movimento fluido

Di tutto di più sul suonare la chitarra

Moderatori: David, forons, avanzo, lespaul

mercury
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 75
Iscritto il: 21 nov 2008, 16:33

movimento fluido

Messaggio da mercury » 15 apr 2009, 23:31

ciao, sto tentando di rendere più fluida possibile la mia pennata, però a distanza di qualche mese ho ancora problemi con la pennata in su quando vado a suonare accordi come il do e il la che escludono la corda del mi grave, mentre per gli accordi che vanno a toccare tutte le corde il mio movimento sempre in su è pulito e molto fluido, è una cosa normale? come posso fare per risolvere? ci sono esercizi particolari da eseguire? per il momento sto utilizzando un plettro tipo heavy. grazie, ciao.


Avatar utente
mottolone
Maestro
Maestro
Messaggi: 1045
Iscritto il: 05 giu 2008, 10:35
Località: Melito (NA)
Contatta:

Re: movimento fluido

Messaggio da mottolone » 18 apr 2009, 18:54

Prova ad usare un plettro più morbido e di dimensione non troppo piccole ( come quelli banez piccoli ) poi usa il metronomo ed esegui ritmiche semplici tipo semiminima croma croma. Al momento non preoccuparti se tocchi il mi basso, per quello devi sviluppare più precisione sulla plettrata con esercizi diversi.

:ciauz:
Il genio è 1% ispirazione e 99% traspirazione ! Sognando il Mark V
GEAR: Mesa Express 5:50 - Rectocab 2x12, Micro cube Rx, Ibanez Jem 7V - Rg 320 fa - MTM1 - EW20ASE acustica, Jackson RR5, LTD ec 1000 Deluxe, Yamaha acustica, Boss GT8 Vari pedali Boss, DS1 Keeley mod, Zoom MS 50, AMT WH-1, Mesa Throttle Box, TC Electronic Flashback.

Avatar utente
avanzo
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 3715
Iscritto il: 02 ago 2007, 18:16
Località: Roma

Re: movimento fluido

Messaggio da avanzo » 18 apr 2009, 19:09

oppure stoppi il mi (se serve, anche il la) col pollice...

Avatar utente
mottolone
Maestro
Maestro
Messaggi: 1045
Iscritto il: 05 giu 2008, 10:35
Località: Melito (NA)
Contatta:

Re: movimento fluido

Messaggio da mottolone » 18 apr 2009, 19:35

avanzo ha scritto:oppure stoppi il mi (se serve, anche il la) col pollice...
è una soluzione ma ti sconsiglio di adottarla perchè per i principianti può portare a una cattiva impostazione della mano.
Il genio è 1% ispirazione e 99% traspirazione ! Sognando il Mark V
GEAR: Mesa Express 5:50 - Rectocab 2x12, Micro cube Rx, Ibanez Jem 7V - Rg 320 fa - MTM1 - EW20ASE acustica, Jackson RR5, LTD ec 1000 Deluxe, Yamaha acustica, Boss GT8 Vari pedali Boss, DS1 Keeley mod, Zoom MS 50, AMT WH-1, Mesa Throttle Box, TC Electronic Flashback.

Dany007
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 83
Iscritto il: 17 apr 2009, 00:08

Re: movimento fluido

Messaggio da Dany007 » 19 apr 2009, 22:16

Perche' usare il plettro se e' da poco che suoni?
Suona le corde con le dita non c' e' cosa piu' bella! poi e' importantissimo per un chitarrista saper usare bene le dita e non fissarsi troppo sul plettro una volta che nasce (o trovi)"lo swing" sei sulla buona strada per diventere un chitarrista !!!!
Evita assolutamente di stoppare il mi con il pollice (se lo farai l accordo suonera' ma poi per tutti gli altri?) ciao


Avatar utente
avanzo
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 3715
Iscritto il: 02 ago 2007, 18:16
Località: Roma

Re: movimento fluido

Messaggio da avanzo » 20 apr 2009, 02:24

Dany007 ha scritto:Perche' usare il plettro se e' da poco che suoni?
scusa ma questa non l'ho capita...
Dany007 ha scritto:Evita assolutamente di stoppare il mi con il pollice (se lo farai l accordo suonera' ma poi per tutti gli altri?) ciao
per tutti gli altri...non stopperà il mi col pollice! semplice no? :dubbioso:

stoppare le ultime corde con il pollice quando si devono suonare accordi che partono dalla 5° o dalla 4° corda è una tecnica largamente usata, poi io non ho mai preso lezioni quindi non so quanto sia una tecnica ortodossa. di certo se riesci a farla tua elimini il problema nella maniera più immediata, però è vero come ha detto mottolone che devi stare attento all'impostazione della mano: le dita devono essere sempre a martello, con o senza pollice che stoppa.
d'accordo anche sull'usare un plettro più morbido, sulle ritmiche è più indicato...

Avatar utente
Cristiano
Esperto
Esperto
Messaggi: 423
Iscritto il: 05 mar 2007, 10:30
Località: Friuli

Re: movimento fluido

Messaggio da Cristiano » 20 apr 2009, 18:30

Io sono autodidatta, ma riguardo a passare il pollice sopra per stoppare non trovo obiezioni, se non che in realtà ti limita nei passaggi per i quali ti trovi a fare subito dopo un accordo in cui l'anulare preme sulla sesta corda, perchè devi flettere tutto il polso rapidamente per trovare la posizione e rischi di perdere precisione. Io in realtà il pollice lo uso anche per premere la sesta corda (tipo in un fa maggiore sul primo tasto) o la quinta (in un do maggiore sul terzo tasto) e se pure non è una tecnica classica, anche questa è largamente utilizzata e anche consigliata da Stefan Grossman, che non è certo un maestrino di periferia. Di certo conviene attuare questo tipo di manovre quando si è un po' sgrezzati, altrimenti si rischia qualche infortunio. Infine dipende anche dalla grandezza delle mani, dalla lunghezza e forza delle dita, dalle dimensioni del manico... Mi sento però di riportare le parole di Daniele Bazzani, grande sia pure se poco noto chitarrista fingerpicking italiano, che dice che quando i danni alle mani si fanno sentire, è già troppo tardi.
Si può fare tutto ciò che ci permette di suonare la nostra musica, ma con il dovuto rispetto e riscaldamento.

Ciao, Cristiano
Life requires square shoulders. I'd rather prefer the slope ones of a j45

mercury
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 75
Iscritto il: 21 nov 2008, 16:33

Re: movimento fluido

Messaggio da mercury » 22 apr 2009, 16:01

ciao, grazie a tutti per l'aiuto. il mio problema non è colpire il mi grave, il problema è che quando do la pennata in su spesso mi impiccio con qualche corda e nn riesco ad ottenre un movimento lineare, pulito come quando do la pennata verso il basso. spero di essermi spiegato.

Avatar utente
Cristiano
Esperto
Esperto
Messaggi: 423
Iscritto il: 05 mar 2007, 10:30
Località: Friuli

Re: movimento fluido

Messaggio da Cristiano » 24 apr 2009, 13:36

Se fossi in te, io mi procurerei un plettro più morbido e magari un po' più grande, in questo modo puoi tenerlo più facilmente con tre dita. In questo modo puoi permetterti di stringerlo un po' di meno senza rischiare di farlo volare e quindi di ottenere maggiore elasticità nel movimento. Per il resto è solo pratica e pratica e pratica. Magari prova qualche ritmo più sincopato che ti costringa a fare più pennate in su che in giù.

Io ultimamente non uso quasi più il plettro, ma solo perchè mi sono fissato sul fingerstyle. Quando lo utilizzo lo tengo tra indice e pollice, però stringendolo con il pollice sul fianco esterno dell'indice che tengo molto ripiegato (vedi foto). In ogni caso ci ho messo un po' prima di impararte a "strummare" con un plettro rigido.




Parola di autodidatta.

Ciao, Cristiano
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Life requires square shoulders. I'd rather prefer the slope ones of a j45

mercury
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 75
Iscritto il: 21 nov 2008, 16:33

Re: movimento fluido

Messaggio da mercury » 26 apr 2009, 20:38

con il plettro più morbido mi trovo meglio nella ritmica, però volevo insistero su quello un pò più duro,perchè quello morbido per gli assoli nn mi piace molto. ho notato anche, sempre per le ritmoche, che mi trovo meglio con un pletto spuntato che con uno nuovo.

Avatar utente
avanzo
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 3715
Iscritto il: 02 ago 2007, 18:16
Località: Roma

Re: movimento fluido

Messaggio da avanzo » 26 apr 2009, 22:49

e certo, perchè scorre meglio sulle corde rispetto a uno nuovo bello appuntito...ma quanto era morbido il plettro che hai provato? in mm dico..

mercury
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 75
Iscritto il: 21 nov 2008, 16:33

Re: movimento fluido

Messaggio da mercury » 27 apr 2009, 14:28

quello morbido, se nn mi sbaglio, è 0,75 mm, mentre di solito utilizzo quello heavy della fender, che sinceramente, nn so quanto sia.

mercury
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 75
Iscritto il: 21 nov 2008, 16:33

Re: movimento fluido

Messaggio da mercury » 25 gen 2010, 21:01

ciao. in questi ultimi tempi ho reso leggermente più fluida la mia pennata,però ancora nn è buona. avete degli esercizi da farmi fare? dei video da vedere, dove spiegano la corretta impostazione della mano nel dare la pennata), grazie.ciao.

Avatar utente
avanzo
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 3715
Iscritto il: 02 ago 2007, 18:16
Località: Roma

Re: movimento fluido

Messaggio da avanzo » 27 gen 2010, 13:24

ciao mercury, perchè non metti un video tuo in cui suoni una parte ritmica? magari ci potrebbe aiutare a capire meglio dove puoi migliorare, vedendo il movimento che fai...

intanto dai un'occhiata a questo video, magari ti aiuta... http://www.youtube.com/watch?v=PjVCF-anyvY

:ciauz:

mercury
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 75
Iscritto il: 21 nov 2008, 16:33

Re: movimento fluido

Messaggio da mercury » 27 gen 2010, 17:24

appena ci riesco posto un video. la mia difficoltà sta soprattutto negli accordi tipo il re, dove nn devo suonare e il la e il mi e accordi che escludono le due corde mi.


Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite