Quanto può influenzare la qualità dello strumento (...)

Di tutto di più sul suonare la chitarra

Moderatori: David, forons, avanzo, lespaul

Avatar utente
Cherpitel
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 121
Iscritto il: 18 ott 2011, 01:26

Quanto può influenzare la qualità dello strumento (...)

Messaggio da Cherpitel » 20 mar 2012, 02:56

(...) sull'apprendimento? E sopratutto, la scarsa qualità può essere un limite? Dico ciò perchè leggendo qua e là ho notato che molti sostengono che uno strumento scarso possa influenzare molto. Alcuni dicono che uno strumento scarso non può permetterti di capire se l'errore lo hai commesso tu o lo strumento.. altri dicono che un cattivo strumento ti fa' passare la voglia di suonare e progredire poichè ti limita, ecc.

Io ho 2 chitarre (una classica e una elettrica) super-economiche ed in effetti provando una fender telecaster americana (1000 e passa € di chitarra) devo dire che mi sembrava di essere Jimi Hendrix (quale bestemmia, ahah!).

Ciò che Vi domando è.. devo cambiare strumentazione per migliorare? Oppure posso continuare così?


Avatar utente
Frank Flicker
Maestro
Maestro
Messaggi: 5930
Iscritto il: 10 mag 2007, 13:39
Località: bergamo/brescia

Re: Quanto può influenzare la qualità dello strumento (...)

Messaggio da Frank Flicker » 20 mar 2012, 09:13

la qualità dello strumento secondo me deve andare di pari passo con quella del musicista. mi spiego.

la maggior parte di quelli che cominciano a suonare da bambini non sanno la differenza tra un single coil e un humbucker e le chitarre hanno tutte lo stesso suono, in questo caso chi si accorgerebbe addirittura della qualità dello strumento? se uno non riesce neanche a premere le corde perchè deve farsi i calli sulle dita, allora non percepirà mai la qualità dello strumento.

diverso è il discorso per chi suona già da un po' di tempo: di chitarre magari ne ha provate più di una, e la sua tecnica gli permette di adattarsi a qualsiasi chitarra per farla rendere al meglio, insomma, le sfumature di suono che il bravo musicista sa controllare vengono giustamente risaltate dalla qualità della chitarra.

secondo me è meglio imparare su chitarre economiche, sarà poi molto più facile passare a chitarre più pregiate: se preima per fare un bending e farlo uscire dall'amplificatore dovevo stringere i denti, con una chitarra migliore quella stessa azione dovrebbe risaltare meglio.

blacky123
Maestro
Maestro
Messaggi: 1949
Iscritto il: 26 ago 2011, 18:33

Re: Quanto può influenzare la qualità dello strumento (...)

Messaggio da blacky123 » 20 mar 2012, 09:44

Quoto :Ok:

Avatar utente
Custom Legend
Esperto
Esperto
Messaggi: 618
Iscritto il: 21 set 2009, 17:10

Re: Quanto può influenzare la qualità dello strumento (...)

Messaggio da Custom Legend » 20 mar 2012, 23:14

occhio che pero' basso prezzo non vuol dire scarsa qualita' e anche viceversa.
Immagine
"Music expresses that which cannot be put into words and cannot remain silent"

La funzione cerca e' tua amica!!! The search function is your friend!!! La fonction de recherche est votre ami!!! La función de búsqueda es tu amigo!!! Die Suchfunktion ist dein Freund!!!
وظيفة البحث هو صديق функцията за търсене е вашият приятел 搜索功能是你的朋友

Avatar utente
rhapsody
Esperto
Esperto
Messaggi: 691
Iscritto il: 15 mag 2011, 21:37

Re: Quanto può influenzare la qualità dello strumento (...)

Messaggio da rhapsody » 21 mar 2012, 16:03

Colgo l'occasione per porvi un quesito.
Ammesso e non concesso che il prezzo possa essere un approssimativo indicatore della qualità di uno strumento,
voi, fra uno strumento di medio prezzo (poniamo 700-800 euro) e uno strumento di prezzo elevato (2000 euro o anche più) ci sentite di solito una differenza di qualità proporzionale alla differenza di prezzo?
Io no. :dubbioso: E' il mio orecchio che è limitato :Very Happy: oppure bisogna essere dei professionisti che suonano ore e ore al giorno per poter apprezzare pienamente uno strumento di qualità elevata?


blacky123
Maestro
Maestro
Messaggi: 1949
Iscritto il: 26 ago 2011, 18:33

Re: Quanto può influenzare la qualità dello strumento (...)

Messaggio da blacky123 » 21 mar 2012, 19:59

@ Rhapsody.

Secondo me la differenza di qualità NON è proporzionale alla differenza di prezzo. Però credo che un professionista sia in grado di apprezzare il tutto più di noi, dato che con lo strumento ci passa veramente tante ore. Ed infatti credo che gli strumenti di qualità elevata siano solo per professionisti, non tanto per il suono quanto per l'affidabilità generale dello strumento, nonostante qualcuno (tanti - troppi) la pensi diversamente (ovviamente ciascuno di noi può acquistare per sfizio uno strumento al top di gamma, però non lo sfrutterebbe per quanto vale, non avendo la possibilità di trarne le utilità che gli sono peculiari).

Avatar utente
Cherpitel
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 121
Iscritto il: 18 ott 2011, 01:26

Re: Quanto può influenzare la qualità dello strumento (...)

Messaggio da Cherpitel » 22 mar 2012, 03:12

blacky123 ha scritto:@ Rhapsody.

Secondo me la differenza di qualità NON è proporzionale alla differenza di prezzo. Però credo che un professionista sia in grado di apprezzare il tutto più di noi, dato che con lo strumento ci passa veramente tante ore. Ed infatti credo che gli strumenti di qualità elevata siano solo per professionisti, non tanto per il suono quanto per l'affidabilità generale dello strumento, nonostante qualcuno (tanti - troppi) la pensi diversamente (ovviamente ciascuno di noi può acquistare per sfizio uno strumento al top di gamma, però non lo sfrutterebbe per quanto vale, non avendo la possibilità di trarne le utilità che gli sono peculiari).
Concordo. Ogni qual volta mi viene detto che la mia chitarra fa' schifo (ed è vero!) rispondo che per le mie abilità odierne è anche fin troppo. Poi ovvio quando e sopratutto se migliorerò cambierò chitarra. Però come detto in precedenza, provando una Tele 1000€ e passa) in un negozio suonavo meglio.. Non per quanto riguarda il suono.. ma per la mani... non so volavano.. Come si può spiegare ciò?

Avatar utente
mamasa
Maestro
Maestro
Messaggi: 3082
Iscritto il: 21 lug 2010, 16:08
Località: Melbourne, VIC, Australia

Re: Quanto può influenzare la qualità dello strumento (...)

Messaggio da mamasa » 22 mar 2012, 08:40

Dipende dal fatto che è una chitarra di buona fattura, con un manico comodo e bilanciato, l'action ben regolata, eccetera. Però questo non c'entra molto con l'apprendimento, diciamo che eri in condizioni ottimali per suonare quindi le dita scorrevano meglio e dovevi fare meno sforzi nel premere le corde. Nè tantomeno col costo. Probabilmente avresti avuto una sensazione simile mettendo le mani su una Vintage da 300€ (con un buon setup).
Tutti sanno dire "ti amo", ma pochi sanno dire "vuoi quei kiwi?".

Siccome Piove
Podcast Immagine

Avatar utente
flairjes
Esperto
Esperto
Messaggi: 809
Iscritto il: 11 nov 2011, 11:09
Località: Milano

Re: Quanto può influenzare la qualità dello strumento (...)

Messaggio da flairjes » 22 mar 2012, 15:28

Però c'è da dire una cosa..
Tenendo comunque presente che ormai non è più vero che prezzo maggiore = qualità maggiore bisogna tener presente che, arrivati ad un certo punto bisognerebbe fare un passettino in avanti..
Io, come tutti, ho cominciato a suonare con una Squier da 100 euro, ma devo dire che, al primo acquisto "serio" (la Fernandes Telecaster) il cambiamento l'ho sentito..
Diciamo che ora, se scegli bene (su questo forum ci sono 15265421 opzioni :Very Happy: ) con 300 euro (sull'usato, poi!) ti porti a casa una chitarra bellina, con buonissime qualità (evviva la globalizzazione :dance: ) :ciao:
"I'm just a musical prostitute, my dear". Freddie Mercury

Axes:
Gibson Les Paul STD '08 Honey Burst
Amps:
Peavey Classic 30
H&K Edition Blue 15r
Pedals:
MXR MicroAmp
TECH 21 Wah
BOSS CS-3
TC Electronic Polytune


blacky123
Maestro
Maestro
Messaggi: 1949
Iscritto il: 26 ago 2011, 18:33

Re: Quanto può influenzare la qualità dello strumento (...)

Messaggio da blacky123 » 22 mar 2012, 17:50

Cherpitel ha scritto: Concordo. Ogni qual volta mi viene detto che la mia chitarra fa' schifo (ed è vero!) rispondo che per le mie abilità odierne è anche fin troppo. Poi ovvio quando e sopratutto se migliorerò cambierò chitarra. Però come detto in precedenza, provando una Tele 1000€ e passa) in un negozio suonavo meglio.. Non per quanto riguarda il suono.. ma per la mani... non so volavano.. Come si può spiegare ciò?
Certo. Le mani volavano perchè lo strumento era migliore del tuo e meglio suonabile. Però questo non ha voluto dire che tu in quel momento hai superato il livello che ti era tipico in quel momento. Solo, essendo abituato a suonare una chitarra un pò più difficile, ti sei trovato meglio. Poi, proseguendo nel suonare la Tele 1000€epassa per diversi giorni, ti saresti reso conto, con disappunto, che le cose (dico tecnica) che sapevi fare con la vecchia sono le stesse che al massimo ti venivano fuori con la nuova, solo che facevi forse meno fatica a farle. Dopo ulteriori giorni, ti saresti reso conto di un'altra cosa: che l'assuefazione (leggi anche downgrade, da un certo punto di vista) alla nuova - e più facile - chitarra ti rendeva la vita nè più nè meno facile/difficile allo stesso modo dell'altra chitarra.
In pratica: non è che se io prendo la chitarra di Malmsteen poi posso tecnicamente diventare come lui. Troverò forse più facile suonare le stesse cose che faccio ora, però il resto è un'altra storia. :ciauz:

blacky123
Maestro
Maestro
Messaggi: 1949
Iscritto il: 26 ago 2011, 18:33

Re: Quanto può influenzare la qualità dello strumento (...)

Messaggio da blacky123 » 22 mar 2012, 17:55

flairjes ha scritto:Però c'è da dire una cosa..
Tenendo comunque presente che ormai non è più vero che prezzo maggiore = qualità maggiore bisogna tener presente che, arrivati ad un certo punto bisognerebbe fare un passettino in avanti..
Io, come tutti, ho cominciato a suonare con una Squier da 100 euro, ma devo dire che, al primo acquisto "serio" (la Fernandes Telecaster) il cambiamento l'ho sentito..
Diciamo che ora, se scegli bene (su questo forum ci sono 15265421 opzioni :Very Happy: ) con 300 euro (sull'usato, poi!) ti porti a casa una chitarra bellina, con buonissime qualità (evviva la globalizzazione :dance: ) :ciao:
Brava, come al solito. E' giusto che con le maggiori possibilità e disponibilità di strumenti odierne, fare un passetto avanti ogni volta (come chitarra) senza spendere troppo, è abbastanza semplice. Se si può (esempio vendo la vecchia per cavarne fuori qualcosa per la nuova) è meglio farlo perchè si sperimenta di più. NAturalmente soldini permettendo, soprattutto se si è come me, che non vendo mai nulla talmente mi ci affeziono e quindi ogni volta dovrei fare un nuovo investimento da zero.

Avatar utente
SteveMurray
Principiante
Principiante
Messaggi: 16
Iscritto il: 24 mar 2012, 23:18

Re: Quanto può influenzare la qualità dello strumento (...)

Messaggio da SteveMurray » 26 mar 2012, 15:04

blacky123 ha scritto: Certo. Le mani volavano perchè lo strumento era migliore del tuo e meglio suonabile. Però questo non ha voluto dire che tu in quel momento hai superato il livello che ti era tipico in quel momento. Solo, essendo abituato a suonare una chitarra un pò più difficile, ti sei trovato meglio. Poi, proseguendo nel suonare la Tele 1000€epassa per diversi giorni, ti saresti reso conto, con disappunto, che le cose (dico tecnica) che sapevi fare con la vecchia sono le stesse che al massimo ti venivano fuori con la nuova, solo che facevi forse meno fatica a farle. Dopo ulteriori giorni, ti saresti reso conto di un'altra cosa: che l'assuefazione (leggi anche downgrade, da un certo punto di vista) alla nuova - e più facile - chitarra ti rendeva la vita nè più nè meno facile/difficile allo stesso modo dell'altra chitarra.
In pratica: non è che se io prendo la chitarra di Malmsteen poi posso tecnicamente diventare come lui. Troverò forse più facile suonare le stesse cose che faccio ora, però il resto è un'altra storia. :ciauz:
Condivido pienamente!
Secondo me il lato positivo di iniziare a suonare con una chitarraccia è che passando ad uno strumento migliore si possono apprezzare i veri motivi per cui lo strumento è migliore (manico più scorrevole, elettroniche migliori, qualità ecc..)!
Resta comunque il fatto che è anche più motivante e da più soddisfazione suonare con una buona chitarra ed un buon ampli che suonare con una strumentazione mediocre!
:wink:
'Straight time on the road to Hell!' R.G.

Avatar utente
Cherpitel
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 121
Iscritto il: 18 ott 2011, 01:26

Re: Quanto può influenzare la qualità dello strumento (...)

Messaggio da Cherpitel » 06 apr 2012, 01:44

Ma.. pensandoci bene.. cosa influenza la scorrevolezza del manico?

Avatar utente
odos
Maestro
Maestro
Messaggi: 2733
Iscritto il: 21 gen 2008, 20:33

Re: Quanto può influenzare la qualità dello strumento (...)

Messaggio da odos » 06 apr 2012, 09:25

secondo me se hai i soldi, compra il top del top e basta. Lo scopo è suonare, non l'ascesi. Altrimenti bisogna concedersi perlomeno il minimo sindacale: una chitarra senza limiti di "assettabilità" e con un buon suono.
Le mie Jam su Neesk:

Podcast


"...in ognuno di noi dorme un genio. E sta sveglio un idiota"

Avatar utente
Cherpitel
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 121
Iscritto il: 18 ott 2011, 01:26

Re: Quanto può influenzare la qualità dello strumento (...)

Messaggio da Cherpitel » 16 apr 2012, 23:19

Aaaah, INFLUENZA tantissimo! Sopratutto se suoni per mesi una classica cinese "dura come un mattone" da 30€ :D

Mi spiego, oggi ho provato un po di acustiche tra cui un Ibanez (110€, non so che modello sia, ma sono INNAMORATO).. cristo, è tutto un altro mondo. Suono, scorrevolezza, tutto. Per farvi un esempio, col la mia classica fatico assai a prendere chessò, un Fa con barrè (infatti utilizzo un altra diteggiatura) ecco, in mezzora con l'Ibanez lo prendevo praticamente senza il minimo sfrozo. Non credo sia suggestione, però non si sa mai eheh. :Ok:
Penso proprio l'acquisterò, il prezzo come vi sembra? Ho chiesto ad un amico e mi ha detto essere buono..

Ps: Ho provato anche una Cort da 170€ amplificabile, ma non ho avuto lo stesso feeling. Per niente.
Peccato che l'Ibanez non lo sia, accidenti! :Confuso:


Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti