G3Jam-Red House (un pò di blues...così ma200360 mi perdona;)

I chitarristi che hanno dato il loro contributo allo sviluppo della tecnica ed al "senso" della chitarra

Moderatori: David, forons, avanzo, lespaul

Avatar utente
M@rcoV
Esperto
Esperto
Messaggi: 730
Iscritto il: 23 nov 2006, 18:39

G3Jam-Red House (un pò di blues...così ma200360 mi perdona;)

Messaggio da M@rcoV » 14 ott 2007, 10:07

http://www.youtube.com/watch?v=08oVRtpjQLw

Johnson non può che essere il migliore nel settore.....molto bene anche Satch che dimostra di avere forti radici blues, meno bene Vai che lo digerisce poco a mio avviso.
Immagine


Avatar utente
paranoid
Maestro
Maestro
Messaggi: 2087
Iscritto il: 30 dic 2006, 01:24
Località: Milano

Re: G3Jam-Red House (un pò di blues...così ma200360 mi perdona;)

Messaggio da paranoid » 14 ott 2007, 10:56

M@rcoV ha scritto:http://www.youtube.com/watch?v=08oVRtpjQLw

Johnson non può che essere il migliore nel settore.....molto bene anche Satch che dimostra di avere forti radici blues, meno bene Vai che lo digerisce poco a mio avviso.
si, mi sembra una critica onesta. :ciao:

direi che la mia critica sarebbe:

- johnson conosce a fondo suoni e tecniche per fare del buon blues, ma non sò per quale oscuro motivo rovini tutto con tutto quel delay..... inoltre con quel tipo di suono alla chitarra, è impensabile entrare con la voce senza un minimo di reverbero. sembrano due mondi distinti. si poteva fare di meglio..
ottima scelta di chitarra, suono di base e tocco blues in compenso.

- il suono di satriani è tra i tre il più azzeccato, inoltre è quello che sà dosare di più il suo virtuosismo, senza esagerare, anzi, nelle sue note si riconoscono fraseggi di grandissimi chitarristi ''vecchio stampo''. un chiaro segno di un buon ascolto del genere. :applauso:

- Vai purtroppo nel blues è inclassificabile, una vera pena di chitarrista! non lo sente, è incapace di esprimersi in quelle circostanze, non trova mai il feeling, non ha assolutamente imparato a creare sonorità in quel genere. un pessimo dilettante. non si può elencare un solo pregio purtroppo, sembra che sia incapace o di comprendere che nel blues non serve mettere in mostra i virtuosismi, oppure semplicemente è incapace di non metterli in mostra.. io credo sia un mix delle due cose... direi che dovrebbe andare ancora a lezione da satriani per alcuni chiarimenti. :Very Happy:
Il fatto che non tutti scrivano canzoni non significa necessariamente che ognuno di noi non ne porti una dentro di se.

Avatar utente
M@rcoV
Esperto
Esperto
Messaggi: 730
Iscritto il: 23 nov 2006, 18:39

Re: G3Jam-Red House (un pò di blues...così ma200360 mi perdona;)

Messaggio da M@rcoV » 14 ott 2007, 11:32

Veramente....Vai sa fare tutto ma non il blues ;)
Immagine

Avatar utente
paranoid
Maestro
Maestro
Messaggi: 2087
Iscritto il: 30 dic 2006, 01:24
Località: Milano

Re: G3Jam-Red House (un pò di blues...così ma200360 mi perdona;)

Messaggio da paranoid » 14 ott 2007, 11:59

M@rcoV ha scritto:Veramente....Vai sa fare tutto ma non il blues ;)
infatti non mi azzarderei a fare quelle critiche a Vai nel contesto del suo genere, lì c'è poco, anzi nulla, di cui criticare.
però alla prossima red house di hendrix, Vai lo vedrei meglio alle tastiere! :Very Happy:
Il fatto che non tutti scrivano canzoni non significa necessariamente che ognuno di noi non ne porti una dentro di se.

Avatar utente
M@rcoV
Esperto
Esperto
Messaggi: 730
Iscritto il: 23 nov 2006, 18:39

Re: G3Jam-Red House (un pò di blues...così ma200360 mi perdona;)

Messaggio da M@rcoV » 14 ott 2007, 13:48

paranoid ha scritto:
M@rcoV ha scritto:Veramente....Vai sa fare tutto ma non il blues ;)
infatti non mi azzarderei a fare quelle critiche a Vai nel contesto del suo genere, lì c'è poco, anzi nulla, di cui criticare.
però alla prossima red house di hendrix, Vai lo vedrei meglio alle tastiere! :Very Happy:
hehe...si....va be...su Little Wing però se l'è cavata già meglio...vedere il G3 con Malmsteen...;-)
Immagine


Avatar utente
paranoid
Maestro
Maestro
Messaggi: 2087
Iscritto il: 30 dic 2006, 01:24
Località: Milano

Re: G3Jam-Red House (un pò di blues...così ma200360 mi perdona;)

Messaggio da paranoid » 14 ott 2007, 14:01

M@rcoV ha scritto:
paranoid ha scritto:
M@rcoV ha scritto:Veramente....Vai sa fare tutto ma non il blues ;)
infatti non mi azzarderei a fare quelle critiche a Vai nel contesto del suo genere, lì c'è poco, anzi nulla, di cui criticare.
però alla prossima red house di hendrix, Vai lo vedrei meglio alle tastiere! :Very Happy:
hehe...si....va be...su Little Wing però se l'è cavata già meglio...vedere il G3 con Malmsteen...;-)
andrò a vedere. :esatto:
Il fatto che non tutti scrivano canzoni non significa necessariamente che ognuno di noi non ne porti una dentro di se.

Avatar utente
Canepazzo
Esperto
Esperto
Messaggi: 825
Iscritto il: 05 lug 2006, 14:07
Località: Savona

Re: G3Jam-Red House (un pò di blues...così ma200360 mi perdona;)

Messaggio da Canepazzo » 14 ott 2007, 14:08

Non me ne voglia il partito dei virtuosi......

ma.....qui siamo su un altro pianeta eh...

http://www.youtube.com/watch?v=XXYjEMTQRm0

:sviolinata:
"Quando suono la telecaster mi sento come un idraulico con il suo migliore strumento tra le mani!"

Keith Richards

Avatar utente
paranoid
Maestro
Maestro
Messaggi: 2087
Iscritto il: 30 dic 2006, 01:24
Località: Milano

Re: G3Jam-Red House (un pò di blues...così ma200360 mi perdona;)

Messaggio da paranoid » 14 ott 2007, 14:21

Canepazzo ha scritto:Non me ne voglia il partito dei virtuosi......

ma.....qui siamo su un altro pianeta eh...

http://www.youtube.com/watch?v=XXYjEMTQRm0

:sviolinata:
eeeehhhhh.......... bella la StratoSalmonella eh!? è IDENTICA E SPIACCICATA alla mia! :Very Happy:

non c'è proprio paragone comunque!...........

anche se non credo che il partito dei virtuosi se la prenderà mai se inserisci un video di moore, che di virtuosismi, oltre ad un gusto blues raffinato, ne lascia uscire parecchi.
Il fatto che non tutti scrivano canzoni non significa necessariamente che ognuno di noi non ne porti una dentro di se.

Avatar utente
Senio
Esperto
Esperto
Messaggi: 654
Iscritto il: 02 gen 2007, 11:07
Località: Siena
Contatta:

Re: G3Jam-Red House (un pò di blues...così ma200360 mi perdona;)

Messaggio da Senio » 14 ott 2007, 14:53

paranoid ha scritto:
Canepazzo ha scritto:Non me ne voglia il partito dei virtuosi......

ma.....qui siamo su un altro pianeta eh...

http://www.youtube.com/watch?v=XXYjEMTQRm0

:sviolinata:
eeeehhhhh.......... bella la StratoSalmonella eh!? è IDENTICA E SPIACCICATA alla mia! :Very Happy:

non c'è proprio paragone comunque!...........

anche se non credo che il partito dei virtuosi se la prenderà mai se inserisci un video di moore, che di virtuosismi, oltre ad un gusto blues raffinato, ne lascia uscire parecchi.



Mamma mia!!! Che video!! Da paura!! Grandissimo Gary Moore!!! :applauso:
Confucio ha scritto:La musica produce un piacere di cui la natura umana non può fare a meno.

Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Re: G3Jam-Red House (un pò di blues...così ma200360 mi perdona;)

Messaggio da ma200360 » 15 ott 2007, 20:13

paranoid ha scritto: ... ma non sò per quale oscuro motivo rovini tutto con tutto quel delay.....
Ma se ti ricordi, anche nell' originale di Hendrix la chitarra era caratterizzata da un fortissimo delay... psichedelia oblige !

Ragazzi, apprezzo la buona volontà di tutti, ma secondo me quella cosa lì, col blues, ha un po' poco a che vedere. Quello è uno sfoggio di bravura tecnica, con un Satriani che, bene o male, fa il suo dovere, un Eric Johnson meno "pesce fuor d' acqua" degli altri, senza dubbio, ma anche lui lontano dallo spirito giusto, e un Steve Vai che se fosse stato da un' altra parte avrebbe fatto una migliore figura. Il blues non è quella cosa lì, quella delle arene, delle luci, dei lustrini e dei milioni di Watt, e quando lo è (rarissime volte), sul palco non c' è Steve Vai, c' è Eric Clapton. Lui è credibile, Vai e Satriani no, mi dispiace.

Se poi vogliamo dire che Satriani e Johnson hanno delle solide radici anche nel blues, non posso che essere d' accordo: devono averlo masticato parecchio, e si sente, ma il motivo dell' inserimento di Red House in un concerto del G3 ritengo abbia poco a che fare col blues; penso senz' altro a un omaggio a Hendrix, e Red House è sia conosciuta che semplice da eseguire, anche senza prove, tanto per mettersi al riparo da errori.

Avete notato una cosa ? Johnson fa davvero la figura dell' ospite, uno che è lì a fare una comparsata a richiesta, ma il palco se lo dividono Satriani e Vai. Va bene, è normale che succeda, in fin dei conti quei due suonano insieme da una vita, quindi l' affiatamento tra loro non può che essere maggiore rispetto a quello che ci sarà anche con un chitarrista validissimo come Johnson, ma se lo avessero lasciato "venir fuori" un po' di più non sarebbe stato un male, via !
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html

Avatar utente
paranoid
Maestro
Maestro
Messaggi: 2087
Iscritto il: 30 dic 2006, 01:24
Località: Milano

Re: G3Jam-Red House (un pò di blues...così ma200360 mi perdona;)

Messaggio da paranoid » 15 ott 2007, 20:33

ma200360 ha scritto:
paranoid ha scritto: ... ma non sò per quale oscuro motivo rovini tutto con tutto quel delay.....
Ma se ti ricordi, anche nell' originale di Hendrix la chitarra era caratterizzata da un fortissimo delay... psichedelia oblige !
ok, ma c'è una bella differenza tra i due suoni.
quello che non mi convince nel suono di johnson è il feedback del delay, davvero fuori luogo.... poi entra a cantare con la voce secca, senza un filo di effetto ad accompagnare il suono della chitarra.

per quanto riguarda il discorso su quei tre e il blues ti quoto in parte, su Vai sono con te al 100%, sugli altri due credo che volendo
studiare un assolo o un brano blues, abbiano la capacita di farlo con l' anima giusta, mentre Vai è proprio un impedito del genere.

tutto quì, non volevo limitarmi a criticare bene o male quel pezzo, volevo solo specificare che secondo me se quei due volessero tirare fuori una cover blues, riuscirebbero a fare una discreta figura nel genere perchè sento che hanno il feeling per poterlo fare e il gusto giusto per scegliere l' ampli e la chitarra giusta per l' occasione.

e anche il buon gusto di non invitare l' amico Vai... :Very Happy: :Ok:
Il fatto che non tutti scrivano canzoni non significa necessariamente che ognuno di noi non ne porti una dentro di se.

Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Re: G3Jam-Red House (un pò di blues...così ma200360 mi perdona;)

Messaggio da ma200360 » 15 ott 2007, 21:21

paranoid ha scritto: ok, ma c'è una bella differenza tra i due suoni.
Verissimo, il suono di Hendrix era di gran lunga più intellegibile. Penso che Johnson, con quel suono, volesse avvicinarsi al "woman tone" alla Clapton, e in effetti c' è anche riuscito, ma certo che un po' di definizione in più non avrebbe guastato.
paranoid ha scritto: quello che non mi convince nel suono di johnson è il feedback del delay, davvero fuori luogo.... poi entra a cantare con la voce secca, senza un filo di effetto ad accompagnare il suono della chitarra.
Ho idea che, in quei concerti lì, della voce non gliene freghi niente a nessuno... :Very Happy:
paranoid ha scritto: per quanto riguarda il discorso su quei tre e il blues ti quoto in parte, su Vai sono con te al 100%, sugli altri due credo che volendo
studiare un assolo o un brano blues, abbiano la capacita di farlo con l' anima giusta, mentre Vai è proprio un impedito del genere.

tutto quì, non volevo limitarmi a criticare bene o male quel pezzo, volevo solo specificare che secondo me se quei due volessero tirare fuori una cover blues, riuscirebbero a fare una discreta figura nel genere perchè sento che hanno il feeling per poterlo fare e il gusto giusto per scegliere l' ampli e la chitarra giusta per l' occasione.

e anche il buon gusto di non invitare l' amico Vai... :Very Happy: :Ok:
Senza dubbio, ti quoto su tutta la linea. Che Satriani e Johnson, sul blues, sappiano dove andare a parare, contrariamente a Vai, è del tutto palese; insomma, quella è gente che suona da tutta la vita, e non fa altro, immagino che si troverebbe a proprio agio in qualsiasi contesto, dal jazz al liscio ! Certo, quacosa mi fa pensare che Johnson, nell' orchestra di Casadei, non si sentirebbe "a casa" immediatamente, ma dagli tempo di sentire una volta i brani, e sono certo che sarebbe perfettamente in grado di salire sul palco e svolgere il lavoro che è chiamato a fare.

Il discorso che facevo io, è un po' diverso, e sono certo che tu conosca perfettamente quel che voglio dire, essendoci passato in mezzo mille volte. Il blues è un tizio che va in un locale, prende una birra e scarica la macchina, monta l' amplificatore, controlla la chitarra, svolge i jack, sistema l' asta del microfono, saluta il batterista che è appena arrivato e gli chiede se ha bisogno di una mano, prova la pedaliera per vedere se funziona tutto, si mette d' accordo col cantante per la scaletta, intanto arriva il bassista che è appena stato mollato dalla tipa e lui va a vedere come va, nel frattempo il batterista ha montato tutto, e il cantante ha appena finito di cambiare il fusibile di una cassa che si era bruciato. A quel punto lì, "One, two, three, four" e parte Kansas City.

Tutte quelle luci, tutta quella messa in scena, tutte quelle note sparate a quel modo... no, il blues non è quello. Il blues è quello che ti ascolterò fare quando mi dirai che hai una serata, e io verrò a sentirti, e sarai magari contento che uno si sia fatto 200 Km. per venire a sentirti, ma sarà quello che tirerai fuori dalle viscere, più che dalle dita. Satriani ce l' avrà ancora, le viscere ? Probabilmente sì, ma le spremerà fuori di più e meglio in altri contesti; il blues lo fa con le mani, e allora non è blues, è una parvenza di blues. E a noi le "parvenze" non bastano, vero ? :Very Happy:
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html

Avatar utente
paranoid
Maestro
Maestro
Messaggi: 2087
Iscritto il: 30 dic 2006, 01:24
Località: Milano

Re: G3Jam-Red House (un pò di blues...così ma200360 mi perdona;)

Messaggio da paranoid » 17 ott 2007, 20:11

accidenti ma200360, questo è un' altro dei tuoi post da incorniciare :ciao: :applauso:

come non quotarti!

a volte diciamo che il mondo è bello perchè è vario, e troviamo ogni persona diversa dalle altre....ma quanto è bello scoprire che alcune sensazioni sono identiche, e che a volte, anche se non ci si conosce, si sà per certo che alcuni momenti si possono descrivere come se fossero stati vissuti assieme; e quel ritratto è blues, molto blues! :ciao:
Il fatto che non tutti scrivano canzoni non significa necessariamente che ognuno di noi non ne porti una dentro di se.

Avatar utente
rodney_at6
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 153
Iscritto il: 30 lug 2006, 22:53
Località: Marsala (TP)

Re: G3Jam-Red House (un pò di blues...così ma200360 mi perdona;)

Messaggio da rodney_at6 » 19 ott 2007, 20:21

M@rcoV ha scritto: hehe...si....va be...su Little Wing però se l'è cavata già meglio...vedere il G3 con Malmsteen...;-)
Ecco... Ora si che si è arrivati al top della devastazione del Blues... (Che poi vorrei vedere chi ama Little Wing con tutti quegli effetti, distorsioni e per di più eseguita da shredder, se così li vogliamo chiamarli, come loro). In quel concerto, a differenza di Vai e sopratutto di Satriani che se la sono cavata benino, anzi Satriani è stato grande, il Signor Malmsteen con quelle sciocche fissazioni di note sparate a 440 km\s, ha rovinato una canzone che, a mio parere, è sacra per gli Hendrixiani e perchè no anche per i Bluesmen... Facciamogli suonare il metal, ma non il blues a Malmsteen

:ciauz:
Scuse me while I kiss the sky!

Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Re: G3Jam-Red House (un pò di blues...così ma200360 mi perdona;)

Messaggio da ma200360 » 19 ott 2007, 20:54

rodney_at6 ha scritto:Facciamogli suonare il metal, ma non il blues a Malmsteen
Sono del tutto d' accordo. Lo swedish blues non mi sembra una delle correnti più importanti del genere.
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html


Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite