Vi chiedo qualche consiglio

Di tutto di più sul suonare la chitarra

Moderatori: David, forons, avanzo, lespaul

Bloccato
Avatar utente
Lucifer Sam
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 57
Iscritto il: 02 feb 2007, 16:44
Località: Firenze
Contatta:

Vi chiedo qualche consiglio

Messaggio da Lucifer Sam » 02 feb 2007, 18:48

Ho notato molti topic già aperti ed ero indeciso fra presentare la mia richiesta in uno di questi o in uno nuovo. Non volevo fare confusione così ne ho aperto visto che la mia è una richiesta generale ma se volete lo sposto :wink: .


Non suono la chitarra da molto tempo... nemmeno 1 anno.

La prima cosa che ho fatto quando ho comprato la mia echo classica è stato imparare qualche accordo a memoria per riuscire a suonare qualche canzone semplice...magari arpeggiandolo un pò ( così ho imparato la giusta posizione delle dita per l'arpeggio ) anche se ho usato soprattutto il plettro. Per molto tempo non ho fatto altro. Ma anche se non ho imparato nulla a livello teorico ho acquisito una certa domestichezza con la mano sinistra. Per la "pennata" sulle corde ed il ritmo ho capito presto che non mi sarebbe servito nulla di teorico visto che ciò che voglio risuonare lo faccio prima ascoltando. Il ritmo che voglio dare alle mie pennate ( di tutte e 6 le corde insieme ) lo raggiungo sempre come lo voglio.
Dopo ho cominciato a seguire qualche tabs... e so che serve a poco ma anche questo mi ha consentito di acquisire precisione nel suonare le corde senza sbagliare. Dopo di che c'è stato un periodo un pò stagnante... sapere gli accordi a memoria non mi serviva più...
Ho preso una tastiera ed ho cominciato a riconoscere le note che facevo con le corde premendo un tasto (molto lentamente) . Ed ho imparato il significato del termine "tono" e "semitono" ed ho capito come si presentavano ( tasti bianchi e tasti neri ) . Dopo di che ho imparato le note che fanno le 6 corde a vuoto e partendo da ognuna di esse riuscivo a sapere che nota c'è ad ogni tasto successivo... ma solo partendo dalla corda a vuoto o dal 12esimo tasto perchè sapevo che è la solita nota a vuoto ma di 1/8 più alta... immaginate la lentezza nel riconoscerle... comunque ho imparato quanti semitoni ci sono fra corda e corda... mi sono fatto anche una mappa della tastiera della chitarra su un foglio che tengo attaccato alla parete dove trovo tutte le note dei tasti ad ogni corda. Dopo di che mi sono imparato a mente il suono di " Do re mi fa sol la si " ... e mi sono messo a fare note a caso sulla tastiera che poi dovevo riconoscere a mente... ma sempre partendo dal mio Do mentale o a voce ed andando avanti fino a trovare una corrispondenza con ciò che suonavo... diciamo che di una nota so trovare sempre la sua ottava ad orecchio e senza difficolta. ma basandomi su questi punti di riferimento sono terribilmente lento a capire la nota che sto suonando... la trovo ad orecchio ma scorrendo sulla corda... approfittando del sapere come si presentano i semitoni ed i toni fra le note ho imparato a trasportare qualsiasi accordo di prima posizione con il barrè... che so... l'accordo A con un barrè al secondo tasto diventa un B ... ed un E con un barrè al primo diventa F ... Ma devo sempre contare lentamente se non li so a memoria... se decido di trasportare un A al 5 tasto... devo fare il solito lento conto... ( la, la*,si,do,do*,re) per scoprire che il suono infatti è quello del re alla prima posizione... adesso li trasporto poco più rapidamente ma è sempre un disastro...
Ho fatto qualche esperimento sul cambio di tonalità... di preciso ho provato a suonare le tabs di wish you were here con un numero fisso di semitoni che sommavo ... ( invece di premere il terzo tasto premevo il sesto poi invece della corda a vuoto suonavo al terzo tasto ecc ecc... ) . uguale ho fatto con gli accordi anche se con un enorme difficolta per il calcolo lento...

ed adesso mi ritrovo cercare di capire come funzionano gli accordi e come si presentano. ho utilizzato molto la mia vecchia tastierina semigiocattolo ed ho messo insieme intervalli minori e maggiori per creare delle triadi maggiori e minori ( correggetemi se sbaglio )... con molta difficoltà a riproporlo sulla chitarra ...
Adesso sono qua bloccato... perchè mi perdo in concetti ancora troppo grandi per me che non so come prendere... (anche leggendo il sito)
Dopo questa spece di poema immenso ed estremamente noioso per chi legge :lol: vi chiedo qualche consiglio su cosa fare adesso. Non voglio imparare modi ed usi (es le scale. possono essere utili per impararsi le note dei tasti ma non m'interessa il modo di suonare) ... non credo in queste cose e non m'interessano. Cerco di capire con un pò più di semplicità le cose matematiche ed i termini. il resto lo metto e lo creo da solo...
So che mi serve tantissima pratica... (e volevo chiedere a voi come mi consigliate di farla). Molti concetti che so non so metterli in pratica...
se in un assolo di 2 min ci sono 100 note ... io ci metto 6 orette :lol: anche se adesso ho una stratocaster e le mie mani e le mie orecchie gioiscono :D

So che ci sono persone che ne sanno molto più di me qui per questo lo chiedo a voi :wink: .


Ps:
Un consiglio per chiunque sta studiando questi concetti noiosetti: Una tastiera da 3 soldi (anche giocattolo) è sempre utile per vedere se ciò che facciamo è giusto. Mi ha aiutato tantissimo.


Avatar utente
David
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 5941
Iscritto il: 07 apr 2006, 22:11
Località: Villafrati (Pa)

Messaggio da David » 02 feb 2007, 20:52

Ciao,
è vero ci vuole, specialmente all'inizio, tantissima pratica. Pratica che deve essere fatta seguendo un iter progressivo e logico.

Ad esempio: Una volta che hai imparato una scala, prosegui facendo patterns ed arpeggi sempre sulla stessa scala. Con questo diventerai "padrone" di ciò che suoni
Ultima modifica di David il 02 feb 2007, 21:03, modificato 1 volta in totale.

dudu junior
Maestro
Maestro
Messaggi: 1184
Iscritto il: 29 dic 2006, 09:34
Località: Venezia

Messaggio da dudu junior » 02 feb 2007, 20:59

ciao gli esercizi che hai fatto mi sembrano fatti solo appositamente per l'orecchio cmq sei bravo un consiglio che ti do' e di andare piano finche' un'esercizio non ti viene fuori bene ,non mollarlo poi esercizzi vediamo ahh si ecco fai cosi adesso ti sembrera' noioso ma e' estramamente utile e te lo devi portare sempre con te questo esercizio : lasci perdere la mano sx usiamo per ora solo la dx ok? 1con l'indice el il medio colpisci il mi grave con l'indice ed il medio colpisci il la sempre cosi' fino ad arrivare al mi cantino. dopo e' la volta del medio e l'annullare la stessa cosa sino al mi cantino ,poi dall'anullare al mignolo sempre cosi' di nuovo sino al cantino. per ora questo :ciao:

Avatar utente
Lucifer Sam
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 57
Iscritto il: 02 feb 2007, 16:44
Località: Firenze
Contatta:

Messaggio da Lucifer Sam » 02 feb 2007, 21:03

Te intendi gli esercizi per l'arpeggio a corde "libere"? hmmm per quello me la cavo abbastanza... è la teoria pura che mi manca...


Vi ringrazio per i consigli!
Ultima modifica di Lucifer Sam il 02 feb 2007, 21:04, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
Lucifer Sam
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 57
Iscritto il: 02 feb 2007, 16:44
Località: Firenze
Contatta:

Messaggio da Lucifer Sam » 02 feb 2007, 21:04

David ha scritto:Ciao,
è vero ci vuole, specialmente all'inizio, tantissima pratica. Pratica che deve essere fatta seguendo un iter progressivo e logico.

Ad esempio: Una volta che hai imparato una scala, prosegui facendo patterns ed arpeggi sempre sulla stessa scala. Con questo diventerai "padono" di ciò che suoni
scusa l'ignoranza... cosa sono i patterns ?


Avatar utente
David
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 5941
Iscritto il: 07 apr 2006, 22:11
Località: Villafrati (Pa)

Messaggio da David » 02 feb 2007, 21:05

Lucifer Sam ha scritto:Te intendi gli esercizi per l'arpeggio a corde "libere"? hmmm per quello me la cavo abbastanza... è la teoria pura che mi manca...


Vi ringrazio per i consigli!
http://www.geocities.com/Vienna/Strasse ... ndice.html

Questo comunque ti è molto utile :ciao:

Avatar utente
Lucifer Sam
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 57
Iscritto il: 02 feb 2007, 16:44
Località: Firenze
Contatta:

Messaggio da Lucifer Sam » 02 feb 2007, 21:07

David ha scritto:
http://www.geocities.com/Vienna/Strasse ... ndice.html

Questo comunque ti è molto utile :ciao:
Molto interessante grazie!

Avatar utente
Lucifer Sam
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 57
Iscritto il: 02 feb 2007, 16:44
Località: Firenze
Contatta:

Messaggio da Lucifer Sam » 09 feb 2007, 22:06

Mi sento un pò in un vicolo cieco... Non so cosa fare.

Avatar utente
David
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 5941
Iscritto il: 07 apr 2006, 22:11
Località: Villafrati (Pa)

Messaggio da David » 10 feb 2007, 12:50

Lucifer Sam ha scritto:Mi sento un pò in un vicolo cieco... Non so cosa fare.
Quale il tuo ostacolo? :ciao:

Avatar utente
Spora01
Principiante
Principiante
Messaggi: 47
Iscritto il: 30 gen 2007, 23:21

Messaggio da Spora01 » 20 feb 2007, 16:49

Non mi andava di aprire un altro topic per una domanda così semplice...
A vostro parere quanto e quando influisce conoscere a memoria le note sulla tastiera della chitarra...?

Avatar utente
Enriquez
Maestro
Maestro
Messaggi: 2290
Iscritto il: 28 giu 2006, 03:05
Località: L'Aquila

Messaggio da Enriquez » 20 feb 2007, 18:22

Spora01 ha scritto:Non mi andava di aprire un altro topic per una domanda così semplice...
A vostro parere quanto e quando influisce conoscere a memoria le note sulla tastiera della chitarra...?
saper riconoscere al volo le note sulla tastiera è tanto utile, soprattutto nell'improvvisazione specialmente jazz.
:ciao:

Avatar utente
Spora01
Principiante
Principiante
Messaggi: 47
Iscritto il: 30 gen 2007, 23:21

Messaggio da Spora01 » 22 feb 2007, 15:52

Enriquez ha scritto: saper riconoscere al volo le note sulla tastiera è tanto utile, soprattutto nell'improvvisazione specialmente jazz.
:ciao:

E nella composizione?

Avatar utente
Enriquez
Maestro
Maestro
Messaggi: 2290
Iscritto il: 28 giu 2006, 03:05
Località: L'Aquila

Messaggio da Enriquez » 22 feb 2007, 16:30

anche, ma meno in quanto non si tratta di suonare sul momento. e necessaria comunque una certa conoscenza di teoria e armonia, che alla fine implica anche una certa conoscenza delle note, degli intervalli e delle posizioni di accordi sulla tastiera.
:ciauz:

Avatar utente
Lucifer Sam
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 57
Iscritto il: 02 feb 2007, 16:44
Località: Firenze
Contatta:

Messaggio da Lucifer Sam » 04 apr 2007, 20:25

Raga. Se volete chiudete questo topic. cercherò di fare le domande in topic già aperti :wink:

Avatar utente
David
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 5941
Iscritto il: 07 apr 2006, 22:11
Località: Villafrati (Pa)

Messaggio da David » 05 apr 2007, 12:28

Lucifer Sam ha scritto:Raga. Se volete chiudete questo topic. cercherò di fare le domande in topic già aperti :wink:
Si, hai ragione, questo lo chiudo :ciauz:


Bloccato
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti