Problema impostazione plettro

Di tutto di più sul suonare la chitarra

Moderatori: David, forons, avanzo, lespaul

AntoZoso
Nuovo nel Forum
Nuovo nel Forum
Messaggi: 3
Iscritto il: 17 giu 2011, 12:48

Problema impostazione plettro

Messaggio da AntoZoso » 17 giu 2011, 13:46

Salve :ciauz: sono Antonio e ho 16 anni. Vi seguo da parecchio ma mi sono iscritto solo oggi per chiedere consiglio riguardo un problema.
Suono da circa 1 e mezzo, e devo dire che me la cavicchio con la chitarra(elettrica).
Tutto andava bene fino a 3 o 4 mesi fa:
avevo, a quel tempo, la classica impostazione della mano destra con il plettro tra indice e polpastrello del pollice, alla Kirk Hammett per intenderci, con le altre dita 'al vento'. Poi mi venne la brillantissima idea di cambiare posizione, non perchè ero ostacolato nell'eseguire qualche tecnica o cos' altro, così, per sfizio....ed ancora oggi arranco a causa di quella decisione.
Mi trovo infatti ogni santo giorno costretto, quando voglio suonare, a porre mille attenzioni nella posizione del plettro poichè dopo quel cambiamento di posizione ho cercato di abituarmi a circa un miliardo di impostazioni, ma niente, e ancora oggi per quanto riguarda soprattutto le parti ritmiche (ma anche quelle soliste, forse di meno) mi trovo a provar sempre la sensazione di trovarmi scomodo con una posizione o con un'altra. Infatti a volte il plettro lo tengo più sporgente, a volte meno e così via, mai una posizione uguale, ed ho la senzazione che la mia velocità ne risenta, nonostante abbia 'consolidato' una posizione forse fissa, simile a quella che avevo prima di tutto sto ambaradan. Non che non riesca a suonare, ma mi sento limitato, soprattutto con il palm muting, quello veloce, come in master of puppets, o creeping death, che prima eseguivo tranquillamente senza sforzarmi.
In mia opinione, e forse sono certo sia così, credo che tra 1 annetto penserò a tutto questo e ci riderò sù perchè è solo questione di abitudine, ma è davvero una tortura ora. :Confuso:
Vorrei tanto poter prendere in mano la chitarra e impugnare il plettro con disinvoltura senza far caso alla posizione.
Inoltre credevo di accelerare il processo di abitudine suonando di più ogni giorno, ma nonostante suoni tipo 6-7 ore al giorno esercitandomi sulle pentatoniche, le scale, le classiche combinazioni 1-2-3-4, improvvisazione, canzoni, tapping ecc...la situazione per la mano destra non migliora, e la cosa struggente è che sento la mano sinistra sciolta e libera, a differenza della mano destra. :pianto:
Mi piacerebbe sapere se qualcun'altro magari è mai inciampato in un problema di questo tipo e come abbia mai potuto risolverlo. Grazie mille a tutti!

Antonio :ciauz:


Avatar utente
Frusciante
Maestro
Maestro
Messaggi: 9053
Iscritto il: 19 nov 2007, 16:28

Re: Problema impostazione plettro

Messaggio da Frusciante » 15 ago 2011, 18:21

Metto in risalto la tua richiesta d'aiuto, perchè anche io vorrei essere illuminato. Ho più o meno lo stesso problema, anche se nn suono metal. :Very Happy:
Aspettiamo una risposta decente.
un amico ha scritto:V. prima di uscire, deve chiedere il permesso alla chitarra.
un altro amico ha scritto:wa ma stai ancora suonando? sì e fierr! Pigliatell' na pausa.
http://24.media.tumblr.com/tumblr_lkl20 ... o1_400.gif :fumato:

rat
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 157
Iscritto il: 30 nov 2008, 12:44

Re: Problema impostazione plettro

Messaggio da rat » 15 ago 2011, 19:13

Ciao, ... proprio qualche giorno fa pensavo se era il caso di cambiare impostazione al plettro, tenendolo più rientrato, affinchè la base avesse un poggiatura maggiore, così da avere una pennata, dal punto di vista del polso, più solida. Alla fine per certe cose va bene ma per altre preferisco alverlo più appoggiato al polpastrello.. Con questo voglio dire che, secondo me, trovandoti a suonare in situazioni diverse, piccole variazioni ci possono essere (dettate anche dal tipo di plettro e dall'usura che ha subito), incosciamente anch'io sposto la punta (che comunque rimane pochi mm esposta) leggermente verso l'interno o l'esterno ... L'importante è che il movimento venga dal polso, sia che sia rotatorio o che sia solo su e giù.
Il mondo è pieno di gente che ha una presa diversa, fra i più eleganti per me ci sono Y.Malmsteen e Jason Becker. Cmq suonando e insistendo gli ostacoli si superano.
Ultima cosa: suona davanti ad uno specchio o fatti un video e confronta con la tua impostazione ideale.

Avatar utente
birk
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 193
Iscritto il: 01 nov 2010, 12:37

Re: Problema impostazione plettro

Messaggio da birk » 15 ago 2011, 19:24

E vorrei aggiungere anche un'altra cosa: un plettro ruvido antiscivolo puo' aiutare molto. Anch'io avevo problemi con la mano destra perche' finivo con le dita sempre piu' vicine alla punta del plettro (problema che si accentua in estate quando le mani diventano delle fontane). Ho preso il plettro ruvido ed ogni problema si e' risolto, in qualsiasi modo lo tenga (o a pugno serrato o con le dita per aria) mi trovo sempre a mio agio. Inutile dire che ora uso solo quelli
Devo trovare una frase figa da mettere nella firma... hhmmm

TorrediPisa
Principiante
Principiante
Messaggi: 27
Iscritto il: 08 ago 2008, 14:47
Località: Pisa

Re: Problema impostazione plettro

Messaggio da TorrediPisa » 18 ago 2011, 10:11

Dunque, mi permetto di intervenire.
Il plettro uno lo impugna come vuole, tuttavia esiste un modo abbastanza standard ed efficiente (suggerito anche dal
grande Umberto Fiorentino nel suo manuale). Si tiene il plettro tra indice e pollice (e questo lo sapevamo gia')
ma le altre dita non stanno al vento ma restano unite e leggermente compresse. Questo perche' siccome il plettro
e' normalmente rigido (io uso il Dunlop da 1,5mm) durante la plettrata esso fa leva sull'indice e se non ci sono le
altre dita della mano che fanno resistenza il plettro perde di aderenza e si sposta. Nel mio caso io plettro
tutto a grande velocita' e cosi' facendo devo esercitare una certa pressione sul plettro, se non tenessi
le dita serrate perderei di velocita'.
Se uno invece usa molto il legato (alla Joe Satriani) allora questa tecnica non e' cosi' indispensabile.
Saluti
Fabio


fedefedefede
Principiante
Principiante
Messaggi: 12
Iscritto il: 18 ago 2011, 17:28

Re: Problema impostazione plettro

Messaggio da fedefedefede » 18 ago 2011, 17:37

Ciao io non ho mai avuto questi generi di problemi...prova a suonare senza pensare al plettro e come tenerlo....tutto verrà più naturale....Ciao

pinkfreud
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 111
Iscritto il: 30 giu 2011, 15:41

Re: Problema impostazione plettro

Messaggio da pinkfreud » 18 ago 2011, 17:47

Ciao Antonio! :Very Happy:
guarda mesi fa ho avuto il tuo stesso problema! Il mio maestro mi faceva notare sempre la mia posizione scorretta (è difficile da spiegare ma in poche parole tenevo il prettro troppo "fuori", infatti ogni tanto mi volava via :lollol: )
ma io non mi trovavo per niente con la posizione corretta è ho continuato a suonare come sempre,ora mi rendo conto che senza volerlo ho assunto la posizione corretta e mi viene naturale tanto che non me ne accorgo :rocken: quindi immagino che sia una questione di tempo, col passare dei giorni ti verrà più naturale suonare con le giuste posizioni :Very Happy:
eh poi anche se non fosse, tienilo come vuoi il plettro, basta che ti diverti :Very Happy:
"La pazzia è come il paradiso. Quando arrivi al punto in cui non te ne frega più niente di quello che gli altri possono dire... sei vicino al cielo."

Avatar utente
toniguitar
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 101
Iscritto il: 21 ott 2010, 18:38

Re: Problema impostazione plettro

Messaggio da toniguitar » 05 mag 2012, 11:10

@rat :
secondo me, trovandoti a suonare in situazioni diverse, piccole variazioni ci possono essere (dettate anche dal tipo di plettro e dall'usura che ha subito), incosciamente anch'io sposto la punta (che comunque rimane pochi mm esposta) leggermente verso l'interno o l'esterno ... L'importante è che il movimento venga dal polso, sia che sia rotatorio o che sia solo su e giù.
che significa '' sia che sia rotatorio o che sia solo su e giù''?

Avatar utente
Kon91
Esperto
Esperto
Messaggi: 338
Iscritto il: 18 gen 2012, 12:41
Località: Vicenza

Re: Problema impostazione plettro

Messaggio da Kon91 » 07 mag 2012, 10:32

C'è chi usa movimenti rotatori ad esempio l'ho notato in certi live di zakk wylde ma non solo, per dare effetti particolari o dare accenti..ultimamente ho provato e devo dire che anche per accentare note mentre si è ad una certa velocità aiuta molto :ciao:
Epiphone LP custom
OLP MM1-Axis
Cort As-1
Peavey Bandit 112
Zoom g2
Crate Gx15

Avatar utente
toniguitar
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 101
Iscritto il: 21 ott 2010, 18:38

Re: Problema impostazione plettro

Messaggio da toniguitar » 08 mag 2012, 13:48

[quote="TorrediPisa"]Dunque, mi permetto di intervenire.
Il plettro uno lo impugna come vuole, tuttavia esiste un modo abbastanza standard ed efficiente (suggerito anche dal
grande Umberto Fiorentino nel suo manuale).

ecco il videometodo:


dal minuto 4:40 al minuto 9:30 il maestro spiega la corretta posizione della mano destra.

Avatar utente
toniguitar
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 101
Iscritto il: 21 ott 2010, 18:38

Re: Problema impostazione plettro

Messaggio da toniguitar » 08 mag 2012, 15:50

ecco un video dv suono io cn l impostane che mi viene d natura.

da come direbbe umberto fiorentino questa impostazione e sbagliata perche la forza va a finire solo sull indice .
a me viene naturale suonare cosi.secondo voi e sbagliato cm mi muovo?
e a causa dell impostazione che nn riescoa ad andare veloce?

Avatar utente
toniguitar
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 101
Iscritto il: 21 ott 2010, 18:38

Re: Problema impostazione plettro

Messaggio da toniguitar » 08 mag 2012, 17:06

ecco un video dove suono con l impostazione a mano chiusa.


sara perche ho sempre suonato con l impostazione del primo video ,ma con quest ultima non mi trovo. e vero sento piu spintasuonando in un unica corda,ma nei saldi di corda non mi sento naturale.

comq ho notato che molti shredder hanno la mi stessa impostazione:
- http://www.youtube.com/watch?v=fZOzFfVl07o
- http://www.youtube.com/watch?v=srHYbkZx ... re=related
- http://www.youtube.com/watch?v=PCGUcoI6 ... re=related
-http://www.youtube.com/watch?v=a2eZO5wJ ... re=related

shedder che suonano con la mano chusa ne ho trovato pochi
-http://www.youtube.com/watch?v=91WikUyD85Y

Avatar utente
Cherpitel
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 121
Iscritto il: 18 ott 2011, 01:26

Re: Problema impostazione plettro

Messaggio da Cherpitel » 08 mag 2012, 23:39

toniguitar ha scritto:ecco un video dv suono io cn l impostane che mi viene d natura.

da come direbbe umberto fiorentino questa impostazione e sbagliata perche la forza va a finire solo sull indice .
a me viene naturale suonare cosi.secondo voi e sbagliato cm mi muovo?
e a causa dell impostazione che nn riescoa ad andare veloce?
Ho la tua stessa identica impostazione.

Avatar utente
toniguitar
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 101
Iscritto il: 21 ott 2010, 18:38

Re: Problema impostazione plettro

Messaggio da toniguitar » 09 mag 2012, 10:13

e come sei messo con l alternate picking ? a quanto riesci ad andare?

Avatar utente
mamasa
Maestro
Maestro
Messaggi: 3082
Iscritto il: 21 lug 2010, 16:08
Località: Melbourne, VIC, Australia

Re: Problema impostazione plettro

Messaggio da mamasa » 09 mag 2012, 17:49

Guardando i video che hai postato ho l'impressione che il problema non sia tanto legato all'impostazione della mano in sé.
Mi pare più che altro che tu sia molto rigido e soprattutto che faccia movimenti superflui, inutilmente ampi e quindi più faticosi. Logicamente questa cosa non può che rallentarti perché il plettro percorre più strada di quella necessaria.
Inoltre (su questo non sono assolutamente sicuro perché nel video non si vede) mi sembra che nel cambiare corda tu muova su o giù tutto il braccio a partire dalla spalla quando invece sarebbe meglio semplicemente cambiare l'inclinazione dell'avambraccio.

Tieni conto che non sono un mago della velocità e ho un'impostazione piuttosto mutevole e casuale quindi non sono la persona più indicata per aiutarti. Quello che posso consigliarti è di provare a suonare tenendo braccio, polso e mano più rilassati, cercando di limitare al minimo indispensabile il movimento e cambiando corda spostando leggermente il solo avambraccio.
Tutti sanno dire "ti amo", ma pochi sanno dire "vuoi quei kiwi?".

Siccome Piove
Podcast Immagine


Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti