Qualche domanda sugli esercizi

Di tutto di più sul suonare la chitarra

Moderatori: David, forons, avanzo, lespaul

Rispondi
BlackYuko
Principiante
Principiante
Messaggi: 6
Iscritto il: 27 ott 2012, 01:27

Qualche domanda sugli esercizi

Messaggio da BlackYuko » 27 ott 2012, 17:02

Ciao a tutti.
Da "giovane" (oddio, non che adesso sia vecchio :Very Happy: ) prendevo lezioni da un maestro privato. Mi esercitavo soprattutto con i classici cromatismi ( 1 2 3 4 - 4 3 2 1) lungo tutto il manico, più le scale pentatoniche e maggiori, sempre e tassativamente con il metronomo. Dopo un annetto e mezzo ero arrivato a 190/200 bpm, facendo 4 plettrate a battito... questo con la mano destra, ma con la sinistra premevo solo un tasto a battito. Quindi alla fine avevo la destra che era una scheggia, e la sinistra che era tutto l'opposto. Mi capitava spesso, quando imparavo qualche pezzo, che la destra andasse senza problemi mentre la sinistra mi si bloccava, cosa molto frustrante. Poi ho iniziato l'università, il tempo libero si è ridotto sempre di più, questa faccenda della mano sinistra incominciava a stufarmi, pian piano mi esercitavo sempre meno, poi non mi esercitavo neanche più e suonavo solo qualche pezzo, alla fine ho smesso del tutto.
Sono trascorsi due anni, e ho deciso di re-iniziare a suonare, mi sento molto motivato. Con due settimane di esercizi quotidiani ben fatti, ho recuperato buona parte di ciò che ho perso in questi due anni di "pausa". Ora però, prima di iniziare ad esercitarmi seriamente, voglio avere le idee chiare su come procedere. Quindi avrei un paio di domande a proposito degli esercizi:
  • adesso sto tenendo fermo il metronomo per sciogliere bene la sinistra, ma con la destra potrei benissimo andare molto più veloce. Credo che potrei tranquillamente aumentare di 4/5 tacche il metronomo. Ma mi conviene allenare "separatamente" la sinistra e la destra? Per "separatamente" intendo a due velocità diverse. O mi conviene portarle su insieme, aumentando la velocità solo quando la sinistra suona pulito?
  • i maledetti cromatismi... il problema è che ho sempre fatto la posizione "classica" ( 1 2 3 4 - 4 3 2 1), e il mio cervello si è abituato troppo a questa posizione. Sto provando a farli con posizioni diverse, ed è dura. Se con la posizione "classica" riesco a farli a 100bpm con 4 note a battito (intendo proprio che suono 4 tasti con la sinistra per ogni battito, apposta per scioglierla bene) con le altre non supero gli 80bpm. A volte non è neanche colpa della sinistra che non riesce, è proprio il mio cervello che "mette il dito" sul tasto sbagliato perché troppo abituato alla posizione che ho ripetuto per tanto tempo. Anche in questo caso, può essere un buon allenamento per la sinistra portare su di velocità le varie posizioni? Poi ovviamente faccio anche le altre scale, non è che faccio sempre e solo cromatismi.
  • i legati... una cosa che non ho mai allenato veramente, avevo smesso di andare a lezione poco dopo che il mio maestro me li aveva introdotti. Ora sto facendo gli esercizi base, hammer-on e pull-off con due dita (tutte le combinazioni) lungo tutto il manico. Però faccio molta fatica quando uso anulare e mignolo, mi sembra una posizione "strana" e le due dita sono un po' bloccate tra di loro (non so come spiegarmi bene). Il passo successivo sarà farli con tutte e 4 le dita? Intendo come i cromatismi ma plettrando solo la prima nota e facendo le altre con i legati.
Scusate se alcune domande possono sembrare stupide, ma voglio avere le idee chiare su cosa concentrarmi. Grazie a coloro che mi risponderanno :ciao:

:ciauz:


Avatar utente
mamasa
Maestro
Maestro
Messaggi: 3082
Iscritto il: 21 lug 2010, 16:08
Località: Melbourne, VIC, Australia

Re: Qualche domanda sugli esercizi

Messaggio da mamasa » 27 ott 2012, 17:24

Secondo me, visto che ti stanno bloccando, per un po' dovresti mettere da parte i cromatismi. Fai gli esercizi sulle scale e su altre diteggiature, chessò 1-3-4, 1-3-5, 1-2-4, magari anche alternando il numero di note per corda (ad esempio parti con 1-3-5, scendi e fai 2-4, scendi e torni a 1-3-5 e così via). Prova anche ad usare il terzinato e diverse figure ritmiche, sia in plettrata alternata che in legato. Insomma, devi cercare di sciogliere la mano che ti è rimasta "ingabbiata".
Infine ti consiglierei di allenare destra e sinistra contemporaneamente visto che la coordinazione è fondamentale. Se al momento la destra è più sciolta, aspetta che la sinistra la raggiunga prima di aumentare la velocità, è inutile avere una mano che va come un razzo se l'altra non riesce a stargli dietro.
Tutti sanno dire "ti amo", ma pochi sanno dire "vuoi quei kiwi?".

Siccome Piove
Podcast Immagine

Avatar utente
rhapsody
Esperto
Esperto
Messaggi: 691
Iscritto il: 15 mag 2011, 21:37

Re: Qualche domanda sugli esercizi

Messaggio da rhapsody » 27 ott 2012, 19:41

BlackYuko ha scritto: Quindi alla fine avevo la destra che era una scheggia, e la sinistra che era tutto l'opposto.
Pensa che io ho avuto sempre il problema opposto. Nella mia vita ho fatto talmente pochi progressi con il plettro, in proporzione a quanto tempo l'ho usato, che sto iniziando ad odiarlo a tal punto che sto pensando di buttare via tutto e suonare tutto con le dita. :Very Happy:
Per il resto penso che abbia ragione Mamasa, per esercitare bene la sinistra è meglio variare il più possibile ciò che si fa. Anche suonare accordi, specie se si fanno spostamenti frequenti della mano sinistra, potrebbe indirettamente anche sviluppare la scioltezza per il solista.

Avatar utente
mamasa
Maestro
Maestro
Messaggi: 3082
Iscritto il: 21 lug 2010, 16:08
Località: Melbourne, VIC, Australia

Re: Qualche domanda sugli esercizi

Messaggio da mamasa » 27 ott 2012, 21:24

rhapsody ha scritto:Anche suonare accordi, specie se si fanno spostamenti frequenti della mano sinistra, potrebbe indirettamente anche sviluppare la scioltezza per il solista.
Ah si, che scemo :ciao: , mi sono dimenticato di scriverlo ma anche lo studio degli accordi è utilissimo (e naturalmente importante).
Tutti sanno dire "ti amo", ma pochi sanno dire "vuoi quei kiwi?".

Siccome Piove
Podcast Immagine

blacky123
Maestro
Maestro
Messaggi: 1949
Iscritto il: 26 ago 2011, 18:33

Re: Qualche domanda sugli esercizi

Messaggio da blacky123 » 28 ott 2012, 10:23

rhapsody ha scritto: Anche suonare accordi, specie se si fanno spostamenti frequenti della mano sinistra, potrebbe indirettamente anche sviluppare la scioltezza per il solista.
super d'accordo. MIgliora la scioltezza di movimento e la forza della mano, oltre che esercita gli allargamenti :esatto:


blacky123
Maestro
Maestro
Messaggi: 1949
Iscritto il: 26 ago 2011, 18:33

Re: Qualche domanda sugli esercizi

Messaggio da blacky123 » 28 ott 2012, 11:32

Non focalizzarti sulla velocità (te lo dico perchè io l'ho fatto e ho sbagliato, e per questo sarò sempre male impostato nell'approccio alle cose). Essa è inutile se poi non sei coordinato (e forse è il tuo caso). Quindi quando fai i cromatismi, quelli diversi da 1234, falli lentamente (diciamo parti da 70/80 bpm) sinchè il tuo cervello non automatizza il movimento e la mano non fa ciò che deve. :ciao:

BlackYuko
Principiante
Principiante
Messaggi: 6
Iscritto il: 27 ott 2012, 01:27

Re: Qualche domanda sugli esercizi

Messaggio da BlackYuko » 28 ott 2012, 14:21

Devo dire che la cosa degli accordi è ottima, soprattutto quando si sbaglia la scala di turno e inizia a salire il nervoso, interrompere e farsi qualche minuto di accordi aiuta a "resettare" il cervello e tranquillizzarsi, testato ieri sera :ciao: .
blacky123 ha scritto:Non focalizzarti sulla velocità (te lo dico perchè io l'ho fatto e ho sbagliato, e per questo sarò sempre male impostato nell'approccio alle cose). Essa è inutile se poi non sei coordinato (e forse è il tuo caso). Quindi quando fai i cromatismi, quelli diversi da 1234, falli lentamente (diciamo parti da 70/80 bpm) sinchè il tuo cervello non automatizza il movimento e la mano non fa ciò che deve. :ciao:
Mi sa che hai proprio ragione, è esattamente il mio caso :Very Happy: . Da stasera metronomo a 70 e faccio le cose per bene, allenandomi in tutte le posizioni e scale varie.

Avatar utente
mamasa
Maestro
Maestro
Messaggi: 3082
Iscritto il: 21 lug 2010, 16:08
Località: Melbourne, VIC, Australia

Re: Qualche domanda sugli esercizi

Messaggio da mamasa » 28 ott 2012, 15:05

A proposito di esercizi, ho appena ritrovato un paio di tab che potrebbero esserti utili.
Il concetto di base è suonare la scala scomponendola in piccole successioni di note. Ad esempio, suoni il primo grado, poi la sua terza, poi il secondo grado, poi la sua terza e così via. Oppure fai le prime quattro note, torni indietro di tre, altre quattro note, indietro di tre, eccetera.
Sono esercizi utilissimi per sciogliere la mano, aumentare la coordinazione e abituarsi ai salti di corda. Inoltre, prendendo dei piccoli passaggi dagli esercizi, si possono tirare fuori vari lick e fraseggi molto comodi nell'improvvisazione. E poi sono molto meno pallosi dei cromatismi!

Ti metto le tab che ho a portata di mano. La scala, logicamente, è indicativa, puoi farli in qualsiasi tonalità (e non preoccuparti troppo della notazione ritmica, l'ho messa solo per farci stare tutte le note ma puoi suonarle come preferisci):

Pentatonica minore di LA
Immagine


LA minore (a salire)
Immagine

e a scendere
Immagine


Sempre LA minore a salire
Immagine

e a scendere
Immagine


All'inizio possono risultare un po' ostici, ma non ti preoccupare. Concentrati sul farli puliti, precisi e a tempo, quando cominciano a venirti bene aumenta di poco poco la velocità e così via.
Tutti sanno dire "ti amo", ma pochi sanno dire "vuoi quei kiwi?".

Siccome Piove
Podcast Immagine

Avatar utente
rhapsody
Esperto
Esperto
Messaggi: 691
Iscritto il: 15 mag 2011, 21:37

Re: Qualche domanda sugli esercizi

Messaggio da rhapsody » 28 ott 2012, 17:38

mamasa ha scritto:A proposito di esercizi, ho appena ritrovato un paio di tab che potrebbero esserti utili.
Il concetto di base è suonare la scala scomponendola in piccole successioni di note. Ad esempio, suoni il primo grado, poi la sua terza, poi il secondo grado, poi la sua terza e così via. Oppure fai le prime quattro note, torni indietro di tre, altre quattro note, indietro di tre, eccetera.
Sono esercizi utilissimi per sciogliere la mano, aumentare la coordinazione e abituarsi ai salti di corda. Inoltre, prendendo dei piccoli passaggi dagli esercizi, si possono tirare fuori vari lick e fraseggi molto comodi nell'improvvisazione. E poi sono molto meno pallosi dei cromatismi!
Ottimi esercizi. Infatti spesso negli assoli le scale non si suonano in successione dalla prima all'ultima nota o viceversa ma appunto in successioni di 3 o 4 note

BlackYuko
Principiante
Principiante
Messaggi: 6
Iscritto il: 27 ott 2012, 01:27

Re: Qualche domanda sugli esercizi

Messaggio da BlackYuko » 01 nov 2012, 21:29

Grazie mille per gli esercizi :ciao:


Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti