Il salto di qualità

Sezione dedicata a tutti tipi di chitarra.

Moderatori: David, forons, avanzo, lespaul, ][AnDrE][

Samarian
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 88
Iscritto il: 17 apr 2008, 16:44

Re: Il salto di qualità

Messaggio da Samarian » 18 feb 2009, 00:35

Il fatto è che sono un pò impaziente come tipo... è da un pò che ho fatto questa scelta, e non vedo l'ora di comprarmela. Programmata trasferta all'Esse Music di Montebelluna per mercoledì 25/02. Appena comprata posterò tutto (chissà quale sarà la scelta... boh! Proverò e vedrò!)


Avatar utente
diegho59
Maestro
Maestro
Messaggi: 1568
Iscritto il: 18 feb 2009, 11:03
Località: The dark side of Milan
Contatta:

Re: Il salto di qualità

Messaggio da diegho59 » 18 feb 2009, 18:10

Prova prima una PRS Custom.
Col tuo budget la troveresti usata, ma è veramente una chitarra per la vita.
Non sono un grande amante delle Gibson e di quelle che ho avuto ricordo con molto piacere solo una standard DC, più brillante delle altre. Però presa la PRS ho sfoltito molto il "parco chitarre" per inutilizzo. Ovviamente ho tenuto le strato ma le Humbuker sono sparite tutte.
Se provi le strato ne suona bene una su 10, sulle gibson va già meglio (specie sulla fascia alta), sulle PRS custom vanno bene tutte (sia 22 che 24).
Non ho ancora provato una Parker ma mi intrigano.

Samarian
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 88
Iscritto il: 17 apr 2008, 16:44

Re: Il salto di qualità

Messaggio da Samarian » 19 feb 2009, 01:11

Ho anticipato la trasferta, ed infine mi sono comprato una Gibson standard... è stato amore a prima vista! E' bellissima e suona ancora meglio *__*

Mi consigliate di metterci il battipenna? Se si, meglio che mi rivolga ad un liutaio, o posso arrangiarmi da solo?




PS: Posterò pareri sulle altre chitarre che ho provato appena avrò un pò di tempo... è l'una e domani si lavora, è un pò tardi oggi ^^"

Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Re: Il salto di qualità

Messaggio da ma200360 » 19 feb 2009, 08:55

Samarian ha scritto:Ho anticipato la trasferta, ed infine mi sono comprato una Gibson standard... è stato amore a prima vista! E' bellissima e suona ancora meglio *__*

Mi consigliate di metterci il battipenna? Se si, meglio che mi rivolga ad un liutaio, o posso arrangiarmi da solo?




PS: Posterò pareri sulle altre chitarre che ho provato appena avrò un pò di tempo... è l'una e domani si lavora, è un pò tardi oggi ^^"
Ma complimenti ! Grande chitarra, non c' è bisogno che te lo dica... :applauso: :applauso: :applauso:
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html

Avatar utente
Reziel
Maestro
Maestro
Messaggi: 2117
Iscritto il: 18 mar 2007, 19:05
Località: Palermo/Torino

Re: Il salto di qualità

Messaggio da Reziel » 19 feb 2009, 10:03

Ma tu sei un grande!Bravo :applauso: :applauso: :applauso: :yourock: vogliamo le foto!!

ehm..e la fenderina? :Very Happy: :Very Happy: :Very Happy:
Avvampando gli angeli caddero
Profondo il tuono riempì le loro rive
Bruciando con i roghi dell'orco (Roy Batty)


Avatar utente
Frusciante
Maestro
Maestro
Messaggi: 9053
Iscritto il: 19 nov 2007, 16:28

Re: Il salto di qualità

Messaggio da Frusciante » 19 feb 2009, 20:07

complimenti! :applauso:
vogliam le foto! :tilt:
un amico ha scritto:V. prima di uscire, deve chiedere il permesso alla chitarra.
un altro amico ha scritto:wa ma stai ancora suonando? sì e fierr! Pigliatell' na pausa.
http://24.media.tumblr.com/tumblr_lkl20 ... o1_400.gif :fumato:

Samarian
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 88
Iscritto il: 17 apr 2008, 16:44

Re: Il salto di qualità

Messaggio da Samarian » 20 feb 2009, 15:21

Bene, ho un pò di tempo ora... scrivo due righe sul nuovo bolide ^^. Ho provato diverse chitarre, di cui questa è stata la prima. Prima impressione: un gran suono... corposo, con personalità, con una parola lo definirei "pieno". La suono per mezz'oretta, ma già dai primi accordi capisco che è la chitarra che fa per me.

GIBSON STANDARD 2008

Pregi:

- E' leggera, più di quanto pensassi. Mi han fatto imbracciare una vecchia custom, ed in confronto è un mattone (ora capisco cosa intendevate quando mi parlavate di peso :D).
- Il suono è bellissimo, gonfio di bassi. Mi piace da morire, sia da distorto che da clean.
- Già prendendola in mano si capisce di avere per le mani un strumento di qualità. Immagino che ora che vengono prodotti in massa, la qualità sia inferiore a quella di una volta, ma ogni cosa è al suo posto, ed ogni dettaglio è curato al massimo (per esempio che i limiti dei fret sono in tinta con il bordino della chitarra... una cagata, eh... però io vado matto per tutti sti dettagli!) ^^
- Suonandola mi sento subito a mio agio, pur essendo alla prima "suonata" di una Les Paul. Ottima cosa

Difetti:

- Incomincio a suonarla, tutto bene. Sento un pò di difficoltà con il manico così grosso. Non ci sono abituato. Certo non è limitativo, per carità... però quello della mia Fender era più veloce e scorrevole. Certo è che quando ho preso in mano l'acustica, non ho sentito di molto il cambio di chitarra, mentre quando passavo da Fender ad acustica, mi ci voleva un pò di "warm up" prima di abituarmi.
- Ho qualche difficoltà ed eseguire un buon bending al ventiduesimo tasto. Ce la si fa, ma non lo si controlla benissimo. Entrambe le cose, comunque, saranno superabili con un pò di pratica (a suon di suonate).

Dotazione:

- Custodia rigida
- Battipenna
- Attacchi di sicurezza per la tracolla (ottimi!)

TELECASTER (Modello sconosciuto)

Il tizio del negozio mi porge questo bizzarro strumento. Gli avevo escluso a priori strumenti usati, ma lui ha insistito per farmelo provare. Dall'aspetto si vede subito che è una Telecaster atipica... doppio humbucker, niente battipenna, verniciatura giallo chiaro con una venatura lignea particolarissima . Ma la particolarità era insita altrove. La manopola dei toni presentava un bottone al suo apice che serviva per poter usare gli humbucker splittati. Un infinità di combinazioni sonore, insomma.

Pregi:

- Leggera
- Rifinitissima, bellissimo colore e in buono stato.
- Tastiera stratosferica, mancava poco che suonasse da sola.. veramente scorrevole. Non vorrei dire una cagata, ma aveva pure la tastiera a 24 tasti, se non sbaglio.

Difetti:

- Presentava un'action spaventosa. Corde bassissime verso la paletta, ed altissime verso il ponte. Una schifezza atroce. Si può regolare in un minuto, certo... ma non capisco il perchè non l'abbiamo fatto prima di metterla in vendita. Della serie "come tagliarsi le gambe da soli" :D
- Il suono era versatile, ma non mi soddisfava. Troppo "nasale", con un termine. Certo era versatile, ma sapete come sono i gusti... non mi convinceva, ecco.

STRATOCASTER STANDARD

Non c'è niente da aggiungere che già non sappiate. Il classico più classico che c'è.

Pregi:
- Versatilità
- Suono ottimo
- Leggera, comoda, tastiera in palissandro molto scorrevole.

Difetti:

- Se dovessi proprio guardare il pelo nell'uovo, direi che di primo acchito mi è balzato all'occhio il colore del legno del retro della tastiera. Chiaro, fin troppo. Dava l'impressione di esser stato verniciato senza neanche aver avuto la possibilità di stagionarsi... non so, è stata una mia impressione, per carità... però mi dava questa impressione di "commercializzazzione" del prodotto a scapito della qualità.

IBANEZ

Provata velocemente, il tempo scarseggiava. Ottima chitarrà, comodissima e dalla tastiera velocissima. Ma la mia testa era altrove! =)


MORALE: sono molto contento e soddisfatto. Avevo già fatto la mia scelta ancor prima si suonare le altre chitarre. Mi ha stregato, come immaginavo! Il suono è come lo cercavo... spesso, corposo, personale. Perfino mio padre, che di musica ne sa davvero poco, si è accorto dell'abisso tra il nuovo acquisto, e la precedente chitarra. Un gran salto di qualità, non c'è che dire. Ci sarà da abituarsi al manico, un pò tozzo, ma per il resto sono più che soddisfatto. Grande acquisto.


Ecco alcune foto... il colore è Light Burst, a quanto ho capito. Mi piacevano tutti, ma questo, a mio parere, era il migliore.

Immagine


Immagine


Immagine


Immagine


Immagine


Immagine

Ringrazio tutti coloro che stanno leggendo questa frase, perchè significa che hanno letto tutto il post (o han guardato solo le foto, ma vabbè) ^^

Avatar utente
Frusciante
Maestro
Maestro
Messaggi: 9053
Iscritto il: 19 nov 2007, 16:28

Re: Il salto di qualità

Messaggio da Frusciante » 20 feb 2009, 16:31

Minghia fratello! gran bella chitarra! :applauso:
bè certo nn l'avrei messa nemmeno io a paragone con le altre(tranne chè cn la strato...ma è unamia fissa :Very Happy: )...però forse almeno un pensierino alla PRScustom potevi farglielo...però la scelta della Les Paul è stata superba! e che bel colore! Posso chiederti quanto hai speso? :Very Happy:
un amico ha scritto:V. prima di uscire, deve chiedere il permesso alla chitarra.
un altro amico ha scritto:wa ma stai ancora suonando? sì e fierr! Pigliatell' na pausa.
http://24.media.tumblr.com/tumblr_lkl20 ... o1_400.gif :fumato:

Avatar utente
Reziel
Maestro
Maestro
Messaggi: 2117
Iscritto il: 18 mar 2007, 19:05
Località: Palermo/Torino

Re: Il salto di qualità

Messaggio da Reziel » 20 feb 2009, 16:51

Bellissima :sorpreso: :sorpreso: :sorpreso: :sorpreso: e bella recensione ^^ bravo!e mille auguri per la nuova arrivata ! :brindisi:
Avvampando gli angeli caddero
Profondo il tuono riempì le loro rive
Bruciando con i roghi dell'orco (Roy Batty)

Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Re: Il salto di qualità

Messaggio da ma200360 » 20 feb 2009, 17:07

Samarian ha scritto:...
TELECASTER (Modello sconosciuto)

Il tizio del negozio mi porge questo bizzarro strumento. Gli avevo escluso a priori strumenti usati, ma lui ha insistito per farmelo provare. Dall'aspetto si vede subito che è una Telecaster atipica... doppio humbucker, niente battipenna, verniciatura giallo chiaro con una venatura lignea particolarissima . Ma la particolarità era insita altrove. La manopola dei toni presentava un bottone al suo apice che serviva per poter usare gli humbucker splittati. Un infinità di combinazioni sonore, insomma.

Pregi:

- Leggera
- Rifinitissima, bellissimo colore e in buono stato.
- Tastiera stratosferica, mancava poco che suonasse da sola.. veramente scorrevole. Non vorrei dire una cagata, ma aveva pure la tastiera a 24 tasti, se non sbaglio.

Difetti:

- Presentava un'action spaventosa. Corde bassissime verso la paletta, ed altissime verso il ponte. Una schifezza atroce. Si può regolare in un minuto, certo... ma non capisco il perchè non l'abbiamo fatto prima di metterla in vendita. Della serie "come tagliarsi le gambe da soli" :D
- Il suono era versatile, ma non mi soddisfava. Troppo "nasale", con un termine. Certo era versatile, ma sapete come sono i gusti... non mi convinceva, ecco.
...
Complimenti ancora ! Gran bello strumento. Dove l' hai presa ? Non mi dispiacerebbe vedere quella Telecaster...
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html

Samarian
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 88
Iscritto il: 17 apr 2008, 16:44

Re: Il salto di qualità

Messaggio da Samarian » 20 feb 2009, 21:05

All'Esse Music di Montebelluna, provincia di Treviso. C'è un gran assortimento li, il negozio è parecchio grande (5000 mq, dal volantino) anche se non ti seguono molto, perchè i pochi commessi che ci sono son contesissimi!

Per quanto riguarda la PRS, non le ho nemmeno provate perchè partivano da 2300-2400 euro... veramente fuori budget. Poi sai com'è, magari le provi, ma non puoi comprartela perchè costa troppo, e poi ti penti di aver preso altro! Per ora son contento della mia Standard =)

Pagata 1800 euro cmq. Sul sito "tuo" è molto più conveniente... http://www.centrochitarre.net/detail.ph ... 67&p_cat=1

Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Re: Il salto di qualità

Messaggio da ma200360 » 20 feb 2009, 21:14

Samarian ha scritto:All'Esse Music di Montebelluna, provincia di Treviso.
No, non vado a provarla. ci sono più di 500 km. da casa mia a Montebelluna !
Samarian ha scritto: C'è un gran assortimento li, il negozio è parecchio grande (5000 mq, dal volantino) anche se non ti seguono molto, perchè i pochi commessi che ci sono son contesissimi!

Per quanto riguarda la PRS, non le ho nemmeno provate perchè partivano da 2300-2400 euro... veramente fuori budget. Poi sai com'è, magari le provi, ma non puoi comprartela perchè costa troppo, e poi ti penti di aver preso altro! Per ora son contento della mia Standard =)
Lascia perdere i prezzi di Napoli, se non vuoi roderti il fegato in eterno... :Confuso:

E comunque, non diventare matto con PRS e tutte quelle robe lì: hai comprato una grande chitarra. Non ti basta ? :dance:
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html

Samarian
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 88
Iscritto il: 17 apr 2008, 16:44

Re: Il salto di qualità

Messaggio da Samarian » 21 feb 2009, 00:39

Altro che se mi basta! Sono contentissimo. Non mi han mai fatto così male i polpastrelli come ora da tanto che suono... manco con l'acustica :D

Altre due domandine:

1) Il battipenna!! Ce lo metto o no? A me piace di più senza, ma poi se la striscio tutta c'è un modo per poterla rimettere in sesto? O conviene mettere la placca e via? Voi l'avete messa da soli, o l'avete fatto fare ad un liutaio? Non so che fare!!

2) Da quando suono con la nuova chitarra il mio Marshall emette un leggero fruscio (solamente quando suono, quando sto fermo non fa nulla). Mi da l'impressione che sia la molla del riverbero che vibra dai tanti bassi (con la Strato non me lo faceva). Può essere? E se non è quello, che può essere? Non mi preoccupa, per carità... si sente appena, e quando provo con il gruppo manco me ne accorgo. Però c'è, e prima non c'era. Che è?? :D

Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Re: Il salto di qualità

Messaggio da ma200360 » 21 feb 2009, 10:09

Sulle mie c' è sempre stato, il battipenna, ma io le ho sempre prese usate, per cui...

Per l' ampli, proprio non saprei.
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html

Samarian
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 88
Iscritto il: 17 apr 2008, 16:44

Re: Il salto di qualità

Messaggio da Samarian » 21 feb 2009, 15:36

Ah, quasi dimenticavo... ho provato anche una Gibson SG. Signora chitarra in quanto a comodità e rifiniture... molto leggera e confortevole, una tastiera molto comoda... impressionato subito. Poi cade il palco: avendo i cornetti sulla parte della tastiera, non c'è il "gancio" per la tracolla; è situato nel retro della chitarra, come molte acustiche. Ciò implica che la chitarra tende sempre verso avanti, e, per quanto mi riguarda, non facilita molto il suonare. Per quanto riguarda il suono, bello... crunchoso, solido. Però i puliti erano un pò troppo taglienti. Troppo. Signora chitarra, cmq. Ottima per l'hard rock


Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti