisogno di una mano, prova la pedaliera per vedere se funziona tutto, si
mette d' accordo col cantante per la scaletta, intanto arriva il bassista che è appena stato mollato dalla
tipa e lui va a vedere come va, nel frattempo il batterista ha montato tutto, e il cantante ha appena
finito di cambiare il fusibile di una cassa che si era bruciato. A quel punto lì, "One, two, three, four" e
parte Kansas City.

Avatar utente
jackass
Esperto
Esperto
Messaggi: 500
Iscritto il: 13 dic 2007, 21:55
Località: Tivoli (RM)

Re: Le mille e una stratocaster..

Messaggio da jackass » 05 mar 2008, 22:49

ma200360 ha scritto:
jackass ha scritto:no la mia domanda era proprio quella! La qualità della vernbice non la posso capire dalla prova in negozio, quindi mi piacerebbe sapere di più da chi la possiede su questa caratteristica!
E' una vernice delicata, se la usi, che so, 3 ore al giorno, nel giro di qualche mese comincerai a vedere le prime sverniciature sugli spigoli del corpo più soggetti allo sfregamento. Ma davvero la trovate una cosa così brutta ?
brutta? altrochè, è bellissima! Per riprendere il discorso affrontato nell'intervento sulle chitarre Vintage guarda questo link e dimmi se non trovi bellissima questa strato Vintage..http://www.yourmusiconline.it/scheda.asp?id=V6MRWW io comunque sono più favorevole a rovinarmela da solo piuttosto che prenderla così, ma la strato rovinata rimane bellissima!
ogni volta che ti vedo tu mi parli ed io non sento, e mentre mi perdo dentro me penso al tempo che è passato e che non è mai morto, ho perso i miei vizi e ho perso te.

oggi sì che è il giorno giusto per smetter di fumare, oggi è un giorno perfetto per smettere di bere!

Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Re: Le mille e una stratocaster..

Messaggio da ma200360 » 05 mar 2008, 23:04

jackass ha scritto: brutta? altrochè, è bellissima! Per riprendere il discorso affrontato nell'intervento sulle chitarre Vintage guarda questo link e dimmi se non trovi bellissima questa strato Vintage..http://www.yourmusiconline.it/scheda.asp?id=V6MRWW io comunque sono più favorevole a rovinarmela da solo piuttosto che prenderla così, ma la strato rovinata rimane bellissima!
Molto bella, davvero. Ovviamente, visto che assomiglia molto a quella che sta usando Mick Mars dei Motley Crue (e visto che io non amo follemente la Stratocaster), sarebbe praticamente impossibile esimersi dal customizzarla alla follia...
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html


Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti