Lonestar made in USA

Le chitarre Fender

Moderatori: David, forons, avanzo, lespaul, ][AnDrE][

stratogirl
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 74
Iscritto il: 18 dic 2011, 19:13

Lonestar made in USA

Messaggio da stratogirl » 03 giu 2012, 20:39

Ragazzi qualcuno di voi ha mai provato una Stratocaster Lonestar made in USA??
Premetto che è da parecchi anni che sono fuori produzione...ma un tipo dovrebbe vendermela a poco (650 euro) e per me sarebbe un buon compromesso visto che ero indecisa tra la Lonestar messicana (la riedizione di quella Strato ma made in Mexico e con 21 tasti invece di 22) e l'American Special...
Solo rimane il fatto che è una chitarra del '93 mi sembra...e purtroppo non ho occasione di provarla prima da altre parti (il tipo abita un pò lontanuccio da me...dovrei andare la a provarla...ma se non mi aggrada avrei fatto un viaggio per nulla :S) dato che è fuori serie e difficilissima da trovare..
Spero che qualche appassionato fenderista sappia dirmi qualcosa in più su questa chitarra :)
..sono le piccole sfumature che fanno la differenza..


Avatar utente
tuono
Esperto
Esperto
Messaggi: 924
Iscritto il: 26 gen 2010, 11:39
Località: Taranto/Roma

Re: Lonestar made in USA

Messaggio da tuono » 03 giu 2012, 21:38

purtroppo non so darti informazioni a riguardo però vorrei farti pensare su una cosa che hai detto
stratogirl ha scritto:..dovrei andare la a provarla...ma se non mi aggrada avrei fatto un viaggio per nulla :S)
meglio perdere un pò di tempo e qualche euro per andare a provarla che non comprare così a fiducia...

stratogirl
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 74
Iscritto il: 18 dic 2011, 19:13

Re: Lonestar made in USA

Messaggio da stratogirl » 03 giu 2012, 21:42

Si forse hai ragione....a questo punto da quanto ho capito è difficile trovarne e soprattutto a quel prezzo (il prezzo della messicana)...spero comunque che qualcuno sappia dirmi qualcosina in più :) purtroppo non appare nemmeno più nel catalogo Fender :S
..sono le piccole sfumature che fanno la differenza..

Avatar utente
Frank Flicker
Maestro
Maestro
Messaggi: 5930
Iscritto il: 10 mag 2007, 13:39
Località: bergamo/brescia

Re: Lonestar made in USA

Messaggio da Frank Flicker » 03 giu 2012, 22:06

sì, se sei decisa proprio su quel tipo di chitarra in particolare ti conviene andare a provarla di persona

stratogirl
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 74
Iscritto il: 18 dic 2011, 19:13

Re: Lonestar made in USA

Messaggio da stratogirl » 03 giu 2012, 22:20

Si cioè sembra la manna dal cielo perchè se tu leggi in un mio precedente topic io ero indecisa tra l'American Special HSS (per via della manifattura e garanzia americana, e i 22 tasti al manico) e la Lonestar Mexico ( per il Pearly Gates)...
La lonestar made in USA è,come dice la parole stessa, americana a tutti gli effetti...ha un manico con 22 tasti e possiede il Pearly Gates al ponte...insomma le accomuna tutte...senza contare che come estetica la preferisco alle altre 2... (non possiede il palettone anni '70 della Special e è di un bellissimo colore Candy Red con il battipenna tartarugato bianco, tipico della Lonestar)
Nonostante sia un usato (con una piccolissima scrostazione di vernice sotto la cassa, quasi impercettibile) è tenuta molto bene..penso che spenderò un pò di benzina e me la andrò a provare :) vi farò sapere settimana prossima visto che probabilmente lo farò nel week end...peccato che non ci sia nessuno che la possieda in modo da darmi qualche dritta, dato che io con le elettriche non sono ancora molto esperta (arrivo dal mondo dell'acustica xD)
..sono le piccole sfumature che fanno la differenza..


stratogirl
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 74
Iscritto il: 18 dic 2011, 19:13

Re: Lonestar made in USA

Messaggio da stratogirl » 03 giu 2012, 23:08

Un'altra cosa....stavo notando dalle foto che il colore della tastiera non coincide con il colore della tastiera delle made in usa (più chiaro)...bensì è più scuro, come le american standard o le Lonestar messicane...ora ho chiesto cortesemente al ragazzo se poteva inviarmi la foto con il numero di serie della paletta..se non erro 010 e 011 corrisponde alle americane, mentre 013 e 014 alle messicane giusto?
oppure il colore del legno della tastiera puà essere cambiato a causa della recente rettificazione della stessa?
sono perplessa :senzasperanze:
..sono le piccole sfumature che fanno la differenza..

Avatar utente
mamasa
Maestro
Maestro
Messaggi: 3082
Iscritto il: 21 lug 2010, 16:08
Località: Melbourne, VIC, Australia

Re: Lonestar made in USA

Messaggio da mamasa » 04 giu 2012, 08:17

Se non sbaglio, se il seriale inizia con MN, MZ e MX è messicana, se invece inizia con S, E, N, Z è americana. V per la serie Vintage e DZ per le American Deluxe. Comunque, quando hai il seriale lo piazzi qui http://www.guitardaterproject.org/fender.aspx e ti dovrebbe dire tutto.

Per il colore immagino che possa influire la partita di legno utilizzata, la stagionatura, la verniciatura, la laccatura e quant'altro, per non dire le impostazioni della macchina con cui è fatta la foto. Insomma, non penso ci sia nulla di cui preoccuparsi.
Tutti sanno dire "ti amo", ma pochi sanno dire "vuoi quei kiwi?".

Siccome Piove
Podcast Immagine

stratogirl
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 74
Iscritto il: 18 dic 2011, 19:13

Re: Lonestar made in USA

Messaggio da stratogirl » 04 giu 2012, 09:45

Grazie mille per l'esaustività sisi ho inserito il seriale (che iniziava per N8XXXXXX) e mi è venuto fuori che è un'americana del '98, proprio come mi ha detto il ragazzo :)
Per il legno ah meno male...perchè è così scuro rispetto alle altre, che mantengono il colore della paletta, da sembrare quasi un altro tipo di legno...ma se dici così allora posso stare un pò più tranquilla :) d'altronde quel manico è dal '98 che gira...ne avrà viste di diverse xD
Sabato probabilmente andrò a provarla...e vedremo :) grazie a tutti!
..sono le piccole sfumature che fanno la differenza..

Avatar utente
AleNovantotto
Esperto
Esperto
Messaggi: 507
Iscritto il: 15 gen 2011, 13:15

Re: Lonestar made in USA

Messaggio da AleNovantotto » 07 giu 2012, 07:55

stratogirl ha scritto:Un'altra cosa....
oppure il colore del legno della tastiera puà essere cambiato a causa della recente rettificazione della stessa?
sono perplessa :senzasperanze:
Ho consapevolezza che forse non è questo ora il tema di fondo per la tua scelta attuale - ho infatti letto anche l'altro topic dove hai già trovato delle risposte ai tuoi quesiti (che peraltro avevo in parte equivocato anch'io ..) - ma solo per completezza volevo dire che effettivamente a me è capitato di fare rettificare delle tastiere in palissandro (i.e. rettifica della tastiera, non mera sostituzione o "livellatura" delle barrette) e ritrovarmele poi più scure e compatte. Magari è un caso, non sono un liutaio come avrai capito (ma un buon cliente della categoria :Very Happy: ) per cui non so se c'è spiegazione o regola in tutto ciò.

stratogirl
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 74
Iscritto il: 18 dic 2011, 19:13

Re: Lonestar made in USA

Messaggio da stratogirl » 07 giu 2012, 14:45

Ti ringrazio per l'interesse :) però da come avrai già visto nell'altro topic esistono anche in palissandro, cosa che nemmeno io sapevo xD e in effetti sarebbe la cosa più ovvia perchè dalle foto si vede proprio che è scura scura...anche con rettifica non so se il tuo acero ha assunto quella colorazione...
comunque sia questo week end la proverò e penso di rendermi conto sia del tipo di legno, sia del feeling con la chitarra e poi deciderò se acquistarla o meno :)
..sono le piccole sfumature che fanno la differenza..

Avatar utente
James_
Maestro
Maestro
Messaggi: 2636
Iscritto il: 16 set 2009, 16:12
Località: Bologna

Re: Lonestar made in USA

Messaggio da James_ » 07 giu 2012, 16:04

O è acero o palissandro, non si sfugge. Se è verniciato è acero, se è "natural" è palissandro. Se è marrone (o in gradiente scuro) con venature nella sua lunghezza è palissandro, se ha venature "irregolari" ed è poco poroso è acero. Se è ambrato/sbiavdo(pallido)/aranciato è acero, altrimenti è altro.
Una rettifica della tastiera (intesa magari come appianamento del radius) ritengo non possa far cambiare il colore dal giorno alla notte, eh! Poi probabilmente lo scurimento della stessa dipende dai prodotti usati dal liutaro di turno, ma anche io non sono uno di essi, quindi..
:ciauz:
LA FUNZIONE "CERCA" E' TUA AMICA. |
POWERED BY: Immagine
Charvel | Gibson | Orange

Avatar utente
AleNovantotto
Esperto
Esperto
Messaggi: 507
Iscritto il: 15 gen 2011, 13:15

Re: Lonestar made in USA

Messaggio da AleNovantotto » 07 giu 2012, 18:35

stratogirl ha scritto:Ti ringrazio per l'interesse :) però da come avrai già visto nell'altro topic esistono anche in palissandro, cosa che nemmeno io sapevo xD e in effetti sarebbe la cosa più ovvia perchè dalle foto si vede proprio che è scura scura...anche con rettifica non so se il tuo acero ha assunto quella colorazione...
No no, io mi riferisco a tastiere in palissandro e non d'acero. Anche la tastiera della Stratocaster che ho visto nell'altro topic è in palissandro, del resto. Come dicevo, soprattutto in un caso, "dopo la cura" la tastiera rosewood della mia risultava più scura, ma ovviamente me ne accorgo io che la conosco e so bene com'era prima! .. Forse in superficie il legno era più secco, che so .., parlo comunque di chitarre con 30-40 anni di vita mica di roba nuova.
Ripeto, nel "tuo" caso anche se la board in palissandro si fosse scurita con la rettifica - magari solo per qualche prodotto come è stato giustamente evidenziato - è roba della quale se ne accorge se va bene il proprietario che l'ha avuta, mica l'acquirente potenziale.

Avatar utente
James_
Maestro
Maestro
Messaggi: 2636
Iscritto il: 16 set 2009, 16:12
Località: Bologna

Re: Lonestar made in USA

Messaggio da James_ » 07 giu 2012, 19:00

(Ricordo che per scurire il palissandro, seppur temporaneamente, basta pulire la tastiera e nutrendola con prodotti appositi o il legno extravergine di oliva. Rinasce, veramente!)
LA FUNZIONE "CERCA" E' TUA AMICA. |
POWERED BY: Immagine
Charvel | Gibson | Orange

stratogirl
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 74
Iscritto il: 18 dic 2011, 19:13

Re: Lonestar made in USA

Messaggio da stratogirl » 08 giu 2012, 23:05

Finalmente, dopo averla provata accuratamente ho deciso di acquistarla :Very Happy: ...eccola qui:

Immagine

Lonestar del '98 tenuta perfettamente direi per gli anni che ha..
Prima di tutto esordisco che, nonostante la lunga discussione sulla tastiera, con il manico (tastiera compresa) mi sono subito trovata benissimo...grande scorrevolezza, oltretutto la tastiera è stata rettificata da poco...ottimo feeling! Il suono in sè mi è piaciuto molto...utilizzando i due single coil (Texas Special) si ottiene il classico suono Strato...ma qui a mio parere la perla è l'Humbucker che monta al ponte: un Seymour duncan Pearly Gates che, provato sul distorto, spinge davvero un casino :tilt:
Devo dire che come suono, confrontato con quella made in Messico (io alla fine ho preso quella americana) è più brillante...
Per quanto riguarda l'accordatura sembra che tenga abbasanza...anche se verificherò meglio nei prossimi giorni (ho appena cambiato le corde)
Sono complessivamente soddisfatta dell'acquisto...soprattutto per il prezzo, dato che l'ho pagata 650 a causa di una piccola scrostazione sotto il body (si intravede a malapena), mentre usata di norma la vendono dagli 800 ai 900...
E ora non mi resta che suonarla :rocken:
Ringrazio tutti quanti per i consigli e, per chi cerca una Strato un pò più versatile della normale SSS, gli consiglio questa chitarra!
..sono le piccole sfumature che fanno la differenza..

Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Re: Lonestar made in USA

Messaggio da ma200360 » 09 giu 2012, 17:19

E hai fatto bene, secondo me, complimenti. :applauso:

E' sicuramente una bella chitarra, e se il Pearly Gates al ponte ti è piaciuto tanto, devi sentire cosa ti combina sui puliti quando lo splitti: è stata una rivelazione, per me, per la quale ringrazio ancor oggi Frank Flicker. Bel "mezzo", anche se io non sono un fan incondizionato della Strato; mi piacerebbe proprio sentire un bel mi basso pulitissimo suonato a vuoto sul p.u. al manico, e lasciato risuonare fino all' esaurimento delle vibrazioni (questo sistema è il mio "twangomentro" personale !). Ci fai un sample, please ?
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html


Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti