Curiosità ponte Telecaster

Le chitarre Fender

Moderatori: David, forons, avanzo, lespaul, ][AnDrE][

Avatar utente
Giankino
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 156
Iscritto il: 01 gen 2012, 19:20
Località: Brescia
Contatta:

Curiosità ponte Telecaster

Messaggio da Giankino » 15 apr 2012, 21:10

Perdonatemi eh... sto cercando di farmi una cultura. Ho notato, tra negozi fisici e e-commerce, ma anche dal sito Fender, che le Telecaster montano principalmente due tipi di ponte:

1. con tre sellette, che sostengono due corde cadauna, e mi pare che il supporto in metallo che le contiene sia una sorta di scatola tagliata, una specie di conchiglia se mi passate il termine
2. un "classico sei sellette con una piastra a sostegno non chiusa lateralmente

ora, non so se ne esistono altre tipologie, ma mi "insegnate" la differenza tra i due? Diversità di suono, di qualità, affidabilità... cose che presumo ci sia qualcuno qui che conosco molto bene.

Grazie
Gian

P.S. io la Tele non riesco a togliermela dal cuore cavolo :senzasperanze:
Fender Stratocaster American Standard
Fender Blues Junior III
Nux CH2 chorus
Ibanez Tube Screamer TS808
MXR GT-OD overdrive
TC Electronic Dark Matter
MXR Carbon Copy
Tc Electronic Ditto Looper‎


Avatar utente
Frank Flicker
Maestro
Maestro
Messaggi: 5930
Iscritto il: 10 mag 2007, 13:39
Località: bergamo/brescia

Re: Curiosità ponte Telecaster

Messaggio da Frank Flicker » 16 apr 2012, 13:31

quello "a vaschetta" è il ponte vintage, montato sui primi midelli. è fatto così perchè aveva un copriponte in metallo che veniva praticamente tolto da tutti i chitarristi e usato come posacenere. le tre sellette indipendenti già allora erano una novità, perchè permettevano molte più regolazioni di quelle possibili in quel tempo. non molto tempo dopo, sulla strato sono stati montati ponti a sei sellette e da lì si è cominciato a montarli anche sulle tele. oggi a seconda del modello puoi travare un ponte piuttosto che un altro, piuttosto che un altro ancora...
dal punto di vista sonoro le differenze sono pressochè minime, ma bisognerebbe aspettare l'intervento di chi magari ha tutte e due le versioni

Avatar utente
Giankino
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 156
Iscritto il: 01 gen 2012, 19:20
Località: Brescia
Contatta:

Re: Curiosità ponte Telecaster

Messaggio da Giankino » 16 apr 2012, 13:38

Frank Flicker ha scritto:quello "a vaschetta" è il ponte vintage, montato sui primi midelli. è fatto così perchè aveva un copriponte in metallo che veniva praticamente tolto da tutti i chitarristi e usato come posacenere. le tre sellette indipendenti già allora erano una novità, perchè permettevano molte più regolazioni di quelle possibili in quel tempo. non molto tempo dopo, sulla strato sono stati montati ponti a sei sellette e da lì si è cominciato a montarli anche sulle tele. oggi a seconda del modello puoi travare un ponte piuttosto che un altro, piuttosto che un altro ancora...
dal punto di vista sonoro le differenze sono pressochè minime, ma bisognerebbe aspettare l'intervento di chi magari ha tutte e due le versioni
Bene, un ottimo inizio, questo già mi chiarisce qualcosa, grazie. Il mio punto di vista, puramente ed esclusivamente estetico: il primo è abbastazna crudo a vedersi, poi magari per carità, racchiude in se caratteristiche mirabolanti. Il secondo invece, montato su una Tele di un amico è rifinito molto meglio. La piastra, senza il bordo tagliato brutalmente, ha una lineaa che meglio si integra col resto del corpo. Ribadisco: parere espresso dal punto di vista puramente estetico.
Gian
Fender Stratocaster American Standard
Fender Blues Junior III
Nux CH2 chorus
Ibanez Tube Screamer TS808
MXR GT-OD overdrive
TC Electronic Dark Matter
MXR Carbon Copy
Tc Electronic Ditto Looper‎

Avatar utente
Frank Flicker
Maestro
Maestro
Messaggi: 5930
Iscritto il: 10 mag 2007, 13:39
Località: bergamo/brescia

Re: Curiosità ponte Telecaster

Messaggio da Frank Flicker » 16 apr 2012, 16:49

beh certo, quello vintage non era certo concepito per rimanere così! sarebbe come girare con una macchina senza portellone del vano motore e poi dire che sono meglio quelle che ce l'hanno! però prova a suonarci col copriponte e poi dimmi come ti trovi! :ciao:

Avatar utente
AleNovantotto
Esperto
Esperto
Messaggi: 507
Iscritto il: 15 gen 2011, 13:15

Re: Curiosità ponte Telecaster

Messaggio da AleNovantotto » 16 apr 2012, 18:52

A sua volta, poi, il ponte "tradizionale" a vaschetta e tre sellette "bicorda" si è presentato nel tempo in diverse varianti soprattutto per quanto riguarda il materiale delle sellette, le prime es. erano in ottone, ed alcuni particolari delle stesse (con incavo/senza incavo per la corda, zigrinatura etc.). Sono dettagli che riguardano sopattutto i modelli più vecchi ma che in linea di massima sono stati presi in considerazione nei modelli reissue. Nel tempo è cambiato anche il posizionamento e la natura delle scritte incise sul ponte (sulle prima era lì che si trovava il seriale), ma questi sono proprio particolari. C'è stato anche un ponte "a vaschetta" con sei sellete singole. E poi ci sarebbe il discorso del top loading, del quale s'è parlato nel recente topic sulla Tele di Buckley.


Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Re: Curiosità ponte Telecaster

Messaggio da ma200360 » 16 apr 2012, 19:51

I due tipi di ponte hanno pregi e difetti. Intanto è chiaro che il ponte 3x2 ha il difetto principale di non permettere un' intonazione precisissima di ogni singola corda: questo può essere un grosso problema per qualcuno, meno grosso per altri. Per contro, si dice che sia quello che "suona" meglio": da questo punto di vista, io li ho tutti e due e non saprei proprio dire se è così o meno. Su quello che ho io, le corde possono essere montate attraverso il corpo o agganciate al bordo del ponte.

I ponti a 6 sellette esistono di tipi diversi, che possono o non possono consentire il top-loading. Ce ne sono anche di materiali più o meno buoni: io ne ho tre tipo quelli che vengono (o venivano) montati sulle Squier, semplici semplici e smilzi smilzi, ma non posso dire di trovarmici male, sinceramente. Questo modello può consentire il montaggio thru-body come no: uno l' avevo fatto forare proprio per quello, mentre un altro aveva già i buchi; immagino siano di produzione diversa, anche se qualitativamente direi che non si discostano poi molto, uno dall' altro.

Ma non mi farei troppi problemi: la Tele nasce per essere una chitarra ECONOMICA, per cui non era certo intenzione di nonno Leo dotarla di chissà quali raffinatezze. E poi, è una Tele ? E allora suona bene PER FORZA, SEMPRE E COMUNQUE ! :Very Happy:
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html

Avatar utente
Giankino
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 156
Iscritto il: 01 gen 2012, 19:20
Località: Brescia
Contatta:

Re: Curiosità ponte Telecaster

Messaggio da Giankino » 16 apr 2012, 20:12

ma200360 ha scritto:...E poi, è una Tele ? E allora suona bene PER FORZA, SEMPRE E COMUNQUE ! :Very Happy:
:dance: io ce l'ho sempre nel cuore. Per il resto grazie per le tue precisazioni. Sul fatto che sia economica... insomma...

Gian
Fender Stratocaster American Standard
Fender Blues Junior III
Nux CH2 chorus
Ibanez Tube Screamer TS808
MXR GT-OD overdrive
TC Electronic Dark Matter
MXR Carbon Copy
Tc Electronic Ditto Looper‎

Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Re: Curiosità ponte Telecaster

Messaggio da ma200360 » 16 apr 2012, 20:16

Giankino ha scritto:
ma200360 ha scritto:...E poi, è una Tele ? E allora suona bene PER FORZA, SEMPRE E COMUNQUE ! :Very Happy:
:dance: io ce l'ho sempre nel cuore. Per il resto grazie per le tue precisazioni. Sul fatto che sia economica... insomma...

Gian
Non E' economica, E' NATA per esserla ! Poi il successo le ha montato la testa... :Very Happy:
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html

Avatar utente
Giankino
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 156
Iscritto il: 01 gen 2012, 19:20
Località: Brescia
Contatta:

Re: Curiosità ponte Telecaster

Messaggio da Giankino » 16 apr 2012, 20:23

ma200360 ha scritto: Non E' economica, E' NATA per esserla ! Poi il successo le ha montato la testa... :Very Happy:
AHAHA :Very Happy: così va meglio, dannata Tele!
Fender Stratocaster American Standard
Fender Blues Junior III
Nux CH2 chorus
Ibanez Tube Screamer TS808
MXR GT-OD overdrive
TC Electronic Dark Matter
MXR Carbon Copy
Tc Electronic Ditto Looper‎

Avatar utente
Henry97
Maestro
Maestro
Messaggi: 1069
Iscritto il: 08 set 2011, 08:22
Località: Dolo, Venezia.

Re: Curiosità ponte Telecaster

Messaggio da Henry97 » 06 mag 2012, 17:57

Giankino ha scritto:AHAHA :Very Happy: così va meglio, dannata Tele!
Se ti sente lo zio Ma... :Very Happy:
Maestro... Io?

REGOLAMENTO DEL FORUM
Immagine

Avatar utente
MINImale
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 229
Iscritto il: 18 gen 2011, 13:51

Re: Curiosità ponte Telecaster

Messaggio da MINImale » 08 mag 2012, 02:05

veniva usato come posacenere?
ma veniva tolto perchè miglioava il suono, prima ancora della necessità di un posacenere :Very Happy: ? o cosa ?

a memoria mi pare di non aver mai visto un copri :dubbioso: aggeggio a vaschetta al ponte :fumato:

Avatar utente
AleNovantotto
Esperto
Esperto
Messaggi: 507
Iscritto il: 15 gen 2011, 13:15

Re: Curiosità ponte Telecaster

Messaggio da AleNovantotto » 08 mag 2012, 08:09

Sinceramente non ho mai carpito differenze di suono tra ashenbecher montato o no .. ma tutto può essere.
Presumo che toglierlo sia più che altro una questione di estetica e praticità, tenuto conto che alcune tecniche tipo il palm mute o certi plettraggi vicino al punto di attacco delle corde risulterebbero altrimenti impossibili.
Però puoi trovare credo facilmente delle immagini di Albert Collins, ma anche di Harrison con la Telecaster di Let it Be, con il copriponte montato.
Sui primi esemplari degli anni cinquanta c'era su un filo con un punto di saldatura, serviva anche da massa.
E del resto molti altri modelli Fender, anche le più vecchie strato del resto, erano più o meno "ferrati" in modo simile.

Avatar utente
Giankino
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 156
Iscritto il: 01 gen 2012, 19:20
Località: Brescia
Contatta:

Re: Curiosità ponte Telecaster

Messaggio da Giankino » 08 mag 2012, 09:01

AleNovantotto ha scritto:Sinceramente non ho mai carpito differenze di suono tra ashenbecher montato o no .. ma tutto può essere.
Presumo che toglierlo sia più che altro una questione di estetica e praticità, tenuto conto che alcune tecniche tipo il palm mute o certi plettraggi vicino al punto di attacco delle corde risulterebbero altrimenti impossibili.
Però puoi trovare credo facilmente delle immagini di Albert Collins, ma anche di Harrison con la Telecaster di Let it Be, con il copriponte montato.
Sui primi esemplari degli anni cinquanta c'era su un filo con un punto di saldatura, serviva anche da massa.
E del resto molti altri modelli Fender, anche le più vecchie strato del resto, erano più o meno "ferrati" in modo simile.
:applauso:

Buona giornata
Gian
Fender Stratocaster American Standard
Fender Blues Junior III
Nux CH2 chorus
Ibanez Tube Screamer TS808
MXR GT-OD overdrive
TC Electronic Dark Matter
MXR Carbon Copy
Tc Electronic Ditto Looper‎

Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Re: Curiosità ponte Telecaster

Messaggio da ma200360 » 08 mag 2012, 19:52

MINImale ha scritto:veniva usato come posacenere?
ma veniva tolto perchè miglioava il suono, prima ancora della necessità di un posacenere :Very Happy: ? o cosa ?

a memoria mi pare di non aver mai visto un copri :dubbioso: aggeggio a vaschetta al ponte :fumato:
Era semplicemente una protezione per il p.u. al ponte, nient' altro, così come la Strato aveva il copritremolo (che non era nemmeno una pessima idea, peraltro), e così come le protezioni per i pick-ups erano presenti di serie sui bassi Jazz e Precision, che viceversa non sempre venivano tolte. Non l' ha mai usato nessuno, credo, tutt' al più si facevano fotografare con 'l ashtray così, tanto per fare. Ogni tanto c' era effettivamente qualcuno che lo teneva su (Albert Collins, in effetti, a volte lo teneva montato, dal vivo), ma erano proprio casi sporadicissimi. Diciamo che l' uso come portacenere divenne ben presto l' utilizzo principale di quel coso lì, prima dell' inevitabile smarrimento. :Very Happy:

C' e da dire però che il palm-muting e la plettrata così vicina al ponte erano accorgimenti che non tutti usavano, per cui non a tutti l' ashtray dava tutto 'sto fastidio. In fin dei conti, erano tempi in cui le trecniche chitarristiche erano ancora in via di sviluppo !
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html

Avatar utente
Giankino
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 156
Iscritto il: 01 gen 2012, 19:20
Località: Brescia
Contatta:

Re: Curiosità ponte Telecaster

Messaggio da Giankino » 08 mag 2012, 20:33

ma200360 ha scritto:...Diciamo che l' uso come portacenere divenne ben presto l' utilizzo principale di quel coso lì, prima dell' inevitabile smarrimento. :Very Happy:

C' e da dire però che il palm-muting e la plettrata così vicina al ponte erano accorgimenti che non tutti usavano, per cui non a tutti l' ashtray dava tutto 'sto fastidio. In fin dei conti, erano tempi in cui le trecniche chitarristiche erano ancora in via di sviluppo !
Anche questo è leggenda :-)

Che storie si scoprono legate agli strumenti dei nostri "idoli", che fascino porta in se la storia della musica che amo.
Sono sempre più convinto, e non certo solo per la questione del posa cenere, che quel periodo lì... il jazz, il blues, la genesi del rock and roll, il rock lisergico, i bravi di Laurel Canyon, la West Coast, il sud dei Lynyrd e C. (mi fermo qui ma ce ne sono a decine da portare ad esempio) sia stato proprio magia pura. Giorni irripetibili.

Gian
Fender Stratocaster American Standard
Fender Blues Junior III
Nux CH2 chorus
Ibanez Tube Screamer TS808
MXR GT-OD overdrive
TC Electronic Dark Matter
MXR Carbon Copy
Tc Electronic Ditto Looper‎


Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti