Studiare a orecchio

Di tutto di più sul suonare la chitarra

Moderatori: David, forons, avanzo, lespaul

Noteskisser
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 100
Iscritto il: 15 set 2008, 01:25

Studiare a orecchio

Messaggio da Noteskisser » 05 feb 2009, 00:53

Ciao, vi pongo una domanda secca e, mi raccomando, rispondetemi numerosi perfavore: è possibile tirare giù a orecchio qualunque pezzo? :ciauz:


Avatar utente
silente
Maestro
Maestro
Messaggi: 5493
Iscritto il: 23 apr 2007, 09:53

Re: Studiare a orecchio

Messaggio da silente » 05 feb 2009, 08:34

Dipende dall'orecchio e dalla velocità del brano. L'orecchio si può allenare, ma dopo un certo limite di velocità inizia ad avere difficoltà sui cromatismi e sulle 3e 5e e 8e che iniziano tutte a rassomigliarsi, o sugli accordi sostituibili. Ovviamente io parlo delle mie difficoltà; Mozart a quattordici anni quando era a Roma dopo aver ascoltato il Miserere di Gregorio Allegri e non potendo ottenerne lo spartito, trascrisse il brano musicale a memoria quasi senza errori. :ciao:
ImmagineIl Cantagallo Podcast

Noteskisser
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 100
Iscritto il: 15 set 2008, 01:25

Re: Studiare a orecchio

Messaggio da Noteskisser » 05 feb 2009, 08:37

Ehehe, forte Silente, sarai silente ma scrivi. Naturalmente, come hai capito, la mia domanda era rivolta al chitarrista medio o bravo ma non con doti eccezionali quanto Mozart; sono d'accordo con te, nella comprensione di alcuni passaggi incidono la velocità, la stuttura di alcune tecniche e come sono fatte, cioè la pulizia. Se un tapping veloce o uno sweep picking non sono precisi, puoi al massimo intuirli, quando ci riesci...Grazie Silente.

Avatar utente
MkMouss
Maestro
Maestro
Messaggi: 2196
Iscritto il: 12 set 2008, 11:19
Contatta:

Re: Studiare a orecchio

Messaggio da MkMouss » 05 feb 2009, 11:18

io sono arrivato all'affermazione che, qualsiasi cosa riesci a canticchiare (in maniera perfetta) la sai anche riprodurre sulla tastiera (in maniera perfetta).
Almeno questo vale per me!! :Very Happy:
fortunatamente con il mio buon orecchio (e ringrazio Dio tutti i giorni) le cose che riesco a cantare sono tantisssssime! :beer:
Gibson Les Paul standard '99 - Gibson ES335 Dot Ressue '95 - Blue Guitars Telecaster 2004
Lisa homeguitar tele style '09 --> WORK IN PROGRESS!!!!
FENDER BANDMASTER Silverface 68 - BLACKSTAR Artisan 15H
http://www.myspace.com/eyestonebrain
La funzione "Cerca" è tua amica !!

Metallo
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 61
Iscritto il: 22 gen 2009, 10:23

Re: Studiare a orecchio

Messaggio da Metallo » 05 feb 2009, 17:57

"...la mia domanda era rivolta al chitarrista medio..."
Beh, prenditi un po' di file di GuitarPro di un qualsiasi assolo metal.... non ce n'è uno decente e soprattutto sono tutti diversi. (proprio adesso sto cercando l'assolo di Walk dei Pantera e non riesco a trovarne uno che si avvicini a quello vero). Comunque non è u problema solo del chitarrista medio.

La verità è che a certe velocità, col suono distorto e con i mille modi/tecniche con cui si può suonare quel magnifico strumento che è la chitarra diventerebbe difficile tirar giù il pezzo anche per Mozart... se poi c'è sotto una ritmica spaccaorecchie... è ancora più difficile.

....eh eh però sarei curioso di vedere Mozart che mi tira giù un solo degli Slayer :sviolinata: qualcuno me lo va a chiamare? :lol: :lollol: :lol:


Noteskisser
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 100
Iscritto il: 15 set 2008, 01:25

Re: Studiare a orecchio

Messaggio da Noteskisser » 05 feb 2009, 19:25

Sono d'accordo con Metallo e in linea di massima con tutti voi che, in determinati generi da "suono saturo" ci sono indiscutibili problemi a tirare giù a orecchio un pezzo. e non ascolto il Death e il Black. chissà quelli!
MrMouss, se ho capito giusto, dici che riesci a tirare giù buon parte di ciò che ascolti, che generi suoni? Ciao!

Avatar utente
darkfender
Maestro
Maestro
Messaggi: 3818
Iscritto il: 05 apr 2007, 10:36

Re: Studiare a orecchio

Messaggio da darkfender » 06 feb 2009, 09:56

esistono studi appositi che sono utilissimi per i chitarristi.

Ci sono un mucchio di programmi gratuiti per ear training :D

Noteskisser
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 100
Iscritto il: 15 set 2008, 01:25

Re: Studiare a orecchio

Messaggio da Noteskisser » 07 feb 2009, 05:28

darkfender ha scritto:esistono studi appositi che sono utilissimi per i chitarristi.

Ci sono un mucchio di programmi gratuiti per ear training :D
Ciao Darkfender, si per esempio c'è Earope ma io da sempre cerco di tirare giù i pezzi a orecchio ma, talvolta, mi capita di non capirli in alcuni punti e quindi ricorrre al rallentamento degli stessi o alle tablature. Ho posto la domanda perchè volevo sapere se capita soltanto a me. A te succede? Ciao! :ciauz:

Avatar utente
RobbyLanta
Maestro
Maestro
Messaggi: 2214
Iscritto il: 22 ott 2008, 22:02
Località: Bologna

Re: Studiare a orecchio

Messaggio da RobbyLanta » 07 feb 2009, 15:11

io ad'orecchio imparo più o meno tutti i pezzi :Very Happy: tipo smoke on the water me la sono imparata a 8 anni ad'orecchio (l'assolo lo imparato due anni dopo sempre ad'orecchio), senno anche enter sandman lo imparata ad'orecchio ,certo pezzi come arpeggios from hell non li riesco a tirare fuori ad'orecchio (vabbeh che non li saprei fare neanche se ywngie malmeestein me li insegnasse)
Podcast
Different Ways (New mood))

Avatar utente
darkfender
Maestro
Maestro
Messaggi: 3818
Iscritto il: 05 apr 2007, 10:36

Re: Studiare a orecchio

Messaggio da darkfender » 08 feb 2009, 01:44

Noteskisser ha scritto:
darkfender ha scritto:esistono studi appositi che sono utilissimi per i chitarristi.

Ci sono un mucchio di programmi gratuiti per ear training :D
Ciao Darkfender, si per esempio c'è Earope ma io da sempre cerco di tirare giù i pezzi a orecchio ma, talvolta, mi capita di non capirli in alcuni punti e quindi ricorrre al rallentamento degli stessi o alle tablature. Ho posto la domanda perchè volevo sapere se capita soltanto a me. A te succede? Ciao! :ciauz:
a me capita con alcuni passaggi veloci ma è raro...anche perchè di solito i passaggi veloci sono schematici quindi facili da capire...

Faccio un esempio? superstitious degli europe un punto del solo è incomprensibile :/
Anche peggio se si usano tecniche strane (vedi Mr. Sambora in you give love a bad name in cui mentre fa slide tapping usa la leva col gomito :paura: ) o quando sono effettatissimi e non escono (vedi bridge di Hammer to fall dei queen).

Nel caso si cambia...tanto suonare nota per nota se non fai un tributo ufficiale a un solo gruppo, non interessa a nessuno.

Avatar utente
Fabyguitar
Esperto
Esperto
Messaggi: 372
Iscritto il: 22 set 2008, 14:39

Re: Studiare a orecchio

Messaggio da Fabyguitar » 08 feb 2009, 11:13

Anche peggio se si usano tecniche strane (vedi Mr. Sambora in you give love a bad name in cui mentre fa slide tapping usa la leva col gomito :paura: ) o quando sono effettatissimi e non escono (vedi bridge di Hammer to fall dei queen).
Cosa ci sarebbe di strano nel bridge di hammer to fall?

Cmq io nei passagi lenti più o meno me la cavo, quelli veloci magari riesco a rifarli se capisco la scala che si utilizza ( ad esempio la pentatonica minore in brighton rock) però cmq riprodurli esattamente nota per nota ad orecchio secondo me è impossibile

Avatar utente
fabi
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 84
Iscritto il: 25 set 2008, 17:59

Re: Studiare a orecchio

Messaggio da fabi » 08 feb 2009, 19:02

Si esatto si possono capire i patterns veloci ma replicarli esattamente e' quasi impossibile, come dice lo stesso Dave Kilminster

Avatar utente
darkfender
Maestro
Maestro
Messaggi: 3818
Iscritto il: 05 apr 2007, 10:36

Re: Studiare a orecchio

Messaggio da darkfender » 09 feb 2009, 15:44

impossible is nothing >.>

a sbattersi si fa tutto......ci sono orde di fanatici che prima dei tab su internet suonavano versioni maniacalmente IDENTICHE dei pezzi dei loro guitar hero preferiti.

Avatar utente
Dark Angel
Maestro
Maestro
Messaggi: 2724
Iscritto il: 09 ago 2007, 22:52

Re: Studiare a orecchio

Messaggio da Dark Angel » 09 feb 2009, 19:45

silente ha scritto:Mozart a quattordici anni quando era a Roma dopo aver ascoltato il Miserere di Gregorio Allegri e non potendo ottenerne lo spartito, trascrisse il brano musicale a memoria quasi senza errori. :ciao:
Quando lessi questa notizia su wikipedia, era il periodo in cui avevo appena preso la chitarra acustica e mi tiravo giù gli accordi a orecchio, con difficoltà abbastanza grosse, tempi lunghi, e metodi "prova e riprova a casaccio".
Mi ricordo che ci rimasi malissimo.
Tired of lying in the sunshine staying home to watch the rain
You are young and life is long and there is time to kill today
And then the one day you find ten years have got behind you
No one told you when to run, you missed the starting gun

And you run and you run to catch up with the sun, but it's sinking
And racing around to come up behind you again
The sun is the same in the relative way, but you're older
And shorter of breath and one day closer to death

Noteskisser
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 100
Iscritto il: 15 set 2008, 01:25

Re: Studiare a orecchio

Messaggio da Noteskisser » 16 feb 2009, 05:58

Se il chitarrista non è precisissimo magari puoi intuire cos'ha fatto in un punto ma non puoi metterci la mano sul fuoco. Sappiamo tutti che una scala può essere scomposta e ricomposta in decine di modi, quindi si può capire la scala che ha usato ma, magari, in un punto che non ci è chiaro non è detto che abbia abbinato due note consecutive, soprattutto nei casi in cui le scale vengono eseguite velocemente col tapping. Chiaramente se l'esecutore è un guitar hero sarà preciso e comprensibile, in un altro caso è da vedere. Anche alcuni sweep picking non sono sempre chiari, vedi quelli di Canon rock, inoltre conta quanto influiscono gli altri strumenti a rendere più difficile l'ascolto, cosa che nell'Heavy metal è frequente.. :band:


Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti