Quale scala minore?

Di tutto di più sul suonare la chitarra

Moderatori: David, forons, avanzo, lespaul

Altro
Maestro
Maestro
Messaggi: 4085
Iscritto il: 21 ott 2008, 19:18

Re: Quale scala minore?

Messaggio da Altro » 13 gen 2009, 13:51

Angus9046 ha scritto:
io però uso l'altra... uhm non ho un motivo preciso... forse solo perchè mi trovo meglio a suonarla in legato...
Esatto!
A Vespa preferisco Lambretta,
e Biondina a Brunetta .

Messaggio di hereistay il Ago 11 2011, 15:39
Altro ma ci sei o ci fai? credo che gente come te faccia bene a cancellarsi dal forum

Se sei anche tu di questa opinione evita di farmi delle domande


Avatar utente
Mirko
Maestro
Maestro
Messaggi: 1242
Iscritto il: 08 nov 2006, 22:35

Re: Quale scala minore?

Messaggio da Mirko » 13 gen 2009, 21:55

Altro ha scritto:
Mirko ha scritto:

Dispiace anche a me che le cose siano più semplici di come le esponi, sono veramente addolorato.... :frown:

Le diteggiature sono identiche, vanno posizionate nella maniera opportuna; stai complicando la vita a chi ha aperto il topic.

Bisogna esporli in maniera semplice i concetti, soprattutto quando sono già tali di per se.
Non capisco tutto questo inutile sarcasmo. Se vuoi renderti utile devi dimostrare che suonare in 1° posizione di Do mentre si suona un brano in Lam è sensato. Fai delle note che non "steccano" ma questo è molto lontano dal fare delle note sensate. Quello che sto cercando dire (ma vedo che in questa parte del forum ho particolari difficoltà a farmi capire) è che per fare note sensate occorre seguire un metodo che è quello di riconoscere l'accordo su cui si sta suonando. Forse per te questo è complicare le cose, ma per me è chiamare gatto un gatto, senza cercare di stabilirne la specie. Per carità, è vero che è un felino come il leone, ma col gatto ci fai cose che col leone risultano impossibili e pericolose.
Non sentirti offeso se ho il coraggio di essere il disaccordo
l'inuile sarcasmo era in risposta al tuo inutile intervento (solo la parte rivolta a me)
E cmq sono io che chiamo gatto un gatto; tu arrivi sapiente a dire che non è un gatto ma è un persiano....

Hai risposto ad una mia affermazione con "Mi spiace ma le diteggiature sono diverse se parti dalla fondamentale....Sono solo uguali le note"
Il che sottintende che io ho scritto una cosa errata.
La cosa che ho scritto è: La scala minore naturale ha le stesse diteggiature della scala maggiore (ha le stesse note)

Ora dimmi....su che cosa "hai il coraggio" di sentirti in disaccordo? vuoi forse dare a intendere che per suonare e improvvisare in tonalità minore naturale bisogna imparare nuovi pattern rispetto a quelli usati per suonare in tonalità maggiore?

Si o No?

I box sono i soliti o sono differenti?

Vogliamo fare i disegnini dei pattern su tutta la tastiera delle note della tonalià di sol maggiore e confrontarli con quelli della tonalità minore di mi?

Vogliamo fare i disegnini di tutti pattern dei modi maggiori e confrontarli con quelli relativi dei modi minori?

chiudo qua che è meglio... :ciauz:
Immagine
Sabry Immagine

Avatar utente
fabi
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 84
Iscritto il: 25 set 2008, 17:59

Re: Quale scala minore?

Messaggio da fabi » 14 gen 2009, 02:46

Altro ha scritto:
Dark Angel ha scritto:
Ma non sarebbe così ??

e---5---7---8
B---5---6---8
G---5---7
D---5---7---9
A---5---7---8
E---5---7---8
Oopps! Yes...oppure
G---4---5---7
D---5---7

Grazie per la precisazione...
io uso la tre note per corda
e---7---8---10
B---6---8---10
G---5---7---9
D---5---7---9
A---5---7---8
E---5---7---8

Altro
Maestro
Maestro
Messaggi: 4085
Iscritto il: 21 ott 2008, 19:18

Re: Quale scala minore?

Messaggio da Altro » 14 gen 2009, 08:54

Mirko ha scritto: Hai risposto ad una mia affermazione con "Mi spiace ma le diteggiature sono diverse se parti dalla fondamentale....Sono solo uguali le note"
Affermazione gravissima, vero? Intollerabile che qualcuno osi essere in disaccordo con le tue idee, vero? Che schifo!
La cosa che ho scritto è: La scala minore naturale ha le stesse diteggiature della scala maggiore (ha le stesse note)


Ora dimmi....su che cosa "hai il coraggio" di sentirti in disaccordo? vuoi forse dare a intendere che per suonare e improvvisare in tonalità minore naturale bisogna imparare nuovi pattern rispetto a quelli usati per suonare in tonalità maggiore?

Si o No?
SI! Se suoni nella 1° posizione (immagino tu sappia cosa voglio dire) le diteggiature tra maggiore e minore SONO DIVERSE!
I box sono i soliti o sono differenti?
Differenti
Vogliamo fare i disegnini dei pattern su tutta la tastiera delle note della tonalià di sol maggiore e confrontarli con quelli della tonalità minore di mi?

Vogliamo fare i disegnini di tutti pattern dei modi maggiori e confrontarli con quelli relativi dei modi minori?

chiudo qua che è meglio... :ciauz:
Tu ragioni a note, io ragiono ad intervalli e posizioni. Questa è la nostra differenza. Come ho già detto le note sono le stesse (maggiore e minore naturale) MA NON LE POSIZIONI NE' LE CONSEGUENTI DITEGGIATURE .
Trovi così offensivo che qualcuno abbia suonato per quarant'anni in questo modo?
Chiudo qua che è meglio....
A Vespa preferisco Lambretta,
e Biondina a Brunetta .

Messaggio di hereistay il Ago 11 2011, 15:39
Altro ma ci sei o ci fai? credo che gente come te faccia bene a cancellarsi dal forum

Se sei anche tu di questa opinione evita di farmi delle domande

Avatar utente
darkfender
Maestro
Maestro
Messaggi: 3818
Iscritto il: 05 apr 2007, 10:36

Re: Quale scala minore?

Messaggio da darkfender » 14 gen 2009, 11:45

ma perchè fare un dramma sul nulla.
Le diteggiature sono uguali,cambiano i gradi.

Ovvero guardando l'immagin sotto:
Immagine

Dove i punti neri sono le toniche, quello che cambia da minore a maggiore sono appunto le toniche.....che nel caso della maggiore saranno spostate 2 pallini più avanti (leggendo dal basso verso l'alto).
Di conseguenza tutti i gradi sono spostati.

Anche le note sono le stesse ma ancora una volta come accade per la diteggiatura, cambiano i GRADI delle note.
è importante saperlo per conoscere le note di riposo e quelle di passaggio e per saper creare gli intervalli desiderati in modo da suonare e non mettere le dita a caso sperando esca qualcosa che suoni.

Però i pattern uguali complessivi si possono tenere a patto di sapere quanto detto prima.


Altro
Maestro
Maestro
Messaggi: 4085
Iscritto il: 21 ott 2008, 19:18

Re: Quale scala minore?

Messaggio da Altro » 14 gen 2009, 12:14

Penso di essermi espresso chiaramente: non ho NULLA contro chi usa le note come sistema principale. Vorrei solo che chi come me invece usa gli intervalli fosse rispettato. Per chi usa gli intervalli non contano le note quanto le POSIZIONI. Io, ad esempio, non suono il Dom con quella posizione (la 3°) se non saltuariamente, di passaggio. Come priorità scelgo sempre la 1° posizione, dove si fanno tanti bei box e licks, poi navigo per tutta la tastiera ma sempre tenendo in mente gli intervalli, dove sono le note di sostegno (1-3-5-7) e quelle di passaggio (2-4-6). Delle note non me ne frega nulla, se non per motivi armonici. Suonare per intervalli è una cosa che solo i chitarristo possono fare. Per un pianista, un sassofonista etc, suonare da La a Lab significa un mondo di diteggiature diverse. Per un chitarrista è solo una questione di spostarsi di un tasto. Con un'arma così potente volete ancora che suoni le note (ok, sto esagerando, ma solo poco)?
A Vespa preferisco Lambretta,
e Biondina a Brunetta .

Messaggio di hereistay il Ago 11 2011, 15:39
Altro ma ci sei o ci fai? credo che gente come te faccia bene a cancellarsi dal forum

Se sei anche tu di questa opinione evita di farmi delle domande

Avatar utente
darkfender
Maestro
Maestro
Messaggi: 3818
Iscritto il: 05 apr 2007, 10:36

Re: Quale scala minore?

Messaggio da darkfender » 14 gen 2009, 12:23

ma guarda che pure io suono solo a intervalli infatti quando parlo con la cantante a volte sono un po' lento...
Ma i pattern si possono usare ugualmente anzi è proprio lì che trovano più vantaggi.

Basta saper sovrapporre per esempio arpeggi a scale ed ecco risolti tutti i problemi di toniche e gradi :)

Altro
Maestro
Maestro
Messaggi: 4085
Iscritto il: 21 ott 2008, 19:18

Re: Quale scala minore?

Messaggio da Altro » 14 gen 2009, 12:30

darkfender ha scritto:ma guarda che pure io suono solo a intervalli
Brindiamo! C'è una cosa su cui siamo d'accordo! :brindisi:
A Vespa preferisco Lambretta,
e Biondina a Brunetta .

Messaggio di hereistay il Ago 11 2011, 15:39
Altro ma ci sei o ci fai? credo che gente come te faccia bene a cancellarsi dal forum

Se sei anche tu di questa opinione evita di farmi delle domande

Avatar utente
Mirko
Maestro
Maestro
Messaggi: 1242
Iscritto il: 08 nov 2006, 22:35

Re: Quale scala minore?

Messaggio da Mirko » 18 gen 2009, 15:20

Altro ha scritto:
Mirko ha scritto: Hai risposto ad una mia affermazione con "Mi spiace ma le diteggiature sono diverse se parti dalla fondamentale....Sono solo uguali le note"
Affermazione gravissima, vero? Intollerabile che qualcuno osi essere in disaccordo con le tue idee, vero? Che schifo!
Più che altro è curioso che qualcuno non legga le cose a cui risponde.
Altro ha scritto:
Mirko ha scritto: La cosa che ho scritto è: La scala minore naturale ha le stesse diteggiature della scala maggiore (ha le stesse note)


Ora dimmi....su che cosa "hai il coraggio" di sentirti in disaccordo? vuoi forse dare a intendere che per suonare e improvvisare in tonalità minore naturale bisogna imparare nuovi pattern rispetto a quelli usati per suonare in tonalità maggiore?

Si o No?
SI! Se suoni nella 1° posizione (immagino tu sappia cosa voglio dire) le diteggiature tra maggiore e minore SONO DIVERSE!
Hai le idee un pò confuse, qualunque scala maggiore sia, avrà una relativa minore identica.

Altro ha scritto:
Mirko ha scritto: I box sono i soliti o sono differenti?
Differenti
Postami questi box differenti, io dico che con 5 pattern suoni in qualunque tonalità maggiore e relativa minore.

Altro ha scritto:
Mirko ha scritto: Vogliamo fare i disegnini dei pattern su tutta la tastiera delle note della tonalià di sol maggiore e confrontarli con quelli della tonalità minore di mi?

Vogliamo fare i disegnini di tutti pattern dei modi maggiori e confrontarli con quelli relativi dei modi minori?

chiudo qua che è meglio... :ciauz:
Tu ragioni a note, io ragiono ad intervalli e posizioni. Questa è la nostra differenza. Come ho già detto le note sono le stesse (maggiore e minore naturale) MA NON LE POSIZIONI NE' LE CONSEGUENTI DITEGGIATURE .
Trovi così offensivo che qualcuno abbia suonato per quarant'anni in questo modo?
Chiudo qua che è meglio....
Trovo ridicolo, non offensivo, che non sia un moccioso di 8 anni a rigirare i discorsi pur di dar contro a qualcuno.
Io non ragiono a note, ma a intervalli e posizioni.

Mettendosi sul tuo stesso piano si potrebbe contraddire chi dice che la chitarra è uno strumento musicale, dicendo che in realtà è un martello, se la si usa sbattendo il body sui chiodi per conficcarli nei muri.

Cmq vai, postami i box che nella scala maggiore sono differenti rispetto quelli delle scale minori naturali.
Immagine
Sabry Immagine


Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti