Chitarra da shred e non: consigli

Sezione dedicata a tutti tipi di chitarra.

Moderatori: David, forons, avanzo, lespaul, ][AnDrE][

Avatar utente
darkfender
Maestro
Maestro
Messaggi: 3818
Iscritto il: 05 apr 2007, 10:36

Re: Chitarra da shred e non: consigli

Messaggio da darkfender » 30 mag 2008, 16:03

io vi dirò che con un minimo di orecchio, e se non bastasse ricerche su google, troverete fonti autorevoli che sfatino i vostri miti sui Pick Up alnico.

Gli alnico sono probabilmente perfetti per il VOSTRO stile e i vostri suoni.....
Ma dire che sono soluzioni peggiori ed economiche non mi pare per nulla corretto.

Non è un caso neppure stavolta se per chitarre da shred (anche molto costose) scelgano di montare pickup ceramici.

http://www.guitartechcraig.com/techpckp/pickups.htm
http://www.athensmusician.net/archive/2 ... ickups.php

Questa è una delle mille pagine che si possono trovare a riguardo su internet....

Personalmente sconsiglio l'utilizzo di un pickup alnico su una chitarra da shred, a meno chè questo non derivi da considerazioni consapevoli.

Lo shred di per se ha il problema della chiarezza del suono, del sustain, del bucare il mix di distinguere le note.


In definitiva sono diversi fatti per esigenze differenti.
-------------------------------------


@vittopascu infatti il mio consiglio in questo caso ricade sulle varie tom anderson, sulla phil collen e su tante altre.

Il problema è che costano una cifra :|
così come devo dire di non amare la fascia media delle ibanez, ma questo forse è dovuto con la mia personale antipatia per il palissandro sulle tastiere.


Avatar utente
Bellbottom
Maestro
Maestro
Messaggi: 3595
Iscritto il: 22 nov 2007, 10:02
Località: padova

Re: Chitarra da shred e non: consigli

Messaggio da Bellbottom » 30 mag 2008, 16:20

è un po quel che dicevo io: in un certo ambito quei cosi li hanno un loro perchè.

metti uno shredder a plettrare con un pickup dal basso output e ricco di dinamica e te lo scordi l'effetto PIRIPIRIPIRIPIRIPIRI.

con un pu ceramico la cosa funziona a dovere, però poi non sperare di tirarci fuori altri suoni degni di nota.

Avatar utente
darkfender
Maestro
Maestro
Messaggi: 3818
Iscritto il: 05 apr 2007, 10:36

Re: Chitarra da shred e non: consigli

Messaggio da darkfender » 30 mag 2008, 16:32

malmsteen appunto :)
basso output e spesso alnico (usa spesso strato vintage anche).

Ma anche molti altri...soprattutto spostandosi sulla fusion anche.

La differenza tra ceramici e alnico diventa a favore dei ceramici spesso in caso di mix un po' affollati.

e comunque la differenza non è così arcata se i costruttori non fanno di tutto per renderla tale.
Ci sono fonti ancora più tecniche che ne parlano.

Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Re: Chitarra da shred e non: consigli

Messaggio da ma200360 » 30 mag 2008, 16:59

vittopascu ha scritto: come mai ma consigliava di cambiare pickup su un'ibanez? quelle di alta fascia non ontano già ottimi dimarzio o seymour duncan?
DiMarzio/Ibz, e non ottimi. Secondo me sono terribili, zanzarosissimi e incapaci di un suono pulito. Va bene che magari a te non interessa, su questa chitarra, ma io resto dell' idea che una chitarra che suona bene pulita suonerà sicuramente bene distorta, mentre il contraro non è affatto sempre vero.
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html

Avatar utente
vittopascu
Esperto
Esperto
Messaggi: 481
Iscritto il: 15 nov 2007, 22:22

Re: Chitarra da shred e non: consigli

Messaggio da vittopascu » 30 mag 2008, 18:26

allora ragazzi, quì stò perdendo il filo, mi spiegate esaustivamente la differenza tra i pickup ceramici e alnico e quale dei due tipi è più adatto per il genere di musica che suono? (ricordate sempre che io faccio quasi solo legati quando suono, quindi mi serve molta fluidità) :Very Happy:
ho bisogno di un'altra dose di blues...
Immagine


Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Re: Chitarra da shred e non: consigli

Messaggio da ma200360 » 30 mag 2008, 22:11

vittopascu ha scritto:allora ragazzi, quì stò perdendo il filo, mi spiegate esaustivamente la differenza tra i pickup ceramici e alnico e quale dei due tipi è più adatto per il genere di musica che suono? (ricordate sempre che io faccio quasi solo legati quando suono, quindi mi serve molta fluidità) :Very Happy:
La diferenza risiede nel materiale di cui è fatto il magnete. L' AlNiCo è una lega, con cui tradizionalmente sono fatti i magneti dei pick-ups. Esiste di più tipi: II, III, IV e V, e ultimamente qualcuno sta sperimentando con l' VIII. I diversi tipi di AlNiCo differiscono tra loro per le diverse percentuali di questo o quel componente, cosa che influisce pesantemente sul suono. i tipi II e III (e anche il IV, direi) sono quelli più comunemente utilizzati nei p.u. di tipo "vintage", l' AlNiCo V è quello più utilizzato nei magneti che hanno bisogno di un segnale più corposo, con una potenza d' uscita piuttosto elevata. Per capirci, i magneti della Les Paul (Standard, Custom, de Luxe, Studio ecc.) sono in AlNiCo V. Sono in Alnico anche i single-coil Fender e praticamente tutti i P-90. Il suono dei p.u. in AlNiCo è IL SUONO della chitarra elettrica, con tutte le sue frequenze, le sue armoniche e laa sua dinamicità, punto.

Un bel giorno, tuttavia, uno dei componenti dell' AlNiCo (non ricordo quale), venne a scarseggiare, e quindi il suo prezzo salì, a causa non so se di un embargo o qualcosa del genere verso il maggior produttore al mondo di tale elemento, per cui si provò a sostituire l' AlNiCo con un altro materiale magnetico, la ferrite, che tra l' altro aveva la caratteristica di costare meno e richiedere, se non erro, un numero minore di spire di filo di rame nella costruzione dei pick-ups: nacquero così i p.u. ceramici (perché si chiamino "ceramici", dico la verità, non lo so), che subito vennero adottati dai costruttori soprattutto per ragioni economiche. Naturalmente (come fece la Gibson quando mise sul mercato una les Paul bolt-on) si tentò di gabellare questa innovazione (introdotta evidentemente per soli fini economici) per un' intuizione geniale, al fine di aumentare gli introiti dei produttori, che ovviamente vendono i p.u. ceramici al prezzo di quelli in AlNiCo. La loro caratteristica è quella di fornire una sonorità più "scura", spesso "inscatolata", poco rispettosa soprattutto delle frequenze acute, il più delle volte a vantaggio dell' output generosa. In pratica, se mai tu volessi un suono "twangy" o cristallino da un ceramico (e tu che sei uno stratocasteriano sai bene cosa voglio dire), ti sarebbe impossibile averlo, proprio per il taglio delle frequenze acute che si viene a creare utilizzandolo. Utilizzando degli humbuckers ceramici, certamente ti è più facile, per dire, saturare un amplificatore, per cui può andare per il metal, ma solo per quello o per il punk: per il resto, se mai tu volessi un suono meno rozzo, potresti scordartelo. E soprattutto non capisco perché scegliere un ceramico per saturare l' amplificatore, quando lo stesso scopo lo raggiungi molto meglio, e conservando un BUON suono di base, utilizzando un semplice booster.

Ma non è solo un problema di materiali, c' è anche da fare il discorso, importantissimo, della DC resistance !
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html

Avatar utente
vittopascu
Esperto
Esperto
Messaggi: 481
Iscritto il: 15 nov 2007, 22:22

Re: Chitarra da shred e non: consigli

Messaggio da vittopascu » 30 mag 2008, 22:23

non possedendo io un valvolare non posso usare booster per saturare l'ampli, come dico sempre uso solo pedali, è più pratico e i risultati sono migliori quanto a versatilità del suono e adattamento ai miei gusti sonori, nella mia filosofia c'è anche il comma "meno pedali hai megglio è" quindi se devo avere un suono distorto preferisco che l'outoput venga tutto dalla chitarra..... comunque: ad esempio, il super distortion della dimarzio è alnico o ceramico? io l'ho posseduto quando ero ancora un povero piccolo pivello e non ricordo bene la timbrica, ma non mi sembra di averlo mai disprezzato.
in ogni caso ho provato così per caso la les paul epiphone del mio cantante, che ha cambiato entrambi i pu con due gibson originali, scelta a mio parere discutibile ma, effettivamente l'output era proprio al punto giusto, con solo il mio distorsore a pieno gain si poteva fare ogni bizzarria tecnica senza perdere la compostezza del suono e per le ritmiche bastava abbassare il volume....
ho bisogno di un'altra dose di blues...
Immagine

Avatar utente
vittopascu
Esperto
Esperto
Messaggi: 481
Iscritto il: 15 nov 2007, 22:22

Re: Chitarra da shred e non: consigli

Messaggio da vittopascu » 30 mag 2008, 22:38

ok mi rispondo da solo, il super distortion è ceramico ed ha un output smodato, il più alto della dimarzio, effettivamente mi pare fuori luogo, in ogni caso ho preso atto del fatto che molti dei miei suoni ideali vencono da pu ceramici e non alnico, anche se gli alnico V mi attizzano alquanto, però..... petrucci usa i ceramici, steve vai usa i ceramici, satriani non mi piace il suono ma usa ugualmente i ceramici.... comincio a pensare che non siano poi così male no?
una cosa.... stavo appunto dando un'occhiata e ho visto che il pu signature di malmsteen ha un output bassissimo, più basso credo dei normali pu fender, com'è possibile che egli con corde 0.08 e un pu del genere avesse una distorsione così hi gain in alcune situazioni?
ho bisogno di un'altra dose di blues...
Immagine

Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Re: Chitarra da shred e non: consigli

Messaggio da ma200360 » 30 mag 2008, 22:49

vittopascu ha scritto:non possedendo io un valvolare non posso usare booster per saturare l'ampli,
Io intendevo proprio un booster a pedali ! Guarda che il discorso valvole/transistor non c' entra nulla con quello di "boostare" il segnale, puoi farlo benissimo su un ampli a transistor.
vittopascu ha scritto: come dico sempre uso solo pedali, è più pratico e i risultati sono migliori quanto a versatilità del suono e adattamento ai miei gusti sonori, nella mia filosofia c'è anche il comma "meno pedali hai megglio è" quindi se devo avere un suono distorto preferisco che l'outoput venga tutto dalla chitarra.....
E in linea di massima sono d' accordo con te. Ma guarda che anche un overdrive, in generale, è un booster: una specie di amplificatore del livello di uscita del segnale, tutto lì.
vittopascu ha scritto: comunque: ad esempio, il super distortion della dimarzio è alnico o ceramico? io l'ho posseduto quando ero ancora un povero piccolo pivello e non ricordo bene la timbrica, ma non mi sembra di averlo mai disprezzato.
Ceramico. Secondo me il più brutto della storia, è responsabile dei suoni più sgradevoli mai prodotti da una chitarra. Oh, ma è un' opinione personalissima, eh ?
vittopascu ha scritto: in ogni caso ho provato così per caso la les paul epiphone del mio cantante, che ha cambiato entrambi i pu con due gibson originali, scelta a mio parere discutibile ma, effettivamente l'output era proprio al punto giusto, con solo il mio distorsore a pieno gain si poteva fare ogni bizzarria tecnica senza perdere la compostezza del suono e per le ritmiche bastava abbassare il volume....
Bisognerebbe sapere quali Gibson ha montato. Di solito, chi fa quel tipo di lavori su un' Epiphone, monta i p.u. che monta la Les Paul della Gibson, che al 90% dei casi sono in AlniCo. di solito si montano '57 Classics, 490/498 o Burstbuckers. Per il tuo genere, direi che 490/498 o Burstbuckers potrebbero essere un' ottima scelta.

Riguardo il p.u. di Malmsteen: l' ho avuto, e sulla mia chitarra c' è stato 15 giorni, dopodiché l' ho regalato. Orrendo, almeno per me. Ah, quando pensi a un pick-up, non basarti troppo sul suono di Vai e Malmsteen: tu hai a disposizione squadre di fonici con due OO così pronti a far suonare bene anche le scorregge dei cani ? Loro sì...
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html

Avatar utente
Bellbottom
Maestro
Maestro
Messaggi: 3595
Iscritto il: 22 nov 2007, 10:02
Località: padova

Re: Chitarra da shred e non: consigli

Messaggio da Bellbottom » 30 mag 2008, 22:52

vittopascu ha scritto:com'è possibile che egli con corde 0.08 e un pu del genere avesse una distorsione così hi gain in alcune situazioni?

perchè tra chitarra e ampli di roba ne ha parecchia altra, prova a toglierla e vedi se il risultato è lo stesso :lollol:

Immagine

Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Re: Chitarra da shred e non: consigli

Messaggio da ma200360 » 30 mag 2008, 22:55

Un' altra cosa: m sembra che tu stia sottovalutando troppo l' aspetto "amplificazione". Guarda che l' ampli "pesa" per PIU' del 50% sulla sonorità complessiva che otterrai: se piazzi degli ottimi pick-ups su un amplificatore scadente, otterrai comunque un suono scadente, sia che tu monti p.u. ceramici o in AlNiCo. E quando dico "amplificatore scadente" non vuol dire "a transistor", eh ? Vuol proprio dire "scadente" !
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html

Avatar utente
ambaradam
Maestro
Maestro
Messaggi: 2301
Iscritto il: 12 apr 2007, 10:27
Località: Roma

Re: Chitarra da shred e non: consigli

Messaggio da ambaradam » 30 mag 2008, 22:57

ma200360 ha scritto:tu hai a disposizione squadre di fonici con due OO così pronti a far suonare bene anche le scorregge dei cani ? Loro sì...
Ah ecco cosa sono quegli armonici spaventosi: prodotti canini!
offro-vendo-f47/vendo-fender-strato-mex ... 12112.html Se volete una Fender mex mancina e/o un ampli Fender Frontman, a Roma

Avatar utente
vittopascu
Esperto
Esperto
Messaggi: 481
Iscritto il: 15 nov 2007, 22:22

Re: Chitarra da shred e non: consigli

Messaggio da vittopascu » 30 mag 2008, 23:07

ok ok, infatti immaginavo, bene io non ho squadre di tecnici che mi servono, quindi mi serve qualcosa di pratico, cmq facendo ricerchine qua e la ho deciso che tenderò a scartare gli alnico, troppa dinamica, per quello c'è la strato :Very Happy:
attualmente possiedo un ampli che reputo molto scadente perchè dopo che il mio vox ac30 è esploso e l'ho dovuto vendere perchè mi chiedevano quasi più per ripararlo che per comprarlo nuovo ho preso un peavey express 112 vecchio di cent'anni pagato usato 170 euro, suonare suona eh, ma non è proprio una meraviglia.

per rispondere a ma sulla questione del booster, io un booster lo uso già, ossia uso un eq grafico col volume un po' alzato e le frequenze aggiustate prima del distorsore, ma sai meglio di me ce coi pu singoli il ronzio regna sovrano...... no no, per i distorti più cattivi ci vogliono gli humbuckers, e precisamente ceramici :Very Happy: :Very Happy: :lollol:
stavo dando un'occhiatina alle ibanez ma costano una fortuna, quelle ultrapiatte vanno sul migliaio di euro, se poi devo anche cambiarci i pu devo aprire un mutuo..... mannaggia :pianto:
ho bisogno di un'altra dose di blues...
Immagine

Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Re: Chitarra da shred e non: consigli

Messaggio da ma200360 » 30 mag 2008, 23:12

vittopascu ha scritto: per rispondere a ma sulla questione del booster, io un booster lo uso già, ossia uso un eq grafico col volume un po' alzato e le frequenze aggiustate prima del distorsore, ma sai meglio di me ce coi pu singoli il ronzio regna sovrano...... no no, per i distorti più cattivi ci vogliono gli humbuckers, e precisamente ceramici :Very Happy: :Very Happy: :lollol:
E allora, se hai già le idee chiare, perchè chiedi consiglio ? Comprati i ceramici, se pensi che vadano bene !
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html

Avatar utente
vittopascu
Esperto
Esperto
Messaggi: 481
Iscritto il: 15 nov 2007, 22:22

Re: Chitarra da shred e non: consigli

Messaggio da vittopascu » 30 mag 2008, 23:17

in realtà infatti chiedevo consiglio sulle chitarre :Very Happy: sui pu ero ignorante e ho chiesto informazioni, ora ho capito come funziona la cosa e ho dedotto che i ceramici fanno più al caso mio, la discussiaone è stata molto costruttiva :Very Happy:
ho bisogno di un'altra dose di blues...
Immagine


Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti