Le Stratocaster alla prova del "Si"

Le chitarre Fender

Moderatori: David, forons, avanzo, lespaul, ][AnDrE][

Rispondi
Corrystrat
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 131
Iscritto il: 17 dic 2010, 14:30

Le Stratocaster alla prova del "Si"

Messaggio da Corrystrat » 15 gen 2012, 16:13

Ciao a tutti, premetto che non ero sicuro se inserire questa discussione nella sezione liuteria o in questa. Smanettando su YouTube mi sono imbattuto in un video del 2007 in cui Carl Verheyen presenta la sua Stratocaster. Nonostante le mie difficoltà nel tradurre dall'inglese orale, mi ha incuriosito un'osservazione che fa riguardo al corpo che vibra della sua Stratocaster: come potete vedere, tiene in perpendicolare la chitarra, mette una mano sotto al body e lascia vibrare la corda "Si". Dice grosso modo così: "Se suoni la corda Si e senti delle vibrazioni lungo il body tu sai che ne hai una viva (cioè una chitarra "viva", con il corpo che trasmette le vibrazioni". Sono subito andato a imbracciare la mia Strato messicana, e ho visto che, lasciando vibrare la corda Si a chitarra spente, sentivo sul palmo della mano la "botta" dell'attacco e le vibrazioni successive.. Mi chiedo però se in fondo sia normale che un body vibri così.. Voi che ne pensate? Sarei curioso di sentire i vostri pareri e il risultato delle vostre prove del "Si" :D


Corrystrat
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 131
Iscritto il: 17 dic 2010, 14:30

Re: Le Stratocaster alla prova del "Si"

Messaggio da Corrystrat » 15 gen 2012, 16:14

Dimenticavo, ecco il video

Avatar utente
Ulver
Esperto
Esperto
Messaggi: 902
Iscritto il: 30 nov 2010, 18:07
Contatta:

Re: Le Stratocaster alla prova del "Si"

Messaggio da Ulver » 15 gen 2012, 16:46

Mi sembrano un po' dei teatrini queste cose, anche se i puritani potranno indispettirsi a riguardo. Ho provato sulla mia e lo fa un poco, ma trovo che sia più determinante una questione di vibrazioni del manico stesso.

Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Re: Le Stratocaster alla prova del "Si"

Messaggio da ma200360 » 15 gen 2012, 18:48

Mah...
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html

Avatar utente
Tritvr17
Maestro
Maestro
Messaggi: 5805
Iscritto il: 11 lug 2008, 11:00
Località: CT

Re: Le Stratocaster alla prova del "Si"

Messaggio da Tritvr17 » 15 gen 2012, 19:41

Sono uno di quelli che odia le strato che non abbiano il ponte seduto proprio per le vibrazione e di conseguenza del twang, ma di questa cosa non ne avevo mai sentito parlare.
Mi lascia alquanto perplesso.. però stimo moltissimo Verheien, ho potuto constatare che oltre ad essere un grande chitarrista è un grande didatta nonchè grande conoscitore della chitarra in tutti i suoi aspetti quindi probabilmente una qualche fondatezza l'avrà.. però ribadisco mai sentito parlare di questa cosa
"Mi piace il brivido della Vittoria, ma senza l'agonia della sconfitta questa é sicuramente meno gratificante"- D.Negreanu
"Il Tocco è come il Vino"- V.Distefano

La funzione "Cerca" è tua amica!!


Corrystrat
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 131
Iscritto il: 17 dic 2010, 14:30

Re: Le Stratocaster alla prova del "Si"

Messaggio da Corrystrat » 15 gen 2012, 19:53

Tritvr17 ha scritto:Sono uno di quelli che odia le strato che non abbiano il ponte seduto proprio per le vibrazione e di conseguenza del twang
Nel senso che secondo te il ponte mobile aumenta le vibrazioni e provoca una perdita di twang?

In realtà a pensarci bene secondo me il discorso delle vibrazioni trasmesse dal body è più trattato di quanto pensiamo. Perché uno degli argomenti principali ripresentati puntualmente da chi bersaglia di critiche le strato di non ottima fattura è proprio il fatto che il loro body è (secondo quanto raccontano queste persone) composto da più strati di legno differenti rispetto a quello delle strato di fascia alta, e questo fa sì che il body non riesca a trasmettere tante vibrazioni quante ne trasmette uno costituito da massimo tre pezzi.. E anche quando parlano di stagionatura, toccano il tasto per dire che la capacità del legno di vibrare è migliore...

Avatar utente
Tritvr17
Maestro
Maestro
Messaggi: 5805
Iscritto il: 11 lug 2008, 11:00
Località: CT

Re: Le Stratocaster alla prova del "Si"

Messaggio da Tritvr17 » 15 gen 2012, 23:34

Corrystrat ha scritto:Nel senso che secondo te il ponte mobile aumenta le vibrazioni e provoca una perdita di twang?
No, al contrario. Il ponte seduto (sia che sia quello a due perni che a 6) aumenta la vibrazione sul body e aumenta il twang in modo spaventoso.
Lo dico da felice possessore di Wahsburn X50 con tanto di floyd originale.. quindi l'occhio ai ponti mobili lo stringo eccome, ma su una strato è tutt'altro discorso!
"Mi piace il brivido della Vittoria, ma senza l'agonia della sconfitta questa é sicuramente meno gratificante"- D.Negreanu
"Il Tocco è come il Vino"- V.Distefano

La funzione "Cerca" è tua amica!!


Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti