Suonare modale o più precisamente????

Di tutto di più sul suonare la chitarra

Moderatori: David, forons, avanzo, lespaul

ThE_MaRiN83
Esperto
Esperto
Messaggi: 270
Iscritto il: 08 gen 2008, 22:05

Suonare modale o più precisamente????

Messaggio da ThE_MaRiN83 » 01 lug 2008, 10:58

Ciao a tutti,ormai il concetto dei modi più o meno l'ho capito anche se ancora devo memorizzare bene tutte le sonorità!!! do maggiore ionico re minore dorico mi min frigio e via discorrendo,cosi finalmente ho capito che sto suonando modale ma perchè a volte ho come la sensazione che suonare cosi non mi cambi proprio le carte in tavola???cioè anche come sonorità,non so se mi spiego ho come la sensazione che quando suono ad esempio do maj ionico e re min dorico sto suonando la stessa ed identica scala,cioè al mio orecchio non c'è quasi nulla che mi suona nuovo boh.
Qualcuno mi spiega meglio il concetto del modale oppure mi consiglia qualche esercizio d'orecchio o qualsiasi cosa mi aiuti a capire meglio il concetto dei modi'??grazie mille in anticipo!!!!!
:yourock:


Avatar utente
ambaradam
Maestro
Maestro
Messaggi: 2301
Iscritto il: 12 apr 2007, 10:27
Località: Roma

Re: Suonare modale o più precisamente????

Messaggio da ambaradam » 01 lug 2008, 11:07

La scala ionica di Do (do re mi fa sol la si)e quella dorica di Re (re mi fa sol la si do) hanno le stesse note, ecco perché qualche volta non noti il cambiamento!
offro-vendo-f47/vendo-fender-strato-mex ... 12112.html Se volete una Fender mex mancina e/o un ampli Fender Frontman, a Roma

ThE_MaRiN83
Esperto
Esperto
Messaggi: 270
Iscritto il: 08 gen 2008, 22:05

Re: Suonare modale o più precisamente????

Messaggio da ThE_MaRiN83 » 01 lug 2008, 11:16

Si lo so però ho notato che comunque cambia il sistema intervellare in re min dorico rispetto a do ionico(esempio in do:il re è la seconda e mi è la terza;in re:mi diventa il secondo grado e do il sesto bemolle).Scusa mi son spiegato io male e molto di fretta:io ho messo in loop un accordo di do e poi,dopo il do ionico,ho usato il re min dorico e ho notato QUALCHE cambiamento solo per un minuto si e no,dopodichè il mio orecchio era già del tutto abituato a quella "nuova" sonorità,lo stesso dicasi per il mi min frigio e altri 5 modi.Insomma io credevo che i modi fossero questi,ora non so più come progredire nello studio del modale,volevo abituarmi a nuove sonorità del tutto inaspettate ma così sono davvero in un limbo dal quale non riesco ad uscire.Sono sicurissimo che sono io ad aver sbagliato qualcosa :senzasperanze: ,dato che ho sentito sempre dire che suonare modale è forse la cosa più difficile ed ora una schiappa come me l'avrebbe risolta in cosi poco tempo mi pare molto strano!!!! :Very Happy:
Vabè,ti ringrazio per l'aiuto,comunque se qualche altro vuole suggerirmi altre opinioni/consigli su come migliorare e su come vedere meglio la faccenda dei modi mi aiuterebbe tantissimo,grazie!!!

Avatar utente
ambaradam
Maestro
Maestro
Messaggi: 2301
Iscritto il: 12 apr 2007, 10:27
Località: Roma

Re: Suonare modale o più precisamente????

Messaggio da ambaradam » 01 lug 2008, 11:22

Io non capisco che vuoi dire... :dubbioso:

Comunque per progredire adesso puoi studiare un pò di jazz, dove cambiano spesso tonalità, così ti devi imparare a cambiare opportunamente anche la tonalità delle scale :Very Happy: .
offro-vendo-f47/vendo-fender-strato-mex ... 12112.html Se volete una Fender mex mancina e/o un ampli Fender Frontman, a Roma

ThE_MaRiN83
Esperto
Esperto
Messaggi: 270
Iscritto il: 08 gen 2008, 22:05

Re: Suonare modale o più precisamente????

Messaggio da ThE_MaRiN83 » 01 lug 2008, 11:34

ambaradam ha scritto:Io non capisco che vuoi dire...
Lo so benissimo,anzi chiedo scusa,posso assicurare che non sono ancora rimbecillito cosi tanto da non sapermi più spiegare credimi!! :Very Happy: E' solo che è da pochissimo che mi accingo al suonare modale,e parlandone non so assolutamente da dove partire ho una confusione in testa non indifferente!!dato che suono da autodidatta su alcuni siti vedo che ci sono degli esempi sul jazz modale e alcuni di loro a volte riportano l'uso di scale stranissime per le quali io nn riesco a dare spiegazione.Per esempio su alcune lezioni online si parlava di suonare il do min frigio usando la scala di reb frigio;parlando del modo locrio invece si faceva riferimento alla possibilità di usare il fa# min locrio su do!!!!!! :paura:
Premetto che erano tutte lezioni sul jazz(mannaggia a me e a chi me l'ha fatto fare!!! :spara: )ma ripeto,sono nel buio più totale,dato che mi pare di capire che c'è "altro" modale al di fuori di quello di suonare un re min dorico su do ad esempio....oppure tutti sti siti che ho visto hanno tutti riportato delle grandi fesserie!!
Vabè,non so in che altra maniera spiegarmi,scusate! :pianto: :pianto:


Avatar utente
ambaradam
Maestro
Maestro
Messaggi: 2301
Iscritto il: 12 apr 2007, 10:27
Località: Roma

Re: Suonare modale o più precisamente????

Messaggio da ambaradam » 01 lug 2008, 11:46

Potrei anche essere io che non capisco :Very Happy:

Comunque non è che io sia espertissimo su scale modali, adesso arriverà qualcun'altro :esatto:
offro-vendo-f47/vendo-fender-strato-mex ... 12112.html Se volete una Fender mex mancina e/o un ampli Fender Frontman, a Roma

Avatar utente
Eric Johnson
Esperto
Esperto
Messaggi: 472
Iscritto il: 25 set 2006, 16:19
Località: Salerno

Re: Suonare modale o più precisamente????

Messaggio da Eric Johnson » 01 lug 2008, 12:26

ThE_MaRiN83 ha scritto:do maggiore ionico re minore dorico mi min frigio e via discorrendo,cosi finalmente ho capito che sto suonando modale

Purtroppo non è affatto così,Marin83:questo non è assolutamente suonare "modale"!E' vero,ci sono scambi intervellari dallo ionico al dorico etc,ma siamo davvero lontani dal concetto di Modo.Suonare re dorico(non re minore dorico!.. :wink: ) mi frigio o si locrio su do,non è per nulla suonare modale ma è semplicemente suonare la medesima scala a schemi intervallari diversi,tutto qui.
ThE_MaRiN83 ha scritto:Qualcuno mi spiega meglio il concetto del modale oppure mi consiglia qualche esercizio d'orecchio o qualsiasi cosa mi aiuti a capire meglio il concetto dei modi'??grazie mille in anticipo!!!!!
:yourock:
Il modo altro non è che l'esplorazione degli intervalli che generano quel modo stesso.Esempio,modo lidio in do:se vuoi suonare davvero "modale",devi costruire una scala lidia sul quarto grado aumentato,ossia suonerai un fa# lidio su do.Questo è solo l'inizio(Robert Fripp docet!).
Ovviamente cominci a non sentire differenza se suoni un re dorico o un fa lidio su do,ma metti in loop un pedale di do maj e comincia a suonare prima la scala maggiore di lab(frigio),poi la scala maggiore di sol(lidio),e scopri se noti qualche differenza!.. :rulez:
ThE_MaRiN83 ha scritto:dato che suono da autodidatta su alcuni siti vedo che ci sono degli esempi sul jazz modale e alcuni di loro a volte riportano l'uso di scale stranissime per le quali io nn riesco a dare spiegazione.Per esempio su alcune lezioni online si parlava di suonare il do min frigio usando la scala di reb frigio;parlando del modo locrio invece si faceva riferimento alla possibilità di usare il fa# min locrio su do!!!!!! :paura:
Premetto che erano tutte lezioni sul jazz(mannaggia a me e a chi me l'ha fatto fare!!! :spara: )ma ripeto,sono nel buio più totale,dato che mi pare di capire che c'è "altro" modale al di fuori di quello di suonare un re min dorico su do ad esempio....oppure tutti sti siti che ho visto hanno tutti riportato delle grandi fesserie!!
Vabè,non so in che altra maniera spiegarmi,scusate! :pianto: :pianto:
Posso darti un consiglio spassionato Marin83??La confusione è tanta,ma giustificata in fondo.Questo tipo di nozioni è meglio che te le fai spiegare da una persona accanto piuttosto che da dei siti attraverso un pc,al 90% delle volte non si arriva a capo di nulla cercando di imparare a suonare a questi livelli tramite internet!
Potrei pure continuare a spiegarti il motivo preciso per il quale uno di quei siti che hai visto ti diceva di suonare il reb frigio sul do ad esempio:il modo frigio ha come "intervallo notevole" la nona bemolle,ergo:reb frigio(lo stesso discorso che facevamo prima!..).Ma non credo che ci avrai capito granchè così,attraverso un cristo qualunque che su un forum ti spiega come suonare modale in due righe!
Credimi,molto meglio affidarsi ad un maestro o ad una persona esperta con la quale magari suoni e dalla quale puoi "rubare" ogni tipo d'idea e nozione pratico/teorica,mentre te la sta mostrando sulla chitarra! :wink: Oh è solo un consiglio eh,poi,de gustibus..
Ultima modifica di Eric Johnson il 01 lug 2008, 12:53, modificato 1 volta in totale.
"La vita è più veloce di un battito di ciglia.
La vita è incontrarsi e dirsi addio fino alla prossima volta".


Immagine

Avatar utente
darkfender
Maestro
Maestro
Messaggi: 3818
Iscritto il: 05 apr 2007, 10:36

Re: Suonare modale o più precisamente????

Messaggio da darkfender » 01 lug 2008, 12:33

provo a farla facile....

quando hai una progressione con 2 accordi (prima terza quinta) del genere C-Dmin

Potresti improvvisarci sopra in scala di do maggiore perchè se armonizzi la scala C è un primo grado e Dmin è un secondo grado di Do maggiore....

Però se ci guardi bene anche nella scala di Fa hai un C e un Dmin rispettivamente al quinto e al sesto grado.

quindi potresti suonare anche una scala di Fa maggiore.

Ora siccome nella progressione non appare nessun Fa e comunque la sonorità è particolare e ruoterebbe intorno a quella differenza da Do maggior a fa maggiore (ovvero l'alterazione sul B che in fa diventa Bb) non si può dire di suonare in Fa ma in Do Misolidio.

Ma se non avessi nessuna base ti chiederai quali siano le differenze tra suonare Fa o Do misolidio.
Beh ovviamente i riferimenti tipo tonica, terza quinta etc
La tonica di un do misolidio non è FA è Do

Vista da questo lato è un po' complessa.

Però pensala partendo dalle scale modali.
ogni modo ti descrive la sonorità in se della scala (e ti ricorda le alterazioni che sono appunto le responsabili di queste sonorità).

La differenza tra sunare modale e tonale è un po' complessa ora ho scritto queto di corsa sperando di non aver sbagliato nulla ciao

Avatar utente
miniron
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 167
Iscritto il: 19 mag 2008, 13:25
Località: Agrigento

Re: Suonare modale o più precisamente????

Messaggio da miniron » 01 lug 2008, 13:13

Eric Johnson ha scritto:Purtroppo non è affatto così,Marin83:questo non è assolutamente suonare "modale"!E' vero,ci sono scambi intervellari dallo ionico al dorico etc,ma siamo davvero lontani dal concetto di Modo.Suonare re dorico(non re minore dorico!.. :wink: ) mi frigio o si locrio su do,non è per nulla suonare modale ma è semplicemente suonare la medesima scala a schemi intervallari diversi,tutto qui.
Quoto. Io ne capisco pochino di queste cose, ma di sicuro così stai suonando la stessa scala su uno stesso accordo semplicemente iniziando da una nota diversa della stessa scala. Ma suonando sempre la stessa scala. Invece per suonare modale dovresti mantenere lo stesso accordo, che definisce la tonalità con cui vuoi suonare, ed eseguire le scale varie di DO in "modi" diversi. Spero di non avere detto castronerie ma questo è quello che so da ...... autodidatta.

ThE_MaRiN83
Esperto
Esperto
Messaggi: 270
Iscritto il: 08 gen 2008, 22:05

Re: Suonare modale o più precisamente????

Messaggio da ThE_MaRiN83 » 02 lug 2008, 16:25

Wow,finora ho sbagliato tutto,proprio quello che volevo sentirmi dire!!!!! :lollol: notevole...
Eric Johnson ha scritto:Esempio,modo lidio in do:se vuoi suonare davvero "modale",devi costruire una scala lidia sul quarto grado aumentato,ossia suonerai un fa# lidio su do.
Grazie infinite!!!!! e proprio questo che non capivo,infatti mi torna anche il discorso su quel reb frigio :Very Happy: :Very Happy: Però un'ultima cosa soltanto ma non è un pò suonare a caso così?? cioè io ho provato il fa# lidio su una base di do ma dopo 2 sec non ci ho capito più nulla di nulla!!! :dubbioso: Boh ho sbagliato qualcosa io o dovevo usare qualche altra scala boh????cioè è come se perdessi il filo della tonlità su cui sto suonando.
Vabè cmq avete ragione voi meglio andare da un maestro a questo punto!!!
:rocken:

Avatar utente
Eric Johnson
Esperto
Esperto
Messaggi: 472
Iscritto il: 25 set 2006, 16:19
Località: Salerno

Re: Suonare modale o più precisamente????

Messaggio da Eric Johnson » 02 lug 2008, 21:14

ThE_MaRiN83 ha scritto:ma non è un pò suonare a caso così?? cioè io ho provato il fa# lidio su una base di do ma dopo 2 sec non ci ho capito più nulla di nulla!!!
Quello che definisci "suonare a caso" è il limite che il tuo orecchio chiama "suonare Tonale":il "traguardo" lo raggiungi quando ti verrà naturale abbattere le barriere sonore che ti impone il Tonale.Quando entri nel playing del "Modale",invece,sei TU a decidere che andamento prende il pezzo:non hai più nessuna tonalità a cui dover far fronte,ma avrai soltanto la "tensione" che applicherai al pezzo,tramite i modi che userai a tua totale discrezione.In parole del tutto poverissime,andrai a suonare CONTRO la tonalità principale del pezzo,"distruggendola" via via durante l'esecuzione per far spazio al tuo gusto ed alle tue libere scelte!
Sarà davvero dura tornare indietro quando sarai dentro al Modale,quindi l'unico consiglio che ti si può dare,per ora,è di non andare per nulla di fretta..rinnovandoti ancora una volta il sincero consiglio di affidarti ad un buon maestro lì nelle tue vicinanze,che ti faccia capire molto meglio tutti questi discorsi,i quali ora come ora,letti così,davanti ad uno schermo,sono sicuro ti avranno solo incasinato ancora di più le idee!! :wink:
:ciauz:
"La vita è più veloce di un battito di ciglia.
La vita è incontrarsi e dirsi addio fino alla prossima volta".


Immagine

Avatar utente
odos
Maestro
Maestro
Messaggi: 2733
Iscritto il: 21 gen 2008, 20:33

Re: Suonare modale o più precisamente????

Messaggio da odos » 02 lug 2008, 21:26

ThE_MaRiN83 ha scritto: cioè io ho provato il fa# lidio su una base di do ma dopo 2 sec non ci ho capito più nulla di nulla!!!
Sicuro di non aver suonato un fa lidio su una base di do, e non fa diesis? Non e´che il motivo per cui non senti il colore é per questo, dal momento che suonare un fa lidio su do significa suonare un do e basta?

Il fa diesis lidio o il fa lidio li devi suonare rispettivamente su una base di fa diesis e su una base di fa.

Come hanno detto gli altri, prova a mettere un pedale di do, e solo do la nota, e poi suonaci sopra do ionico (maggiore di Do) do dorico (maggiore di si bemolle), do frigio (maggiore di sol diesis) e cosí via, e vedi se non senti i colori.
Le mie Jam su Neesk:

Podcast


"...in ognuno di noi dorme un genio. E sta sveglio un idiota"

Avatar utente
Eric Johnson
Esperto
Esperto
Messaggi: 472
Iscritto il: 25 set 2006, 16:19
Località: Salerno

Re: Suonare modale o più precisamente????

Messaggio da Eric Johnson » 02 lug 2008, 22:19

odos ha scritto:Il fa diesis lidio o il fa lidio li devi suonare rispettivamente su una base di fa diesis e su una base di fa.
Questo è il corretto procedimento per il modale...ma quello di base:io ho ampliato un pò questo discorso proprio perchè Marin83 lamentava il suo dispiacere nel non aver percepito alcuna "sonorità forte e sconosciuta al suo orecchio".Il lavoro da fare,nel suonare modale,sta nell'esplorare i gradi alterati di quel modo che si stà sfruttando(ecco perchè il fa# lidio su DO,non statico ad oltranza su fa# :wink: ).
Lo so bene,viene fuori una sonorità che sembra aliena,ma "aliena",fortunatamente,non è(dopotutto,se suonare modale fosse stato così semplice,forse "So What" non sarebbe mai stata composta! :Very Happy: ).

(D'altronde,gliel'ho detto di andare da un maestro ma nulla...speriamo abbia capito a cosa và incontro ora:Marin83,sei ancora in tempo per restare sulle pentatoniche..salvati almeno tu!!!!) :lollol:
"La vita è più veloce di un battito di ciglia.
La vita è incontrarsi e dirsi addio fino alla prossima volta".


Immagine

Avatar utente
odos
Maestro
Maestro
Messaggi: 2733
Iscritto il: 21 gen 2008, 20:33

Re: Suonare modale o più precisamente????

Messaggio da odos » 03 lug 2008, 22:32

Eric Johnson ha scritto: Questo è il corretto procedimento per il modale...ma quello di base:io ho ampliato un pò questo discorso proprio perchè Marin83 lamentava il suo dispiacere nel non aver percepito alcuna "sonorità forte e sconosciuta al suo orecchio".Il lavoro da fare,nel suonare modale,sta nell'esplorare i gradi alterati di quel modo che si stà sfruttando(ecco perchè il fa# lidio su DO,non statico ad oltranza su fa# :wink: ).

:
Ops, sorry. Avevo letto un po' di fretta.

Mi aveva un attimo confuso quel fa diesis lidio su do. Io non l'ho mai chiamato così, l'ho sempre considerato una scala maggiore mezzo tono sopra. Bella storta non c'è che dire...e anche effettivamente strausata.

Mi chiedo solo come mai lo intendi come modale, sperando che la domanda non sia OT. Alla fine è una maggiore mezzo tono sopra

Io concepisco il modale principalmente come brani interi, o sviluppati armonicamente su un modo (so what) oppure in generale pochi accordi rigorosamente non diatonici dove ci si può sbizzarrire coi colori e modi più disparati (vedi Hancock, Shorter e da lì in avanti tutti)

Ma in generale l'uso di modi su accordi non credo possa definirsi suonare modale in sè, o mi sbaglio? Posso avere una banalissima cadenza II V I e suonarci frigio, frigio, lidio, ma non lo definirei modale, la cadenza è tonale.
Le mie Jam su Neesk:

Podcast


"...in ognuno di noi dorme un genio. E sta sveglio un idiota"

Avatar utente
Eric Johnson
Esperto
Esperto
Messaggi: 472
Iscritto il: 25 set 2006, 16:19
Località: Salerno

Re: Suonare modale o più precisamente????

Messaggio da Eric Johnson » 04 lug 2008, 00:44

odos ha scritto:Mi chiedo solo come mai lo intendi come modale, sperando che la domanda non sia OT. Alla fine è una maggiore mezzo tono sopra
Semplicemente perchè,come ho spiegato prima,quel Fa# è il grado che funge da motivo principale per il quale quel modo SUONA Lidio,è "modale" perchè quel quarto grado aumentato è la caratteristica notevole e principale del modo lidio in do,è tutto qui.Fin quando suoni il Do Lidio su Do maj,suoni modale,ma se vuoi suonare"out"in lidio,allora prenderai quel quarto grado aumentato di do(fa#)e lo suonerai lidio,alternandolo al do lidio quando vorrai tornare "in".
Non ho nominato,infatti,"So What" per caso:grazie a questo brano,il Dorico è diventato l'incubo notturno di miriadi di persone! :Ok: Se ad esempio suoni quel brano in Do,rimarrai "in" suonando il normale do dorico,e quando deciderai di andare fortemente "out" prenderai il sesto grado(che è quello che "colora" il modo dorico)e costruirai una nuova scala dorica su quel grado,quindi un La dorico.E così via,anche su La prenderai il sesto grado e suonerai un Fa# dorico...e ancora ad oltranza,alternandole tutte a tuo piacimento..Le soluzioni disposte dal modale sono pressocchè infinite se vogliamo! :wink:
odos ha scritto:Ma in generale l'uso di modi su accordi non credo possa definirsi suonare modale in sè, o mi sbaglio? Posso avere una banalissima cadenza II V I e suonarci frigio, frigio, lidio, ma non lo definirei modale, la cadenza è tonale.
La questione proposta dal nostro marin83:l'uso di un mi frigio,di un fa lidio o di un la eolio su Do,se intendevi questo,non porta per nulla ad ambiti modali..semplicemente porta ad avere intervalli diversi come detto sopra,e a suonare la scala maggiore partendo dal terzo,quarto e sesto grado,that's all!
Posto che su un 2-5-1 si può praticamente suonare dal primo al ventiquattresimo tasto della chitarra,se contestualizzato,qualunque arpeggio o scala può suonare divinamente sulla maggior parte di accordi(su tutti il semidiminuito,aperto praticamente ad infinite soluzioni!),dipende dalla struttura intervallare che dai a quel giro:è ovvio che sul classico giro visto come remin7/sol7/domaj7 un playing prettamente modale possa conferire dissonanze del tutto non gradite al nostro orecchio.
Ma suonando su alcuni suoi cambi,come ad esempio:Lab7 Mib7(tritono di re)/Lab7 Reb7(tritono di sol)/Emin7b5 Solmin6(sostituzione dorica di do7) ..Nemmeno ce la faccio a calcolare tutte le soluzioni modali che potrebbero saltare fuori! :band:
"La vita è più veloce di un battito di ciglia.
La vita è incontrarsi e dirsi addio fino alla prossima volta".


Immagine


Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti