Fender stratocaster vintage 62

Le chitarre Fender

Moderatori: David, forons, avanzo, lespaul, ][AnDrE][

TaumaX
Esperto
Esperto
Messaggi: 304
Iscritto il: 28 mag 2007, 19:36
Località: Belluno
Contatta:

Messaggio da TaumaX » 17 lug 2007, 20:03

E' verissimo! Conosco gente che non riesce proprio fare altro mentre suona...Dipende anche da come cominci secondo me. Se cominci subito cantando dopo ce la farai con più naturalezza ovviamente; se invece sei negato dall'inizio amen :Very Happy:


Avatar utente
paranoid
Maestro
Maestro
Messaggi: 2087
Iscritto il: 30 dic 2006, 01:24
Località: Milano

Messaggio da paranoid » 18 lug 2007, 01:02

Frank Flicker ha scritto:è difficile sì... ma non ti illudere, la difficoltà non è uguale per tutti, chè chi è più propenso e chi meno a fare tutte e due le cose contemporaneamente!

non credo,

vai a dirglielo a quel genio di michael landau.....

quando ha iniziato a suonare la chitarra si è accorto di non sapere che cosa fosse tenere un tempo. era letteralmente impedito, e per tenere un semplice 4/4 ci ha messo un' eternità..

alla fine si è impegnato talmente tanto che ha fatto del tempo la sua ragione e il suo stile chitarristico. (tratto da una intervista a landau...)

anche io nel mio diletto chitarristico stò facendo progressi, è una questione di esercizio.

non mi piace pensare: ''lui è più portato e lui meno''.

chi ci dice che colui che è ''meno portato'' si esercita quanto quello ''portato''?
Il fatto che non tutti scrivano canzoni non significa necessariamente che ognuno di noi non ne porti una dentro di se.

Avatar utente
paranoid
Maestro
Maestro
Messaggi: 2087
Iscritto il: 30 dic 2006, 01:24
Località: Milano

Messaggio da paranoid » 18 lug 2007, 01:03

TaumaX ha scritto:E' verissimo! Conosco gente che non riesce proprio fare altro mentre suona...Dipende anche da come cominci secondo me. Se cominci subito cantando dopo ce la farai con più naturalezza ovviamente; se invece sei negato dall'inizio amen :Very Happy:

idem come sopra.

landau, da incapace a genio del tempo... :ciao:
Il fatto che non tutti scrivano canzoni non significa necessariamente che ognuno di noi non ne porti una dentro di se.

TaumaX
Esperto
Esperto
Messaggi: 304
Iscritto il: 28 mag 2007, 19:36
Località: Belluno
Contatta:

Messaggio da TaumaX » 18 lug 2007, 10:25

Eccezione che conferma la regola :Very Happy: E come dici tu ha dovuto lavorare parecchio,mentre c'è chi riesce con più naturalezza.
Come succede nel mondo del canto che con l'esercizio anche coloro che non sono intonati lo possono diventare, perchè gli stonati sono una percentuale molto bassa.
Non intendevo dire che chi è meno portato deve lasciare perdere, su questo ti do ragione, però dovrà lavorare di più se all'inizio è negato.

Avatar utente
Tony sky
Esperto
Esperto
Messaggi: 413
Iscritto il: 15 apr 2007, 13:51
Località: Friuli(UD)

Messaggio da Tony sky » 18 lug 2007, 11:02

complimentoni per la registrazione :yourock:


Avatar utente
Frank Flicker
Maestro
Maestro
Messaggi: 5930
Iscritto il: 10 mag 2007, 13:39
Località: bergamo/brescia

Messaggio da Frank Flicker » 18 lug 2007, 11:49

paranoid ha scritto:
Frank Flicker ha scritto:è difficile sì... ma non ti illudere, la difficoltà non è uguale per tutti, chè chi è più propenso e chi meno a fare tutte e due le cose contemporaneamente!

non credo,

vai a dirglielo a quel genio di michael landau.....

quando ha iniziato a suonare la chitarra si è accorto di non sapere che cosa fosse tenere un tempo. era letteralmente impedito, e per tenere un semplice 4/4 ci ha messo un' eternità..

alla fine si è impegnato talmente tanto che ha fatto del tempo la sua ragione e il suo stile chitarristico. (tratto da una intervista a landau...)

anche io nel mio diletto chitarristico stò facendo progressi, è una questione di esercizio.

non mi piace pensare: ''lui è più portato e lui meno''.

chi ci dice che colui che è ''meno portato'' si esercita quanto quello ''portato''?
non dico che con un po' di esercizio chi è più portato e chi meno possano ottenere lo stesso risultato, magari michael landau per raggiungere quei risultati non ha fatto altro per giorni e giorni, (una volta che impari poi sei a posto), ma non mi sbaglio nel dire che c'è chi è più portato e chi meno. con questo non intendo minimamente insinuare che l'obiettivo possa diventare per taluni irraggiungibile, ma conosco persone che alla prima prova di una canzone, dovendola cantare e suonare, non riuscivano a fare tutte e due le cose insieme, mentre io, magari senza aver mai provato prima ci riuscivo... questo non per vantarmi, ma per dimostrare che una qualche propensione naturale c'è comunque. poi a mio avviso la difficoltà è molto soggettiva: prendi la canzone degli extreme "more than words", io faccio una fatica tremenda a cantarla e a suonarla nello stesso momento, nonostante siano anni che faccio chitara e voce nel mio gruppo, il ragazzo che suona con me nel duo acustico ci riesce tranquillamente e ti garantisco che l'ultima volta l'idea di fare questa canzone è uscita così, senza pensarci sopra e nessuno dei due se l'era preparata a casa.

Avatar utente
paranoid
Maestro
Maestro
Messaggi: 2087
Iscritto il: 30 dic 2006, 01:24
Località: Milano

Messaggio da paranoid » 18 lug 2007, 21:47

si, è vero anche questo.

però volevo solo sottolineare (e l' esempio di landau è illuminante), che un ebete del tempo può diventare un RE del tempo.
però forse sottovaluti il problema di landau dicendo:

''magari michael landau per raggiungere quei risultati non ha fatto altro per giorni e giorni, (una volta che impari poi sei a posto)''....

lui era talmente un chiodo sul tempo che per lui era un vero handicap.
non è che si è messo lì una settimana o un mese o un anno e poi tutto finito...
ci sono voluti anni, e il suo handicap, invece di scoraggiarlo, lo ha portato a farsi mille domande.

tipo:

''cos'è il tempo''?
''da cosa si può provocare''?
''da dove derivano le battute?''
''quando sono state registrate le prime percussioni, di qualsiasi tipo?''
''qual'è la zona del cervello che riceve le informazioni riguardanti il tenere un tempo?''

non sò se riesco a spiegare quello che intendo dire.

forse voglio solo dire che a volte, conta di più la passione che hai nel fare le cose.

è solo alla fine che si può giudicare se in quella cosa ci eri portato, chi avrebbe scommesso su uno come landau?
forse avrebbero dato più fiducia a me o a te messi a confronto a lui....

ma ora? chi è più portato al tempo? io, te o landau? :ciauz:
Il fatto che non tutti scrivano canzoni non significa necessariamente che ognuno di noi non ne porti una dentro di se.

Avatar utente
Frank Flicker
Maestro
Maestro
Messaggi: 5930
Iscritto il: 10 mag 2007, 13:39
Località: bergamo/brescia

Messaggio da Frank Flicker » 19 lug 2007, 14:13

paranoid ha scritto:si, è vero anche questo.

però volevo solo sottolineare (e l' esempio di landau è illuminante), che un ebete del tempo può diventare un RE del tempo.
però forse sottovaluti il problema di landau dicendo:

''magari michael landau per raggiungere quei risultati non ha fatto altro per giorni e giorni, (una volta che impari poi sei a posto)''....

lui era talmente un chiodo sul tempo che per lui era un vero handicap.
non è che si è messo lì una settimana o un mese o un anno e poi tutto finito...
ci sono voluti anni, e il suo handicap, invece di scoraggiarlo, lo ha portato a farsi mille domande.

tipo:

''cos'è il tempo''?
''da cosa si può provocare''?
''da dove derivano le battute?''
''quando sono state registrate le prime percussioni, di qualsiasi tipo?''
''qual'è la zona del cervello che riceve le informazioni riguardanti il tenere un tempo?''

non sò se riesco a spiegare quello che intendo dire.

forse voglio solo dire che a volte, conta di più la passione che hai nel fare le cose.

è solo alla fine che si può giudicare se in quella cosa ci eri portato, chi avrebbe scommesso su uno come landau?
forse avrebbero dato più fiducia a me o a te messi a confronto a lui....

ma ora? chi è più portato al tempo? io, te o landau? :ciauz:
giusto!

TaumaX
Esperto
Esperto
Messaggi: 304
Iscritto il: 28 mag 2007, 19:36
Località: Belluno
Contatta:

Messaggio da TaumaX » 15 ago 2007, 21:36

Sarebbe un delitto mettere un battipenna nero al modello sunburst di questa chitarra? :tilt:


Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti